• Seguici su YouTube Channel!

Discussa in Consiglio la Mozione "vuoto a rendere" del M5S

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

cinzia amato

Ieri in Consiglio comunale abbiamo discusso la nostra mozione sul “vuoto a rendere”, un’iniziativa portata avanti dal Movimento 5 Stelle che, dopo lunghe battaglie, è finalmente entrata in vigore anche se in fase sperimentale, per la durata di un anno. 

In pratica, gli esercenti (bar, ristoranti e alberghi) che aderiranno all’iniziativa saranno tenuti a versare una cauzione al momento dell’acquisto dell’imballaggio pieno (che per il momento riguarda solo le bottiglie di birra e acqua minerale) che gli verrà restituita dal produttore al momento del ritiro dell’imballaggio vuoto. 

Si tratta di un’ottima pratica, atteso che comporta una riduzione della produzione di rifiuti con conseguenziale riduzione del conferimento in discarica,  poiché tali prodotti verranno riutilizzati fino a 10 volte prima di diventare scarto, una riduzione dell’inquinamento ambientale e l’abbattimento dei costi sostenuti dal Comune per lo smaltimento dei rifiuti. 

L’unica pecca di questo provvedimento legislativo è che il Governo non ha voluto prevedere alcuna forma di incentivo a favore degli esercenti che vorranno aderire a questa filiera virtuosa. 

E se a Natale non nevica … è tutta colpa del Movimento!

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

 
 
E se a Natale non nevica … è tutta colpa del Movimento!
 
"E’ singolare e, per certi versi, motivo d’orgoglio, sapere che l’Associazione La Fabbrica viene considerata espressione del Movimento 5 Stelle di Enna", afferma il portavoce al consiglio comunale Davide Solfato, in risposta alle voci che si  stanno diffondendo riguardo all'organizzazione del Natale al Centro. 
In effetti, dopo aver assistito al successo del primo evento organizzato da questa neonata associazione - il Buskers Fest - che si è tenuto lo scorso luglio e che presenta tutti i presupposti per trasformarsi in una manifestazione a cadenza annuale, sarebbe davvero comodo prendersene tutto il vanto. Purtroppo, però, non è così", prosegue Solfato, "poiché l’Associazione è composta da diverse persone, non tutte “militanti” nel Movimento 5 Stelle, anzi di tutt’altra appartenenza o preferenza politica". 
 
"E’ singolare, poi, che queste voci diventino affermazioni fatte pubblicamente da chi, prima di dare una notizia, per deontologia professionale dovrebbe appurare la veridicità della stessa e che, sempre erroneamente, afferma inoltre che l’Associazione abbia ottenuto i fondi per realizzare il proprio progetto", aggiunge Cinzia Amato. 
"Il costo complessivo del Natale al Centro organizzato da La Fabbrica é, infatti, di circa 80 mila euro, dei quali solo 15mila euro finanziati dal Comune dietro fatturazione, che andranno a coprire solo una piccolissima parte delle spese sostenute dall'associazione. A ben vedere, quindi, più che un’azione speculativa, questi ragazzi si sono assunti una grande responsabilità e solo per regalare un'aria natalizia alla città, come non si vedeva da anni. In pieno spirito del Movimento? Sicuramente, ma sarebbe più giusto dire che "tutti" gli associati hanno a cuore il miglioramento della propria città".
 
"Quanto all’insinuazione secondo cui il Sindaco Dipietro abbia avvantaggiato l’associazione/Movimento 5 Stelle, elargendo somme senza difficoltà", prosegue la portavoce del Movimento 5 Stelle, "questa era la più prevedibile tra tutte le insinuazioni e strumentalizzazioni che sarebbero state fatte, non potendosi trovare argomentazioni valide per attaccare il Movimento".

Formazione in Movimento - Sicilia 2017

Postato in Notizie di rilevanza Regionale

Formazione in Movimento - Sicilia 2017

Si terrà ad Enna, presso la Sala Congressi dell'Autodromo di Pergusa, l'incontro " FORMAZIONE IN MOVIMENTO" - SICILIA 2017 (lancio del programma di formazione base per europrogettisti), che ha come obbiettivo l'illustrazione di un corso per la formazione di europrogettisti in tutto il territorio della Regione Sicilia, per la fruizione dei Fondi Europei 2014-2020.

L'incontro organizzato dal Gdl "Fondi Europei", composto da Alberto Di Gaetano (referente), Giampiero Santocono, Mimmo Fazio, Fabrizio La Carrubba, Giuseppe Gullo, Gianni Cantarella, è aperto a tutti i Meetup siciliani, ai simpatizzanti, attivisti e portavoce.

Approvata ieri in CC la nostra mozione relativa alla rimozione dell'amianto nei locali dell'ex Fiera dell'Agricoltura

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Approvata ieri in CC la nostra mozione relativa alla rimozione dell'amianto nei locali dell'ex Fiera dell'Agricoltura

La problematica della presenza di amianto sia in questi locali come in quelli dell'Autoparco Comunale è già nota non solo a questa ma anche alla precedente Amministrazione comunale, come ha ricordato il nostro portavoce Cinzia Amato. 

Il 19 maggio 2011, infatti, su segnalazione dell'Ufficio Tecnico, era stato effettuato un sopralluogo congiunto con i funzionari dello stesso Ufficio Tecnico Comunale, gli ispettori della Polizia Municipale, il responsabile della Protezione Civile, i funzionari dell'ARPA e dell'ASP di Enna.

Da tale sopralluogo emerse la presenza di diverse lastre di cemento amianto, utilizzate per la copertura delle tettoie dei capannoni, le quali versavano in cattivo stato di conservazione, tanto che l'Arpa prescriveva che, per evitare nel tempo che le fessurazioni presenti potessero comportare un aumento di fibre rilasciate nell'ambiente, le onduline dovevano essere incapsulate o rimosse in sicurezza, mentre il cumulo di amianto presente doveva essere smaltito con urgenza.

A tal fine, l'Ufficio Tecnico, aveva avviato due progetti, uno di risanamento e uno di bonifica, incapsulamento e rimozione dell'amianto, per le tettoie di proprietà del Comune. Mentre per le tettoie di proprietà della Cassa del Mezzogiorno, risultate poi nella disponibilità della Regione Siciliana, l'allora Sindaco Garofalo, il 15 settembre 2011, aveva diffidato l'allora Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, a provvedere entro e non oltre 60 giorni dalla notifica dell'ordinanza alla rimozione delle onduline e della bonifica del sito.Approvata ieri in CC la nostra mozione relativa alla rimozione dell'amianto nei locali dell'ex Fiera dell'Agricoltura

Ad oggi, a distanza di 5 anni da tali avvenimenti, nulla ancora è stato fatto. L'amianto è ancora presente, lo stato di conservazione è peggiorato e la concentrazione rilasciata nell'ambiente circostante è aumentata.

Alla luce di tali fatti si chiede all'Amministrazione di attivarsi il prima possibile per lo smaltimento dell'amianto per le aree di propria competenza, magari utilizzando i progetti già nella disponibilità del Comune, e ad adottare i provvedimenti opportuni affinché la Regione Siciliana e gli uffici competenti si adoperino per l’immediato smaltimento dei materiali contenenti amianto presenti presso l’ex Fiera dell’Agricoltura di Enna Bassa e per la bonifica del sito, al fine di tutelare la salute dei cittadini, che deve essere messa al primo posto tra le priorità di una Amministrazione. 

E proprio per queste motivazioni, la tematica trattata, ha trovato il consenso unanime del Consiglio. 

L'assessore Di Venti ha riferito che il 24 novembre scorso ha esposto questo grave problema all'Assessore Regionale dell'Agricoltura, il quale sembrava non conoscere il problema, per cui si provvederà a mandargli una nota per verificare la questione e a disporre una nuova diffida. Per quanto riguarda, invece, la bonifica che compete all'Amministrazione comunale, l'assessore ha ricordato che sono state già stanziate delle somme in bilancio che, tuttavia, non crede saranno sufficienti per tutti gli interventi necessari, per cui si adopereranno a breve per reperire quelle mancanti.

Davide Solfato ha, infine, dichiarato che: "se la Regione non provvederà in maniera tempestiva, il prossimo anno faremo le barricate in aula fino a quando non verranno stanziate le somme in bilancio, perché queste opere, che riguardano l'ambiente e il diritto alla salute dei cittadini, hanno la priorità su tutto il resto".

 

Il M5S invita il Sindaco Dipietro a dimettersi

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

  

“Prendiamo atto - dichiarano i portavoce del M5S Amato e Solfato - che questa mattina il dott. Girasole ha dato le dimissioni da Vice Sindaco del Comune di Enna e che le sue dichiarazioni confermano quanto da noi più volte sostenuto e, cioè, che è stato tradito il mandato dei cittadini ennesi i quali, di fatto, ponendo la loro fiducia su una rete civica, avevano bocciato percorsi di partito”.

“Di certo, le dimissioni del dott. Girasole, il cui apporto è stato decisivo per la  vittoria di questa Amministrazione, anche per una sua identità politica ben definita, non possono passare inosservate. Noi siamo abituati a prendere sul serio le parole ma, soprattutto, la volontà popolare che va rispettata dai suoi rappresentanti istituzionali”, continuano i due consiglieri che concludono: “Alla luce di tutto questo e dell’ennesima crisi di governo, invitiamo il Sindaco Dipietro a dimettersi”.

Mario Giarrusso presenta il libro "Il voto di scambio politico-mafioso"

Postato in Tutte le notizie

Mario Giarrusso presenta il libro "Il voto di scambio politico-mafioso"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Perchè lo Stato non vince la guerra contro la mafia?

Siamo davvero in guerra con la mafia?

Quale è la forza delle mafie?

Queste le domande cui cerca di dare risposta il libro "Il voto di scambio politico-mafioso", scritto da Mario Michele Giarrusso e Andrea Leccese, che sarà presentato martedì 19 dicembre al Caffè letterario “Al Kenisa”. 

Gli autori - componente della Commissione Antimafia l’uno e scrittore da sempre impegnato in questi temi l’altro - attraverso l'excursus della fattispecie del reato del voto di scambio politico-mafioso e la narrazione delle vicende che vi stanno dietro, affrontano un tema che si rileva sempre più attuale, alla luce delle recenti elezioni regionali siciliane, che hanno messo in evidenza l’incapacità dello Stato di porre fine a un fenomeno sempre più diffuso e subìto, ma anche in vista della campagna elettorale per le prossime elezioni politiche. 

Un fenomeno che a volte non è ben conosciuto, altre volte si fa finta che non esista, che non può non trovare le proprie basi nel legame mafia-politica-massoneria e che, in fin dei conti, non consente a un paese degno dell’epiteto “democratico”, di esprimere un voto che possa dirsi davvero libero.

 

Cumuli e tetti di amianto nei locali dell’ex Fiera dell’agricoltura, il M5S chiede l’intervento urgente della Regione

Postato in Notizie di rilevanza Regionale


 Cumuli e tetti di amianto nei locali dell’ex Fiera dell’agricoltura, il M5S chiede l’intervento urgente della Regione

Il deputato Trizzino interroga il presidente Crocetta e chiama in audizione all’Ars tutte le parti interessate. Nei giorni scorsi, è stata approvata in consiglio comunale a Enna una mozione dei consiglieri Cinquestelle Solfato e Amato.

“Cumuli e tetti di amianto invadono i locali dell’ex Fiera dell’agricoltura di Enna bassa, area di proprietà della Regione siciliana, a due passi da decine di palazzine e abitazioni private. Sono numerosissime le lastre di cemento amianto utilizzate per la copertura delle tettoie dei capannoni che adesso versavano in pessimo stato di conservazione”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle Giampiero Trizzino che chiama in audizione in IV commissione all’Ars tutte le parti interessate e presenta un atto ispettivo a Palazzo dei Normanni.

Un Consiglio comunale interamente dedicato ai debiti fuori bilancio

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Un Consiglio comunale interamente dedicato ai debiti fuori bilancio

“Abbiamo celebrato un Consiglio comunale dedicato interamente all’approvazione di debiti fuori bilancio derivanti da sentenza”, dichiara il capogruppo del M5S Davide Solfato, che precisa che "i debiti fuori bilancio derivanti da sentenza sono argomento di difficile trattazione, in particolare per quel che riguarda la posizione del consigliere comunale.  Questi, infatti, si trova a dover prendere la decisione quasi obbligata di approvare tali debiti, potendo al riguardo espletare un mero compito di controllo, al fine di far emergere eventuali responsabilità".

Proprio sul lato delle responsabilità il M5S di Enna ha avuto da ridire durante l’ultimo Consiglio comunale del 28 dicembre, come spiega Solfato

Che fine ha fatto il deposito cauzionale versato all’Asen?

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Che fine ha fatto il deposito cauzionale versato all’Asen?
E’ giunta in II Commissione, venerdì 23 dicembre, la proposta di deliberazione di Giunta sulla “Gestione ASEN – Proroga liquidazione Commissariale” per gli adempimenti di conseguenza Prot. N.788706 del 24/11/2016. 
 
Con questa delibera la Giunta chiede sostanzialmente al Consiglio Comunale un’ulteriore proroga di 180 giorni, per la liquidazione dell’Asen, in considerazione degli affari sospesi che non hanno trovato soluzione e di nominare nuovamente il Dott. Mazzurco come liquidatore, per chiudere definitivamente la vicenda ASEN. 

Consiglio Comunale. "Enna Città culturale congressuale e universitaria" ma sempre a spese dei cittadini

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

 

Consiglio Comunale. "Enna Città culturale congressuale e universitaria" ma sempre a spese dei cittadini

Saranno i cittadini a doversi sobbarcare le spese che trasformeranno una già collassata cittadina del centro sicilia in una Capitale Europea della Cultura?
Sembra questo quello che è emerge da un'attenta riflessione sul Consiglio Comunale che si è tenuto lunedì 21 dicembre.

Un ordine del giorno costellato da una serie di debiti fuori bilancio da approvare e che vanno ad intaccare le già carenti risorse comunali, che si contraddice con l'immagine di Enna quale “Città universitaria, culturale e congressuale” come richiede il PD nella sua mozione, ma la cui principale fonte di ricchezza deriva dall'Università Kore la cui governance, a causa delle vicende giudiziarie in cui è coinvolta, rischia di metterla a pregiudizio.
È quanto sostiene lo stesso sindaco Di Pietro il quale, pur essendo pronto a sottoscrivere tutte le iniziative alle quali i consiglieri proponenti impegnano l'amministrazione, anche perché del tutto corrispondenti ai propositi del proprio programma, sottolinea come le sorti delle indagini potrebbero sottrarre questa importantissima risorsa al suo stesso territorio impedendo quella "collaborazione tra l'università, il territorio (le amministrazioni) e le imprese" di cui si parla nella mozione. Propone, quindi, di aprire al più presto un dibattito sul da farsi, prima che accada qualcosa che possa far perdere alla città questa sua grande risorsa con tutte le chiare e gravi ripercussioni che ne deriverebbero.

Auguri a 5 Stelle

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Auguri a 5 Stelle

Sono ormai passati sei mesi da quando una parte di cittadini ennesi ha ripagato con fiducia il nostro impegno per la città, fiducia che siamo stati onorati di ricevere. Grazie al vostro sostegno siamo entrati nelle istituzioni come garanzia di legalità e partecipazione con gli ennesi.
Con l'avvicinarsi della fine del 2015 e l'approssimarci al NATALE, tutti gli attivisti del Meetup di Enna abbiamo il piacere di salutarvi e rivolgervi gli auguri di buone feste presso la nostra sede, in via S. Agata n°81, giorno 22 Dicembre alle ore 19.00. 
Per tutti coloro che siano impossibilitati a partecipare, porgiamo i NOSTRI MIGLIORI AUGURI DI BUON NATALE E DI UN SERENO INIZIO ANNO. AUGURI!!!!!!

Consiglio comunale di Enna: “chiacchierata” sulla Sanità

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

 

C.C. 10-12

Il Consiglio Comunale di ieri sera aveva per oggetto le “Problematiche riguardanti l’Ospedale Umberto I di Enna”. Encomiabile ordine del giorno! Peccato che non fosse presente la stessa direzione sanitaria dell’Asp di Enna, accorsa in Aula solo a dibattito concluso, forse perché non reputava di dover perdere tempo a discutere con i politici ennesi dei problemi della struttura, quasi si trattasse di una qualsiasi riunione condominiale, come affermato dal consigliere Ferrari.

Si è pertanto discusso, per chi ancora ne fosse ignaro, del depotenziamento che negli anni ha subito l’Ospedale Umberto I di Enna fino ad arrivare alla attuale disastrosa situazione: esso vanta, infatti, il record per il più alto numero di anni di commissariamento, per avere ben 9 reparti senza primario e per aver perduto reparti d’eccellenza come quello di chirurgia toracica.

Ecopunto. Gli appelli e le risposte dell'amministrazione attraverso i social: modernità o escamotage?

Postato in Notizie di rilevanza Comunale


Che se ne dica i social sono ormai uno strumento diffuso non solo per esprimere opinioni, informare o  pubblicizzare eventi, ma anche per manifestare lamentele o disservizi. 

È il caso dell'Ecopunto di Enna che proprio attraverso Facebook ha più volte lamentato il disinteresse dell'amministrazione comunale nei confronti della differenziata in generale e dell'Ecopunto in particolare. Lo scorso venerdì 4 dicembre ha inoltre comunicato, sempre attraverso il social network, di un incontro organizzato dal Vicesindaco Angelo Girasole, per parlare delle sorti di questo centro di raccolta e gestione rifiuti, che quando funzionava assicurava ad Enna il 10% di raccolta differenziata. 

L'ecopunto ha, infatti, subìto le decisioni dell'Ato rifiuti che - sappiamo bene - non naviga in buone acque e ha ritenuto sacrificabile questo centro, il cui servizio sicuramente rappresentava una nota positiva per la città, decretandone la chiusura. 

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook