• Seguici su YouTube Channel!

La “scala della vergogna” di Morgantina in audizione all’Ars. M5S: “Vogliamo vederci chiaro, adesso attendiamo relazione assessorato”

Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Il soprintendente Gueli conferma che agli atti non risultavano i progetti esecutivi, i quali, in effetti, furono trasmessi dal dipartimento solo nel febbraio del 2016, nonostante l’ultimazione dei lavori risalga al dicembre del 2015.
aidone scala Morgantina1

È stata discussa ieri, mercoledì 20 luglio, in V Commissione all’Ars, la vicenda relativa alla “scala della vergogna” di Morgantina, a seguito dell’interpellanza presentata dai deputati regionali del Movimento 5 Stelle Valentina Zafarana e Matteo Mangiacavallo, lo scorso 5 aprile.

 
 

Sentito il parere dell’archeologo Fabrizio Trentacoste, in sostituzione dell’archeologa Serena Raffiotta che aveva sollevato sui media la questione della realizzazione di una scala metallica all’interno del Parco archeologico di Morgantina. “Ciò che ha causato la contrarietà della comunità di archeologi locale – spiega Trentacoste – è il fatto che la scala abbia un forte impatto estetico sull’ambiente circostante, alterando la percezione del paesaggio storico-archeologico di Morgantina, anche perchè ubicata in uno dei punti più suggestivi e visibili dell’intera area”.

L’archeologo ha anche evidenziato che la fruibilità e la sicurezza del percorso che dall’Agorà conduce alla sommità della collina est, punto di arrivo di questa scala, si sarebbero potuti assicurare attraverso il miglioramento e la manutenzione dei percorsi già esistenti, “attualmente pericolosi – afferma Trentacoste – proprio perché trascurati e non mantenuti da anni”.

Di diverso avviso il Dirigente generale del Dipartimento regionale dei Beni culturali, il dott. Gaetano Pennino, il quale ha continuato a sostenere la validità del progetto nella sua interezza, sia dal punto di vista della sicurezza che sotto l’aspetto estetico, non reputando la struttura in ferro un elemento deturpante, tanto da sospendere e poi revocare l’ordinanza di demolizione emessa il 29 gennaio 2016 dal Soprintendente di Enna, l’Arch. Salvatore Gueli. Quest’ultimo, infatti, aveva ritenuto la realizzazione della scala non conforme al progetto originario approvato dalla Soprintendenza, perché, come ha spiegato in audizione, pare che agli atti non risultassero i progetti esecutivi, i quali, in effetti, furono trasmessi solo nel febbraio del 2016, nonostante l’ultimazione dei lavori risalga al dicembre del 2015.aidone scala Morgantina2
“Non sono stati, tuttavia, chiariti i dubbi su tale regolarità procedurale – affermano i deputati a Palazzo dei Normanni Zafarana e Mangiacavallo – ed in particolare su eventuali variazioni del progetto iniziale, che non sarebbero state corredate dall’autorizzazione della Soprintendenza di Enna”. Adesso la deputazione Cinquestelle attende la relazione comprensiva degli atti progettuali che il dott. Pennino si è impegnato a consegnare alla commissione parlamentare. Il punto della situazione sarà, quindi, fatto a seguito dell’esame della relazione stessa. “Vogliamo vederci chiaro”, concludono i due parlamentari.

 

La portavoce al Senato del M5S, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 La portavoce al Senato del M5S, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale

La portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini organizzato dal Meetup di Enna, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale, in questo primo anno di consiliatura, ha illustrato il Disegno di Legge sull'istituzione del Reddito di cittadinanza, presentato in Senato dal Movimento 5 Stelle nel 2013, come primo punto del proprio programma.

Trasparenza amministrativa, Urbanistica e decoro urbano, Beni culturali, Tutela dell'ambiente, rifiuti e servizio idrico, Economia e sviluppo, queste le aree tematiche in cui si possono raggruppare le azioni portate avanti, in attuazione del programma elettorale ed ispirate all'idea di una città a 5 stelle, illustrate dai due portavoce eletti ad Enna, Marilina Frattalemi e Davide Solfato. https://youtu.be/J26W9pnAOd8

La portavoce al Senato del M5S, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale“La trasparenza amministrativa è uno dei temi che sta particolarmente a cuore al Movimento 5 Stelle che, a tutti i livelli di governo vuole monitorare le attività che si svolgono all'interno delle istituzioni pubbliche, al fine di consentire l'accesso ai cittadini ai luoghi in cui si prendono le decisioni sulla cosa pubblica, sulla spesa delle risorse pubbliche e per prevenire fenomeni di corruzione”, spiega Marilina Frattalemi. "Il primo passo in tal senso è stata la richiesta della diretta streaming del Consiglio comunale che, tuttavia, a distanza di un anno, ancora aspettiamo".

Approvata la mozione per l'installazione nel centro storico di ceneriere, cestini per le deiezioni canine e cestini per la raccolta differenziata

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvata la mozione per l'installazione nel centro storico di ceneriere, cestini per le deiezioni canine e cestini per la raccolta differenziata Approvata la mozione per l'installazione nel centro storico di ceneriere, cestini per le deiezioni canine e cestini per la raccolta differenziataDecoro urbano, raccolta differenziata e senso civico, i temi contenuti nella mozione, discussa al Consiglio comunale dello scorso 30 giugno, che ha trovato il consenso di tutte le altre forze politiche. Sono stati, infatti, proposti degli emendamenti volti ad estendere il servizio a tutta la città e a cercare di ridurre i comportamenti incivili dei cittadini, sull'abbandono dei rifiuti.

L’unica perplessità è stata manifestata dell'assessore al bilancio Angelo Girasole, che pur consapevole che le somme necessarie non sono cospicue, ha specificato che sarà comunque necessario utilizzare le somme stanziate in bilancio per l'arredo urbano...

Il portavoce all'ARS De Luca: “Anche gli ennesi meritano una Sanità di Serie A”

Posted in Tutte le notizie

Il portavoce all'ARS De Luca: “Anche gli ennesi meritano una Sanità di Serie A”Continua l’impegno del deputato regionale, Antonio De Luca, sull’Ospedale Umberto I di Enna in Commissione Sanità all’ARS che, in questi giorni, sta esaminando la rete ospedaliera proposta dal Governo regionale. Una rete che  - a detta dei 5Stelle - mortifica le aree interne, in piena continuità con le scelte del governo precedente.

“Il deputato Antonio De Luca, come da impegno assunto in occasione del Consiglio comunale aperto del 26 giugno, continua a farsi portavoce delle problematiche dell’Ospedale Umberto I di Enna”, spiega la consigliera comunale Cinzia Amato. ”Dopo l’audizione della delegazione ennese in VI Commissione, infatti, mercoledì scorso ha ribadito la necessità che il reparto di Pediatria venga indicato come unità complessa o quanto meno dipartimentale, contrariamente a quanto previsto dalla rete ospedaliera”. 

“Inoltre”, prosegue Davide Solfato, “nei prossimi giorni De Luca sottoporrà allo studio dei componenti della Commissione le criticità e i suggerimenti evidenziati grazie al lavoro dell’Osservatorio sulla Sanità del Comune di Enna, tra cui l’aumento dei posti letto, del personale medico e di comparto assegnati e la richiesta di riconoscimento delle UOC di Nefrologia, ORL, Geriatria, riabilitazione, dermatologia e Pediatria”.

“Raccolgo e trasmetto sempre con grande affetto le istanze della città di Enna e della sua provincia perchè gli ennesi meritano a pieno titolo una Sanità di ‘Serie A’, come tutto il resto dei siciliani”, è il commento del deputato Antonio De Luca.

Dura replica di Solfato alle accuse delle forze politiche a sostegno del sindaco

Posted in Tutte le notizie

Dura replica di Solfato alle accuse delle forze politiche a sostegno del sindaco

 

 

 

 

 

 

Le forze politiche che oggi sostengono la Giunta Dipietro, come al solito, mistificano la realtà, facendo finta di non capire. Bisogna, quindi, ricordare loro che nel 2014 alcuni consiglieri comunali arrivavano a percepire fino a più di 17.000 euro annui, esattamente il triplo rispetto ad ora! E se oggi con con il massimo dello sforzo e della partecipazione, io invece percepisco circa 6.000 euro, evidentemente allora c'era un grosso problema. Il fatto che il sindaco Dipietro risultasse tra i più virtuosi non lo esentava, ne a lui ne a chiunque altro, dal compito di controllare e denunciare una siffatta vicenda che avrebbe potuto evitarci questa ennesima triste, brutta figura. Di giusta regola però, dato che il Sindaco ci tiene a paragonarsi con me dovrebbe ricordare che a fronte dei miei circa 6.000 euro annuì, lui nel 2011 ne percepì 8.234,94 e nel 2012, 7.282,60. 

Ma bisogna fare una precisazione anche in ordine alla proposta di delibera volta a fissare una sola seduta di commissione consiliare settimanale, che noi votammo a favore. 

Questa loro rivendicazione, oggi, ci sembra alquanto incoerente e sospetta, dato che proprio in questi giorni la stessa maggioranza propone di accelerare i lavori per completare l’iter del Bilancio Consuntivo e di aumentare il numero delle Commissioni settimanali, al fine di portare in Consiglio Comunale questo prezioso documento entro gli inizi di agosto. 

M5S Enna sui rinvii a giudizio del sindaco Dipietro e dei componenti della sua Giunta

Posted in Tutte le notizie

 

“Sappiamo bene che la richiesta di rinvio a giudizio non è una condanna, dichiarano i due portavoce Cinzia Amato e Davide Solfato in ordine alla notizia del rinvio a giudizio dei consiglieri comunali per il caso ‘Gettonopoli’, “ma per noi rimane un fatto grave, considerato che già nel 2015 denunciavamo l’eccessivo numero di commissioni consiliari, che praticamente venivano fissate quasi ogni giorno. Nonostante fosse diminuito il gettone di presenza, infatti, le commissioni, di durata lampo, arrivavano a 720 all’anno, con conseguente aumento della spesa annuale”. 

“E oggi possiamo rivendicare che grazie alle nostre segnalazioni e all’indagine che è stata successivamente aperta, il numero delle commissioni si è notevolmente ridotto”, proseguono i consiglieri pentastellati che sottolineano: “Non possiamo credere che durante la scorsa consiliatura, nessuno abbia denunciato questa mala gestione della spesa amministrativa della città, a partire dall’attuale primo cittadino, Maurizio Dipietro, e di alcuni dei componenti della sua Giunta”. 

“La loro responsabilità - concludono - sta proprio nella negligenza e nella quasi omertà con cui hanno affrontato la questione e, oggi, che governano la città, che garanzia possono dare ai cittadini? Ancora una volta la nostra città balza agli onori della cronaca per fatti di cui certo non si può essersi fieri, ma è inutile sperare che stiano valutando l’opportunità di dimettersi.”

M5S Enna sui rinvii a giudizio del sindaco Dipietro e dei componenti della sua Giunta

Posted in Tutte le notizie

 

“Sappiamo bene che la richiesta di rinvio a giudizio non è una condanna, dichiarano i due portavoce Cinzia Amato e Davide Solfato in ordine alla notizia del rinvio a giudizio dei consiglieri comunali per il caso ‘Gettonopoli’, “ma per noi rimane un fatto grave, considerato che già nel 2015 denunciavamo l’eccessivo numero di commissioni consiliari, che praticamente venivano fissate quasi ogni giorno. Nonostante fosse diminuito il gettone di presenza, infatti, le commissioni, di durata lampo, arrivavano a 720 all’anno, con conseguente aumento della spesa annuale”. 

 

“E oggi possiamo rivendicare che grazie alle nostre segnalazioni e all’indagine che è stata successivamente aperta, il numero delle commissioni si è notevolmente ridotto”, proseguono i consiglieri pentastellati che sottolineano: “Non possiamo credere che durante la scorsa consiliatura, nessuno abbia denunciato questa mala gestione della spesa amministrativa della città, a partire dall’attuale primo cittadino, Maurizio Dipietro, e di alcuni dei componenti della sua Giunta”. 

 

“La loro responsabilità - concludono - sta proprio nella negligenza e nella quasi omertà con cui hanno affrontato la questione e, oggi, che governano la città, che garanzia possono dare ai cittadini? Ancora una volta la nostra città balza agli onori della cronaca per fatti di cui certo non si può essere fieri, ma è inutile sperare che stiano valutando l’opportunità di dimettersi.”

Interrogazioni per puntare l'attenzione sulla partecipazione ai bandi pubblici

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Interrogazioni per puntare l'attenzione sulla partecipazione ai bandi pubblici
 
 
I portavoce del M5S, Cinzia Amato e Davide Solfato, hanno presentato diverse interrogazioni per puntare l'attenzione sui fondi europei banditi dalla Regione, per il sostegno a investimenti attuabili dai Comuni. 
 
"Si tratta di opportunità di finanziamento veramente importanti, relative ad attività essenziali, che il Comune potrebbe mettere in atto per porre le basi ad uno sviluppo economico, turistico e sociale effettivo", spiega Cinzia Amato, "perchè riguardano la realizzazione e/o ampliamento - potenziamento - adeguamento di Centri Comunali di Raccolta, l’impianto di nuovi boschi e/o il sostegno alla manutenzione, e ancora, la creazione, il miglioramento o l'espansione di ogni tipo di infrastruttura su piccola scala, compresi gli investimenti nelle energie rinnovabili e nel risparmio energetico e, infine, la riqualificazione di edifici confiscati alla mafia".

Anche per l'approvazione del Consuntivo, i soliti continui ritardi

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Anche per l'approvazione del Consuntivo, i soliti continui ritardi

All'ordine del giorno della seduta della II Commissione di oggi, martedì 25 luglio, era previsto anche "l'Aggiornamento dello stato dei lavori del bilancio consuntivo 2016".

"Per ben due volte, abbiamo dovuto convocare in Commissione sia l'Amministrazione che gli uffici competenti per avere notizie sul rendiconto economico patrimoniale 2016", dichiara Davide Solfato. "Siamo, infatti, a ridosso della scadenza per l’approvazione del Bilancio Consuntivo, che era stata prorogata al 31 luglio, ma è triste constatare che ancora oggi non ci è dato sapere nulla circa le condizioni sull’andamento economico patrimoniale del Comune di Enna.

Solo nella giornata odierna, durante i lavori, il Ragioniere Generale dott. Lipari ha informato la Commissione della mancanza di alcuni atti necessari per chiudere lo schema di bilancio e proseguire con l'iter di approvazione, palesando chiaramente la difficoltà di riuscire a farlo in tempi brevi, per via della mole di lavoro che deve seguire anche in altri settori". 

"Ma a parte questo", aggiunge Cinzia Amato, "si ripete ancora una volta l'atteggiamento tipo di questa Amministrazione, fatto di continui ritardi, di poca chiarezza e di mancanza di programmazione, il tutto in contrasto con quella "Rivoluzione" all’interno del Comune, che la stessa aveva tanto proclamato ma che, a quasi metà sindacatura, sembra un vero e proprio miraggio". 

 

 

 

Grande Festa dello sport a Enna, i big del mondo atletico e della musica siciliana e i deputati M5S all'Ars consegnano 60 borse di studio agli atleti disabili

Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Grande Festa dello sport a Enna, i big del mondo atletico e della musica siciliana e i deputati M5S all'Ars consegnano 60 borse di studio agli atleti disabili

Presenti stamattina, nelle vesti di testimonial, Lello Analfino, cantante dei Tinturia; Carmelo Messina, vincitore mondiali di calcio a 5 2017 per atleti down; il dg dell’Orlandina Basket Francesco Venza; e ancora Nello Russo, storico presidente della società di pallanuoto femminile Orizzonte Catania; Giovanni Scarantino, campione a tutti i livelli di sollevamento pesi e Eugenio Guglielmino, governatore in Sicilia del Panathlon.

Enna, 1 luglio 2017 – “Oggi è un giorno molto importante, finalmente la politica dimostra di avere attenzione per lo sport”. Così questa mattina i deputati 5Stelle Giancarlo Cancelleri e Giampiero Trizzino hanno dato il via ad una grande festa che ha visto sport e disabilità protagonisti della cerimonia di consegna di 60 borse di studio, istituite dal M5S Sicilia per gli atleti disabili più meritevoli, dal valore complessivo di 30 mila euro. L’iniziativa è stata finanziata grazie alle restituzioni di parte degli stipendi dei deputati 5Stelle all'Ars ed è stata realizzata tramite un accordo sottoscritto il 26 gennaio con il Panathlon Area 9 Sicilia. I beneficiari sono arrivati da tutte le nove le province e afferiscono a numerosi sport, tra questi il tennis tavolo, l’atletica leggera, la scherma e il judo (in allegato i nomi e le discipline dei vincitori).

L’evento di questa mattina, che si è tenuto a Enna bassa, nel campetto di atletica leggera “Pregadio”, ha visto la partecipazione dei parlamentari regionali del Movimento 5 Stelle, dei vertici del Panathlon Sicilia, degli atleti vincitori di borsa e dei testimonial, big della musica e dello sport in Sicilia. Proprio questi ultimi hanno premiato, uno ad uno, i 60 atleti, con entusiasmo e commozione; sono: Lello Analfino, cantante dei Tinturia; Carmelo Messina, vincitore mondiali di calcio a 5 2017 per atleti down; il dg dell’Orlandina Basket Francesco Venza; e ancora Nello Russo, storico presidente della società di pallanuoto femminile Orizzonte Catania; Giovanni Scarantino, campione a tutti i livelli di sollevamento pesi e Eugenio Guglielmino, governatore in Sicilia del Panathlon.

“Quella di oggi – conclude Cancelleri - è stata una stupenda iniziativa che ci permette di conoscere persone fantastiche, grandi sportivi e grandi uomini e donne; ma è anche un grande esempio di come il Movimento 5 Stelle intende valorizzare lo Sport”. Così i deputati Cinquestelle anticipano le azioni che metterebbero in campo se dovessero andare al governo della Regione, e parlano della creazione di un fondo permanente per le borse di studio, per tutti gli atleti; e la creazione di un fondo per la costruzione di impianti sportivi in Sicilia.

Anche il governatore regionale del Panathlon Eugenio Guglielmino, intervenuto in apertura insieme ai deputati 5 Stelle e all’anima del progetto Roberta Cascio, non lascia dubbi, “non era mai successo che qualcuno desse tanta attenzione allo sport, - afferma Guglielmino – la cifra messa a disposizione permetterà agli atleti disabili di soddisfare diverse esigenze, ma soprattutto, una cifra come quella donata dal M5S non si era mai vista nel panorama italiano”.

In conclusione, parla Giampiero Trizzino: “Una sorte di Notte degli Oscar, o meglio ’Giorno degli oscar’, dove i protagonisti non sono soltanto campioni nello sport, ma anche eroi nella vita. Lo sport non va visto soltanto come una pratica sana, ma anche un modo di vivere e di socializzare. E’ compito della politica incentivarlo”.

Discarica Cozzo Vuturo, Consiglieri M5S e deputata Foti incontrano sindaco di Enna

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

La parlamentare Cinquestelle a Sindaco Di Pietro: “Bisogna trovare una soluzione alla grave situazione

ambientale causata dalle condizioni della discarica”.

Discarica Cozzo Vuturo, Consiglieri M5S e deputata Foti incontrano sindaco di Enna

Si è tenuto giovedì 9 luglio un incontro tra il Sindaco di Enna Avv. Maurizio Di Pietro e una delegazione del m5s, al fine di trovare una soluzione alla grave situazione ambientale causata dalle condizioni della discarica di Cozzo Vuturo.
I consiglieri comunali Marilina Frattalemi e Davide Solfato e alcuni componenti incaricati del Gruppo Ambiente del m5s di Enna, insieme alla portavoce all’ Assemblea Regionale Angela Foti, membro della IV Commissione Ambiente, hanno infatti messo a conoscenza il primo cittadino delle azioni che il Movimento ha adottato al riguardo, dalla predisposizione di relazioni, perizie, interrogazioni e atti ispettivi parlamentari a capo dei responsabili, ad un’apposita audizione in Commissione Ambiente.
Questa situazione, di cui i cinquestelle sono venuti a conoscenza grazie alle segnalazioni ricevute nel corso degli anni 2012/2013 dai parte dei residenti della zona, è stata determinata dalla mancata messa in sicurezza e bonifica delle vasche ormai sature A1 e B1, che ha causato la fuoriuscita di percolato, inquinando l’area circostante la diga Nicoletti che si trova a circa 800 mt. dalla discarica e, molto probabilmente, le falde acquifere a valle della zona.
Il Sindaco e l’assessore Contino hanno manifestato stupore e amarezza nell’apprendere tali dati così come dettagliatamente descritti dal geologo Patrinicola, di notevole rilevanza, sia per l’ambiente che per la salute dei cittadini.

Enna. Mozione dei Gruppi di Patto per Enna, Enna Rinasce, Amare Enna, M5S e L’Altra Città per risoluzione contratto AcquaEnna

Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Mozione dei Gruppi di Patto per Enna, Enna Rinasce, Amare Enna, M5S e L’Altra Città per risoluzione contratto AcquaEnnaEnna. Presentata una mozione riguardante la problematica “Acqua Pubblica” a nome dei consiglieri dei Gruppi Consiliari di Patto per Enna, Enna Rinasce, Amare Enna, L’Altra Città e Movimento Cinque Stelle. I firmatari nel fare presente che il costo del servizio idrico nel capoluogo ha esasperatamente vessato i cittadini al punto da risultare tra i più alti d’Italia; che per i motivi riguardanti la cattiva gestione del Servizio Idrico Integrato, il Consiglio comunale di Enna, con Delibera n° 10 del 6 marzo 2013, istituì la Commissione Speciale; che a seguito della suddetta Commissione Speciale, il Consiglio Comunale decise di formulare dei quesiti sulle problematiche del Servizio Idrico Integrato; e preso atto che le risposte ai suddetti quesiti posti al Presidente dell’ATO Idrico Enna 5 e all’ente gestore “AcquaEnna” furono parziali e mai esaustive delle richieste formulate riguardanti gli investimenti pubblici e privati e della relativa quota riportata nella fatturazione delle bollette; che il canone di concessione contrattualmente stabilito, che l’Ente Gestore del Servizio Idrico avrebbe dovuto corrispondere ai Comuni, non è stato corrisposto per gli anni 2011/2014, rendendo così indubbia la sua “morosità” nei confronti del Comune; che nel contratto di concessione tra l’ATO idrico e l’Ente gestore del servizio, è riportata la clausola che anche il mancato pagamento di una sola annualità di tale canone comporta la rescissione del contratto. A tal proposito nella che il Commissario Straordinario pro tempore del Libero Consorzio di ENNA,..

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook