• Seguici su YouTube Channel!

Pietraperzia. Giornata all’insegna della legalità a sostegno del sindaco Bevilacqua

Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Pietraperzia. Giornata all’insegna della legalità a sostegno del sindaco Bevilacqua

Nella giornata di sabato 30 aprile alla Villa Comunale di Pietraperzia si è svolto l’evento organizzato dall’Associazione Volontari Pietrina e dal Movimento 5 Stelle di Pietraperzia “Io sto con la legalità”, in risposta al vile gesto intimidatorio fatto nei confronti del Sindaco Antonio Bevilacqua e della sua famiglia. Hanno voluto stringersi e dare un chiaro segno di supporto al Sindaco l’europarlamentare Ignazio Corrao; i deputati nazionali Nunzia Catalfo, Azzurra Cancelleri, Mario Giarrusso, Alessio Villarosa e i deputati regionali Claudia La Rocca, Giancarlo Cancelleri, Giampiero Trizzino.

Durante la mattinata i deputati insieme ai vari meet up del Movimento 5 Stelle, che hanno partecipato numerosi all’evento, e ai cittadini di Pietraperzia, hanno piantato dei fiori nelle aiuole della Villa Comunale come chiaro segno che la società civile non si piega all’illegalità e che alla violenza non risponde con la stessa moneta ma con la bellezza.
Il pomeriggio invece è stato dedicato interamente ai bambini con giochi, animazione e zucchero filato realizzati dal gruppo giovani della Chiesa Madre, dagli scout e dal Trio Marachelle.
La serata invece si è svolta tra la musica dal vivo di Filippo Milazzo, l’esibizione con sassofono del professore di musica Davide Di Vendra, la degustazione di dolci offerta dai vari gruppi cattolici e dagli attivisti del meet up di Pietraperzia e gli interventi del Sindaco Antonio Bevilacqua, dalla deputata regionale Claudia La Rocca, dal candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle di Barrafranca Salvatore Centonze, dall’ex candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle di Enna e consigliere comunale Davide Solfato, dal senatore Mario Giarrusso e dall’europarlamentare Ignazio Corrao.

 
 

13094220_1291991780816996_1932961886064246823_n

Il Sindaco Antonio Bevilacqua ha dichiarato: “Sono veramente commosso dalla vicinanza dimostratami dai cittadini di Pietraperzia, dai vari deputati del Movimento 5 Stelle e dai meet up siciliani; non pensavo che un atto così vile potesse scaturire in me l’effetto opposto della paura, paradossalmente mi sento ancora più forte e più determinato ad andare avanti nella direzione della legalità. In un paese come Pietraperzia abituato a far rispettare le regole in relazione alla persona che si ha di fronte, l’amministrazione sta cercando di cambiare questo modo sbagliato di pensare e far sì che la legge sia uguale per tutti, questo naturalmente non piace a chi era abituato ad essere trattato in maniera diversa e al di sopra degli altri cittadini. Un grazie speciale va a chi ha fatto sì che questa giornata potesse essere realizzata: i ragazzi degli scout, del gruppo giovani della Chiesa Madre, il Trio Marachelle, i gruppi religiosi, Filippo Milazzo, Davide Di Vendra, che hanno contribuito volontariamente; le forze dell’ordine che stanno facendo con i pochi mezzi che hanno a disposizione un grande lavoro, i deputati tutti, i meet up, i cittadini e soprattutto il fantastico gruppo dell’Associazione Volontari Pietrina che operano senza sosta a favore di tutta la comunità e che sin dal primo momento hanno dimostrato vicinanza a me, alla mia famiglia e al mio gruppo. Non smetterò mai di ringraziarli”.

Presentata interrogazione sui lavori in esecuzione presso la discarica di Cozzo Vuturo

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Presentata interrogazione sui lavori in esecuzione presso la discarica di Cozzo VuturoE' stata presentata ieri, lunedì 30 maggio, un'interrogazione urgente in ordine ai lavori, avviati da qualche giorno, nei pressi della discarica di Cozzo Vuturo. 

Un primo sopralluogo lo scorso 23 maggio aveva rivelato la presenza di mezzi meccanici che hanno effettuato un primo sbancamento nella zona in questione, ma anche ieri è stato possibile riscontrare che i lavori proseguono nonostante non sia presente in loco alcuna tabella di cantiere recante le dovute informazioni e le autorizzazioni degli uffici competenti.

L'unica segnalazione presente è una tabella nella quale è presente la dicitura "IMPIANTO TMB CANTIERE ITSL S.c.a.r.l.", posizionata all'ingresso della strada che porta alla discarica e ciò fa presumere l'imminente nascita di un cantiere legato al progetto: "Ampliamento della vasca B2 della discarica e realizzazione impianto TMB in contrada Cozzo Vuturo nel territorio di Enna". 

Tuttavia i lavori di realizzazione di questo impianto sono strettamente connessi all'ampliamento della Vasca B2, in ordine alla quale, per le criticità ambientali legate alla discarica di Cozzo Vuturo, è in corso un procedimento penale. 

Il rischio è, infatti, che i percolati della discarica, che si riversano nel Torrente Matrona e da qui nei fiumi Bozzetta e Dittaino, oltre ad alterare la microflora e la microfauna di queste aree umide, possano inquinare i terreni circostanti e le colture, oltre che le falde acquifere di fondovalle, alimentate proprio da questi corsi d'acqua, che riforniscono gli allevamenti della zona.

Auspichiamo che gli interessi economici per il trasporto dei rifiuti in altre discariche non vengano considerati più importanti rispetto al danno all'ambiente e alla salute, e che si cominci a considerare un piano alternativo per la realizzazione di una discarica in un sito più idoneo piuttosto che in valloni naturali come quelli occupati dalle vasche B1 e B2, dove dovrebbero confluire solo acque meteoriche e non inquinate dai percolati altamente tossici che, a medio e lungo termine, saranno dispersi nei Torrenti Bozzetta e Dittaino, affluenti del Fuime Dittaino.

 

Approvati in Consiglio gli OdG su deposito cauzionale e partite pregresse

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvati in Consiglio gli OdG su deposito cauzionale e partite pregresseSono stati discussi ieri in Consiglio Comunale e approvati all'unanimità, i due odg sulla legittimità delle partite pregresse e del deposito cauzionale che, alla luce delle recenti sentenze dei giudici di pace di Enna, risultano non dovute.

In generale ormai in Italia quando si parla di gestione dell’acqua, sembra che non si parli più di come rendere un servizio efficiente, considerando il bene in questione come “diritto umano” e che quindi non può essere gestito solo considerando le logiche di mercato, limitandosi a fare calcoli meramente economici.  

L’acqua, come tanti altri beni e servizi,  a causa di questa finanza malata, è diventata l’idea del business del futuro, a discapito di quella che è anche la nostra natura su questa terra.  Lo dimostra soprattutto il fatto che il governo Renzi abbia annullato la volontà e la sovranità popolare di ben 26 milioni di italiani, che si erano espressi con lo strumento di democrazia popolare per eccellenza, il referendum sull’acqua pubblica.

In Italia c’è una sorta di giustificazione diffusa tra i sostenitori della gestione privata del servizio idrico, ossia che c'è un problema di investimenti per sopperire alle perdite della rete che il settore pubblico non è in grado di affrontare. In generale in Italia si ha una dispersione del 37%, mancano gli impianti di depurazione e fognari e si fa poca manutenzione. La situazione è ancora più grave nei nostri territori. Ma come può affermarsi che la gestione privata sia l’unica in grado di poter garantire simili investimenti quando i privati hanno investito solo l’11% dei loro fondi e tutto il resto sono fondi pubblici? Ma allora la politica è corrotta? O è solo incapace? O entrambe le cose?

Ma passando al contenuto degli OdG presentati oggi, con i quali abbiamo dovuto discutere di due argomenti al limite dell’assurdo. Si chiede, infatti, ai cittadini di versare delle somme che già hanno versato a titolo di deposito cauzionale, con il rischio addirittura che essi, nel cercare di fare rispettare i propri diritti, si vedano interrompere la fornitura del servizio. 

E tutto ciò nonostante l’Unione Europea, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Commissione Mondiale sulle politiche dell’acqua, e ancora autorevoli giuristi, scienziati ecc., abbiano dichiarato che 50 litri devono essere assicurati gratuitamente a ciascun essere umano. 

La politica in tutto questo ha un enorme responsabilità e il movimento 5 stelle da sempre è parte attiva in questa battaglia, per questo cercheremo con tutti i mezzi a disposizione di evitare che certe azioni vergognose, illegittime e vessatorie contro gli utenti si possano ripetere.

Anche per questo motivo ci siamo chiesti e abbiamo chiesto a quale titolo vengono trattenute le somme già incassate sul deposito cauzionale, di sentire al riguardo il liquidatore dell'A.S.EN per capire se esse risultino effettivamente ancora accantonate nel bilancio del vecchio gestore e siano quindi trattenute indebitamente.

Quando abbiamo presentato i due odg lo abbiamo fatto forti delle recenti sentenze del giudice di pace di enna dello scorso febbraio, esattamente la 133/2016 e la 134/2016. Sentenze molto chiare che dichiarano illegittime le somme richieste da Acquaenna a titolo di deposito cauzionale e di partite pregresse. Ma lo stesso giorno che andavamo a protocollare gli OdG, è intervenuta una terza sentenza, di un altro giudice di pace di Enna, che aggiunge un ulteriore aspetto di illegittimità in ordine alle partite pregresse, perchè stabilisce che, oltre al dettato di cui alle delibere dell’Autorità per l’Energia e l’Ambiente – AEEGSI -  sulla loro determinazione si violano anche i principi di trasparenza e buona fede sottesi al contratto d’utenza. Essa definisce “illegittimo l’inserimento nelle bollette, da parte del soggetto gestore del servizio idrico (AcquaEnna), della voce “partite pregresse”, in quanto le medesime si caratterizzano per l’assenza di qualsiasi indicazione idonea all’esplicitazione della voce “partite pregresse” nelle stesse indicata solo con la laconica indicazione “Conguaglio anni 2005-2010″.

In questo quadro da sottolineare la totale inadeguatezza e incapacità da parte di tutti quegli organi che invece avrebbero dovuto avere un ruolo di garanzia e di controllo verso il pubblico, come ad esempio l’Ato idrico e coloro che hanno legiferato e governato in questa regione e che continuano a farlo in una maniera a dir poco imbarazzante.

Al contrario, con la determina n. 202 del 30.12.2013 il Commissario Straordinario e liquidatore dell'ATO 5 di Enna, decideva di computare in tariffa l'importo da conguagliare relativo alle partite pregresse. Il tutto concesso da una direttiva del 9 luglio 2013, dell’Assessorato Regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità, che di fatto legittima quella figura del commissario, che avrebbe dovuto occuparsi solo di gestione straordinaria,  a fare gestione ordinaria e quindi decidere anche sulle questione relativa alla tariffazione in bolletta.

A seguito delle sentenze del giudici di pace, dei continui dibattiti, di azioni delle associazioni di categoria, numerosi sindaci e consigli comunali si sono espressi in merito di recente come Troina, Regalbuto, Centuripe e Pietraperzia, ecc.

Con l'approvazione di questi Ordini del Giorno, dunque, sia per il deposito cauzionale che per le partite pregresse, al sindaco Maurizio Dipietro, nonchè neo presidente della costituenda ATI, si è dato mandato di attuare tutte le azioni previste dalla legge al fine di sospendere la fatturazione di queste somme e di accantonare in un apposito fondo le somme introitate dai cittadini ennesi. Oltre ad attivarsi per proporre l’annullamento in autotutela della delibera n. 2/2012 dell’Assemblea dei Sindaci con la quale si approvava la rendicontazione degli scostamenti a favore di Acquaenna prendendo atto dei minori ricavi e che ha dato vita a quell’accordo bonario che ha impedito la rescissione del contratto con la società AcquaEnna, nonché l’annullamento in autotutela della determina n. 202/2013 del commissario straordinario dell’Ato 5 Enna, con la quale si determinava di computare in tariffa l’importo relativo alle partite pregresse, da conguagliare in dieci anni a partire dal 2014, indicate in fattura quale “conguaglio anni 2005-2010”.

Il primo cittadino, che continua a definirsi il “sindaco dell’acqua pubblica” e dal quale ci aspettavamo qualcosa in più, ha dichiarato che nei limiti della carente normativa in vigore, eseguirà le richieste in maniera tempestiva.

 

Duro scontro in Consiglio Comunale alla chiusura dei lavori in aula. M5S attacca duramente il presidente del consiglio De Rose

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Duro scontro ieri in consiglio comunale alla chiusura dei lavori in aula. M5S attacca duramente il presidente del consiglio De Rose

Il M5S attacca duramente il presidente del Consiglio Ezio De rose, reo secondo i penta stellati di essere incapace di gestire i lavori d’aula e di garantire parità di trattamento a tutte le forze politiche. 

La questione è scoppiata dopo il rinvio dei due ordini del giorno sulle partite pregresse e il deposito cauzionale presentato proprio dal m5s, preceduto da un dibattito durato più di un'ora e mezza, caratterizzato da interventi lunghissimi e ripetitivi. 

Dichiara la consigliera Frattalemi: “Non è la prima volta che si verifica una situazione del genere. Ieri,  in particolare, il consiglio convocato per le 17:00 è iniziato solo alle 18:30 per motivi che potrebbero anche essere giustificati, e  abbiamo dovuto concludere anticipatamente i lavori, senza aver potuto trattare due  punti all’odg molto importanti per i cittadini, perché era in corso uno spettacolo al teatro”. “Questo”, prosegue la portavoce, “significa non saper programmare i lavori d’aula e buttare soldi pubblici”. 

Durissimo il capogruppo M5S Davide Solfato: “Se questi sono i contenuti dei consigli comunali e la gestione degli stessi reputiamo più costruttivo ed efficace parlare dei problemi e proporre soluzioni per la città al bar. In Consiglio non viene minimamente rispettato il regolamento e vige l’anarchia. Gli ordini del giorno, come quello di ieri,  sono pieni di punti, e questo probabilmente deriva dal non aver convocato nemmeno un consiglio nel mese di aprile facendo accumulare e slittare di molto tempo gli atti ispettivi presentati “. 

E ancora “ dal primo mese in cui ci siamo insediati proponiamo la diretta streaming per far vedere a tutti i cittadini quello che accade dentro le mura del palazzo,  ma c’è sempre una scusa pronta e questo sa di ostruzionismo, visto l ’investimento irrisorio che comporterebbe realizzarla, ma se l'avesse proposta il PD sarebbe passata in un mese”.

Conclude la Frattalemi “ Ieri per noi è stata l’ultima possibilità concessa, da adesso, tolleranza zero.”

 

Ex CISS, M5S interroga Regione: ennesima opera pubblica incompiuta

Posted in Notizie di rilevanza Regionale

 

enna ex ciss

Il gruppo parlamentare M5S interroga il presidente della Regione e l’assessore alla Salute per “chiarimenti in ordine allo stato dei lavori di ristrutturazione del fabbricato ex CISS, oggi Centro riabilitazione interprovinciale multidisciplinare (C.R.I.M.)”.
“Si tratta dell’ennesimo caso – afferma il primo firmatario dell’atto ispettivo, il parlamentare Giorgio Ciaccio – di opera finanziata da fondi pubblici rimasta incompiuta. Una struttura che per il territorio ennese costituirebbe un’importante risorsa”.
Il recupero della struttura di 7200 mq, distribuita su tre piani e in grado di accogliere 150 persone, avrebbe dovuto ospitare, un centro dotato di due reparti di medicina fisica e di riabilitazione e riabilitazione cardiopolmonare, oltre a varie camere di degenza, aule per la formazione e una serie di spogliatoi e ambienti di servizio per il personale medico.

 
 

Il finanziamento iniziale non ha consentito di ultimare i lavori di ristrutturazione iniziati nel 2006, e nel 2012 l’Azienda ha dovuto elaborare un ulteriore progetto di completamento degli spazi esterni afferente ad un finanziamento, ex art.20 legge 67 del 1988, per un importo complessivo di un milione e 400 mila euro; e un ulteriore specifico finanziamento è stato richiesto per l’acquisizione di tecnologie ed attrezzature per due milioni di euro.

Dibattito su Welfare in C.C.: servono più somme da destinare a famiglie meno abbienti

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Dibattito su Welfare in C.C.: servono più somme da destinare a famiglie meno abbienti

Apprezzata e votata all’unanimità la mozione presentata dal consigliere Marco al Consiglio dello scorso 5 maggio, sull’incremento delle risorse economiche da destinare al Welfare, che, tuttavia, ha esplicitato di fatto i grandi problemi di cui soffre questo importante settore per i cittadini ennesi.

L’assessore al ramo Giusy Macaluso ha ricordato che quest’amministrazione ha ereditato una situazione disastrosa dalla scorsa amministrazione, ma è tuttavia riuscita a garantire dei servizi essenziali come l’assistenza agli anziani, così come ha raddoppiato la somme a disposizione in bilancio, rispetto all’amministrazione Garofalo, per gli Avvii Lavorativi a favore dei cittadini meno abbienti, per impegnare per un massimo di 80 ore complessive oltre 77 persone che coadiuveranno il Comune nei vari settori, dal verde pubblico, alla manutenzione scolastica.

 
 

Ma proprio gli Avvii lavorativi sono stati motivo di forti discussioni, poiché ancora oggi non sono stati attuati, sembrerebbe per problemi burocratici, riscontrati dal Segretario. Duri gli interventi in aula, tra i quali è da segnalare quello del consigliere Vasapollo che da anni evidenzia l’importanza di questo settore all’amministrazione, la quale dovrebbe concentrare ogni sforzo sia da un punto di vista economico che organizzativo, inserendolo tra le priorità e provvedendo all’assunzione di un dirigente esperto.
Il consigliere Cappa si augura che i problemi in questione siano effettivamente di natura burocratica e non dipendano, invece, dall’assessorato perchè in questo caso sarebbero da considerare le dimissioni dell’assessore, essendo inammissibile anche questo ritardo dell’amministrazione riguardo a un tema così importante.

L’assessore al Bilancio Girasole, ribadendo la grave situazione ricevuta in eredità, ha affermato che l’amministrazione cercherà in tutti i modi di potenziare questo settore, ma ciò richiede l’approvazione di tutti su determinate politiche e la necessità di risorse che, quindi, dovranno essere sottratte da altre parti.

Solfato ricorda l’importanza della battaglia del M5S a livello nazionale sul reddito di cittadinanza, assente solo in Italia e Grecia, e che darebbe una dignità a tutti e ovviamente ridurrebbe di tanto il carico di lavoro dei comuni su questi settori.

Non è piaciuta, invece, all’assessore Contino la Mozione sugli orti urbani e extraurbani presentata dalla portavoce del M5S Marilina Frattalemi chiedendone il ritiro perché in città sono già presenti diversi orti urbani.
Dal dibattito, tuttavia, è emerso che gli orti urbani esistenti sono pochissimi e che gli stessi sono stati assegnati ai richiedenti sulla base del buon senso, senza alcuna regola precisa, non esistendo allo stato attuale alcun regolamento. La mozione, quindi – sebbene emendata – è stata approvata all’unanimità con l’impegno tra amministrazione e consigliere di redigere al più presto il regolamento, per gestire al meglio questo utile strumento che, oltre ad avere una valenza sociale, didattica, ambientale ed economica, richiede un limitato investimento dì risorse che vengono certamente ripagate dai vantaggi che ne deriverebbero.

Al C.C. Amministrazione chiamata a rispondere a interrogazioni, ma per Consiglieri risposte non soddisfacenti

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Al C.C. Amministrazione chiamata a rispondere a interrogazioni, ma per Consiglieri risposte non soddisfacenti

Numerose le problematiche cittadine a cui l’amministrazione è stata chiamata a rispondere al consiglio comunale dello scorso 5 maggio, ma i consiglieri proponenti non sono soddisfatti delle risposte della Giunta Dipietro.

Non dà alcuna certezza la risposta dell’assessore ai lavori pubblici Gaetana Palermo sulla questione della viabilità del Viale Caterina Savoca, chiuso a seguito del crollo avvenuto lo scorso novembre, e ancora irrisolta. Per quanto riguarda l’inizio dei lavori si sa solo che avverrà “a breve”, mentre per quanto riguarda le sorti dell’importo messo a disposizione, circa 1,3-1,4 Mln di euro, non è certo se verranno affidate direttamente alla protezione civile regionale o attraverso un bando di gara.

 
 

Si ripropone poi un’altra problematica già trattata in precedenza: quella della manutenzione ordinaria degli impianti sportivi comunali. La risposta dell’assessore Di venti – che dopo aver illustrato lo stato degli stessi, è passato alla descrizione delle misure in atto per migliorare la situazione, tra le quali emerge la richiesta di un mutuo al CONI di 1,1 MLN – non soddisfa il consigliere Rizza che evidenzia come ad oggi la manutenzione continua ad essere lasciata ai volontari che curano gli impianti.

Anche il consigliere Marco si dichiara non soddisfatta della risposta dell’assessore Palermo in ordine ai lavori per la riapertura della Via Mercato, anch’essa inagibile dallo scorso gennaio per via di un cedimento, ma i cui lavori dovrebbero iniziare la prossima settimana ed essere completati entro i primi di giugno, scongiurando così qualsiasi problema per la festa patronale del 2 Luglio.
Ritardo inammissibile per la Marco, che sottolinea inoltre l’incompetenza degli uffici comunali, stante che per la messa in sicurezza degli ambienti ipogei (sotterranei) rinvenuti, è stato necessario affidare un incarico esterno per una relazione tecnica.

Il consigliere Cuci, inoltre, non concorda con la risposta del neo assessore Giampiero Cortese in ordine agli impianti di video sorveglianza, per la cui disciplina mancherebbe un regolamento. Secondo l’assessore, infatti la città ha 53 telecamere perfettamente funzionanti e all’avanguardia, ma per Cuci non se ne fa pieno uso.

C’è, infine, l’interrogazione relativa alla valorizzazione di Borgo Cascino, che consentirebbe di accrescere l’offerta turistica del nostro territorio. L’idea dell’amministrazione, illustrata dell’assessore Contino, è volta ad organizzare degli eventi in occasione della raccolta del grano ed a valorizzare la festa patronale del borgo a fine settembre.
Ci sarebbe la possibilità – prospettata dal consigliere Tiziana Arena nella sua interrogazione – di utilizzare strumenti come l’albergo diffuso, che si presterebbe senz’altro al sito e che ha dato risultati positivi in altri borghi siciliani. Ma non è questa la direzione che sta seguendo l’assessore, che replica che l’adozione dell’albergo diffuso si può valutare, ma bisognerebbe regolarizzare l’utilizzo dei locali e degli immobili comunque abitati da cittadini.

Rinviata al prossimo consiglio del 12 maggio l’interrogazione sull’apertura di un ufficio e/o sportello Europa del M5S, volto a consentire al Comune di usufruire dei finanziamenti europei, al fine di portare avanti dei progetti di sviluppo per il territorio, evitando di gravare sul bilancio comunale.

Al Consiglio comunale, trovato accordo su Piano Anticorruzione

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Consiglio comunale, trovato accordo su Piano Anticorruzione

Enna. Consiglio comunale di lunedì 2 maggio si è principalmente incentrato sui due punti all’ordine del giorno relativi al Piano Anticorruzione. In particolare, il dibattito ha riguardato la presa d’atto del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (PTPC), presentato dalla Giunta Comunale e la proposta di deliberazione presentata dal Partito Democratico, avente ad oggetto l’Approvazione delle linee guida del PTPC.

La legge n. 190/2012 dispone, infatti, che l’organo di indirizzo politico su proposta del responsabile, individuato nel Segretario generale, entro il 31 gennaio di ogni anno adotta il piano triennale di prevenzione della corruzione. Piano che comprende anche la rotazione del personale degli uffici pubblici che, come sappiamo, ha dato luogo a molteplici polemiche nei mesi scorsi.

Polemiche non del tutto infondate, considerando che la legge in questione, come ormai spesso accade in Italia, dopo aver previsto uno strumento così importante, risulta carente nella disciplina del processo di formazione del PTPC, mettendo in luce numerose criticità, tra cui una scarsa qualità del contenuto del Piano e un’insufficiente individuazione delle misure di prevenzione, che sembrano più specificamente derivare dalla procedura adottata, in particolare dal ridotto coinvolgimento degli organi di indirizzo alla strategia di prevenzione della corruzione.

Per tale motivo l’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), con determinazione del 28 ottobre 2015, ha adottato un aggiornamento relativo al PTPC da approvarsi entro il 31 gennaio 2016 per il triennio 2016/2018, cui le amministrazioni devono attenersi e che, relativamente alla procedura, raccomanda alle stesse di prevedere la più larga condivisione delle misure, sia nella fase dell’individuazione sia in quella dell’attuazione, attraverso l’approvazione da parte del Consiglio (organo di indirizzo generale) di un documento di carattere generale sul contenuto del PTPC e l’adozione finale dello stesso da parte della Giunta (organo di indirizzo esecutivo).

Il piano anticorruzione presentato dalla Giunta Dipietro, dunque, non essendo passato al vaglio (nelle sue linee guida) del Consiglio, rispecchia tutte le criticità procedurali evidenziate dall’aggiornamento dell’ANAC, a cui si aggiungono – come precisato dal consigliere Rizzo – quelle dovute ad una rotazione non programmata del personale, senza un’adeguata formazione e qualificazione; quella del mancato coinvolgimento delle parti interessate, cioè gli uffici e gli stessi dipendenti, che ha dato origine a delle conflittualità; quella dei criteri utilizzati sia per la rotazione che per la individuazione degli uffici più a rischio corruzione, che non sono stati specificati; infine quella dell’adeguata tutela nei confronti del dipendente che vuole denunciare fenomeni di corruzione di cui è venuto a conoscenza nell’esercizio della sua funzione. CC 2-5-2016

A seguito di un lungo dibattito, l’amministrazione ha reputato di rivedere e condividere i criteri per l’adozione del Patto, sulla base delle osservazioni avanzate nella proposta di deliberazione del PD, che a loro volta si basano sull’aggiornamento dell’Autorità.

“Bastava leggere la determinazione dell’ANAC” è il commento del consigliere Marco.

“Si potevano evitare tutte le commissioni capigruppo dedicate all’argomento, se si fossero ascoltate le proposte di condivisione avanzate in questi mesi, evitando di bloccare l’attività del consiglio comunale“, precisa Solfato.

Capre al pascolo in città per risolvere in tempo il problema del verde pubblico

Posted in Tutte le notizie

“Stamane, in IV Commissione consiliare l’assessore Contino e l’Ingegnere Capo Russo, avrebbero dovuto riferire in ordine al ritardo che, anche quest’anno, puntualmente, si è riscontrato nella programmazione degli interventi di manutenzione del verde pubblico e di disinfestazione”, afferma Cinzia Amato, “ma, purtroppo nessuno dei due si è presentato”. 

“Non si comprende come mai”, continua la portavoce del M5S, “in questo periodo si parli dell’avvio di tali lavori piuttosto che della loro conclusione, viste le inevitabili conseguenze sulla salute dei cittadini oltre che di salvaguardia del decoro urbano”.

“In IV Commissione avevamo, nei tempi utili, già consegnato agli uffici competenti delle schede tecniche sui nuovi metodi e prodotti di prevenzione e cura del verde pubblico, proprio per scongiurare tali disagi”, chiarisce ancora la Amato. 

 “E’ chiaro che, a distanza di tre anni dall’insediamento di quest’Amministrazione”, prosegue Davide Solfato “si pone sempre lo stesso problema di mancanza di programmazione, che si riscontra in ogni settore, e di ritardo nell’approvazione del Bilancio”. 

“A questo punto”, concludono i consiglieri, “non resta che prendere in considerazione la proposta della Giunta Raggi di far pascolare le capre in città, per estirpare le erbacce, sempre che anche l’invito agli allevatori arrivi in tempo…”

Il ritardo nell'approvazione del Consuntivo paralizza le attività

Posted in Tutte le notizie

 Il ritardo nell'approvazione del Consuntivo paralizza le attività
 
 “L’ennesimo ritardo nell'approvazione dei documenti contabili e, in particolare, del Rendiconto di gestione, porterà il conseguente ritardo nella realizzazione di molte opere pubbliche programmate per quest’anno”, denunciano i due portavoce in Consiglio comunale del M5S.
 
“Primo esempio fra tutti è il caso dei lavori al campo di calcio dell’impianto sportivo di Pergusa", spiega Cinzia Amato, “i cui fondi sono stati incamerati dal Comune già lo scorso febbraio, ma che a causa dell’incompletezza della documentazione, delle difficoltà in cui versa l’ufficio Tecnico e oggi, appunto, della mancata approvazione del Rendiconto, non si è ancora proceduto ad indire la gara, creando inevitabili disagi alle associazioni sportive.
Da tempo sollecitiamo l'Amministrazione a portare in aula la documentazione necessaria per l’approvazione del Consuntivo, di cui, ad oggi, non c’è alcuna traccia, e che é stata sollecitata anche dall'Assessorato regionale agli Enti Locali”.
 
“Quest’anno, peraltro”, prosegue Solfato, “non è possibile addurre a giustificazione di questo ritardo il fatto che ci troviamo di fronte a una fase transitoria, come è avvenuto in passato, perché la contabilità é di fatto cambiata e ormai siamo al quarto anno di approvazione di documenti contabili da parte di questa Giunta comunale. Inoltre, con la riforma e, quindi, con la contabilità armonizzata, ci sono state molte innovazioni sostanziali che esigono attento presidio, considerato che l'adozione di schemi di bilancio e di rendiconto hanno carattere autorizzatorio e non più semplicemente conoscitivo”.
 
“Prendiamo atto, a questo punto”, concludono i due consiglieri, “che l’operare di questa Amministrazione, con i continui ritardi nella programmazione e approvazione dei documenti fondamentali, paralizza l’attività degli uffici comunali già sofferenti, con l’inevitabile ripercussione sulla realizzazione delle attività utili e necessarie per la cittadinanza”.

Il M5S a favore della #mobilitàsostenibile e della #pistaciclabile

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il M5S a favore della #mobilitàsostenibile e della #pistaciclabile

 

 

 

 

 

 

 

 I consiglieri comunali Amato e Solfato hanno partecipato alla manifestazione ‘Bici in Città’, per dimostrare che un percorso ciclabile anche a Enna Alta è possibile. 

Enna, 14 maggio 2017. Il Movimento 5 Stelle di Enna ha partecipato alla manifestazione “Bici in Città”, appuntamento annuale organizzato dalla Uisp di Enna, che vuole sensibilizzare alla mobilità sostenibile.  

“Noi siamo a favore della mobilità sostenibile  e dei benefici che ne derivano, dalla riduzione dell'inquinamento atmosferico, della incidentalità stradale e del traffico, alla incentivazione dello sport e della socialità, dichiara Cinzia Amato, “e in quest’ottica la nostra prima iniziativa è stata quella di presentare in IV Commissione Consiliare un’idea progettuale che prevede la realizzazione di percorsi ciclabili a Enna Alta, Enna Bassa e Pergusa e di collegamento tra queste tre aree cittadine".

Il M5S a favore della #mobilitàsostenibile e della #pistaciclabile

“Abbiamo anche indicato le modalità di reperimento dei fondi per la realizzazione di questi percorsi ciclabili”, ricorda Davide Solfato.  “Infatti, grazie al lavoro dei nostri Portavoce in Parlamento, è stato presentato un emendamento al cosiddetto "Decreto del Fare" del 2013, ed emanato il Decreto ministeriale n. 481 del 29 dicembre 2016, che prevede, tra le opere finanziabili, anche la realizzazione di piste ciclabili e la messa in sicurezza percorsi ciclabili e pedonali, per una somma di 12,34 milioni di euro, da ripartire tra le Regioni.   L'Amministrazione comunale, che avrebbe dovuto attivarsi tempestivamente, poiché il programma di interventi va presentato entro 150 giorni dall’attuazione del Decreto (1° febbraio 2017), tuttavia, non ha ancora partecipato al bando, una risorsa imperdibile non solo per la pista ciclabile - necessaria peraltro per attivare il progetto delle bici elettriche - ma anche per la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali, garantendo una maggiore sicurezza delle nostre strade che, purtroppo, hanno già registrato diversi decessi”.

“Abbiamo, inoltre, richiesto l'inserimento della pista ciclabile nell’adottando PRG, al fine di facilitare sia l'iter d'attuazione del progetto che l'accessibilità ai bandi per il reperimento dei fondi, mentre la realizzazione postuma attraverso le varianti, si prospetta come strada troppo lunga e tortuosa”, precisa Cinzia Amato.

“La manifestazione ‘Bici in Città’ conferma anche quest'anno la passione degli ennesi per questo sport e la possibilità di realizzare un percorso ciclabile”, concludono i due portavoce. 

 

 

 

 

Ampliamento discarica Cozzo Vuturo, il M5S presenta un esposto in Procura: “Sequestrare l’area urgentemente”

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Ampliamento discarica Cozzo Vuturo, il M5S presenta un esposto in Procura: “Sequestrare l’area urgentemente”

La denuncia è firmata dal senatore Giarrusso, dalla deputata all’Ars Foti e dai due consiglieri comunali 5Stelle Amato e Solfato. Ad oggetto la mancata messa in sicurezza della vasca B2, l’imminente pericolo frane, nonché gli studi medici che accertano l’incidenza dei tumori nelle aree vicine alle discariche.

Nel mirino dei 5 Stelle il progetto di ampliamento della discarica di Cozzo Vuturo. Proprio questa mattina è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica, a firma del senatore Mario Giarrusso, della deputata all’Ars Angela Foti e dei consiglieri comunali ennesi Cinzia Amato e Davide Solfato del Movimento 5 Stelle che, prima di depositare la denuncia, hanno incontrato lo stesso procuratore Massimo Palmeri. Oggetto della denuncia, la mancata messa in sicurezza della vasca B2, l’imminente pericolo frane, nonché gli studi medici che accertano l’aumento dei tumori nelle aree vicine alle discariche.

“Sequestrare urgentemente l’area, – è chiara e univoca la richiesta dei portavoce 5Stelle – è inaccettabile, infatti, che i lavori di ampliamento proseguono regolarmente come nulla fosse”. Il Movimento 5 Stelle lotta da anni contro il pericolo di inquinamento ambientale che deriva dal  trabocco di percolati dalle vasche B1 e B2 della discarica, di recente confermato anche dalla Procura di Enna che, lo scorso febbraio, ha concluso le indagini con la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti del direttore tecnico dell’Ato Enna Euno, Salvatore Rindone, del direttore tecnico di Sicilia Ambiente, Roberto Palumbo, e di Luigi Lanza, direttore dei lavori. Nella stessa indagine sono state riscontrare “condotte omissive” relative alla “mancata adozione di misure e di iniziativa volte a evitare l’evento” e che avrebbero pertanto concorso a causare “il ricorrente versamento dalle vasche dell’impianto di percolato contenente sostanze ritenute pericolose” che avrebbero, contaminato “i terreni limitrofi e quelli a valle, nonché le sottostanti falde acquifere”.

Ospite del M5S di Enna la portavoce alla Camera Maria Marzana

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Ospite del M5S di Enna la portavoce alla Camera Maria MarzanaOspite del M5S di Enna la portavoce alla Camera Maria Marzana, in Commissione Cultura, Scienza e Istruzione, nel terzo appuntamento dei 5 giorni a 5 stelle, che ha dato la possibilità di fare un punto sulla situazione della Scuola, un tema che interessa tutti direttamente e indirettamente, visto che rappresenta la seconda istituzione formativa dopo la famiglia.
Veemente la denuncia della deputata contro questa Riforma della Buona Scuola, anzitutto nei confronti dei tagli alla Scuola, attuati già dallo scorso governo...

Enna. M5S: 5 giorni a 5 Stelle

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S: 5 giorni a 5 Stelle

I Pentastellati ennesi si preparano all’ultima settimana prima delle elezioni con una fittissima agenda di incontri per la cittadinanza, alla presenza di diversi portavoce del M5S.

Si partirà sabato 23, alle 17,00 in Piazza Umberto I, con il deputato regionale Giancarlo Cancelleri e l’Eurodeputato Ignazio Corrao, per approfondire il tema dei Fondi Europei, già trattato in occasione del PMI Tour lo scorso 9 maggio.

Lunedi 25 maggio, ore 20,00, presso Piazza a Enna Alta, sarà la volta dell’On. Roberta Lombardi, componente della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, per trattare il tema del rilancio turistico e delle risorse storiche, culturali e archeologiche al fine di concretizzare rilancio e sviluppo lavorativo.

Mercoledì 27, sempre a Enna Alta alle ore 17.30, il Sindaco 5 Stelle, Federico Piccitto illustrerà i risultati raggiunti da quando è Primo Cittadino di Ragusa.

Un appuntamento ad Enna Bassa è previsto per il 28 maggio alle ore 17,00 nella piazzetta adiacente alla chiesetta di Enna Bassa, quando l’On. Giulia Grillo, componente della XII Commissione Affari Sociali, affronterà il tema delle politiche sociali.

Il 29 maggio chiuderanno la campagna elettorale due incontri: alle 13.00 si terrà un’Agorà in Piazza Vittorio Emanuele con Alessandro Di Battista (Vicepresidente della III Commissione Affari Esteri) il quale, durante il suo estenuante tour in Sicilia, ha fatto di tutto per poter essere presente anche nel capoluogo ennese, mentre la sera chiuderanno la campagna elettorale il Senatore Mario Giarrusso (II Commissione Giustizia) e l’On. Maria Marzana (VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione), affrontando due temi molto attuali e di grande rilevanza quali la lotta alla corruzione e la tanto contestata riforma della Scuola.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/05/23/enna-m5s-5-giorni-a-5-stelle/

Enna – 5 giorni a 5 Stelle: secondo appuntamento su turismo e lavoro

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna – 5 giorni a 5 Stelle: secondo appuntamento su turismo e lavoroEnna. Ieri sera in Piazza Municipio si è tenuto il secondo appuntamento dei “5 giorni a 5 Stelle”, per parlare di turismo e lavoro insieme con la deputata Roberta Lombardi, componente della XI Commissione lavoro Pubblico e Privato.

“Le amministrazioni precedenti – denuncia l’attivista Desirèe Di Serio – non hanno mai puntato sul binomio turismo-lavoro, ne è prova il basso flusso turistico della Città di Enna. Uno dei punti fondamentali del nostro Programma è proprio quello di rivitalizzare il turismo, attraverso un’attenta rivalutazione delle risorse e delle strutture già esistenti” Anche Davide Solfato, candidato a Sindaco, ha sottolineato l’importanza di incrementare il turismo per creare lavoro “indiretto” perché “le assunzioni di personale in evidente esubero, al fine di incrementare il clientelismo,..

Enna. Agricoltura e permacultura nei 5 giorni a 5 stelle

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Agricoltura e permacultura nei 5 giorni a 5 stelleAgricoltura e permacultura con un occhio ai fondi europei, i temi trattati ieri 23 maggio nel primo dei cinque incontri con i cittadini ennesi nei 5 giorni a 5 stelle. Gisella Esposito, preposto Assessore all’ Ambiente e Territorio, membro di Permacultura Sicilia da anni, che ha aperto l’incontro, ha spiegato i principi che sono alla base di questo movimento di pensiero – secondo cui una cultura umana non può sopravvivere a lungo senza la base di una agricoltura sostenibile e una gestione etica della terra – e ha poi illustrato come tali principi siano stati applicati anche nei punti del programma del M5S che riguardano l’agricoltura. Basti pensare alla costituzione di GAS (Gruppi di Acquisto Solidale), alla creazione di uno sportello che dia informazioni sui fondi europei attivi e sull’iter burocratico per ottenereli, alla proposta di concedere in comodato d’uso gratuito per 5 anni i terreni comunali a vocazione agricola, e attualmente inutilizzati, per incentivare lo sviluppo di imprenditoria agricola locale, ancora la proposta di agevolare e regolare l’espansione delle aziende agrituristiche ed enogastronomiche, e così via. Davide Solfato, candidato sindaco ad Enna, al riguardo...

M5S Enna: mortificante storia e campagna elettorale dell’ “autorevole, affidabile e campanilista” candidato sindaco

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

rai3 confronto sindaci solfato dipietro girasoleEnna. Dai pentastellati ennesi non poteva mancare l’immediata replica alle affermazioni all’ex Presidente della Provincia regionale di Enna ed oggi Presidente della Kore, prof.Cataldo Salerno, a seguito del redazionale pubblicato a sua firma su questo portale, dal titolo Cataldo Salerno: la storia, la geografia e il sindaco di Enna Mentre il candidato a Sindaco della lista di Patto per Enna, avv. Maurizio Dipietro, sulla vicenda della Facoltà di Medicina in un suo passaggio dichiara “Sorprende che nessuno all’Università Kore abbia notato che quel nome campeggia nel locali dell’ASP associato alla Facoltà di Medina convenzionata con i rumeni, o forse il Presidente della Kore, Cataldo Salerno, è troppo impegnato in improbabili lezioni di storia e geografia politica” e con immediata replica del prof.Salerno che si limita a citare una frase tratta da Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa,...

Enna. M5S: “I cittadini devono tornare liberi”

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S: “I cittadini devono tornare liberi”Rivedi l'evento: Clicca qui

Enna. M5S: “I cittadini devono tornare liberi”, questo il leit motiv dell’incontro di ieri sera in Piazza San Francesco “1 ora in piazza per la legalità” organizzato... dal Movimento ennese. “Enna ha bisogno di voltare pagina – afferma il candidato Sindaco Davide Solfato con il suo discorso di apertura – “Io sono un giovane che ha avuto il coraggio di mettersi contro un sistema che va avanti da troppo tempo e – aggiunge – sono fiducioso che alle prossime competizioni elettorali tanti altri giovani, come me, trovino lo stesso coraggio di lottare per quello in cui credono”. Legalità e giustizia, dunque, i temi alla base dell’incontro, due parole chiave per far si che i cittadini possano tornare padroni della propria vita, della propria dignità, mettendoli in condizione di uscire fuori dal ricatto del voto di scambio per poter lavorare. Il Reddito di Cittadinanza, come è noto, si inserisce in questo contesto perché, come ha precisato la senatrice Nunzia Catalfo “La proposta del M5S non deve essere vista come un sussidio alla disoccupazione...

ENNA – M5S: ULTIMA SETTIMANA PRIMA DELLE ELEZIONI CON UNA FITTA AGENDA DI INCONTRI

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il 29 maggio chiuderanno la campagna elettorale Alessandro Di Battista Vicepresidente della III Commissione Affari Esteri, il senatore Mario Giarrusso e l'On.Marzana

NNA – M5S: ULTIMA SETTIMANA PRIMA DELLE ELEZIONI CON UNA FITTA AGENDA DI INCONTRII Pentastellati ennesi si preparano all’ultima settimana prima delle elezioni con una fittissima agenda di incontri per la cittadinanza, alla presenza di diversi portavoce del M5S. Si partirà sabato 23, alle 17,00 in Piazza Umberto I, con il deputato regionale Giancarlo Cancelleri e l’Eurodeputato Ignazio Corrao, per approfondire il tema dei Fondi Europei, già trattato in occasione del PMI Tour lo scorso 9 maggio. Lunedi 25 maggio, ore 20,00, presso Piazza a Enna Alta, sarà la volta dell’On. Roberta Lombardi, componente della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, per trattare il tema del rilancio turistico e delle risorse storiche, culturali e archeologiche al fine di concretizzare rilancio e sviluppo lavorativo.
Mercoledì 27, sempre a Enna Alta alle ore 17.30, il Sindaco 5 Stelle, Federico Piccitto illustrerà i risultati raggiunti da quando è Primo Cittadino di Ragusa. Un appuntamento ad Enna Bassa è previsto per il 28 maggio alle ore 17,00 nella piazzetta adiacente alla chiesetta di Enna Bassa, quando l’On. Giulia Grillo, componente della  XII Commissione Affari Sociali, affronterà il tema delle politiche sociali. Il 29 maggio chiuderanno la campagna elettorale due incontri: alle 13.00 si terrà un’Agorà in Piazza Vittorio Emanuele con Alessandro Di Battista (Vicepresidente della III Commissione Affari Esteri) il quale, durante il suo estenuante tour in Sicilia, ha fatto di tutto per poter essere presente anche nel capoluogo ennese, mentre la sera chiuderanno la campagna elettorale il Senatore Mario Giarrusso (II Commissione Giustizia) e l’On. Maria Marzana (VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione), affrontando due temi molto attuali e di grande rilevanza quali la lotta alla corruzione e la tanto contestata riforma della Scuola.

Davide Solfato: Adesso l'alternativa c'è!

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Davide Solfato: Adesso l'alternativa c'è!Vi hanno fatto credere che questo sistema a Enna ha portato solo benifici e che grazie a qualcuno viviamo bene. Nessuno vi ricorda che siamo tra gli ultimi in Italia proprio a causa di questo sistema. Davide Solfato: Adesso l'alternativa c'è!
Finalmente a Enna c'è un alternativa che tanti aspettavano. Noi stiamo parlando di come cambiare la città ma iniziamo anche a dire le cose come stanno e lo facciamo in pubblica piazza. Memorabile il Sen. Mario Michele Giarrusso, apprezzato in tutta Italia per la sua lotta contro la mafia, e se vuole stare accanto a Enna e a tutti noi un motivo c'è!

I senatori Giarrusso e Catalfo ad Enna a sostegno lista M5S

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

I senatori Michele Giarrusso e Nunzia Catafo ad Enna a sostegno lista M5SEnna. Saranno presenti i senatori l’on. Michele Giarrusso e l’on. Nunzia Catafo, portavoci al Senato del M5S, alla Agorá che si terrà sabato 16 maggio alle ore 19,00 in Piazza Umberto I.
L’on. Giarrusso, è membro della II commissione permanente (Giustizia) ed è da sempre impegnato sui temi della corruzione e della lotta alla mafia. “Temi che a Enna – sostiene il candidato sindaco del M5S Davide Solfato – sono molto appropriati vista la politica clientelare a cui abbiamo assistito negli ultimi anni e alla quale assistiamo ancora oggi in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale”.
L’on. Nunzia Catalfo è membro della undicesima Commissione Permanente (Lavoro, Previdenza Sociale), nonché prima firmataria della proposta di legge sul reddito di cittadinanza.
Un altro tema di sicuro interesse per la cittadinanza ennese, e che merita di essere approfondito, cdata la pesante crisi sociale che attanaglia molti e che consentirebbe di ridare dignità a chi, al momento, non è messo nelle condizioni di avere un proprio reddito”.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/05/14/i-senatori-michele-giarrusso-e-nunzia-catafo-ad-enna-a-sostegno-lista-m5s/

M5S Enna sui cantieri che si aprono durante le campagne elettorali

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S Enna sui cantieri che si aprono durante le campagne elettoraliEnna. “Da anni è sempre la stessa storia. Quando si avvicinano le elezioni comunali la città pullula di cantieri di ogni tipo: rifacimento dei fondi stradali, ristrutturazione di edifici pubblici, scavi per rete idrica e non solo…” lo affermano i pentastellati ennesi, che si chiedono: “Sarà una coincidenza? “Dovremmo avere elezioni ogni sei mesi per vedere la nostra città piena di cantieri e quindi lavoro – rimarca ironicamente il candidato sindaco del M5S Davide Solfato -innanzi al ripetersi di questa coincidenza”.
Sofayo chiarisce che la coincidenza ancora più stupefacente si è verificata in questi giorni con l’assunzione, anche se per pochi mesi, da parte di Acqua Enna, di centinaia di lavoratori per eseguire lavori che dovevano essere realizzati tra il 2005 e il 2014. Anche questa è una coincidenza? Non avrà niente a che fare con la ricerca di voti?”.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/05/13/m5s-enna-sui-cantieri-che-si-aprono-durante-le-campagne-elettorali/

ENNA - IL CANDIDATO A SINDACO DEL M5S DAVIDE SOLFATO INCONTRA LE IMPRESE

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 	  ENNA - IL CANDIDATO A SINDACO DEL M5S DAVIDE SOLFATO INCONTRA LE IMPRESEDavide Solfato sarà il primo ad aprire gli incontri, venerdì 15 maggio, organizzati dalla Confcommercio di Enna tra i candidati a sindaco e il mondo delle imprese, per la presentazione del programma, con particolare attenzione al settore commerciale e turistico.
È apparso un po' ambiguo l'iter organizzativo di questi incontri che, inizialmente erano stati fissati giorno 15 maggio per i candidati a sindaco Maurizio Di Pietro, Angelo Girasole e Davide Solfato mentre per giorno 20 maggio era previsto l'incontro con Vladimiro Crisafulli.
Ambiguo e antidemocratico, a dirla tutta, tanto da creare giustificati risentimenti da parte degli altri candidati.
Ciò nonostante Davide Solfato aveva comunque deciso di accettare l'invito, reputando di gran lunga più importante la possibilità di esporre quei punti del programma...

Fondi europei. Enna maglia nera, ma una grossa fetta va all’Università Kore

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Fondi europei. Enna maglia nera, ma una grossa fetta va all’Università Kore

L’eurodeputato M5S Ignazio Corrao palesa i dati: “Ad Enna progetti per soli 90 milioni di euro di cui 34 in ricerca ed innovazione e 26 milioni per istruzione e formazione. Pochi spiccioli al Comune. Una strana sproporzione”

“Spetta ad Enna la maglia nera in Sicilia dell’utilizzo dei fondi europei, appena 90 milioni hanno interessato il territorio del Comune di Enna nel settennio 2007-2013, dei quali però oltre 34 milioni previsti per progetti di ricerca ed innovazione, un settore a quasi esclusivo dominio dell’Università Enna Kore. È una coincidenza o un segnale che dimostra come attorno al mondo universitario ennese si muovano grossissimi interessi politici e privati?” A dichiararlo è l’eurodeputato M5S Ignazio Corrao che, nel corso dell’unica tappa siciliana del PMI Tour tenutosi ad Enna, ha reso noti i dati relativi alla spesa dei fondi comunitari in Sicilia e ha sollevato “il caso Enna”.

PMI Tour - 8 maggio 2015

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Grande entusiasmo e partecipazione ieri all'incontro organizzato dal M5S con gli imprenditori ennesi per l'unica tappa Siciliana del PMI Tour.
Ha aperto i lavori Filippo Contino, attivista del movimento e commerciante che si è detto "arrabbiato " contro il regime fiscale attuale, definendolo un vero e proprio "strozzinaggio legalizzato " e che costringe, in questo periodo di crisi internazionale, la maggior parte delle piccole aziende - su cui invece poggia l' economia nazionale - a chiudere.
Filippo ha, quindi, elencato tutta una serie
PMI Tour - 8 maggio 2015 di iniziative che il M5S di Enna é pronto a realizzare per rilanciare l'economia ennese, tra cui il bilancio partecipato illustrato direttamente dal nostro candidato sindaco Davide Solfato, che con le sue due lauree in economia si destreggia bene tra bilanci e statistiche. "Il bilancio partecipato " ha precisato Solfato "già attuato in molti paesi europei, è un primo grande passo per una vera e propria rivoluzione culturale nel modo di fare politica e che consentirà al cittadino di partecipare attivamente alla gestione della cosa pubblica" . Solfato ha anche illustrato tutte le battaglie vinte e portate avanti dal M5S a tutti i livelli, sottolineando come queste coincidano con le priorità che il Garante per le micro, piccole e medie...

M5S Enna. I pentastellati ennesi contro le affissioni abusive

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S Enna. I pentastellati ennesi contro le affissioni abusive“Il Buon Giorno si vede dal Mattino” – “Cosi recita un famoso proverbio. Cosi ché, quando durante una campagna elettorale come quella che sta interessando la cittadinanza Ennese, un politico che promette di prendersi cura della propria città, di valorizzarne le risorse e ridurne i costi, permette che le affissioni dei manifesti del partito cui appartiene avvengano su edifici pubblici, fondi stradali, pensiline dei bus, argini, spregiando e deturpando l’intera città, costringendo l’Amministrazione Comunale, cui è tenuta per legge, a provvedere alla defissione di tali manifesti.” è il grido di allarme lanciato dai pentastellati ennesi per questa campagna elettorale che è agli inizi. I rappresentanti ennesi del M5S altrsì chiosano ancora “allora pensi: il Buongiorno si vede dal Mattino. Si, perché la questione delle affissioni abusive va ben oltre il riprovevole gesto di sfigurare la città.
Si tratta di un evidente malcostume che mette alla ribalta le cause del cancro della politica : la totale inclinazione ed attitudine a contravvenire alle norme legislative e la concezione di trattare la cosa pubblica come estranea e non come bene comune...

PMI Tour: ad Enna del Movimento 5 Stelle

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

PMI Tour: ad Enna del Movimento 5 StelleEnna. Previsto per venerdì 8 maggio, presso la Sala Cerere in Piazza Vittorio Emanuele, alle ore 19 l’unica tappa siciliana del PMI Tour.
Ma cos’è il PMI Tour? E’ l’unico modo per entrare in contatto diretto con chi fa impresa e illustrare le iniziative che i parlamentari regionali, nazionali ed europei pentastellati stanno portando avanti per agevolare le piccole e medie imprese, che, rischiando e scommettendo ogni giorno, rappresentano il cuore pulsante dell’economia del nostro paese. I relatori dell’incontro saranno Ignazio Corrao, europarlamentare del M5S, Diego Gandolfo esperto fondi UE, Angela Foti, Componente IV Commissione Parlamentare Ambiente e Territorio all’ARS, Davide Solfato, candidato Sindaco di Enna, il quale parlerà dell’efficacia del bilancio sociale nei sistemi economici locali e Antonio Bevilacqua, candidato Sindaco a Pietraperzia, che illustrerà le problematiche riguardo l’introduzione dell’IMU agricola su tutta l’economia Siciliana.
In questi due anni al Parlamento nazionale i deputati 5 stelle hanno lottato per ottenere notevoli traguardi a favore delle PMI come, ad esempio, la compensazione delle cartelle Equitalia con i crediti verso la Pubblica Amministrazione. Un notevole aiuto agli imprenditori lo si sta portando avanti grazie all’ istituzione del Fondo del Microcredito, alimentato...

Passeggiata a Cozzo Matrice

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

L'appuntamento è per saPasseggiata a Cozzo Matricebato 9 Maggio, alle ore 16:00, davanti al rifornimento Q8 di Pergusa.
Raccomandiamo l'uso di scarpe da trekking e di portare con sé dell'acqua fresca.
La partecipazione è libera, lo spostamento nei luoghi oggetto della visita avverrà con mezzi propri.

Pergusa rappresenta un ambiente di notevole interesse naturalistico ed ambientale che ha stimolato, fin dalle epoche più remote, la fantasia di poeti e scrittori. "Il Ratto di Proserpina" è sicuramente un episodio mitologico tra i più affascinanti ed è conosciuto in tutto il mondo.
Il sito archeologico di Cozzo Matrice (857 metri s.l.m., secc. VIII-VI a.C.) è posto sull'omonima collina, a Nord del Lago di Pergusa. Esso è un importante insediamento indigeno-ellenizzato, strettamente connesso al culto di Demetra e Kore. Dalla cima della collina è inoltre possibile godere di un panorama mozzafiato: la Piana di Catania e l'Etna da un lato, la conca pergusina dall'altro.
Questo sito archeologico non ha fin'ora ricevuto la giusta attenzione: su di esso, infatti, a più di trent'anni dagli scavi, non esiste alcuna pubblicazione divulgativa. La valorizzazione ed un'adeguata fruizione di siti come Cozzo Matrice costituirebbero,...

Riunione di quartiere S.Bartolomeo

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Riunione di quartiere S.BartolomeoUn’interessante Agorà ha avuto luogo il 28 aprile in Piazza San Sebastiano (zona Spirito Santo). Nella seconda tappa del Tour per i quartieri ennesi, il Movimento 5 Stelle locale ha raccontato la sua idea di città sottolineando l’importanza di ridare vita agli antichi quartieri del capoluogo, grazie all’utilizzo dell’idea di Albergo Diffuso, una proposta del Movimento Regionale, portata avanti dal deputato Claudia La Rocca, diventata ora legge (n.11 del 2013), che si pone il primario obiettivo di fermare l’ormai inarrestabile spopolamento dei piccoli comuni e dei piccoli quartieri storici all’interno delle città. L’Albergo Diffuso propone una forma di ricettività innovativa che trasformerà le abitazioni del centro storico in alloggi turistici, in maniera tale che questi vengano nuovamente rivitalizzati e che permettano, allo stesso tempo, di far vivere al turista la vera essenza del luogo che stanno visitando. Vivere la città a 360° e ridare vitalità a piccoli gioielli d’arte altrimenti lasciati ad una inesorabile agonia... Ma l’Albergo diffuso non è stato l’unico tema trattato; l’attenzione è stata posta anche sull’importanza di attuare politiche di solidarietà sociale con servizi che vadano incontro,...

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook