• Seguici su YouTube Channel!

Visita presso il canile comunale convenzionato

Postato in Notizie di rilevanza Comunale


Visita presso il canile comunale convenzionato

Abbiamo effettuato un sopralluogo presso il canile di Caltanissetta, convenzionato con il Comune di Enna.

Il veterinario ci ha spiegato come funziona il servizio e ci ha fatto visitare l'intera struttura, costituita da ambulatorio e vari box per cani, le cui condizioni apparentemente sono buone. I cani del comune di Enna sono 298 e tra essi il più anziano si trova lì da dieci anni.

Solo nel mese di Agosto ad Enna Bassa sono stati accalappiati ben 18 cani.
Il fenomeno randagismo è ancora da arginare. A tal fine occorre, anzitutto,monitorare il territorio con azioni di controllo presso le abitazioni sparse nelle campagne, da cui provengono la maggior parte dei cani randagi, così da evitare la proliferazione incontrollata. Occorre altresì che i detentori li regolarizzino.

Enna. Ex CISS di Pergusa, M5S chiede audizione urgente in Ars

Postato in Notizie di rilevanza Regionale

Enna. Ex CISS di Pergusa, M5S chiede audizione urgente in Ars

Alla luce della lunga attesa prevista per la calendarizzazione delle interrogazioni all’Assemblea Regionale Siciliana, e della particolare urgenza che presenta la questione, i deputati regionali del M5S hanno presentato una richiesta di audizione per avere chiarimenti sullo stato in cui versa la struttura ospedaliera dell’ex CISS di Pergusa.

“Il mancato completamento dei lavori per la ristrutturazione del fabbricato, fermi ormai da anni, sta posticipando sempre più l’apertura del Centro Interprovinciale per la Riabilitazione funzionale dei soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche e sensoriali (C.R.I.M.), che per il territorio ennese costituirebbe un’importante risorsa”. Lo afferma il parlamentare all’Ars Giorgio Ciaccio.

 

“Si tratta, infatti, – continua Ciaccio – di un’opera pubblica notevole, con una struttura di 7200 mq, distribuita su tre piani e in grado di accogliere 150 persone. Essa dovrebbe, inoltre, ospitare un centro dotato di due reparti di medicina fisica e di riabilitazione e riabilitazione cardiopolmonare, oltre a varie camere di degenza, ma sembra destinata a diventare l’ennesimo caso di opera pubblica incompiuta. In mancanza di un’adeguata custodia, tra l’altro, la struttura in passato è stata preda di atti vandalici e adibita a vera e propria discarica con il deposito di rifiuti di ogni genere”.

È stata, quindi, richiesta un’audizione al Presidente della VI commissione dell’Ars “Servizi Sociali e Sanitari”, al fine di conoscere le intenzioni del Governo regionale in ordine al completamento dei lavori per la ristrutturazione del fabbricato e per sapere che fine abbia fatto il finanziamento pari a 3 milioni e 400 mila euro previsto per la realizzazione dei lavori e l’acquisto di strumentazioni ed attrezzature da destinare al Centro e mai concesso dall’Assessorato regionale competente.

 

 

Sospeso il collegamento autobus Enna-Regalbuto per agosto, M5S all’Ars chiede ripristino urgentemente delle corse

Postato in Notizie di rilevanza Regionale

Il deputato Ciaccio interroga la Regione: “Enormi i disagi per pendolari e lavoratori”

giorgio-ciaccioIl Movimento 5 Stelle all’Ars presenta interrogazione urgente in ordine alla sospensione, durante il mese di agosto, del servizio di collegamento Enna-Regalbuto in autobus, da parte della Interbus S.p.A.

 
 

“Si tratta di un servizio molto importante – afferma il primo firmatario dell’atto parlamentare, il deputato Giorgio Ciaccio – perché garantisce a numerosi passeggeri, pendolari e lavoratori, il trasferimento all’interno della provincia ennese partendo da Enna, passando da Leonforte, Nissoria e Agira, fino a Regalbuto. Enormi sono i disagi, la tratta non può essere soppressa”.

“Numeri passeggeri, inoltre, – continua il parlamentare Cinquestelle – risultano essere abbonati al servizio di trasporto fornito dalla Interbus ma, di fatto, non sono messi nelle condizioni di poterne godere durante l’intero mese di agosto”.

“Chiediamo che venga ripristinata la corsa pomeridiana delle ore 18 e che venga assicurato il servizio di trasferimento tramite pullman nel mese di agosto, anche attraverso il ricorso ad una società pubblica o altra equivalente”, specificano i consiglieri comunali Cinquestelle a Enna Davide Solfato e Marilina Frattalemi, che hanno evidenziato il problema, “per garantire il collegamento fra le varie città della provincia ennese, fortemente penalizzate da tali sospensioni del servizio”.

Interrogazione sulla promozione turistica eventi ennesi e Regolamento Baratto amministrativo al Consiglio comunale

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

 

Interrogazione sulla promozione turistica eventi ennesi e Regolamento Baratto amministrativo al Consiglio comunale

All'ultimo consiglio comunale abbiamo interrogato l'amministrazione sull'offerta turistica via web. Ci siamo, infatti, accorti che nel programma ufficiale della Settimana Santa - il più importante evento ennese - era indicato un sito in costruzione e come info point ufficiale, l'agenzia viaggi Stupur mundi, la quale da diversi mesi risulta inattiva. Le stesse problematiche si sono riscontrate anche in ordine alla Settimana Federiciana 2016, altro evento che potrebbe costituire una forte attrazione turistica. 

Il nostro portavoce Davide Solfato, ha  manifestato in Consiglio le nostre perplessità sul fatto che questo tipo di offerta e promozione pubblicitaria non sia stata prevista dagli organizzatori dell'evento, visto il finanziamento comunale di circa 50.000 euro, che il Collegio dei Rettori ha ricevuto. 

Perplessità anche sul fatto che la classe politica ennese non ha mai puntato su questo filosofia di promozione del territorio, considerato che, al giorno d'oggi è inconcepibile trovarsi impreparati su tali aspetti, che Enna dispone di un'offerta notevole che, tuttavia, non riesce a sfruttare adeguatamente, né per ottenere fondi europei né per incentivare il turismo e quindi l'economia cittadina, e considerato, inoltre, che si potrebbero coinvolgere le associazioni locali e diversi stakeholders, per la promozione degli eventi su ampia scala. 

Ha sottolineato ancche il fatto che la promozione turistica della città passa pure dalla pulizia dei luoghi caratteristici del centro storico, come le fontane o le stesse strade che, all'indomani sia di una semplice serata di movida che di un evento di grandi dimensioni come quello tenutosi ad Enna nei giorni scorsi, sono in condizioni imbarazzanti, e questo, di certo, non agevola il turismo. 

In risposta all'interrogazione, l'assessore al ramo Di Venti, in linea con la filosofia di questa amministrazione, ha precisato che le anomalie - effettivamente riscontrate - non sono da imputare al Comune, poiché questo non si è occupato esclusivamente dell'organizzazione degli eventi in questione, ma sottolinea che è indubbio che, prima di approntare un piano promo-pubblicitario di un evento patrocinato dal Comune di Enna, deve esserci da parte dell'ufficio competente la revisione e l’approvazione del materiale da diffondere e che occorre una sinergia con tutti gli attori coinvolti in organizzazioni di questo genere affinchè, ciascuno col proprio ruolo, si possa raggiungere l'obiettivo comune, che è il bene della città. 

Ricorda che, al fine di migliorare la comunicazione e con essa la promozione degli eventi ennesi, il sindaco con determina n. 85 del del 28/7/2016, ha nominato il dott. Angelo Sarda quale esperto a titolo gratuito in materia di marketing e social marketing web, per dare ai cittadini la giusta informazione attraverso l'utilizzo dei social network ufficiali, il portale web ufficiale, nel quale manca una adeguata sezione dedicata agli eventi. E ancora, la realizzazione di brochure cartacee, rese interattive attraverso l'utilizzo di un’applicazione gratuita, che consentirà un aggiornamento in tempo reale ed anche un risparmio sulla stampa delle stesse. Infine, la comunicazione a mezzo stampa nelle riviste specializzate e il cross sharing con gli esercizi commerciali, sulla base del quale si darà più visibilità agli stessi nel sito del Comune in cambio di servizi - ancora da definire - all'amministrazione. 

Non può esprimersi soddisfazione sulle risposte dell'amministrazione, anche se finalmente ha preso atto della situazione. Auspichiamo che la situazione migliori realmente a breve, perché la città merita ben altro. Non possiamo tollerare nel 2016 queste inefficienze che mortificano il nostro turismo. Vogliamo rilanciare seriamente l'economia cittadina tramite il turismo e pretendiamo che le nostre potenzialità siano apprezzate a livello internazionale! Inoltre basta spreco con i soldi dei nostri concittadini! Lavoriamo per una futura città a 5 stelle!

Sempre al Consiglio comunale del 1° agosto, è stato approvato il Regolamento per il Baratto amministrativo, proposto dal M5S ed elaborato dalla II Commissione consiliare.  Un importante strumento, che consente ai cittadini di pagare meno tasse comunali in cambio di prestazioni di servizi a favore dell'ente comunale e quindi alla comunità territoriale. Il “baratto amministrativo”, consente un contributo concreto al benessere della collettività, con l’obiettivo di radicare nella comunità forme attive di cooperazione attiva, rafforzando il rapporto di fiducia con l’istituzione locale e tra i cittadini stessi.

 

 

 

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbana

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbanaA seguito di un sopralluogo effettuato presso l'ex Fiera dell'Agricoltura (Encana) e l'autoparco comunale di C.da Pisciotto, dai nostri portavoce al Consiglio comunale e dalla ditta G.E.A. srl, specializzata nella gestione dei rifiuti e nella bonifica dall'amianto, abbiamo avuto conferma di un dubbio che ci attanaglia da diverso tempo e che abbiamo manifestato, anche ufficialmente, nelle apposite sedi.

La responsabile della G.E.A. Virginia Cipolla, ha confermato la situazione è drammatica e che c'è un grave pregiudizio alla salute pubblica per la massiccia presenza di amianto in area urbana.

Infatti, quanto all'autoparco comunale, dove la situazione è nettamente più disastrosa, le coperture dei due grandi depositi risultano danneggiate e fortemente degradate, ma nonostante ciò vi hanno regolare accesso dipendenti e tecnici comunali. Inoltre, l'area limitrofa è stata adibita ad area di sosta dei camper, con le conseguenze che ne derivano sia in termini di salute per i visitatori, che di responsabilità ed immagine per l'Ente comunale.

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbana

Quanto all'area dell'Encana, benché meno accessibile rispetto alla zona Pisciotto, presenta una situazione più complessa dal punto di vista amministrativo, poichè le competenze sulla gestione e bonifica del sito vanno distribuite tra la Regione Siciliana, che è proprietaria dell'area, e il Comune di Enna, proprietario di un edificio.

Vista la gravità della situazione presenteremo degli emendamenti al bilancio 2016 per rimediare le somme a carico del Comune di Enna. Allo stesso tempo ci muoveremo alla Regione per quanto riguarda la relativa competenza. Qualora dovessimo riscontrare l'ennesima indifferenza da parte delle istituzioni, procederemo a presentare un esposto alla Procura della Repubblica, perché le omissioni cui abbiamo assistito fino ad ora, sono inammissibili e soggette ad un elevato rischio di condanne penali.

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbana

L'assurdità della indifferenza della classe politica è dimostrata dal fatto che fino a poco tempo fa sono stati autorizzati in questi luoghi eventi pubblici, come festival e comizi elettorali, mettendo a grave rischio la salute dei cittadini. L'ennesima problematica messa in evidenza dal M5S di Enna, che fa emergere ancora una volta l'inerzia della classe politica ennese.

 

Mozione di sfiducia al Sindaco da parte del M5S

Postato in Notizie di rilevanza Comunale

I Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato, hanno depositato oggi, martedì 1 agosto, presso gli uffici dei Gruppi consiliari, la mozione di sfiducia al Sindaco Maurizio Dipietro, per consentire la raccolta delle firme necessarie alla presentazione della stessa e per la convocazione del Consiglio comunale in cui potrà essere discussa e votata. 

"Le nostre motivazioni sono tanto di natura tecnica quanto politica", dichiara Cinzia Amato, "Le prime, in particolare, non rappresentano di certo una novità in questa consiliatura e coerentemente con quanto affermavamo alla fine del 2016 in Consiglio, informando l'Amministrazione della necessità di un cambio di rotta, reputiamo scaduto il tempo di tolleranza utile per vedere i primi risultati concreti di quel cambiamento tanto sbandierato e che, nei mesi successivi, non solo non si è visto, ma ha assunto una piega negativa. Pur consapevoli dell'eredità non di certo positiva e delle difficoltà che oggi s'incontrano nel governare qualsiasi comune, reputiamo che quest'Amministrazione si sia rivelata del tutto inadeguata nel gestire la città e questo è un dato incontrovertibile". 

"Non meno importanti sono le motivazioni politiche che ci hanno spinto a portare avanti quest'azione", aggiunge Davide Solfato, "coerentemente con la filosofia del Movimento che non tollera qualsiasi "cambio di casacca", figuriamoci da parte del primo cittadino! Tale costume, radicato nella vecchia politica, sta portando sempre più alla disaffezione e all'allontanamento dalla vita pubblica dei cittadini, spingendoli, non solo a disinteressarsi della politica, ma, addirittura, a non andare a votare. Dobbiamo chiuderla una volta per tutte con questo modo di fare.

Il Sindaco Dipietro sta dimostrando di portare avanti la logica più triste della vecchia politica, fatta di accordi sotto banco o gestiti dalle segreterie di partito e finalizzati solo a garantirgli la fiducia: altro che percorso civico e meritocratico! La frammentazione del quadro politico rispecchiata dalla  conclusione dell'esperienza civica, di cui il Sindaco era espressione, e il proseguire con un percorso di partito, testimonia la dissoluzione del vincolo fiduciario che lo legava ai cittadini al momento dell’elezione". 

Concludono i due Portavoce, ricordando che la mozione è a disposizione dei Gruppi consiliari, affinchè sia possibile raccogliere le 12 firme necessarie per portarla in Aula: "La nostra speranza è che questa triste agonia della città possa avere fine il prima possibile e che ci sia un nuovo inizio con persone realmente libere da ogni vincolo o schema della vecchia politica".

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook