Assestamento di Bilancio: artifizi contabili e soliti emendamenti dell’ultimo secondo. M5S vota contrario

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

 

“Non siamo disposti ad avallare i soprusi di quest’Amministrazione”, commenta così il portavoce Davide Solfato la decisione di non votare a favore di “quella che è una vera e propria variazione di bilancio mascherata da ‘manovra di assestamento’. 

“L’emendamento presentato all’ultimo momento in occasione del Consiglio comunale dello scorso 20 agosto, per il quale è stato concesso un brevissimo rinvio di 2 giorni per studiarlo”, spiga Solfato, “ha fatto chiaramente emergere la natura politica della manovra, in quanto al suo interno sono previste alcune variazioni che avrebbero richiesto un iter di valutazione differente. 

Inoltre, a nostro parere, è stato fatto un artifizio contabile in tema di rifiuti. Sono stati inseriti € 360.000 di maggiori oneri aggiuntivi per maggiori conferimenti in discarica. Il fatto che siano arrivati in questo momento, con scadenza dell’assestamento e del consuntivo già avvenuta, ha consentito di coprirli con l’avanzo 2017 e allo stesso tempo di non aumentare la tariffa. Sembra una cosa virtuosa ma, a questo punto, la tariffa non è veritiera e si utilizzano risorse del bilancio, in contrasto con il principio stesso della Tari. Infatti, basterebbe chiedersi come mai questa somma così considerevole non è stata prevista in anticipo nel piano finanziario. 

Operazione contabilmente consentita per le somme impreviste, ma da noi prevista con largo anticipo già sei prima in II commissione, quando abbiamo avuto modo di incontrare i vertici di Eco Enna Servizi. 

Inoltre, si è avuto modo di chiedere al Presidente del Consiglio comunale che fine abbia fatto la famosa Commissione Speciale sui rifiuti, che avrebbe consentito di chiarire anche le tante criticità della discarica di Cozzo Vuturo, che solo oggi sembrano interessare le altre forze politiche”. 

Solfato ha parlato a riguardo di un vero e proprio ‘business’ del percolato, visto che le vasche non sono mai state messe in sicurezza, nonostante i finanziamenti previsti per le bonifiche.  

“Saremmo anche stati disposti a votare una parte dell’emendamento, se dallo stesso fosse stata scorporata la materia rifiuti e se ci fossero state consentite le nostre manovre politiche”. 

“Il Movimento 5 Stelle si dissocia da questo modo di lavorare”, conclude Cinzia Amato, “che utilizza il Consiglio comunale, organo eletto dai cittadini, come mero strumento di copertura di sistemi a noi non graditi perchè antidemocratici, non di certo per non fare il bene della città, tant’è vero che abbiamo votato a favore la delibera di Giunta di modifica al DUP per consentire la stabilizzazione dei precari comunali”. 

Rendiconto. Troppe criticità rilevate dai Revisori dei conti

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

“La presentazione del Rendiconto da parte dell’assessore al Bilancio Ilaria Marazzotta è stata troppo entusiastica e, casualmente, non ha espresso alcuna delle criticità che sono state, invece, sollevate dal Collegio dei Revisori dei Conti e da noi più volte  segnalate in passato, come la mancanza di un monitoraggio costante e automatico delle passività e delle riscossioni dei crediti da parte dell’Ente, la mancata istituzionali dell’Albo dei beneficiari economici così come previsto per legge, che si traducono in una mancanza di trasparenza o, ancora, la questione delle partecipate, prima fra tutte Floristella”, esordiscono i consiglieri del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato. 

Sulla questione Floristella, infatti, è inconcepibile il fatto che l’Amministrazione non sia ancora intervenuta, tenuto conto che il Comune di Enna contribuisce annualmente per quasi 45mila euro l’anno senza che vi sia alcuna documentazione contabile della gestione, che comunque è a dir poco lacunosa, visto lo stato di abbandona in cui versano i luoghi”. 

“Come ho avuto modo di precisare in aula”, continua il portavoce, “la stessa affermazione dell’assessore secondo cui non ci sia stato avanzo non è del tutto precisa, poiché dall’analisi del pre consuntivo, parte delle somme successivamente inserite nel Fondo Rischi e nel Fondo Crediti di dubbia esigibilità, si sarebbero potute spendere e investire in città, già nell’esercizio di riferimento. Ci sembra, infatti, che sia stato utilizzato un criterio molto più prudenziale del dovuto, considerando lo stralcio dei crediti inesigibili dalla contabilità economica patrimoniale del Comune, di circa 4 milioni di euro, unica cosa per noi condivisibile, perché rende più realistica la lettura del bilancio”.  

Per la consigliera Amato, “al di là delle questioni contabili, una nota stonata di questo Consiglio comunale è stato l’exploit dell’assessore Ferrari in riferimento alla questione del Bando periferie, sollevata in aula. Ancora una volta, infatti, la Giunta Dipietro, con questo ennesimo attacco al Governo 5 Stelle e alla sua ‘mancanza di cultura’, ha dimostrato di non essere interessata ad una collaborazione fattiva con i rappresentanti istituzionali ‘per il bene della città’, ma alla campagna elettorale già in corso”.

Il portavoce all'ARS De Luca: “Anche gli ennesi meritano una Sanità di Serie A”

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

Il portavoce all'ARS De Luca: “Anche gli ennesi meritano una Sanità di Serie A”Continua l’impegno del deputato regionale, Antonio De Luca, sull’Ospedale Umberto I di Enna in Commissione Sanità all’ARS che, in questi giorni, sta esaminando la rete ospedaliera proposta dal Governo regionale. Una rete che  - a detta dei 5Stelle - mortifica le aree interne, in piena continuità con le scelte del governo precedente.

“Il deputato Antonio De Luca, come da impegno assunto in occasione del Consiglio comunale aperto del 26 giugno, continua a farsi portavoce delle problematiche dell’Ospedale Umberto I di Enna”, spiega la consigliera comunale Cinzia Amato. ”Dopo l’audizione della delegazione ennese in VI Commissione, infatti, mercoledì scorso ha ribadito la necessità che il reparto di Pediatria venga indicato come unità complessa o quanto meno dipartimentale, contrariamente a quanto previsto dalla rete ospedaliera”. 

“Inoltre”, prosegue Davide Solfato, “nei prossimi giorni De Luca sottoporrà allo studio dei componenti della Commissione le criticità e i suggerimenti evidenziati grazie al lavoro dell’Osservatorio sulla Sanità del Comune di Enna, tra cui l’aumento dei posti letto, del personale medico e di comparto assegnati e la richiesta di riconoscimento delle UOC di Nefrologia, ORL, Geriatria, riabilitazione, dermatologia e Pediatria”.

“Raccolgo e trasmetto sempre con grande affetto le istanze della città di Enna e della sua provincia perchè gli ennesi meritano a pieno titolo una Sanità di ‘Serie A’, come tutto il resto dei siciliani”, è il commento del deputato Antonio De Luca.

Dura replica di Solfato alle accuse delle forze politiche a sostegno del sindaco

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

Dura replica di Solfato alle accuse delle forze politiche a sostegno del sindaco

 

 

 

 

 

 

Le forze politiche che oggi sostengono la Giunta Dipietro, come al solito, mistificano la realtà, facendo finta di non capire. Bisogna, quindi, ricordare loro che nel 2014 alcuni consiglieri comunali arrivavano a percepire fino a più di 17.000 euro annui, esattamente il triplo rispetto ad ora! E se oggi con con il massimo dello sforzo e della partecipazione, io invece percepisco circa 6.000 euro, evidentemente allora c'era un grosso problema. Il fatto che il sindaco Dipietro risultasse tra i più virtuosi non lo esentava, ne a lui ne a chiunque altro, dal compito di controllare e denunciare una siffatta vicenda che avrebbe potuto evitarci questa ennesima triste, brutta figura. Di giusta regola però, dato che il Sindaco ci tiene a paragonarsi con me dovrebbe ricordare che a fronte dei miei circa 6.000 euro annuì, lui nel 2011 ne percepì 8.234,94 e nel 2012, 7.282,60. 

Ma bisogna fare una precisazione anche in ordine alla proposta di delibera volta a fissare una sola seduta di commissione consiliare settimanale, che noi votammo a favore. 

Questa loro rivendicazione, oggi, ci sembra alquanto incoerente e sospetta, dato che proprio in questi giorni la stessa maggioranza propone di accelerare i lavori per completare l’iter del Bilancio Consuntivo e di aumentare il numero delle Commissioni settimanali, al fine di portare in Consiglio Comunale questo prezioso documento entro gli inizi di agosto. 

M5S Enna sui rinvii a giudizio del sindaco Dipietro e dei componenti della sua Giunta

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

 

“Sappiamo bene che la richiesta di rinvio a giudizio non è una condanna, dichiarano i due portavoce Cinzia Amato e Davide Solfato in ordine alla notizia del rinvio a giudizio dei consiglieri comunali per il caso ‘Gettonopoli’, “ma per noi rimane un fatto grave, considerato che già nel 2015 denunciavamo l’eccessivo numero di commissioni consiliari, che praticamente venivano fissate quasi ogni giorno. Nonostante fosse diminuito il gettone di presenza, infatti, le commissioni, di durata lampo, arrivavano a 720 all’anno, con conseguente aumento della spesa annuale”. 

“E oggi possiamo rivendicare che grazie alle nostre segnalazioni e all’indagine che è stata successivamente aperta, il numero delle commissioni si è notevolmente ridotto”, proseguono i consiglieri pentastellati che sottolineano: “Non possiamo credere che durante la scorsa consiliatura, nessuno abbia denunciato questa mala gestione della spesa amministrativa della città, a partire dall’attuale primo cittadino, Maurizio Dipietro, e di alcuni dei componenti della sua Giunta”. 

“La loro responsabilità - concludono - sta proprio nella negligenza e nella quasi omertà con cui hanno affrontato la questione e, oggi, che governano la città, che garanzia possono dare ai cittadini? Ancora una volta la nostra città balza agli onori della cronaca per fatti di cui certo non si può essersi fieri, ma è inutile sperare che stiano valutando l’opportunità di dimettersi.”

M5S Enna sui rinvii a giudizio del sindaco Dipietro e dei componenti della sua Giunta

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

 

“Sappiamo bene che la richiesta di rinvio a giudizio non è una condanna, dichiarano i due portavoce Cinzia Amato e Davide Solfato in ordine alla notizia del rinvio a giudizio dei consiglieri comunali per il caso ‘Gettonopoli’, “ma per noi rimane un fatto grave, considerato che già nel 2015 denunciavamo l’eccessivo numero di commissioni consiliari, che praticamente venivano fissate quasi ogni giorno. Nonostante fosse diminuito il gettone di presenza, infatti, le commissioni, di durata lampo, arrivavano a 720 all’anno, con conseguente aumento della spesa annuale”. 

 

“E oggi possiamo rivendicare che grazie alle nostre segnalazioni e all’indagine che è stata successivamente aperta, il numero delle commissioni si è notevolmente ridotto”, proseguono i consiglieri pentastellati che sottolineano: “Non possiamo credere che durante la scorsa consiliatura, nessuno abbia denunciato questa mala gestione della spesa amministrativa della città, a partire dall’attuale primo cittadino, Maurizio Dipietro, e di alcuni dei componenti della sua Giunta”. 

 

“La loro responsabilità - concludono - sta proprio nella negligenza e nella quasi omertà con cui hanno affrontato la questione e, oggi, che governano la città, che garanzia possono dare ai cittadini? Ancora una volta la nostra città balza agli onori della cronaca per fatti di cui certo non si può essere fieri, ma è inutile sperare che stiano valutando l’opportunità di dimettersi.”

Tutta la delegazione 5Stelle al CC aperto sull'Ospedale Umberto I

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

Al Consiglio comunale tenutosi ieri, lunedì 25 giugno, presso l’Ospedale Umberto I di Enna, per discutere le problematiche del nosocomio ennese denunciate dall’Osservatorio sulla Sanità, era presente una deputazione del M5S, composta dal sen. Fabrizio Trentacoste, l’on. Andrea Giarrizzo e il deputato regionale Antonio De Luca, componente della Commissione Sanità dell’ARS. 

Le criticità denunciate, relative al Reparto Otorino, al CUP, al Pronto Soccorso, all’apertura di una sala operatoria esclusiva per l’Ostetricia ed alla ricollocazione del personale sanitario, a cui si aggiunge il timore diffuso che l’offerta sanitaria dell’Umberto I possa essere penalizzata dalle scelte indicate dalla nuova rete ospedaliera - che lo configura come ospedale di I livello senza, tuttavia, riuscire a garantire i servizi adeguati a questa classificazione e a rispondere alle esigenze e specificità del territorio - ad oggi, non hanno trovato risposte concrete da parte della Direzione sanitaria.

Nell’approvazione del Bilancio iter boicottato e mercato di consiglieri

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

Un bilancio caratterizzato da un iter boicottato dalla maggioranza e dal “mercato” di consiglieri - questo il risultato del voto sul Bilancio di previsione secondo il Movimento 5 Stelle.

 “Avevamo presentato due emendamenti” spiegano i due consiglieri Amato e Solfato, “rispettivamente al DUP 2018/2020 e al Bilancio di previsione per l'Esercizio 2018/2020, entrambi bocciati, come da prassi. Il primo era finalizzato ad eliminare l’intervento pari a € 120.000 previsto per la “Manutenzione Straordinaria della tribuna dell’Autodromo”, reputando più opportuno che tale somma venisse investita dal Comune negli altri impianti sportivi della città e che fosse, invece, la società Pirelli, alla luce del recente contratto stipulato con l’Ente Autodromo, a provvedervi, nell’ambito degli interventi di riqualificazione concordati per svariati milioni di euro”.

“In linea di principio - precisa Cinzia Amato - non siamo contrari alla convivenza tra Autodromo e Riserva, purchè le attività motoristiche siano adeguatamente rapportate alle esigenze ambientali della Riserva, ma reputiamo grave il fatto che non si possano conoscere i termini di questa trattativa, sia per la mancanza di trasparenza dell’azione politica dell’Amministrazione, dato che l’Ente Autodromo è una partecipata del Comune di Enna, che nei confronti di quella parte di cittadinanza che, come noi, si preoccupa anche della sorte della Riserva Naturale Speciale di Pergusa e vorrebbe sapere quali saranno le azioni previste in tal senso, tenuto conto che negli anni passati si sono persi diversi finanziamenti. Non penso che le rassicurazioni dell’assessore competente possano risultare sufficienti per superare questa nostra obiezione”.

Il “teatrino” della mozione sul Teatro Garibaldi

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

di Cinzia Amato e Davide Solfato 

La discussione della mozione sul Teatro Garibaldi al Consiglio comunale di venerdì 8 giugno, si è trasformata nell’ennesimo “teatrino” tra il Sindaco e quel che rimane del Partito Democratico ennese, a seguito della richiesta del direttore artistico Mario Incudine di rinviare il Consiglio per permettergli di essere presente. 

Si è ripetuto il solito copione: da un lato la tattica utilizzata dall’Amministrazione Dipietro di indurre a rinviare la trattazione di una mozione “scomoda”, sapendo per esperienza che sull’argomento calerà il sipario. Dall’altro, l’incongruenza dei firmatari della mozione che, dopo aver attaccato l’Amministrazione per il solo fatto di aver proposto un rinvio del punto all’ordine del giorno, decidono inspiegabilmente di ritirarla, stante che l’invito al direttore artistico non costituisce un atto dovuto e che la decisione finale sarebbe dovuta spettare ai firmatari, come dai noi  sottolineato.

Di certo si tratta di un tema scottante che non può passare in sordina, considerate le diverse perplessità che -  a nostro modo di vedere - la questione solleva, a partire dalla proroga dell’incarico al direttore artistico, lo scorso anno, per ulteriori tre anni. 

Accolta richiesta del M5S di istituire un Tavolo Tecnico sulla sicurezza della "Pergusina"

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

 

Accolta richiesta del M5S di Tavolo Tecnico sulla sicurezza della "Pergusina"

I consiglieri comunali del M5S Cinzia Amato e Davide Solfato hanno dato lettura al Consiglio comunale di ieri, 8 giugno, della risposta ricevuta da ANAS SpA, precedentemente diffidata dai portavoce Trentacoste, Solfato e Amato, a mettere in atto, nel più breve tempo possibile, gli interventi programmati per la messa in sicurezza della Pergusina.  

L’Ente interpellato ha declinato ogni responsabilità, sia in merito all’adeguamento delle intersezioni di strade comunali, consortili, provinciali, ecc., confluenti sulla SS 561 - chiaramente a carico dei soggetti interferenti - che in merito al problema dell’eccesso di velocità degli autoveicoli in transito, contrastato attraverso l’utilizzo di una segnaletica verticale, con divieti di sorpasso  e adeguati limiti di velocità. 

Nessun cenno, invece, viene fatto nella nota dell’ANAS riguardo alla realizzazione di rotatorie, che costituirebbero di certo un importante deterrente per gli automobilisti, costringendoli a rallentare la velocità, garantendo, quindi, una maggiore sicurezza stradale. 

“Alla luce della risposta dell’ANAS, appare sempre più necessario e urgente organizzare un Tavolo Tecnico con i soggetti interessati, a partire dal Vice Prefetto di Enna - hanno proposto all’Amministrazione i portavoce del Movimento 5 Stelle - per trovare una soluzione una volta per tutte, sia in ordine alla problematica delle intersezioni che si innestano sulla Pergusina, che a quella dell’eccessiva velocità”. 

A questo ultimo riguardo, i due consiglieri Solfato e Amato hanno ricordato all'Amministrazione l’impegno assunto con la mozione approvata lo scorso 2 maggio per sollecitare l’ANAS, auspicando che venga rispettato quanto prima e provvedendo, quindi, all’acquisto e all’installazione di autovelox. 

La richiesta è stata accolta favorevolmente dal Sindaco Maurizio Dipietro che ha reputato opportuno, a questo punto, delegare tutto ad un apposito Tavolo Tecnico e ha incaricato il Segretario Generale ad avviare tutte le procedure necessarie alla sua convocazione.

 

Capre al pascolo in città per risolvere in tempo il problema del verde pubblico

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

“Stamane, in IV Commissione consiliare l’assessore Contino e l’Ingegnere Capo Russo, avrebbero dovuto riferire in ordine al ritardo che, anche quest’anno, puntualmente, si è riscontrato nella programmazione degli interventi di manutenzione del verde pubblico e di disinfestazione”, afferma Cinzia Amato, “ma, purtroppo nessuno dei due si è presentato”. 

“Non si comprende come mai”, continua la portavoce del M5S, “in questo periodo si parli dell’avvio di tali lavori piuttosto che della loro conclusione, viste le inevitabili conseguenze sulla salute dei cittadini oltre che di salvaguardia del decoro urbano”.

“In IV Commissione avevamo, nei tempi utili, già consegnato agli uffici competenti delle schede tecniche sui nuovi metodi e prodotti di prevenzione e cura del verde pubblico, proprio per scongiurare tali disagi”, chiarisce ancora la Amato. 

 “E’ chiaro che, a distanza di tre anni dall’insediamento di quest’Amministrazione”, prosegue Davide Solfato “si pone sempre lo stesso problema di mancanza di programmazione, che si riscontra in ogni settore, e di ritardo nell’approvazione del Bilancio”. 

“A questo punto”, concludono i consiglieri, “non resta che prendere in considerazione la proposta della Giunta Raggi di far pascolare le capre in città, per estirpare le erbacce, sempre che anche l’invito agli allevatori arrivi in tempo…”

Il ritardo nell'approvazione del Consuntivo paralizza le attività

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

 Il ritardo nell'approvazione del Consuntivo paralizza le attività
 
 “L’ennesimo ritardo nell'approvazione dei documenti contabili e, in particolare, del Rendiconto di gestione, porterà il conseguente ritardo nella realizzazione di molte opere pubbliche programmate per quest’anno”, denunciano i due portavoce in Consiglio comunale del M5S.
 
“Primo esempio fra tutti è il caso dei lavori al campo di calcio dell’impianto sportivo di Pergusa", spiega Cinzia Amato, “i cui fondi sono stati incamerati dal Comune già lo scorso febbraio, ma che a causa dell’incompletezza della documentazione, delle difficoltà in cui versa l’ufficio Tecnico e oggi, appunto, della mancata approvazione del Rendiconto, non si è ancora proceduto ad indire la gara, creando inevitabili disagi alle associazioni sportive.
Da tempo sollecitiamo l'Amministrazione a portare in aula la documentazione necessaria per l’approvazione del Consuntivo, di cui, ad oggi, non c’è alcuna traccia, e che é stata sollecitata anche dall'Assessorato regionale agli Enti Locali”.
 
“Quest’anno, peraltro”, prosegue Solfato, “non è possibile addurre a giustificazione di questo ritardo il fatto che ci troviamo di fronte a una fase transitoria, come è avvenuto in passato, perché la contabilità é di fatto cambiata e ormai siamo al quarto anno di approvazione di documenti contabili da parte di questa Giunta comunale. Inoltre, con la riforma e, quindi, con la contabilità armonizzata, ci sono state molte innovazioni sostanziali che esigono attento presidio, considerato che l'adozione di schemi di bilancio e di rendiconto hanno carattere autorizzatorio e non più semplicemente conoscitivo”.
 
“Prendiamo atto, a questo punto”, concludono i due consiglieri, “che l’operare di questa Amministrazione, con i continui ritardi nella programmazione e approvazione dei documenti fondamentali, paralizza l’attività degli uffici comunali già sofferenti, con l’inevitabile ripercussione sulla realizzazione delle attività utili e necessarie per la cittadinanza”.

"Amore, idee e futuro", a Enna ultima tappa del tour di Giancarlo Cancelleri

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

"Amore, idee e futuro": arriva a Enna il tour di Giancarlo Cancelleri

Si chiude ad Enna, al “64 Rooms”, mercoledì 28 febbraio alle 20:00, il tour “Amore idee e futuro” che il deputato regionale Giancarlo Cancelleri ha organizzato per promuovere, in tutta la Sicilia, il programma di governo del M5S per la qualità della vita dei siciliani, in vista delle elezioni politiche del 4 marzo."Amore, idee e futuro": arriva a Enna il tour di Giancarlo Cancelleri

“Non si tratterà del solito comizio”, spiega il vice presidente dell’Ars, “parlerò poco di politica, anzi, a dire il vero parlerò di quello di cui la politica dovrebbe essere intrisa, di amore, di idee e di futuro, affinché possa occuparsi di quello che rende la vita veramente degna di essere vissuta”."Amore, idee e futuro": arriva a Enna il tour di Giancarlo Cancelleri Assieme a Giancarlo Cancelleri ci saranno i candidati ennesi per le elezioni del 4 Marzo: Andrea Giarrizzo (candidato alla camera dei Deputati) e Fabrizio Trentacoste (candidato al Senato della Repubblica) e tanti altri ospiti.

Un momento di confronto e di dibattito, dedicato a tutti coloro che ogni giorno si impegnano, in diversi modi e settori, per il futuro del nostro Paese, per rendere migliore la nostra società e aumentare la qualità della vita dei cittadini.

Al via la campagna elettorale del M5S

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Al via la campagna elettorale del M5S

La campagna del Movimento 5 Stelle è iniziata con una serie di incontri per presentare i candidati e il programma di governo alla cittadinanza. Dopo le tappe siciliane di sabato 2 e domenica 3 febbraio del Tour “Rally per l’Italia” con Luigi Di Maio, lunedì 5 febbraio il Meetup di Enna ha organizzato una cena di autofinanziamento – “Il portavoce che ti serve” – a sostegno della lista del Movimento. 

Al via la campagna elettorale del M5S

 

Il M5S, infatti, non si finanzia attraverso i rimborsi elettorali ma con queste piccole azioni in mezzo alla gente, per far conoscere il programma di governo per l’Italia e le persone che rappresenteranno il territorio all’interno delle istituzioni. La serata è così stata un’utile occasione per conoscere meglio Pietro Lorefice e Fabrizio Trentacoste, entrambi candidati al Senato nella lista del M5S, rispettivamente al collegio uninominale di Gela e al collegio plurinominale Sicilia 1. Hanno, inoltre, partecipato Elena Pagana e Nuccio Di Paola, deputati del M5S all’ARS, Antonio Bevilacqua, sindaco di Pietraperzia ed erano presenti i consiglieri comunali penta stellati di Enna, Pietraperzia e Barrafranca. 

Venerdì 9 febbraio, alle ore 20:00, sarà inaugurata la sede del Comitato elettorale del Movimento 5 Stelle, in Via Pergusa 5 e si terrà anche un incontro con le associazioni di categoria.

Altri meeting e dibattiti saranno organizzati per le prossime settimane. 

 

I candidati ennesi del M5S

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Nazionale

Siamo veramente orgogliosi che il nostro Fabrizio Trentacoste sia tra i candidati al Senato della Repubblica nel collegio Plurinominale Sicilia 1, che comprende le province di Palermo, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta e l'area dei Nebrodi Occidentali.

La sua conoscenza del nostro territorio e della Sicilia in generale e delle sue problematiche è indiscussa, come la sua abnegazione e la partecipazione attiva e non potremmo sperare in un rappresentante migliore, in Senato, del nostro dimenticato territorio.

Ma la nostra provincia è presente anche nel collegio uninominale di Enna (che comprende anche i Nebrodi Occidentali) per la Camera dei Deputati con Andrea Giarrizzo, giovanissimo imprenditore di Valguarnera Caropepe. Andrea ha collaborato con l'ONU, con la Commissione Europea, con Google, Samsung ed è stato da poco premiato dall'AGI (Agenzia Giornalistica Italiana) come "Uomo dell'anno", che con la sua candidatura vuole puntare sui giovani e sul loro futuro.

Alle prossime elezioni politiche del 4 marzo abbiamo la possibilità di ridare un futuro all’Italia, grazie a tutti coloro che coraggiosamente hanno deciso di mettersi in gioco con il Movimento 5 Stelle!

M5S Enna chiede interventi per la sicurezza dello svincolo autostradale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

 

Una segnalazione sulla carenza di sicurezza presso lo svincolo autostradale di Enna è stata presentata oggi all’Anas e all'Assessorato regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, dai consiglieri del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato.

 

“Lamentiamo, in particolare - spiegano i due portavoce - la mancanza di barriere adeguate lungo i viadotti di collegamento con l’asse autostradale e della frequente carenza d’illuminazione, che costituiscono un potenziale pericolo per gli automobilisti, aggravato ancor di più, nei mesi invernali, dalla presenza di ghiaccio e nebbia. 

 

Abbiamo, pertanto, richiesto di disporre i necessari interventi di messa in sicurezza e di verifica delle condizioni dei summenzionati viadotti, con l’auspicio che si dia maggiore attenzione a questo territorio e ai suoi abitanti".

 

Discussa in Consiglio la Mozione "vuoto a rendere" del M5S

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

cinzia amato

Ieri in Consiglio comunale abbiamo discusso la nostra mozione sul “vuoto a rendere”, un’iniziativa portata avanti dal Movimento 5 Stelle che, dopo lunghe battaglie, è finalmente entrata in vigore anche se in fase sperimentale, per la durata di un anno. 

In pratica, gli esercenti (bar, ristoranti e alberghi) che aderiranno all’iniziativa saranno tenuti a versare una cauzione al momento dell’acquisto dell’imballaggio pieno (che per il momento riguarda solo le bottiglie di birra e acqua minerale) che gli verrà restituita dal produttore al momento del ritiro dell’imballaggio vuoto. 

Si tratta di un’ottima pratica, atteso che comporta una riduzione della produzione di rifiuti con conseguenziale riduzione del conferimento in discarica,  poiché tali prodotti verranno riutilizzati fino a 10 volte prima di diventare scarto, una riduzione dell’inquinamento ambientale e l’abbattimento dei costi sostenuti dal Comune per lo smaltimento dei rifiuti. 

L’unica pecca di questo provvedimento legislativo è che il Governo non ha voluto prevedere alcuna forma di incentivo a favore degli esercenti che vorranno aderire a questa filiera virtuosa. 

Mario Giarrusso presenta il libro "Il voto di scambio politico-mafioso"

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

Mario Giarrusso presenta il libro "Il voto di scambio politico-mafioso"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Perchè lo Stato non vince la guerra contro la mafia?

Siamo davvero in guerra con la mafia?

Quale è la forza delle mafie?

Queste le domande cui cerca di dare risposta il libro "Il voto di scambio politico-mafioso", scritto da Mario Michele Giarrusso e Andrea Leccese, che sarà presentato martedì 19 dicembre al Caffè letterario “Al Kenisa”. 

Gli autori - componente della Commissione Antimafia l’uno e scrittore da sempre impegnato in questi temi l’altro - attraverso l'excursus della fattispecie del reato del voto di scambio politico-mafioso e la narrazione delle vicende che vi stanno dietro, affrontano un tema che si rileva sempre più attuale, alla luce delle recenti elezioni regionali siciliane, che hanno messo in evidenza l’incapacità dello Stato di porre fine a un fenomeno sempre più diffuso e subìto, ma anche in vista della campagna elettorale per le prossime elezioni politiche. 

Un fenomeno che a volte non è ben conosciuto, altre volte si fa finta che non esista, che non può non trovare le proprie basi nel legame mafia-politica-massoneria e che, in fin dei conti, non consente a un paese degno dell’epiteto “democratico”, di esprimere un voto che possa dirsi davvero libero.

 

Il M5S invita il Sindaco Dipietro a dimettersi

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

  

“Prendiamo atto - dichiarano i portavoce del M5S Amato e Solfato - che questa mattina il dott. Girasole ha dato le dimissioni da Vice Sindaco del Comune di Enna e che le sue dichiarazioni confermano quanto da noi più volte sostenuto e, cioè, che è stato tradito il mandato dei cittadini ennesi i quali, di fatto, ponendo la loro fiducia su una rete civica, avevano bocciato percorsi di partito”.

“Di certo, le dimissioni del dott. Girasole, il cui apporto è stato decisivo per la  vittoria di questa Amministrazione, anche per una sua identità politica ben definita, non possono passare inosservate. Noi siamo abituati a prendere sul serio le parole ma, soprattutto, la volontà popolare che va rispettata dai suoi rappresentanti istituzionali”, continuano i due consiglieri che concludono: “Alla luce di tutto questo e dell’ennesima crisi di governo, invitiamo il Sindaco Dipietro a dimettersi”.

Iter delle variazioni di bilancio eticamente insostenibile

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Le variazioni al bilancio di previsione approvate ieri in Consiglio comunale, hanno avuto un iter a dir poco anomalo, che avevamo già denunciato in II Commissione - spiega il portavoce del Movimento 5 Stelle Davide Solfato.

Da un punto di vista formale, la prima proposta approdata in Commissione (peraltro sempre a ridosso della scadenza dei termini utili), pur presentandosi come manovra politica, era intestata al dirigente dell’Ufficio Ragioneria anziché alla Giunta, anticipando che in Consiglio sarebbe arrivata, sotto forma di emendamento, la vera e propria manovra finanziaria dell’Amministrazione.

Solo a seguito delle mie osservazioni, l’Amministratore è stata costretta a riconoscere l’errore e ad adottare una delibera di Giunta che ha sottoposto all’esame della Commissione, com’era giusto che fosse, dato che la proposta presentata inizialmente era tutta politica e non tecnica, per stessa ammissione del Sindaco.

PRG. Intervento in Consiglio comunale della portavoce Cinzia Amato

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Come componente de IV Commissione, ho partecipato ai lavori della stessa relativi allo studio del nuovo Piano Regolatore del Comune di Enna, iniziati a febbraio e conclusisi il 28 giugno 2017, cercando di dare il mio modesto contributo con delle note che in pari data ho depositato.

A seguito del Commissariamento, incomprensibilmente l’Amministrazione ha parlato di irresponsabilità dei consiglieri. 

E’ palese che sul PRG c’è della irresponsabilità ma di certo non da parte dei consiglieri del M5S. Riteniamo, semmai, che essa sia da attribuire solo ed esclusivamente a questa Amministrazione che, dopo 30 anni di assenza di un Piano idoneo ad evitare la scellerata edificazione selvaggia e che ha completamente deturpato e danneggiato l’intero territorio di Enna Bassa,  ha avuto l’ardire di proporre l’adozione di un PRG, che rappresenta un mero esercizio accademico, ormai peraltro datato e anacronistico, che non tiene conto delle reali necessità della città di Enna e del suo territorio, delle sue peculiarità urbanistiche, architettoniche, geomorfologiche, ambientali e sociali, e dal quale non risulta un’idea chiara e delineata della città e del suo sviluppo futuro.

E quando noi, in commissione, abbiamo sollevato tutte queste lacune, siamo stati accusati di volerne rallentare l’iter.

La nostra attenzione si è focalizzata principalmente su ciò che appare estremamente difficile da realizzare, come: 

  • il Sistema Integrato di Trasporto Metropolitano (SITraM), inconcepibilmente previsto come unico sistema di trasporto pubblico alternativo alla gomma e che prevede un tunnel sotterraneo lungo 700 metri da realizzare su un'area complessa e delicata di notevole valore ambientale, caratterizzata da una forte pendenza e con un elevato livello di rischio; 
  • oppure la previsione di variante "percorso meccanizzato", che si chiede di eliminare dalla proposta di delibera poiché la sua realizzazione appare di estrema difficoltà, l'impatto ambientale elevato e la pericolosità notevole; 
  • e, ancora, l'eliminazione della strada di progetto che dividerebbe in due l’area destinata alla realizzazione del Parco Urbano di Enna Bassa. 

In più, una serie di osservazioni volte ad adeguare il Piano alle esigenze della città, tra cui:

M5S Enna sulla questione TARI

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S Enna sulla questione TARI

“A seguito del problema dell’errato calcolo della “quota variabile” della Tari da parte di alcuni Comuni, sollevato dal portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera Giuseppe L’Abbate, abbiamo cercato di capire se tra questi potesse rientrare anche il Comune di Enna, dichiarano i portavoce in Consiglio comunale Solfato e Amato. 

“Dopo un attenta verifica e a seguito dei chiarimenti chiesti in Commissione al dirigente dell’ufficio Ragioneria, dott. Lipari, sembrerebbe che nel nostro Comune sia stata interpretata in maniera corretta l’applicazione della parte variabile della Tari che, quindi, non viene applicata sulle pertinenze abitative, evitando la duplicazione del calcolo. Tuttavia, dal nostro esame, sono emerse anomalie di altro genere nelle bollette inviate ai cittadini ennesi. 

Anzitutto, sarebbe opportuno che le stesse contengano delle informazioni più dettagliate ai fini della trasparenza nei confronti dei cittadini, poiché quando si chiede la riscossione di un tributo, per legge, deve essere data una comunicazione chiara ai contribuenti, che devono essere consapevoli di ciò che stanno pagando, con indicazioni di calcolo previste dal Dpr 138/1998.

Inoltre, abbiamo riscontrato casistiche sulle agevolazioni per le zone non coperte dal servizio, applicate solo sulla parte fissa e non anche su quella variabile e la stessa cosa vale per altre tipologie di riduzioni. 

Infine, ci è sorto il dubbio relativamente alla legittimità della futura bollettazione della Tari per l’anno in corso 2017, per quel che riguarda il costo sulla raccolta differenziata, che è stata programmata e conteggiata, anche se solo per un periodo, ma che in realtà, come sappiamo, ad oggi non è partita così come previsto dal Piano d'intervento della nuova società approvato in consiglio. Ci sarebbe, infatti, una discordanza tra quello che è stato approvato e il servizio realmente realizzato, a meno che non ci vengano forniti dei dati ufficiali per poter accertare quanto previsto nella fase di avvio del piano d’intervento approvato”. 

“Al riguardo, rimane forte la nostra critica all’inserimento di quote inesigibili anche per gli anni 2018 e 2019, cosa  che, come più volte segnalato, rimane grave”, ribadisce Solfato che conclude: “Sperando che il servizio della nuova società possa espletarsi il prima possibile e che la bollettazione sia più chiara, puntuale e corretta, considerando gli errori che stiamo riscontrando, il Movimento 5 stelle di Enna si mette a disposizione di tutti quei cittadini che vorranno verificare se hanno pagato, stanno pagando o pagheranno più del dovuto”.

Una piacevole invasione: quello che accade nel Movimento

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Di Davide Solfato, portavoce al Consiglio comunale di Enna

Un semplice venerdì sera, se non fosse che tra una settimana il sogno di una Sicilia a 5 Stelle potrebbe diventare realtà, ed è così che ricevi una chiamata da un numero che non conosci: 

“Ciao, sono Maria Edera Spadoni, portavoce alla Camera dei Deputati, Commissione Affari Esteri... Sono scesa in Sicilia a dare una mano per le elezioni regionali insieme agli altri deputati, ma io preferirei non andare nelle grandi città o nelle zone più conosciute, vorrei piuttosto dare una mano nelle vostre zone e infatti sono a già a Enna!”.  

Chi ci conosce almeno un po’ sa che non arriverà alcuna auto blu con sirene spiegate né alcun  blocco del centro storico. Abbiamo, infatti, appuntamento alla fermata del bus, dove la vedi scendere da un autobus di linea, con uno zainetto in spalla ed un enorme sorriso. 

Inizia, invece, una due giorni intensa di visite ad ogni angolo del territorio, a incontrare le persone, parlare con commercianti e imprenditori,  a osservare le bellezze delle nostre zone. Alla fine, grazie alle informazioni e ai dati raccolti su tutti i disastri osservati, è andata via con vero e proprio dossier sul nostro territorio. 

Ancora una volta, come avevo già avuto modo di constatare con altri portavoce al Parlamento nazionale e a quello Europeo, i due giorni passati con la deputata Spadoni sono stati di un umiltà e una semplicità disarmante. 

Inizialmente mi sono chiesto: che cosa può importare a una persona di Reggio Emilia dei problemi che ci sono nell’ennese? 

Ma subito dopo ho capito che per un attimo mi ero dimenticato cosa significhi far parte del Movimento 5 Stelle. 

Far parte del Movimento significa conservare la stessa spontaneità e semplicità che si aveva all’inizio di questa avventura, ai tempi del V-day, rispetto a cui non è cambiato niente. Al contrario, questi cinque anni sono stati spesi da questi ragazzi, non a pensare ai privilegi di cui avrebbero potuto godere e di cui si sono invece privati, ma a persistere nella consapevolezza che un altro modello di Sviluppo e di Politica esiste, bisogna solo crederci e impegnarsi giorno dopo giorno.

Con Maria Edera ci siamo salutati dicendoci. “In futuro, tutto ciò che stiamo facendo sarà riconosciuto come una vera e propria rivoluzione!”  

Io ci credo davvero e posso solo ringraziare il Movimento 5 Stelle per le emozioni che mi sta regalando grazie a questa esperienza, anche attraverso la semplice conoscenza di una nuova portavoce o per la gioia che si prova ad impegnarsi ogni giorno per quello che sai essere il giusto per il nostro futuro!

Il 5 Novembre #SceglieteIlFuturo

Il bilancio consuntivo mette in luce un’incapacità di gestione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

L’esame del Rendiconto Economico del 2016 non ha trovato la nostra approvazione e per tale motivo ci siamo astenuti nella votazione”, dichiarano i portavoce del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato. 

“Nel merito della nostra analisi”, precisano, “non è l’avanzo di bilancio a preoccuparci poiché reputiamo sia in parte dipeso dalle nuove regole contabili che inducono a produrre avanzi, quanto la mala gestione, più volte da noi lamentata, dei fondi messi a disposizione dell’Amministrazione, che non sono certo stati impiegati per aumentare gli investimenti o migliorare la città”. 

“Nonostante il sindaco abbia riconosciuto la responsabilità politica di tale incapacità che, a sua volta, viene come al solito scaricata al (mal)funzionamento degli uffici, è comunque evidente come non sia riuscito a risolvere questo problema che si ripercuote nella mancata assicurazione ai cittadini di servizi minimi di quotidiana amministrazione”. 

“Inoltre, riteniamo - prosegue il capogruppo Solfato - che sia stata sicuramente una fortuna per l’Amministrazione Dipietro poter disporre di maggiore flessibilità e accantonare maggiori somme, altrimenti l'avanzo sarebbe stato più alto e, questo sì, sarebbe stato un dramma perché significava un mancato utilizzo di somme veramente consistenti a fronte della mancanza di interventi. Sia chiaro, sono delle economie che sicuramente serviranno in futuro ma avremmo preferito una maggiore attenzione a tutto ciò di cui la nostra città ha bisogno mentre ancora, a metà sindacatura, abbiamo visto ben poco. 

A queste considerazioni va poi aggiunta quella relativa al ritardo con cui quest’atto è arrivato in Consiglio comunale, anch’esso da noi più volte sottolineato, ritardo che,  peraltro, ha comportato il commissariamento del Comune”.

Sfiducia: il sindaco si è avvalso della facoltà di non rispondere

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Siamo stati tentati di non partecipare a questo Consiglio comunale, che al pari di quello sul dibattito politico dello scorso marzo in cui si chiedevano le dimissioni del Sindaco, portava in scena la lotta - ora tutta interna - tra quest'ultimo e il PD.

La coerenza politica (questa grande sconosciuta!), tuttavia, imponeva di votare una mozione di sfiducia che, pur non condivendo in toto nei contenuti, avevamo depositato noi stessi per primi, per la raccolta delle firme necessarie a portarla in Aula.

E, difatti, se la mozione del PD era di natura prettamente politica, la nostra contestava l'operato amministrativo del Sindaco Maurizio Dipietro e della sua Giunta, rivelatisi in questi due anni del tutto inadeguati nel gestire la città per inadempienza nella buona gestione politico amministrativa, oltre che per gravi inadempienze programmatiche che hanno comportato un peggioramento dello stato di degrado della città, che è un dato incontrovertibile. 

Contestiamo, in particolare, l'inadempimento dei punti salienti del programma elettorale del Sindaco - acqua pubblica e rifiuti - che ad oggi non hanno trovato riscontro;

la fallimentare revisione dell’organizzazione degli uffici e del personale, con la conseguente paralisi delle attività comunali, lasciando intatta una struttura organizzativa farraginosa ed incontrollabile;

una delibera che aumenta la Tari di un milione di euro, giustificata da crediti inesigibili che però sono proiettati per lo stesso importo in tutti i documenti programmatori per i prossimi 3 anni, tanto da far quasi pensare che si voglia già provare a dotare la nuova società di maggiori entrare per fare bella figura con le tasche dei cittadini senza dirglielo realmente.

Gli contestiamo, ancora, tutti i grandi successi rivendicati, primo fra tutti la costituzione della società di gestione dei rifiuti, naturale conclusione di un percorso delineato dal fallimento delle Ato e che, infatti, è stato seguito in tanti altri comuni, ma, non meno importante, il recupero dei fondi per il finanziamento del Viale Caterina Savoca che arriva dalla dichiarazione di uno stato di calamità che, in ambito nazionale, è stato sollecitato al Ministero da tutte le forze politiche presenti ad Enna;

gli contestiamo la grande assenza in tutte quelle questioni che, pur non essendo di competenza comunale, riguardano il territorio ennese e la sua tutela e salvaguardia come la sicurezza stradale e la discarica a cui, da primo cittadino, non si è mai opposto.

Infine, la contestazione politica e cioè la frammentazione del quadro politico con la conclusione dell’esperienza civica, di cui il sindaco era espressione, testimoniando la dissoluzione del vincolo fiduciario che lo legava ai cittadini, dal momento che questi ultimi, votandolo, avevano premiato l'esperienza civica e non il grande partito, determinando negli stessi una sempre maggiore disaffezione e l'allontanamento alla  vita pubblica. Per arrivare ad oggi dove, risolta la crisi di Giunta, siedono quegli scranni le stesse persone che poco tempo prima avevano dichiarato il suo fallimento chiedendone le dimissioni, utilizzando il patetico alibi del "bene della città".

Il lettore attento capisce chiaramente che le motivazioni che stanno alla base del nostro voto favorevole alla sfiducia non hanno niente a che fare con quelle del PD, con cui si condivide esclusivamente il risultato finale e cioè che questa triste agonia della città possa avere fine il prima possibile e, per quanto ci riguarda, un nuovo inizio con persone realmente libere da ogni vincolo o schema della vecchia politica. 

Mentre anche il lettore meno attento alle vicissitudini politiche cittadine capisce bene che a tutte queste contestazioni, il Sindaco Dipietro non aveva alcuna convenienza a rispondere, come dimostra il fatto che ha saputo replicare solo con delle battute degne dello stesso comico che tanto aspramente criticava. 

 

I 5 stelle annunciano querela ad Alloro

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Enna, Cinzia Amato e Davide Solfato, annunciano querela nei confronti del sig. Francesco Alloro per le dichiarazioni diffamatorie rilasciate a mezzo stampa in ordine all'interrogazione a risposta scritta sull’utilizzo da parte dei migranti delle strutture scolastiche.

“Consiglio vivamente al giovane Alloro di ritornare sui banchi di scuola perchè appare verosimilmente che lo stesso abbia difficoltà alla comprensione del testo”, è la risposta di Cinzia Amato che precisa:  “L'interrogazione - ammesso che qualcuno l'abbia letta prima di giudicarla - riguarda solo ed esclusivamente i migranti stranieri presenti nei centri di accoglienza la cui difficile certificazione anagrafica rende ancora più difficile la loro certificazione sanitaria, i quali frequentano le aule scolastiche in orari pomeridiani quando le aule sono completamente vuote secondo dei progetti di formazione che prevedono che gli stessi si rechino accompagnati dagli operatori dei centri di accoglienza, in strutture adibite con aule scolastiche per ricevere una formazione; come può esserci quindi discriminazione nello individuare altri locali se quelli che utilizzano di pomeriggio già vengono riservati solo a loro? Nulla a che fare con i bimbi stranieri che quotidianamente e regolarmente frequentano durante gli orari scolastici le aule.

Il Commissariameto del PRG è l'inevitavile conclusione di un iter vergognoso

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il Commissariameto del PRG è l'inevitavile conclusione di un iter vergognoso
Il Commissariamento di un Comune è senza alcun dubbio un fallimento per il Consiglio Comunale e per l'Amministrazione vigenti, ma imputare la mancata adozione di un PRG datato "1993" ai consiglieri del M5S, presenti in Consiglio da soli due anni, è certamente un goffo tentativo di strumentalizzare i fatti cadendo nel patetico. 
 
Con tutta la nostra inesperienza, abbiamo cercato di eliminare alcune aberranti previsioni contenute nel Piano e di migliorarlo nei limiti del possibile, dato che il nuovo PRG appare come un mero esercizio accademico, datato e anacronistico, che non tiene conto delle reali necessità della città di Enna e del suo territorio, delle sue peculiarità urbanistiche, architettoniche, geomorfologiche, ambientali e sociali.

L'obbligo delle vaccinazioni riguarda anche gli stranieri

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

L'obbligo delle vaccinazioni riguarda anche gli stranieri

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un'interrogazione a risposta scritta al Sindaco di Enna al fine di conoscere quanti sono attualmente i minori stranieri che frequentano le aule scolastiche e soprattutto se gli stessi sono stati sottoposti alla profilassi di vaccinazione prevista dal Ministero della Salute. In caso contrario, per i portavoce ennesi, occorrerebbe valutare l’opportunità di individuare dei locali da destinare esclusivamente alla formazione scolastica degli stranieri.

Con l’inizio del nuovo anno scolastico”, spiega Cinzia Amato, “diversi genitori hanno lamentato forte preoccupazione per l’utilizzo di alcune aule scolastiche da parte dei migranti attualmente presenti sul territorio di Enna.

La preoccupazione nasce dal fatto che le recenti norme in materia sanitaria impongono l’obbligo di vaccinazione per gli studenti che frequentano la scuola dell’obbligo “Al fine di assicurare la tutela della salute pubblica e il mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale, tale obbligo è esteso anche ai minori stranieri non accompagnati”.

 

Inoltre”, precisa Davide Solfato, “il Ministero della Salute, recentemente, ha emanato la circolare con le prime indicazioni operative alle Regioni che dovranno applicare concretamente il decreto che impone le vaccinazioni per accedere alla frequenza scolastica, precisando che la profilassi 'riguarda altresì minori stranieri non accompagnati che si trovano per qualsiasi causa nel territorio dello Stato'. Chiediamo, quindi, che l’Amministrazione comunale supervisioni tale situazione verificando se gli obblighi vaccinali vengano rispettati da tutti, italiani e stranieri”.

Mozione di sfiducia al Sindaco da parte del M5S

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

I Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato, hanno depositato oggi, martedì 1 agosto, presso gli uffici dei Gruppi consiliari, la mozione di sfiducia al Sindaco Maurizio Dipietro, per consentire la raccolta delle firme necessarie alla presentazione della stessa e per la convocazione del Consiglio comunale in cui potrà essere discussa e votata. 

"Le nostre motivazioni sono tanto di natura tecnica quanto politica", dichiara Cinzia Amato, "Le prime, in particolare, non rappresentano di certo una novità in questa consiliatura e coerentemente con quanto affermavamo alla fine del 2016 in Consiglio, informando l'Amministrazione della necessità di un cambio di rotta, reputiamo scaduto il tempo di tolleranza utile per vedere i primi risultati concreti di quel cambiamento tanto sbandierato e che, nei mesi successivi, non solo non si è visto, ma ha assunto una piega negativa. Pur consapevoli dell'eredità non di certo positiva e delle difficoltà che oggi s'incontrano nel governare qualsiasi comune, reputiamo che quest'Amministrazione si sia rivelata del tutto inadeguata nel gestire la città e questo è un dato incontrovertibile". 

"Non meno importanti sono le motivazioni politiche che ci hanno spinto a portare avanti quest'azione", aggiunge Davide Solfato, "coerentemente con la filosofia del Movimento che non tollera qualsiasi "cambio di casacca", figuriamoci da parte del primo cittadino! Tale costume, radicato nella vecchia politica, sta portando sempre più alla disaffezione e all'allontanamento dalla vita pubblica dei cittadini, spingendoli, non solo a disinteressarsi della politica, ma, addirittura, a non andare a votare. Dobbiamo chiuderla una volta per tutte con questo modo di fare.

Il Sindaco Dipietro sta dimostrando di portare avanti la logica più triste della vecchia politica, fatta di accordi sotto banco o gestiti dalle segreterie di partito e finalizzati solo a garantirgli la fiducia: altro che percorso civico e meritocratico! La frammentazione del quadro politico rispecchiata dalla  conclusione dell'esperienza civica, di cui il Sindaco era espressione, e il proseguire con un percorso di partito, testimonia la dissoluzione del vincolo fiduciario che lo legava ai cittadini al momento dell’elezione". 

Concludono i due Portavoce, ricordando che la mozione è a disposizione dei Gruppi consiliari, affinchè sia possibile raccogliere le 12 firme necessarie per portarla in Aula: "La nostra speranza è che questa triste agonia della città possa avere fine il prima possibile e che ci sia un nuovo inizio con persone realmente libere da ogni vincolo o schema della vecchia politica".

Interrogazioni per puntare l'attenzione sulla partecipazione ai bandi pubblici

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Interrogazioni per puntare l'attenzione sulla partecipazione ai bandi pubblici
 
 
I portavoce del M5S, Cinzia Amato e Davide Solfato, hanno presentato diverse interrogazioni per puntare l'attenzione sui fondi europei banditi dalla Regione, per il sostegno a investimenti attuabili dai Comuni. 
 
"Si tratta di opportunità di finanziamento veramente importanti, relative ad attività essenziali, che il Comune potrebbe mettere in atto per porre le basi ad uno sviluppo economico, turistico e sociale effettivo", spiega Cinzia Amato, "perchè riguardano la realizzazione e/o ampliamento - potenziamento - adeguamento di Centri Comunali di Raccolta, l’impianto di nuovi boschi e/o il sostegno alla manutenzione, e ancora, la creazione, il miglioramento o l'espansione di ogni tipo di infrastruttura su piccola scala, compresi gli investimenti nelle energie rinnovabili e nel risparmio energetico e, infine, la riqualificazione di edifici confiscati alla mafia".

Anche per l'approvazione del Consuntivo, i soliti continui ritardi

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Anche per l'approvazione del Consuntivo, i soliti continui ritardi

All'ordine del giorno della seduta della II Commissione di oggi, martedì 25 luglio, era previsto anche "l'Aggiornamento dello stato dei lavori del bilancio consuntivo 2016".

"Per ben due volte, abbiamo dovuto convocare in Commissione sia l'Amministrazione che gli uffici competenti per avere notizie sul rendiconto economico patrimoniale 2016", dichiara Davide Solfato. "Siamo, infatti, a ridosso della scadenza per l’approvazione del Bilancio Consuntivo, che era stata prorogata al 31 luglio, ma è triste constatare che ancora oggi non ci è dato sapere nulla circa le condizioni sull’andamento economico patrimoniale del Comune di Enna.

Solo nella giornata odierna, durante i lavori, il Ragioniere Generale dott. Lipari ha informato la Commissione della mancanza di alcuni atti necessari per chiudere lo schema di bilancio e proseguire con l'iter di approvazione, palesando chiaramente la difficoltà di riuscire a farlo in tempi brevi, per via della mole di lavoro che deve seguire anche in altri settori". 

"Ma a parte questo", aggiunge Cinzia Amato, "si ripete ancora una volta l'atteggiamento tipo di questa Amministrazione, fatto di continui ritardi, di poca chiarezza e di mancanza di programmazione, il tutto in contrasto con quella "Rivoluzione" all’interno del Comune, che la stessa aveva tanto proclamato ma che, a quasi metà sindacatura, sembra un vero e proprio miraggio". 

 

 

 

Grande Festa dello sport a Enna, i big del mondo atletico e della musica siciliana e i deputati M5S all'Ars consegnano 60 borse di studio agli atleti disabili

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Grande Festa dello sport a Enna, i big del mondo atletico e della musica siciliana e i deputati M5S all'Ars consegnano 60 borse di studio agli atleti disabili

Presenti stamattina, nelle vesti di testimonial, Lello Analfino, cantante dei Tinturia; Carmelo Messina, vincitore mondiali di calcio a 5 2017 per atleti down; il dg dell’Orlandina Basket Francesco Venza; e ancora Nello Russo, storico presidente della società di pallanuoto femminile Orizzonte Catania; Giovanni Scarantino, campione a tutti i livelli di sollevamento pesi e Eugenio Guglielmino, governatore in Sicilia del Panathlon.

Enna, 1 luglio 2017 – “Oggi è un giorno molto importante, finalmente la politica dimostra di avere attenzione per lo sport”. Così questa mattina i deputati 5Stelle Giancarlo Cancelleri e Giampiero Trizzino hanno dato il via ad una grande festa che ha visto sport e disabilità protagonisti della cerimonia di consegna di 60 borse di studio, istituite dal M5S Sicilia per gli atleti disabili più meritevoli, dal valore complessivo di 30 mila euro. L’iniziativa è stata finanziata grazie alle restituzioni di parte degli stipendi dei deputati 5Stelle all'Ars ed è stata realizzata tramite un accordo sottoscritto il 26 gennaio con il Panathlon Area 9 Sicilia. I beneficiari sono arrivati da tutte le nove le province e afferiscono a numerosi sport, tra questi il tennis tavolo, l’atletica leggera, la scherma e il judo (in allegato i nomi e le discipline dei vincitori).

L’evento di questa mattina, che si è tenuto a Enna bassa, nel campetto di atletica leggera “Pregadio”, ha visto la partecipazione dei parlamentari regionali del Movimento 5 Stelle, dei vertici del Panathlon Sicilia, degli atleti vincitori di borsa e dei testimonial, big della musica e dello sport in Sicilia. Proprio questi ultimi hanno premiato, uno ad uno, i 60 atleti, con entusiasmo e commozione; sono: Lello Analfino, cantante dei Tinturia; Carmelo Messina, vincitore mondiali di calcio a 5 2017 per atleti down; il dg dell’Orlandina Basket Francesco Venza; e ancora Nello Russo, storico presidente della società di pallanuoto femminile Orizzonte Catania; Giovanni Scarantino, campione a tutti i livelli di sollevamento pesi e Eugenio Guglielmino, governatore in Sicilia del Panathlon.

“Quella di oggi – conclude Cancelleri - è stata una stupenda iniziativa che ci permette di conoscere persone fantastiche, grandi sportivi e grandi uomini e donne; ma è anche un grande esempio di come il Movimento 5 Stelle intende valorizzare lo Sport”. Così i deputati Cinquestelle anticipano le azioni che metterebbero in campo se dovessero andare al governo della Regione, e parlano della creazione di un fondo permanente per le borse di studio, per tutti gli atleti; e la creazione di un fondo per la costruzione di impianti sportivi in Sicilia.

Anche il governatore regionale del Panathlon Eugenio Guglielmino, intervenuto in apertura insieme ai deputati 5 Stelle e all’anima del progetto Roberta Cascio, non lascia dubbi, “non era mai successo che qualcuno desse tanta attenzione allo sport, - afferma Guglielmino – la cifra messa a disposizione permetterà agli atleti disabili di soddisfare diverse esigenze, ma soprattutto, una cifra come quella donata dal M5S non si era mai vista nel panorama italiano”.

In conclusione, parla Giampiero Trizzino: “Una sorte di Notte degli Oscar, o meglio ’Giorno degli oscar’, dove i protagonisti non sono soltanto campioni nello sport, ma anche eroi nella vita. Lo sport non va visto soltanto come una pratica sana, ma anche un modo di vivere e di socializzare. E’ compito della politica incentivarlo”.

Consegna borse di studio per atleti disabili

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Consegna borse di studio per atleti disabili

Grazie alle restituzioni di parte degli stipendi dei portavoce del M5S dell'Ars, il M5S-Sicilia ha stanziato 60 borse di studio per un importo complessivo di 30.000 euro, a favore degli atleti disabili siciliani più meritevoli. 

Il progetto è stato realizzato grazie ad un accordo sottoscritto il 26 gennaio 2017 con il Panathlon Area 9 Sicilia, ed ha permesso di offrire un contributo concreto al mondo dello sport paralimpico.

Sabato 1 luglio alle ore 10.30 vi aspettiamo ad Enna, presso il Campo di Atletica Leggera "Tino Pregadio" (Viale delle olimpiadi 6, Enna Bassa), per consegnare le 60 borse di studio ai nostri atleti.
Durante la cerimonia, sarà possibile assistere ad esercitazioni di scherma paralimpica.

Vi aspettiamo!

OPERAZIONE DECORO URBANO

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

OPERAZIONE DECORO URBANO

Domenica 18 giugno, abbiamo effettuato una pulizia da erbacce e immondizia in Via dello Sport, nelle adiacenze del Campo di Atletica leggera, dell'Università e della chiesa di Sant'Anna, lungo una delle strade di collegamento di Enna Bassa, un luogo frequentato ogni giorno da sportivi, studenti universitari e i ragazzi del Grest, una zona centrale dimenticata dall'Amministrazione comunale che non ha ancora provveduto alle pulizie stagionali. 

Senza alcuna pretesa e con molta umiltà, ci siamo rimboccati le maniche e contribuito a ridare decoro alla nostra città.

OPERAZIONE DECORO URBANO

 

Pietra tombale sul Parco Urbano: C.C. boccia emendamento dei 5 Stelle

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 Pietra tombale sul Parco Urbano: C.C. boccia emendamento dei 5 Stelle

Il Consiglio comunale di Enna ieri ha messo una pietra tombale sul Parco urbano” , per Davide Solfato è questa  la conseguenza della bocciatura dell’emendamento presentato dal M5S al Bilancio di previsione, che avrebbe consentito al Comune di recuperare, nell’arco di tre anni, le somme necessarie all’esproprio dei terreni per la realizzazione del Parco Urbano.

Con questa manovra, infatti sarebbe diventata realtà un'opera strategica per lo sviluppo della città e per il miglioramento della qualità di vita dei cittadini ennesi, che le amministrazioni precedenti hanno sempre presentato come slogan ma mai portato avanti. Adesso possiamo dire che anche la Giunta Dipietro non si è distinta in tal senso visto che, pur avendo annunciato più volte l'intento di procedere in questa direzione, incontrando anche i proprietari dei terreni da espropriare per iniziare le trattative, non solo non ha previsto in fase di stesura del bilancio alcuna somma necessaria all’acquisto dei terreni, ma ha anche consentito ai guppi consiliari a suo sostegno di bocciare questo emendamento che avrebbe posto in essere il primo atto per la realizzazione del Parco e di sostenere, di contro, i numerosi e prevedibili emendamenti presentati dal PD.

PD che, a sua volta, ha dimostrato in maniera incontrovertibile di non avere a cuore quest'opera: a parole, infatti, si è sempre professato a favore della realizzazione di un polmone urbano, sia in Aula che in Commissione, nei fatti emerge esattamente l'opposto. Forse perchè il suo vero intento è sfruttare quell'area per la creazione di parcheggi asserviti all'Università?

Presentata interrogazione sulle fiere stagionali di maggio e settembre

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Un'interrogazione sulla sorte delle fiere stagionali di maggio e settembre è stata presentata la settimana scorsa dai portavoce in Consiglio comunale del Movimento 5 Stelle.

“Abbiamo cercato di capire quali siano le intenzioni dell'Amministrazione in ordine a questi eventi che hanno ormai perso il loro valore sociale ed economico, determinando la scomparsa di un tradizionale e piacevole momento di festa per la città", spiega Cinzia Amato. "A nostro modo di vedere, la nostra città ha le potenzialità per rivitalizzare queste fiere cittadine, trasformandole in importanti eventi di conoscenza e promozione delle produzioni locali e del nostro territorio, anche a fini turistici e integrandole con iniziative sociali, promosse da Onlus ed associazioni di volontariato. 

E' vero che rimane il problema delle tariffe troppo esose rispetto ad altre città, per questo motivo avanzeremo al più presto  un'istanza in Consiglio per ottenere una riduzione, consapevoli che solo questo non basta, altrimenti si decida una volta per tutte di annullarle".

"Paradossale la risposta del Sindaco, dichiara Davide Solfato, "secondo cui  'la promozione di iniziative per la comunità locale sotto l'aspetto economico-commerciale, sociale-aggregativo e di promozione del territorio' costituirebbe 'un obiettivo  primario di questa Amministrazione comunale', considerando che in due anni proprio questa Amministrazione comunale non ha messo in campo alcuna iniziativa quantomeno per cercare di recuperare questi importanti e attesi momenti di aggregazione cittadina, come più volte sollecitato in II Commissione".

Il M5S a favore della #mobilitàsostenibile e della #pistaciclabile

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il M5S a favore della #mobilitàsostenibile e della #pistaciclabile

 

 

 

 

 

 

 

 I consiglieri comunali Amato e Solfato hanno partecipato alla manifestazione ‘Bici in Città’, per dimostrare che un percorso ciclabile anche a Enna Alta è possibile. 

Enna, 14 maggio 2017. Il Movimento 5 Stelle di Enna ha partecipato alla manifestazione “Bici in Città”, appuntamento annuale organizzato dalla Uisp di Enna, che vuole sensibilizzare alla mobilità sostenibile.  

“Noi siamo a favore della mobilità sostenibile  e dei benefici che ne derivano, dalla riduzione dell'inquinamento atmosferico, della incidentalità stradale e del traffico, alla incentivazione dello sport e della socialità, dichiara Cinzia Amato, “e in quest’ottica la nostra prima iniziativa è stata quella di presentare in IV Commissione Consiliare un’idea progettuale che prevede la realizzazione di percorsi ciclabili a Enna Alta, Enna Bassa e Pergusa e di collegamento tra queste tre aree cittadine".

Il M5S a favore della #mobilitàsostenibile e della #pistaciclabile

“Abbiamo anche indicato le modalità di reperimento dei fondi per la realizzazione di questi percorsi ciclabili”, ricorda Davide Solfato.  “Infatti, grazie al lavoro dei nostri Portavoce in Parlamento, è stato presentato un emendamento al cosiddetto "Decreto del Fare" del 2013, ed emanato il Decreto ministeriale n. 481 del 29 dicembre 2016, che prevede, tra le opere finanziabili, anche la realizzazione di piste ciclabili e la messa in sicurezza percorsi ciclabili e pedonali, per una somma di 12,34 milioni di euro, da ripartire tra le Regioni.   L'Amministrazione comunale, che avrebbe dovuto attivarsi tempestivamente, poiché il programma di interventi va presentato entro 150 giorni dall’attuazione del Decreto (1° febbraio 2017), tuttavia, non ha ancora partecipato al bando, una risorsa imperdibile non solo per la pista ciclabile - necessaria peraltro per attivare il progetto delle bici elettriche - ma anche per la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali, garantendo una maggiore sicurezza delle nostre strade che, purtroppo, hanno già registrato diversi decessi”.

“Abbiamo, inoltre, richiesto l'inserimento della pista ciclabile nell’adottando PRG, al fine di facilitare sia l'iter d'attuazione del progetto che l'accessibilità ai bandi per il reperimento dei fondi, mentre la realizzazione postuma attraverso le varianti, si prospetta come strada troppo lunga e tortuosa”, precisa Cinzia Amato.

“La manifestazione ‘Bici in Città’ conferma anche quest'anno la passione degli ennesi per questo sport e la possibilità di realizzare un percorso ciclabile”, concludono i due portavoce. 

 

 

 

 

Ampliamento discarica Cozzo Vuturo, il M5S presenta un esposto in Procura: “Sequestrare l’area urgentemente”

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Ampliamento discarica Cozzo Vuturo, il M5S presenta un esposto in Procura: “Sequestrare l’area urgentemente”

La denuncia è firmata dal senatore Giarrusso, dalla deputata all’Ars Foti e dai due consiglieri comunali 5Stelle Amato e Solfato. Ad oggetto la mancata messa in sicurezza della vasca B2, l’imminente pericolo frane, nonché gli studi medici che accertano l’incidenza dei tumori nelle aree vicine alle discariche.

Nel mirino dei 5 Stelle il progetto di ampliamento della discarica di Cozzo Vuturo. Proprio questa mattina è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica, a firma del senatore Mario Giarrusso, della deputata all’Ars Angela Foti e dei consiglieri comunali ennesi Cinzia Amato e Davide Solfato del Movimento 5 Stelle che, prima di depositare la denuncia, hanno incontrato lo stesso procuratore Massimo Palmeri. Oggetto della denuncia, la mancata messa in sicurezza della vasca B2, l’imminente pericolo frane, nonché gli studi medici che accertano l’aumento dei tumori nelle aree vicine alle discariche.

“Sequestrare urgentemente l’area, – è chiara e univoca la richiesta dei portavoce 5Stelle – è inaccettabile, infatti, che i lavori di ampliamento proseguono regolarmente come nulla fosse”. Il Movimento 5 Stelle lotta da anni contro il pericolo di inquinamento ambientale che deriva dal  trabocco di percolati dalle vasche B1 e B2 della discarica, di recente confermato anche dalla Procura di Enna che, lo scorso febbraio, ha concluso le indagini con la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti del direttore tecnico dell’Ato Enna Euno, Salvatore Rindone, del direttore tecnico di Sicilia Ambiente, Roberto Palumbo, e di Luigi Lanza, direttore dei lavori. Nella stessa indagine sono state riscontrare “condotte omissive” relative alla “mancata adozione di misure e di iniziativa volte a evitare l’evento” e che avrebbero pertanto concorso a causare “il ricorrente versamento dalle vasche dell’impianto di percolato contenente sostanze ritenute pericolose” che avrebbero, contaminato “i terreni limitrofi e quelli a valle, nonché le sottostanti falde acquifere”.

Anche ad Enna apre attività grazie al Microcredito 5Stelle

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Una giovane imprenditrice ennese, Elisabetta Valle, per finanziare l’apertura della propria attività ha fatto ricorso al Microcredito 5 Stelle, un prestito destinato ai piccoli imprenditori, realizzato dai tagli degli stipendi dei parlamentari del M5S che confluiscono nel Fondo per il Microcredito. Questa iniziativa ha consentito di finanziare ad oggi più di 4.000 imprese, generando oltre 10.000 posti di lavoro. 

“Sono venuta a conoscenza di questa opportunità tramite Un'Associazione di categoria, cui mi ero rivolta per cercare la forma di finanziamento adatta alle mie esigenze”, racconta Elisabetta.  “La scelta è ricaduta subito sul Microcredito perché non richiede garanzie reali, che è lo scoglio principale che un giovane incontra nell’accesso al credito, mentre io a soli 23 anni sono riuscita ad aprire una parrucchieria con le mie sole forze. Inoltre, ho ricevuto supporto e assistenza per la presentazione della richiesta di microcredito, che viene garantita per tutta la durata del finanziamento”.

“Non possiamo che essere soddisfatti del fatto che anche ad Enna si cominci ad accedere alle risorse del Microcredito, che risulta la forma di finanziamento più accessibile e conveniente per i giovani che vogliono aprire una attività”, dichiara la portavoce in Consiglio comunale del M5S Cinzia Amato.  “Per questo motivo, il M5S di Enna, attraverso uno ‘sportello informativo’ che viene organizzato periodicamente da circa due anni, informa i cittadini sulle possibilità che il Microcredito offre a sostegno di tutti coloro che hanno un'idea imprenditoriale o intendono finanziare la propria attività”.

La nostra assenza al Consiglio non era premeditata

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

La nostra assenza al Consiglio non era premeditata

“Contrariamente a quanto si è potuto pensare sia dentro che fuori il Consiglio comunale di oggi 31 marzo, la nostra assenza non è frutto di una premeditata scelta politica, ma dovuta a cause di forza maggiore che hanno impedito sia a me che alla collega Cinzia Amato di partecipare. A Cinzia, in particolare, auguro di rimettersi al più presto dall’improvviso malore che ha accusato questa mattina”, dichiara il capogruppo del M5S Davide Solfato.

“Tengo a precisare”, prosegue Solfato, “che in realtà avevamo le idee molto chiare sulla posizione da tenere riguardo ai punti all’ordine del giorno dell’odierno Consiglio e, in particolare su quelli relativi all’approvazione del Piano Tecnico Economico sui rifiuti e all’approvazione delle tariffe TARI 2017 che, secondo il nostro punto di vista, presentano due importanti censure sia nel merito che nella forma.

Nel merito, pur riconoscendo che si tratta di un argomento alquanto angusto, a causa delle innumerevoli fonti normative che regolano la materia dei crediti di dubbia esigibilità e dei crediti inesigibili, tanto da dover richiedere continui pareri e chiarimenti alla Corte dei Conti, con il determinarsi di varie e a volte contrapposte interpretazioni, la scelta operata da questa amministrazione non è sicuramente la più condivisibile. Più precisamente il fatto che l'aumento di circa un milione di euro, di cui 814.212,00 formate da quote inesigibili, sia fatto ricadere solo ed esclusivamente sui contribuenti con un aumento proporzionale della tariffa.

Tale scelta è inaccettabile perché colpisce indistintamente tutti i cittadini, senza alcuna distinzione tra coloro che versano regolarmente e gli evasori e ciò costituisce una ingiustizia sociale non tollerabile. In questo particolare momento storico di crisi economica diffusa, aumentare anche se di poco una tariffa è assolutamente improponibile, l’unica conseguenza che ne può derivare è l’aumento dell’evasione sia da parte di coloro che già da prima avevano difficoltà a pagare sia da parte di coloro che invece hanno sempre pagato e si vedono ingiustamente aumentare la tariffa, senza tra l’altro un riscontro in termini di servizio.

Da un punto di vista formale si eccepisce che ancora una volta ci si trova a dovere esprimere valutazioni e scelte importanti con sole 24 di anticipo. La documentazione infatti è giunta in II Commissione solo 2 giorni fa con mille difficoltà e dietro diversi solleciti (eccezione, questa, che riguarda anche gli altri punti all’O.d.G.).

Troppi dubbi su queste somme inesigibili e ancora oggi non si capiscono bene alcune cose. Inoltre, questa Amministrazione ha parlato diverse volte di una fruttuosa lotta all’evasione ma ad oggi in concreto non ne abbiamo visto traccia.

Questa è l’ennesima volta in cui un argomento così importante e con sicure ricadute sulla cittadinanza, viene affrontato dal Consiglio solo qualche giorno prima di prendere la decisione finale.

In conclusione, poiché questa che sembra essere diventata una prassi ormai per noi è diventata insostenibile, ci dispiace non aver potuto esprimere il nostro voto oggi, che sarebbe stato contrario all'aumento della Tari, sia per le scelte politiche dell'Amministrazione che per il ruolo secondario a cui la stessa relega il Consiglio comunale”.

INFO DAY EUROPROGETTAZIONE

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

INFO DAY EUROPROGETTAZIONE

 

Da un'idea del “GDL Fondi Europei” di Catania, in collaborazione con il Meet up di Enna e la Portavoce M5S alla Camera dei deputati Loredana Lupo, siamo lieti di invitarvi al Workshop Europrogettazione Sicilia 2017, venerdì 31 marzo alle ore 15, presso la sede del “Magneti Cowork” in via E. amari N° 148 - Palermo.

L’evento, che rappresenta la terza tappa sull’europrogettazione in Sicilia, ha come obbiettivo l'illustrazione di un corso per la formazione di europrogettisti in tutto il territorio della Regione siciliana per la fruizione dei Fondi Europei 2014-2020, e si rivolge a tutti coloro che vogliano intraprendere un percorso imprenditoriale e progetti per lo sviluppo.

L’ingresso è libero.

PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ

15.00: presentazione e informazione; 
coffee break 
16.00: workshop "la Governance dei fondi Europei in Sicilia"
17.00: focus tematici territoriali
18.00: fine delle attività e saluti.

M5S ENNA presenta "Lavoro 2025: come evolverà il lavoro nel prossimo decennio"

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Nazionale

Come sta cambiando il mondo del lavoro? Ict, robotizzazione, internazionalizzazione: le nuove tecnologie e la delocalizzazione hanno modificato e stanno ancora mutando radicalmente le organizzazioni produttive.

È questo il tema dell'evento pubblico organizzato dal Movimento 5 Stelle di Enna, che si terrà domenica 26 marzo, presso il Caffè letterario Al Kenisa.

“Lavoro 2025” è uno studio scientifico e accademico collettivo promosso dal Movimento 5 Stelle, sviluppato da Claudio Cominardi e Tiziana Ciprini, portavoce del M5S e membri della Commissione Lavoro della Camera, con la preziosa collaborazione del professor Domenico De Masi, sociologo del lavoro. È il primo studio previsionale che, a partire dall’inarrestabile rivoluzione tecnologica in corso, tenta di prevedere e descrivere le caratteristiche del mondo del lavoro nel prossimo decennio, costituendo, dunque, un importante strumento di programmazione per le future politiche del lavoro, ma anche di quelle educative, formative, industriali e di welfare.

Ad esporre gli interessanti risultati e le prospettive scaturite da questo studio, sarà la Portavoce alla Camera Tiziana Ciprini. Saranno presenti, inoltre, la deputata Azzurra Cancelleri, che illustrerà la Legge approvata alla Camera dei Deputati lo scorso gennaio sull’Home Restaurant e la Portavoce in Senato, Nunzia Catalfo, che parlerà dell’importantissimo tema del Reddito di Cittadinanza.

Il M5S propone in Commissione la realizzazione di una pista ciclabile

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il M5S propone in Commissione la realizzazione di una pista ciclabile
 
Il Movimento 5 Stelle ha presentato oggi un'interessante proposta in IV Commissione consiliare, che prevede la realizzazione di percorsi ciclabili a Enna Alta, Enna Bassa e Pergusa e di collegamento tra queste tre aree cittadine.
 
“È una proposta volta a migliorare sensibilmente la mobilità sostenibile, la sicurezza, lo sport, la socialità, quindi, in generale, la qualità della vita dei cittadini ennesi”, dichiara Cinzia Amato, che aggiunge: “Oltre a presentare l'idea progettuale, abbiamo indicato le modalità di reperimento dei fondi per la realizzazione di questi percorsi ciclabili. Grazie al lavoro dei nostri Portavoce in Parlamento, che hanno presentato un emendamento al cosiddetto "Decreto del Fare" del 2013, è stato emanato il Decreto ministeriale n. 481 del 29 dicembre 2016, che prevede, tra le opere finanziabili, anche la realizzazione di piste ciclabili o la messa in sicurezza di quelle già esistenti, per una somma di 12,34 milioni di euro, da ripartire tra le Regioni.

Il M5S non parteciperà al dibattito politico

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il M5S non parteciperà al dibattito politico

Stamani si terrà un Consiglio comunale incentrato sulla crisi politica che sta attraversando l'Amministrazione Dipietro. 

"Il Movimento 5 Stelle non parteciperà a questo dibattito politico - dichiara il capogruppo Davide Solfato - perché rappresenta l'inevitabile scontro di potere tra forze che si coalizzano per vincere le elezioni, tipica della vecchia politica. Coalizioni che non sono in grado di assicurare  stabilità e sviluppo, determinando, al contrario, solo crisi e conseguente paralisi. Questo modo di fare politica non ci ha mai riguardato e continua a non interessarci". 

"Non abbiamo nulla da dire al riguardo rispetto a quanto già dichiarato pubblicamente e chi sta seguendo la nostra esperienza in questa consiliatura lo sa bene" precisa la portavoce Cinzia Amato. Il Sindaco dovrebbe anzitutto riferire ai suoi elettori, ma, senza dimenticare - come sembra aver fatto nel suo comunicato stampa -

#subitoalvoto

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 #subitoalvoto

Non c'erano dubbi che si sarebbe arrivati a questo grande caos nell’Amministrazione Dipietro. Lo sapevamo sin dall'inizio perché per noi questo modo di fare politica è sbagliato: liste e listarelle senza simboli di partito, create giusto qualche mese prima delle elezioni, solo per prendere voti, non possono garantire stabilità e sviluppo reale. Al contrario, ciò è deleterio, a qualsiasi livello di governo.

Solo ora ci si rende conto che bisogna tornare a fare politica, che bisogna ripartire da Palermo, Roma e Bruxelles? Dopo aver preso i voti di chi con il PD o gli altri partiti non voleva avere nulla a che fare? È questo quello che si intende per politica, senza pensare agli elettori?
In quelle sedi noi del Movimento 5 Stelle siamo presenti e stiamo pensando a risolvere i problemi dei cittadini, trovando soluzioni concrete con progetti e percorsi condivisi con i cittadini stessi e che speriamo possano attuarsi anche a Enna. 
È evidente che, dopo quasi due anni dalle ultime elezioni comunali, a Enna non c'è ancora un'idea di città sostenibile, culturale e turistica al passo coi tempi, con servizi che migliorino la qualità della vita dei cittadini. Enna è, invece, peggiorata vistosamente. 

I problemi sono tanti, è vero, ma bisogna trovare le soluzioni e dopo il fallimento di questa Amministrazione, anche dal punto di vista politico, l'unica possibile è quella di tornare alle urne. #subitoalvoto

Interrogazione manutenzione stradale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Strade disastrose per ammissione dello stesso assessore Palermo che però trova consolazione nel fatto che nella stessa situazione si trovano pure le strade di Roma.

E' questa la magra consolazione dell'assessore ai lavori pubblici in risposta all'interrogazione sulla manutenzione stradale presentata da Davide Solfato e per il quale solo attraverso un manutenzione ordinaria ed attenta si potrà evitare lo stato di degrado in cui versa attualmente la rete viaria, aggravato dalle condizioni climatiche e dai recenti lavori per il passaggio interrato della fibra ottica, evitando allo stesso tempo ai cittadini situazioni di pericolo aggravate dalla scarsa illuminazione e conseguenti spese per il Comune per il risarcimento dei danni da sinistri causati dal precario stato delle strade.

L'assesore ritiene che le cause dello stato di degrado in cui versano le nostre strade sono determinate dall'eredità delle passate amministrazioni, dalle condizioni climatiche ed in particolare dalla mancanza di risorse. E riscontra, inoltre, una incoerenza tra l'interrogazione e la precedente scelta dei 5 stelle di emendare il bilancio, sottraendo delle somme proprio al capitolo comprendente la manutenzione stradale.

Approvate mozioni su installazione DAE e dichiarazione di volontà per donazione organi

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvate mozioni su installazione DAE e dichiarazione di volontà per donazione organi

Emendata ed approvata la mozione sull'installazione di defribillatori presentata dal consigliere del M5S Cinzia Amato, la quale mozione, anche alla luce degli obblighi previsti dal decreto Balduzzi negli impianti sportivi per le associazioni professionistiche e quelle dilettantistiche, chiede di monitorare la situazione attuale nel nostro territorio. Si chiedeva inoltre di estendere l'utilizzo di questi dispositivi anche nelle scuole, verificandone la fattibilità, ed in punti di particolare affluenza di persone, provvedendo al contempo alla formazione di personale non sanitario nelle attività di rianimazione cardiopolmonare, affinché sia possibile, in caso di necessità, intervenire tempestivamente, condizione indispensabile perchè tali dispositivi salvavita possano svolgere la loro funzione.

La mozione è stata emendata dal gruppo consiliare del PD nella parte finale, ossia nell’impegno richiesto all'Amministrazione, più nella forma che nella sostanza, tranne che per la parte relativa all’installazione di defibrillatori anche in tutte le scuole comunali. Anche questa previsione aveva in realtà trovato il consenso dell'assessore Di Venti ma non è stata ritenuta fattibile

Presentato esposto su presunte irregolarità relative all'utilizzo del deposito cauzionale versato all'Asen

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Presentato esposto su presunte irregolarità relative all'utilizzo del deposito cauzionale versato all'Asen

"Abbiamo presentato un esposto alla Corte dei Conti", dichiara Davide Solfato, portavoce al Consiglio comunale del M5S, "perchè un Ordine del Giorno presentato in Consiglio Comunale lo scorso 31 marzo e ben tre sedute in II Commissione, tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio, non sono state sufficienti a chiarire che fine abbiano fatto le somme versate dagli utenti a titolo di deposito cauzionale al vecchio gestore del Servizio Idrico Integrato - A.S.EN, al momento della stipula del contratto iniziale, e non trasferite al nuovo gestore - Acquaenna s.c.p.a., subentrata all'A.S.EN nel 2004". 

"E palese", prosegue Cinzia Amato, "che nella gestione di tali somme vi siano state delle irregolarità tali da poter configurare, qualora tali fatti venissero accertati, anche un danno nei confronti del Comune di Enna. Per tale motivo reputiamo necessario l'intervento della Procura al fine di accertare l'eventuale danno e le responsabilità di coloro che lo hanno cagionato o hanno concorso a cagionarlo".

Approvata mozione riqualificazione urbana tramite street art

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Street art

La mozione vuole conseguire un duplice risultato: quello di riqualificare alcune aree urbane sul modello già adottato con successo da altre città e quello di riconoscere il valore artistico, sociale, aggregativo dell’arte urbana inibendo, al contempo, l’abusivismo che può essere dannoso per la città.

Tale mozione vuole servire da input, affinche l’Amministrazione inizi ad avvalersi di questo strumento, non eccessivamente dispendioso, per riqualificare ad esempio le cosiddette "Stelle" a Enna Bassa o il "fungo dell'acqua" che si trova in Piazza S. Sofia. 

L’Amministrazione ha accolto positivamente tale iniziativa che, come precisato dal Sindaco, “si intende perseguire nei tempi più brevi”, mentre il PD e i consiglieri Cuci e Fiammetta hanno reputato non trattarsi di un atto di indirizzo importante perché c’è già un regolamento a questo riguardo e la città viene riqualificata con lo street art da diverso tempo. Noi, però, non ce ne siamo accorti. 

 

Duro attacco del M5S all’Amministrazione Dipietro su PAES

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Le critiche mosse dal M5S alla stesura del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile - PAES, erano state già sollevate in IV Commissione il 12 gennaio scorso, data in cui venivano depositate dalla portavoce in Consiglio comunale Cinzia Amato delle note a verbale, cristallizzando le lacune riscontrate. 

Tra queste, la scelta di affidare alla stessa Esco (Società di servizi energetici) che ha redatto il piano, il monitoraggio dello stesso, quando, invece, sarebbe stato più opportuno affidare questo importantissimo compito di verifica, controllo e gestione, al neo costituendo Ufficio Energia. 

Approvati gli emendamenti del M5S in Consiglio comunale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvati gli emendamenti del M5S in Consiglio comunale

Approvati gli emendamenti che abbiamo proposto alla mozione del Gruppo consiliare PD, presentata ieri, 6 febbraio, in Consiglio comunale dal consigliere Marta Potenza, in ordine al ripristino del servizio ritiro raccolta dei farmaci scaduti. 

Un servizio molto importante che consente ai cittadini di liberarsi di prodotti altrimenti non smaltibili, trattandosi di rifiuti urbani non recuperabili. Il mancato ritiro dei farmaci, testimoniato dal degrado in cui versano gli appositi contenitori che si trovano davanti le farmacie cittadine, non crea semplicemente un problema di decoro urbano, quanto piuttosto di salute pubblica, poiché le sostanze in essi contenuti sono dannose sia per chi inavvertitamente dovesse venirne in contatto che per l'ambiente, a causa della loro dispersione, dovuta proprio dalle condizioni dei contenitori. 

“I nostri emendamenti”, spiega Davide Solfato, “sono volti a contrastare la cattiva abitudine italiana di abusare nell'acquisto dei farmaci, nonchè quella dello scorretto smaltimento dei farmaci scaduti e quella dello spreco dei farmaci non scaduti, al fine di recuperare gli stessi e distribuirli a coloro che non hanno la possibilità economica di accedere alle cure. 

Discarica cozzo Vuturo: purtroppo si sono rivelate corrette le nostre denunce

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Discarica cozzo Vuturo: purtroppo si sono rivelate corrette le nostre denunce

A chiusura delle indagini sulla discarica di Cozzo Vuturo, per la Procura di Enna il percolato fuoriuscito dalla discarica avrebbe contaminato falde acquifere e terreni limitrofi, con un conseguente pesante impatto ambientale. 

http://www.vivienna.it/2017/02/04/enna-tre-indagati-a-chiusura-delle-indagini-sulla-discarica-di-cozzo-vuturo/

Le nostre denunce a sostegno dei residenti che hanno presentato l'esposto, nel silenzio della politica ennese e nonostante le accuse di allarmismo che ci sono state rivolte, purtroppo si sono rivelate corrette. 
Non possiamo certo gioire del fatto che l'inquinamento ambientale sia stato accertato, ma almeno d'ora in poi non si potrà sottovalutare questa situazione e - si spera - si potrà accelerare la messa in sicurezza della discarica.

Situazione gravissima al carcere di Enna. Deputato M5S Villarosa presenta interrogazione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Situazione gravissima al carcere di Enna. Deputato M5S Villarosa presenta interrogazioneIl deputato del Movimento 5 Stelle, Alessio Villarosa, dopo diverse segnalazioni ricevute, ha presentato un’interrogazione sullo stato strutturale del carcere di Enna per chiedere quali interventi siano previsti affinché vengano garantiti gli standard minimi di sicurezza previsti per legge per i detenuti e per gli agenti di polizia penitenziaria che lavorano all’interno dell’istituto.


Situazione gravissima al carcere di Enna. Deputato M5S Villarosa presenta interrogazione“Ci hanno segnalato, anche con materiale video, una situazione veramente allarmante all’interno della casa circondariale di Enna, con il personale che deve arrangiarsi utilizzando secchi ed asciugamani per evitare situazioni pericolose. Ho deciso di presentare un’interrogazione al ministro per chiedere spiegazioni”, spiega il portavoce alla Camera dei deputati.

Il C.C. ha approvato la costituzione della s.r.l. in house providing per la gestione integrata dei rifiuti

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il C.C. ha approvato la costituzione della s.r.l. in house providing per la gestione integrata dei rifiuti

Voto  favorevole unanime oggi, lunedì 30 gennaio, in Consiglio comunale per la proposta di delibera di Giunta comunale, relativa alla costituzione di una società a responsabilità limitata a totale partecipazione comunale, denominata “ECOENNASERVIZI s.r.l.”. 

Una decisione che rappresenta un atto di rottura con il passato e il ritorno alla gestione pubblica del servizio rifiuti.

"Il Movimento 5 Stelle è per la gestione pubblica dei servizi" ha spiegato il portavoce Davide Solfato, "quindi la scelta della gestione in house non può che essere da noi condivisa, con l'unica perplessità in ordine all'esiguo ammontare del capitale sociale di soli 10.000 euro, che con molta probabilità riaprirà delle questioni in seguito.

Un Consiglio comunale interamente dedicato ai debiti fuori bilancio

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Un Consiglio comunale interamente dedicato ai debiti fuori bilancio

“Abbiamo celebrato un Consiglio comunale dedicato interamente all’approvazione di debiti fuori bilancio derivanti da sentenza”, dichiara il capogruppo del M5S Davide Solfato, che precisa che "i debiti fuori bilancio derivanti da sentenza sono argomento di difficile trattazione, in particolare per quel che riguarda la posizione del consigliere comunale.  Questi, infatti, si trova a dover prendere la decisione quasi obbligata di approvare tali debiti, potendo al riguardo espletare un mero compito di controllo, al fine di far emergere eventuali responsabilità".

Proprio sul lato delle responsabilità il M5S di Enna ha avuto da ridire durante l’ultimo Consiglio comunale del 28 dicembre, come spiega Solfato

Cumuli e tetti di amianto nei locali dell’ex Fiera dell’agricoltura, il M5S chiede l’intervento urgente della Regione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale


 Cumuli e tetti di amianto nei locali dell’ex Fiera dell’agricoltura, il M5S chiede l’intervento urgente della Regione

Il deputato Trizzino interroga il presidente Crocetta e chiama in audizione all’Ars tutte le parti interessate. Nei giorni scorsi, è stata approvata in consiglio comunale a Enna una mozione dei consiglieri Cinquestelle Solfato e Amato.

“Cumuli e tetti di amianto invadono i locali dell’ex Fiera dell’agricoltura di Enna bassa, area di proprietà della Regione siciliana, a due passi da decine di palazzine e abitazioni private. Sono numerosissime le lastre di cemento amianto utilizzate per la copertura delle tettoie dei capannoni che adesso versavano in pessimo stato di conservazione”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle Giampiero Trizzino che chiama in audizione in IV commissione all’Ars tutte le parti interessate e presenta un atto ispettivo a Palazzo dei Normanni.

Che fine ha fatto il deposito cauzionale versato all’Asen?

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Che fine ha fatto il deposito cauzionale versato all’Asen?
E’ giunta in II Commissione, venerdì 23 dicembre, la proposta di deliberazione di Giunta sulla “Gestione ASEN – Proroga liquidazione Commissariale” per gli adempimenti di conseguenza Prot. N.788706 del 24/11/2016. 
 
Con questa delibera la Giunta chiede sostanzialmente al Consiglio Comunale un’ulteriore proroga di 180 giorni, per la liquidazione dell’Asen, in considerazione degli affari sospesi che non hanno trovato soluzione e di nominare nuovamente il Dott. Mazzurco come liquidatore, per chiudere definitivamente la vicenda ASEN. 

E se a Natale non nevica … è tutta colpa del Movimento!

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 
 
E se a Natale non nevica … è tutta colpa del Movimento!
 
"E’ singolare e, per certi versi, motivo d’orgoglio, sapere che l’Associazione La Fabbrica viene considerata espressione del Movimento 5 Stelle di Enna", afferma il portavoce al consiglio comunale Davide Solfato, in risposta alle voci che si  stanno diffondendo riguardo all'organizzazione del Natale al Centro. 
In effetti, dopo aver assistito al successo del primo evento organizzato da questa neonata associazione - il Buskers Fest - che si è tenuto lo scorso luglio e che presenta tutti i presupposti per trasformarsi in una manifestazione a cadenza annuale, sarebbe davvero comodo prendersene tutto il vanto. Purtroppo, però, non è così", prosegue Solfato, "poiché l’Associazione è composta da diverse persone, non tutte “militanti” nel Movimento 5 Stelle, anzi di tutt’altra appartenenza o preferenza politica". 
 
"E’ singolare, poi, che queste voci diventino affermazioni fatte pubblicamente da chi, prima di dare una notizia, per deontologia professionale dovrebbe appurare la veridicità della stessa e che, sempre erroneamente, afferma inoltre che l’Associazione abbia ottenuto i fondi per realizzare il proprio progetto", aggiunge Cinzia Amato. 
"Il costo complessivo del Natale al Centro organizzato da La Fabbrica é, infatti, di circa 80 mila euro, dei quali solo 15mila euro finanziati dal Comune dietro fatturazione, che andranno a coprire solo una piccolissima parte delle spese sostenute dall'associazione. A ben vedere, quindi, più che un’azione speculativa, questi ragazzi si sono assunti una grande responsabilità e solo per regalare un'aria natalizia alla città, come non si vedeva da anni. In pieno spirito del Movimento? Sicuramente, ma sarebbe più giusto dire che "tutti" gli associati hanno a cuore il miglioramento della propria città".
 
"Quanto all’insinuazione secondo cui il Sindaco Dipietro abbia avvantaggiato l’associazione/Movimento 5 Stelle, elargendo somme senza difficoltà", prosegue la portavoce del Movimento 5 Stelle, "questa era la più prevedibile tra tutte le insinuazioni e strumentalizzazioni che sarebbero state fatte, non potendosi trovare argomentazioni valide per attaccare il Movimento".

Formazione in Movimento - Sicilia 2017

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Formazione in Movimento - Sicilia 2017

Si terrà ad Enna, presso la Sala Congressi dell'Autodromo di Pergusa, l'incontro " FORMAZIONE IN MOVIMENTO" - SICILIA 2017 (lancio del programma di formazione base per europrogettisti), che ha come obbiettivo l'illustrazione di un corso per la formazione di europrogettisti in tutto il territorio della Regione Sicilia, per la fruizione dei Fondi Europei 2014-2020.

L'incontro organizzato dal Gdl "Fondi Europei", composto da Alberto Di Gaetano (referente), Giampiero Santocono, Mimmo Fazio, Fabrizio La Carrubba, Giuseppe Gullo, Gianni Cantarella, è aperto a tutti i Meetup siciliani, ai simpatizzanti, attivisti e portavoce.

Approvata ieri in CC la nostra mozione relativa alla rimozione dell'amianto nei locali dell'ex Fiera dell'Agricoltura

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvata ieri in CC la nostra mozione relativa alla rimozione dell'amianto nei locali dell'ex Fiera dell'Agricoltura

La problematica della presenza di amianto sia in questi locali come in quelli dell'Autoparco Comunale è già nota non solo a questa ma anche alla precedente Amministrazione comunale, come ha ricordato il nostro portavoce Cinzia Amato. 

Il 19 maggio 2011, infatti, su segnalazione dell'Ufficio Tecnico, era stato effettuato un sopralluogo congiunto con i funzionari dello stesso Ufficio Tecnico Comunale, gli ispettori della Polizia Municipale, il responsabile della Protezione Civile, i funzionari dell'ARPA e dell'ASP di Enna.

Da tale sopralluogo emerse la presenza di diverse lastre di cemento amianto, utilizzate per la copertura delle tettoie dei capannoni, le quali versavano in cattivo stato di conservazione, tanto che l'Arpa prescriveva che, per evitare nel tempo che le fessurazioni presenti potessero comportare un aumento di fibre rilasciate nell'ambiente, le onduline dovevano essere incapsulate o rimosse in sicurezza, mentre il cumulo di amianto presente doveva essere smaltito con urgenza.

A tal fine, l'Ufficio Tecnico, aveva avviato due progetti, uno di risanamento e uno di bonifica, incapsulamento e rimozione dell'amianto, per le tettoie di proprietà del Comune. Mentre per le tettoie di proprietà della Cassa del Mezzogiorno, risultate poi nella disponibilità della Regione Siciliana, l'allora Sindaco Garofalo, il 15 settembre 2011, aveva diffidato l'allora Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, a provvedere entro e non oltre 60 giorni dalla notifica dell'ordinanza alla rimozione delle onduline e della bonifica del sito.Approvata ieri in CC la nostra mozione relativa alla rimozione dell'amianto nei locali dell'ex Fiera dell'Agricoltura

Ad oggi, a distanza di 5 anni da tali avvenimenti, nulla ancora è stato fatto. L'amianto è ancora presente, lo stato di conservazione è peggiorato e la concentrazione rilasciata nell'ambiente circostante è aumentata.

Alla luce di tali fatti si chiede all'Amministrazione di attivarsi il prima possibile per lo smaltimento dell'amianto per le aree di propria competenza, magari utilizzando i progetti già nella disponibilità del Comune, e ad adottare i provvedimenti opportuni affinché la Regione Siciliana e gli uffici competenti si adoperino per l’immediato smaltimento dei materiali contenenti amianto presenti presso l’ex Fiera dell’Agricoltura di Enna Bassa e per la bonifica del sito, al fine di tutelare la salute dei cittadini, che deve essere messa al primo posto tra le priorità di una Amministrazione. 

E proprio per queste motivazioni, la tematica trattata, ha trovato il consenso unanime del Consiglio. 

L'assessore Di Venti ha riferito che il 24 novembre scorso ha esposto questo grave problema all'Assessore Regionale dell'Agricoltura, il quale sembrava non conoscere il problema, per cui si provvederà a mandargli una nota per verificare la questione e a disporre una nuova diffida. Per quanto riguarda, invece, la bonifica che compete all'Amministrazione comunale, l'assessore ha ricordato che sono state già stanziate delle somme in bilancio che, tuttavia, non crede saranno sufficienti per tutti gli interventi necessari, per cui si adopereranno a breve per reperire quelle mancanti.

Davide Solfato ha, infine, dichiarato che: "se la Regione non provvederà in maniera tempestiva, il prossimo anno faremo le barricate in aula fino a quando non verranno stanziate le somme in bilancio, perché queste opere, che riguardano l'ambiente e il diritto alla salute dei cittadini, hanno la priorità su tutto il resto".

 

#Iodicono con il portavoce Mario Giarrusso

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

#Iodicono con il portavoce Mario Giarrusso

A conclusione della missione in Sicilia, che lo ha visto coinvolto come membro della Commissione Parlamentare Antimafia, il nostro portavoce in Senato, Mario Giarrusso, ci ha raggiunto ieri al Caffè letterario Al Kenisa, per approfondire le ragioni del NO al Referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. 

Il discorso di apertura del portavoce in Consiglio comunale, Davide Solfato, si è focalizzato sugli interessi della finanza internazionale che gravano su questa Riforma costituzionale, come emerge chiaramente dalla Relazione della J. P. Morgan, del 28 maggio 2013, "Aggiustamenti nell’area euro”, che mirano ad indebolire la sovranità popolare, portando, di fatto, ad un vero e proprio svuotamento dell'articolo 1, caposaldo della Costituzione stessa. Tale indebolimento, infatti, scaturirebbe dal combinato disposto della Riforma e della legge elettorale che porterà ad avere un Senato nominato al 100% e una Camera dei Deputati al 60%. 

Con la riforma del titolo V che toglie Competenze alle regioni e con le nuove modalità di elezioni del presidente della repubblica e della corte costituzionale è facile comprendere come non c'è alcun alibi che regga: " ci stanno togliendo il diritto di scegliere".

L'accento è stato posto anche sulla classe politica locale ed in particolare sulla scelta del Sindaco Maurizio Dipietro di schierarsi a favore del SÌ, scelta che, per Solfato, "non è di convinzione ma di convenienza" che sottintende uno scambio di favori e che sta facendo di questo Referendum una mercificazione politica. 

#Iodicono con il portavoce Mario Giarrusso

Il senatore Giarrusso ha, invece ricordato le obiezioni alla Riforma che sono state sollevate dal professor Ferrajoli e di cui non si parla spesso nel dibattito quasi a senso unico sulla Riforma. Si tratta, anzitutto, del fatto che questa legge di revisione costituzionale preveda la modifica di ben 47 articoli su 139, il che fa sì che non si possa parlare propriamente di revisione ma di una "nuova"

Costituzione. Ricordando, altresì, che l'articolo 138 prevede che il Parlamento possa solamente emendarla, mentre il potere costituente, di cambiarne cioè la struttura e la sostanza, appartiene al Popolo. 

Inoltre, il professore obietta sul metodo utilizzato dal governo Renzi per tale revisione, considerato che le Costituzioni sono patti di convivenza civile e per questo servono a unire e non a dividere, mente questa riforma non è condivisa neanche da chi la propone. 

Giarrusso ha, infine, posto l'attenzione sulle bugie propinate dai promotori della Riforma sia per quanto riguarda la semplificazione del procedimento legislativo ed il superamento del bicameralismo paritario, che per quanto riguarda il risparmio della spesa pubblica che, come risulta dai dati forniti dalla Ragioneria dello Stato, si attesterebbe in 48 milioni di euro circa. Un risparmio irrisorio per il senatore pentastellato, se si pensa che, di contro, si darebbe vita ad una situazione di caos procedurale che farà anche venir meno la certezza del diritto e provocherà uno sbilanciamento dei poteri che confluiranno nelle mani  dell'esecutivo.

#Iodicono con il portavoce Mario Giarrusso Interessanti argomenti di riflessione sono stati, infine, esposti da Cinzia Amato, attivista del Meetup di Enna e prossima portavoce in Consiglio comunale, a seguito delle dimissioni di Marilina Frattalemi.

Anzitutto, la considerazione che questa riforma sia già incostituzionale sul nascere poiché proposta dal Governo, che nel nostro ordinamento detiene il potere massimo e che pertanto non dovrebbe neanche pensare di proporre una riforma costituzionale. "Diceva, infatti, Calamandrei che durante la discussione i banchi del Governo devono rimanere vuoti!"

In secondo luogo, ci si deve reputare fortunati che il 4 dicembre gli italiani abbiano un'ultima possibilità di fermare questo scempio, possibilità che sarebbe venuta meno se la legge di revisione fosse passata con la maggioranza qualificata dei 2/3 in Parlamento, entrando così direttamente in vigore senza bisogno di consultazione referendaria. 

Infine, ha evidenziato due aspetti di pericolosità sociale di questa riforma: 

- la deliberazione dello stato di guerra, che, a seguito della modifica dell'articolo 78, diventerebbe di competenza esclusiva della Camera dei Deputati che dovrà pronunciarsi a maggioranza assoluta e - grazie all’Italicum - ciò significa che il primo partito potrà decidere da solo se entrare in guerra, con l'ulteriore aggravante che, in questa eventuale e sciagurata ipotesi, basterà una legge ordinaria per prolungare la durata della Legislatura e rinviare le elezioni; 

- nonchè la concessione dell’Amnistia e dell'Indulto che, secondo l'articolo 79, così come riformulato, richiede il raggiungimento della maggioranza dei 2/3 della sola Camera, vale a dire 420 voti, solo 80 in più della soglia assicurata dall'Italicum, che consentirebbe al partito di maggioranza, con qualche accordo in Parlamento, di amnistiare tutti i suoi colleghi, come teme Gustavo Zagrebelski!

 

Lettera dimissioni da Consigliere Comunale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Lettera dimissioni da Consigliere Comunale

Marilina Frattalemi ha presentato oggi le dimissioni dalla sua carica di Consigliere comunale. Di seguito la lettera aperta della nostra portavoce, che spiega le motivazioni di questa scelta.

 Lettera dimissioni da Consigliere Comunale

Dopo una lunga e attenta riflessione, scrivo questa lettera per comunicare che, con grande rammarico, ho deciso di dimettermi da Consigliere Comunale.

Purtroppo gli aumentati impegni di lavoro, che già mi portavano lontano dalla mia città, limitano inevitabilmente, la mia disponibilità di tempo e l'attenzione necessaria per svolgere al meglio il mio mandato. Le motivazioni delle mie dimissioni sono, dunque, da imputare esclusivamente ai miei impegni lavorativi.

Fare il consigliere comunale, ma soprattutto essere un consigliere comunale, è una responsabilità importante, non soltanto a livello politico, ma anche, se non principalmente a livello umano, perché ti permette di creare un legame tra i cittadini e il comune, di essere portavoce ed esecutore delle esigenze della collettività. 

Ricordo molto bene il giorno in cui io e il mio collega, nonché amico, Davide Solfato siamo stati eletti consiglieri comunali. Durante questo percorso di circa un anno e mezzo, ci siamo sostenuti l’un con l’altro e col tempo siamo cresciuti umanamente e politicamente. Abbiamo portato avanti mozioni e proposte che sono sempre state approvate all’unanimità; abbiamo affrontato situazioni difficili con grande responsabilità e professionalità. Tutti i risultati raggiunti fino ad oggi sono frutto di tanto sacrificio e di un eccellente lavoro di squadra svolto con tutta l’assemblea degli attivisti del Movimento 5 stelle, che con l'occasione ringrazio dal profondo del cuore per il supporto e la passione che mi hanno quotidianamente trasmesso. 

Allo stato attuale, purtroppo, sento di non riuscire più a dedicare il tempo, l'impegno e la dedizione adeguati allo svolgimento di questo ruolo. Pertanto, mi ritiro dalla scena politica e scelgo di seguire i valori che mi hanno portato ad essere un'attivista del Movimento 5 Stelle fin dal 2012, ovvero l'Onestà e la Trasparenza: l'onestà di fare un passo indietro quando non puoi più fare al meglio il tuo lavoro; la trasparenza con cui ammetto a me stessa e a voi tutti la mia attuale difficoltà nello svolgere il mio compito.

La speranza è che i miei elettori e tutti i cittadini ennesi possano comprendere, se non apprezzare, la volontà di dare spazio a chi magari avrà più tempo e modo da dedicare a questo incarico.

Colgo l'occasione per ringraziare alcuni colleghi consiglieri che si sono mostrati sempre disponibili nel darmi dei consigli e nel guidarmi in questo mondo, per me fino a poco tempo fa sconosciuto, che è la politica.

I miei ringraziamenti vanno inoltre ai dipendenti comunali, che svolgono il loro lavoro con dedizione e impegno, e ai giornalisti che raccontano in modo semplice e accurato le notizie del Comune, rendendole fruibili a tutti i cittadini.

Infine, un grazie va a tutti i miei elettori che hanno creduto in me e che mi hanno sempre stimolato e incoraggiato a portare avanti la linea politica tenuta in Consiglio.

Concludo esprimendo una considerazione su questa esperienza politica. 

Ogni giorno tutti noi ci troviamo a fare politica, ma la politica dovrebbe essere intesa nel suo significato originario e puro, quella che deriva dal greco polis, ovvero quel sistema che prevede la partecipazione dei cittadini al governo della città. 

E' con questa convinzione che diversi anni fa decisi di rendermi utile e attiva, provando a dare il mio contributo prima da semplice attivista e successivamente da Consigliere comunale: l’unico e solo mio obiettivo è stato il bene comune, libero da interessi personali e da tutto ciò che porta a individualismi. 

Ecco, perché a suo tempo iniziai la mia campagna elettorale con il motto “In difesa dei nostri valori” ed oggi concludo il mio impegno da Consigliere Comunale sicura di aver fatto la scelta più coerente, con i miei valori personali e quelli del Movimento 5 stelle.

Cordialmente

Marilina Frattalemi

“Non possiamo che condividere ed apprezzare la decisione di Marilina” - è il commento di Davide Solfato a nome di tutto il Meetup del Movimento 5 Stelle di Enna - “che ha dimostrato un grande senso di responsabilità nell’aver fatto un passo indietro quando si è resa conto di non riuscire ad assicurare il 100% del proprio impegno, riconoscendo che per noi è questa la priorità, piuttosto che l’attaccamento alla poltrona. La ringrazio personalmente e a nome di tutto il Meetup per l'impegno e la dedizione mostrata fino ad oggi nella sua attività di consigliere. Il nostro gruppo sarà comunque pronto a supportare e sostenere chi prenderà il suo posto in Consiglio e con cui, comunque, continuerà a portarsi avanti la linea ed il programma del Movimento 5 Stelle”.

Finalmente la diretta streaming al Consiglio comunale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Finalmente la diretta streaming al Consiglio comunale

Grande risultato del Movimento 5 Stelle Enna. Il Consiglio comunale di mercoledì 26 ottobre si è aperto con l'annuncio della diretta streaming delle sedute, che da ora potranno essere seguite dai cittadini dal sito del Comune. Un grande risultato in termini di trasparenza e partecipazione, voluto dal Movimento 5 Stelle sin dall'insediamento in Consiglio. 

E' seguito, quindi, l'annuncio del consigliere Rosalinda Campanile della propria adesione al Partito democratico, già anticipata a mezzo stampa, ma con la precisazione che continuerà a sostenere l'amministrazione Sindaco, non aderendo al gruppo consiliare locale se non nei tempi stabiliti con la Segreteria Nazionale e con il quale aprirà invece un'interlocuzione.

Si profila una situazione davvero ambigua in futuro, considerato che il PD sarà presente in aula sia all'opposizione sia a sostegno del Sindaco. Viene inoltre  da chiedersi: chi può realmente dichiarasi come facente parte del Gruppo consiliare del PD?

E' stata, infine, approvata la proposta di delibera all'ordine del giorno relativa alla riqualificazione urbanistica e alla riapposizione del vincolo “Parco Urbano” alla zona ad esso destinata. 

Azione indispensabile, come spiega l'assessore Contino perché tali vincoli, previsti anche dal nuovo Piano Regolatore, sono scaduti nel 2013 e per assicurare una conformità urbanistica, a sua volta indispensabile per la partecipazione a bandi di finanziamento che potranno consentire la realizzazione del Parco. 

Un progetto che si protrae da tanti anni e che oggi riapre tutte le perplessità sulla sua effettiva escuzione che costituirebbe un'opera di grande importanza per la città. Ottimista il Sindaco Dipietro che, pur consapevole che le somme necessarie (che si aggirano intorno ai tre milioni di euro) non sono a disposizione del bilancio del Comune, reputa  possano essere cercate o spalmate su più esercizi, anticipando che l'Agenda Urbana costituita da Enna e Caltanissetta potrebbe rappresentare un'occasione di finanziamento, perché per il Comune di Enna è previsto un pre-stanziamento di sedici milioni e mezzo di euro.

 

 

Convegno sulla Sanità. I portavoce del M5S: "pessimo lo stato della Sanità nazionale e regionale"

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Convegno sulla Sanità. I portavoce del M5S: "pessimo lo stato della Sanità nazionale e regionale"

Il quadro di una Sanità malata è quello delineato dal resoconto dei portavoce al Senato, alla Camera e all’Assemblea Regionale Siciliana del Movimento 5 Stelle, che domenica 16 ottobre hanno incontrato i cittadini a Sala Cerere. 

Il dato di fondo è che l'Italia, nel confronto con gli altri Paesi, si è trasformata da polo d'eccellenza ad esempio-tipo di malasanità e che tutto ciò, prevalentemente, non dipenda dalla preparazione dei medici e dalla qualità del servizio offerto, ma dalle carenze che il sistema genera a causa dei tagli che hanno progressivamente ridotto il finanziamento del Sistema Sanitario Nazionale e scaricato la spesa del servizio sui cittadini. Secondo la deputata Azzurra Cancelleri, membro della Commissione Attività Produttive della Camera, "L'impressione di fondo è che negli anni ci sia stato un progetto politico latente, che ha puntato quasi all’impoverimento della Sanità pubblica a favore di quella privata”. 

"Il settore della Sanità", aggiunge Marialucia Lorefice, membro della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, "sembra essersi trasformato in un Bancomat, da dove si continuano a prelevare risorse che servono poi a coprire i buchi di bilancio."

Il risultato è visibile a tutti, nel nostro, come in altre aree d'Italia: chiusura di interi reparti, mancanza di investimenti nella formazione, pazienti che non riescono ad assicurarsi le cure adeguate, pronto soccorsi al collasso, ticket sanitari in aumento, costo dei medicinali sempre più alti, carenza di personale sanitario dovuta al blocco del turnover che non consente di rimpiazzare i posti resi liberi da chi va in pensione, disinteresse verso la lotta alla corruzione nella Sanità, nonostante questa rappresenti il maggiore spreco di risorse in quell'ambito.

 Convegno sulla Sanità. I portavoce del M5S: "pessimo lo stato della Sanità nazionale e regionale"Paola Taverna, componente della Commissione Sanità del Senato, sottolinea che "la previsione costituzionale del 2001, che ha dato alle Regioni la piena disponibilità del servizio sanitario, non si è rivelata la soluzione dei problemi della Sanità centralizzata ma ha, invece, permesso di frazionare la capacità di delinquere". "Siamo nel Medioevo", afferma la senatrice, "e continuano volutamente a lasciarci nel Medioevo. Non sono interessati a risolvere i problemi perchè fino a quando esiste un problema, hai un potenziale elettore".

Il Sistema Sanitario va assolutamente rivisto e proprio in questi mesi il Movimento 5 Stelle sta lavorando alla redazione di un programma dettagliato in tema di sanità pubblica, volto a tutelare il diritto alla Salute e all’assistenza sanitaria ed impedire che  la salute venga trasformata in un “bene di lusso”.

La situazione in cui versa la Regione Siciliana, in particolare, viene definita "nebulosa" dal Deputato Francesco Cappello, componente della Commissione Sanità dell'ARS, riferendosi alla nuova Rete Ospedaliera prevista dal decreto assessoriale, presentato al Ministero della dall'Assessore regionale Gucciardi, considerato che tale documento è conosciuto solo a mazzo stampa ma non proviene da dati ufficiali, né è mai stata presentato in Commissione Sanità o esposto a Sala d'Ercole dall'Assessore stesso. Inoltre, non sono state sentite le associazioni, i sindacati, ma, soprattutto, i sindaci secondo il disposto legislativo.

Drammatica la situazione anche in ambito provinciale, spiega il Direttore Sanitario dell'ASP di Enna, Emanuele Cassarà, poiché a seguito del rifiuto da parte dell'Assessorato della proposta presentata dall'Asp di Enna, volta a differenziare la rete ospedaliera, attraverso una specializzazione dei 4 ospedali esistenti in provincia, ha dovuto fare un passo indietro e creare dei doppioni, che adesso il DM 70/2015 prevede addirittura di tagliare, dando vita ad una situazione peggiore rispetto a quella inizialmente proposta.

"Facciamo fronte comune nel chiedere l'adeguamento dell'organico", conclude il direttore, "se non ci daranno la possibilità o di assumere o rinnovare gli incarichi, non potremo garantire neanche le prestazioni più semplici, perchè siamo veramente in una situazione di grandissima difficoltà".

 

Convegno Sanità e Sociale: il 16 ottobre i parlamentari del M5S incontrano i cittadini

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Convegno Sanità e Sociale: il 16 ottobre i parlamentari del M5S incontrano i cittadini

I nostri portavoce al Parlamento e all'ARS incontreranno i cittadini per parlare di Sanità, domenica 16 ottobre, al Convegno Sanità e Sociale che si terrà alle ore 10,00 a Sala Cerere. 

I deputati nazionali e regionali del Movimento 5 Stelle esporranno ai cittadini la situazione attuale della Sanità in Italia, i provvedimenti già adottati e le proposte per il futuro. 

Si discuterà, inoltre, della paventata riforma del Sistema Sanitario Regionale e le sue ripercussioni in ambito locale.

Saranno presenti Paola Taverna, Marialucia Lorefice, Azzurra Cancelleri e Francesco Cappello. Interverrà, inoltre, il Direttore Sanitario dell'ASP N. 4 di Enna Dr. Emanuele Cassarà.

Al via venerdì 7 ottobre dalla provincia di Enna il Tour Regionale del Movimento 5 Stelle sul NO al referendum costituzionale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

 

Al via venerdì 7 ottobre dalla provincia di Enna il Tour Regionale del Movimento 5 Stelle sul NO al referendum costituzionale

 

VENERDÌ 7 OTTOBRE alle ore 19:30 vi aspettiamo in PIAZZA VI DICEMBRE (Scuola media Pascoli) per ascoltare le ragioni del NO

 

Nove province in 9 settimane, 32 portavoce coinvolti in oltre 100 piazze per dire “NO” al referendum costituzionale.

Il via il prossimo 7 ottobre dalla provincia di Enna, il tour-NO terminarà il 3 dicembre nella città Iblea a 5Stelle Ragusa.

Al via venerdì 7 ottobre dalla provincia di Enna il Tour Regionale del Movimento 5 Stelle sul NO al referendum costituzionale. Nove settimane, 18 giorni, 9 province, 100 piazze, 10 mila chilometri da percorrere in pullman, 32 portavoce tra parlamentari all’Ars, deputati alla Camera, senatori ed europarlamentari coinvolti. Sono questi i numeri dell’iniziativa del M5S Sicilia: “Adesso è il nostro tour-NO”, che partirà tra appena due giorni dall’Ennese, primo comune Leonforte, e terminarà il 2 dicembre nella città Iblea a 5Stelle Ragusa.

Il programma prevede un giro per tutta la Sicilia, protagoniste le piazze isolane che il Movimento non ha mai abbandonato; con predilizione per i paesini, dove ogni fine settimana i portavoce all’Ars incontreranno i siciliani, spiegheranno le ragioni del No al referendum costituzionale, si racconteranno e raccoglieranno le loro proposte in vista di un probabile prossimo governo regionale a 5 Stelle.

“Abbiamo pensato di fare qualcosa di originale, – afferma il capogruppo dei Cinquestelle all’Ars Matteo Mangiacavallo – stiamo infatti allestendo un pulmino coi colori del Movimento e la scritta “IODICONO” da far girare per tutta la Sicilia durante tutti i venerdì e sabato fino alla data del referendum”.

“Raggiungiamo le piazze non solo per comiziare – continua Mangiacavallo – ma per incontrare i cittadini per strada, per i negozi, durante i mercatini settimanali, parlare e ascoltare. Improvviseremo agora e inviteremo le persone a “metterci la faccia”, sarà possibile farsi una foto con la scritta IODICONO; foto che poi gireranno sui canali del Movimento 5 Stelle Sicilia. Ci sarà una pagina facebook per raccogliere le testimonianze, video e immagini. Sull’autobus saliranno i portavoce e gli attivisti.

Per la prima settimana saranno presenti i parlamentari all’Ars Claudia La Rocca, Francesco Cappello, Giampiero Trizzino, Matteo Mangiacavallo, Vanessa Ferreri, Salvatore Siragusa, Gianina Ciancio; la deputata alla Camera Azzurra Cancelleri e la senatrice Ornella Bertorotta.

Questo il programma delle 9 settimane: Enna 7-8 Ottobre; Agrigento 14-15 Ottobre; Caltanissetta 21-22 Ottobre; Catania 28-29 Ottobre; Palermo 4-5 Novembre; Trapani 11-12 Novembre; Messina 18-19 Novembre; Siracusa 25-26 Novembre; Ragusa 1-2 Dicembre.

Il programma della prima settimana:

Venerdì 7 Ottobre:

Leonforte (Mercatino – via dei cento comuni) ore 10.00;

Agira (piazza Garibaldi – piazza Europa (Villa) e dintorni) ore 12.00;

Nicosia (piazza Garibaldi) ore 16.00;

Villarosa (piazza Vittorio Emanuele) ore 18.30;

Enna (piazza VI Dicembre – Belvedere) ore 19.30.

Sabato 8 Ottobre:

Valguarnera Caropepe (piazza Garibaldi “Al canale”) ore 10.00;

Piazza Armerina (piazza Gen. Cascino) ore 11.30;

Barrafranca (piazza Regina Margherita) ore 16.00;

Pietraperzia (Agorà piazza Vittorio Emanuele e corteo ) ore 18.00.

 

Bilancio di previsione 2016-2018. Il bluff del PD

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

RiteniamoBilancio di previsione 2016-2018. il bluff del PD necessario far sapere agli Ennesi cos'è accaduto negli ultimi due giorni in Consiglio comunale. 

Chiunque abbia creduto finora alla favoletta raccontata dal PD ennese, secondo cui c'era realmente qualche problema con il Bilancio, si sbaglia di grosso perché non è così! 

A parte le ammissioni più o meno esplicite di alcuni esponenti del PD locale, chi ha avuto modo di seguire la discussione in Aula, assistendo alla disperata ricerca di motivazioni tecniche cui appigliarsi, durante il primo giorno, e agli insani tatticismi nelle votazioni, del secondo giorno, non può non rendersene conto.

I consiglieri del PD cercavano semplicemente una scusa credibile, un alibi che giustificasse agli occhi dei cittadini ennesi, soprattutto di coloro che li hanno votati, questa perdita di tempo, necessaria, in realtà, solo per capire se con la nuova legge elettorale regionale avrebbero potuto mandare a casa il Sindaco, nella maniera più antidemocratica possibile. Il Sindaco, infatti, è stato eletto sulla base di altre disposizioni normative che contemplano, a quel fine, lo strumento della mozione di sfiducia, applicabile, però, solo dopo due anni dalla sua elezione.

La città, quindi, in queste ultime settimane (il Bilancio si sarebbe potuto approvare già nella seduta del 16 settembre) è stata abbindolata dalla falsa scusa del bene dei cittadini. Scusa falsa e puerile, perché questo lasso di tempo sarebbe potuto essere impiegato da questi paladini della giustizia, per apportare tutte le modifiche che reputavano necessarie a migliorare il Bilancio, che grazie alla maggioranza di cui dispongono in Consiglio, sarebbero state approvate senza problemi. 

Invece, la scorsa notte, alle ore 2 circa, è successo qualcosa di molto grave.

Con la scusa di voler visionare per l'ennesima volta gli emendamenti proposti al Bilancio, i consiglieri del PD hanno stravolto gli emendamenti già presentati e, non avendo né idee concrete, né studio pregresso, hanno indegnamente rubato gli emendamenti da noi presentati (analisi delle acque presso la discarica di Cozzo Vuturo, messa in sicurezza del Monastero delle Benedettine, smaltimento dell'amianto dall'ex Encana di Enna Bassa e dall'Autoparco comunale di del Pisciotto, a tutela della salute dei cittadini ennesi), facendoli propri. 

Tornati in Aula, infatti, hanno bocciato a colpi di maggioranza i nostri emendamenti, salvo poi riproporli ed approvarli a loro nome, modificandone arbitrariamente gli importi, che erano frutto di computi metrici e giornate di studio, spese a ricercare le soluzioni più utili e concrete.

Ridicolo, poi, l'emendamento sulle analisi delle acque di falda a valle della discarica di Cozzo Vuturo, così come maldestramente ripresentato da questi valenti difensori dell'ambiente: mancava l'indicazione dei pozzi da cui fare i campionamenti, chiaramente indicati, invece, nella planimetria che avevamo allegato al nostro emendamento, dopo mesi di studio.

Per concludere degnamente questo capolavoro di arroganza ed incoscienza,  non hanno neanche avuto la dignità e il senso di responsabilità di votare quello stesso stesso Bilancio che hanno totalmente stravolto. 

Questo gesto brutale ed ignobile ha due significati importanti. 

Il primo è che ad Enna il PD è e rimane il partito dei burattini, obbligati ad eseguire gli ordini di un puparo, a discapito non solo del bene comune, ma anche del rispetto dei più elementari principi della democrazia.

Il secondo è che tutti loro hanno una paura matta del Movimento 5 Stelle, perché non sono e non saranno mai uomini liberi, chiamati a rispondere del proprio operato unicamente ai cittadini. Al contrario, devono e dovranno sempre dar conto e ragione a qualcun'altro. 

Sicuramente da oggi, per il PD sarà sempre più difficile spiegare tutto questo agli ennesi.

Al Consiglio comunale pronti a votare il Bilancio. A pagarne le conseguenze sarà solo la città"

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Al Consiglio comunale pronti a votare il Bilancio. A pagarne le conseguenze sarà solo la città"Questo ennesimo ma decisivo scontro sul bilancio, consumatosi ieri in Consiglio comunale, tra maggioranza ed opposizione, è la conferma che la città ha bisogno di una nuova classe politica e dirigente, fatta di persone totalmente estranee e sganciate dalle vecchie vicende del passato.

Davide Solfato, a seguito della richiesta di rinvio del Consiglio comunale da parte del PD, in attesa del parere dei Revisori dei Conti sul Piano economico finanziario e la proposta del sindaco di votare il bilancio in giornata - ha invece dichiarato di essere pronto alla votazione non appena fosse arrivato parere del collegio dei revisori, spiega così la posizione del M5S in Consiglio.

Costituzione coast to coast anche ad Enna il 24 settembre

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Costituzione coast to coast anche ad Enna

SIETE PRONTI???

#iovotono Costituzione coast to coast, con Alessandro di Battista, arriva ad Enna, sabato 24 settembre 

Fa tappa anche ad Enna, sabato 24 settembre, il tour #CostituzioneCoastToCoast con cui il deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista ha attraversato l’Italia in moto, toccando le principali località turistiche per spiegare le ragioni del No al Referendum sulle riforme costituzionali.

Di Battista, che la scorsa estate è riuscito a coinvolgere centinaia di migliaia di persone, riparte adesso da Siracusa e toccherà anche Enna, dove è atteso sabato 24 settembre, alle ore 13:00 in Piazza Umberto I (Municipio).

Il tour siciliano del deputato pentastellato si concluderà a Palermo, dove, nei giorni 24 e 25 settembre, al Foro Italico, il Movimento ha organizzato l’annuale manifestazione nazionale “Italia 5 Stelle”.

ITALIA 5 STELLE 2016

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Nazionale

ITALIA 5 STELLE 2016

ITALIA 5 STELLE 2016
(Palermo, 24 e 25 settembre)

Il Meetup di Enna sta organizzando un pullman per partecipare alla manifestazione nazionale "Italia 5 Stelle 2016", che si terrà a Palermo sabato 24 e domenica 25 settembre, presso il Foro Italico.
Partenza da Enna Bassa, ore10:00;
Ritorno da Palermo, ore 24:00.
Il contributo varia secondo le seguenti 3 opzioni:
1. un solo giorno (24 o 25), A/R € 16,00;
2. due giorni (24 e 25), A/R € 28,00;
3. andata il 24/ritorno il 25, € 18,00.

Per prenotare, inviare i propri dati a:
enna5stelle@gmail.com
indicando l'opzione scelta.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Luca Cino 3498197633
Davide Solfato 3319009687
Fabrizio Trentacoste 3388168797

Visita presso il canile comunale convenzionato

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale


Visita presso il canile comunale convenzionato

Abbiamo effettuato un sopralluogo presso il canile di Caltanissetta, convenzionato con il Comune di Enna.

Il veterinario ci ha spiegato come funziona il servizio e ci ha fatto visitare l'intera struttura, costituita da ambulatorio e vari box per cani, le cui condizioni apparentemente sono buone. I cani del comune di Enna sono 298 e tra essi il più anziano si trova lì da dieci anni.

Solo nel mese di Agosto ad Enna Bassa sono stati accalappiati ben 18 cani.
Il fenomeno randagismo è ancora da arginare. A tal fine occorre, anzitutto,monitorare il territorio con azioni di controllo presso le abitazioni sparse nelle campagne, da cui provengono la maggior parte dei cani randagi, così da evitare la proliferazione incontrollata. Occorre altresì che i detentori li regolarizzino.

Enna. Ex CISS di Pergusa, M5S chiede audizione urgente in Ars

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Enna. Ex CISS di Pergusa, M5S chiede audizione urgente in Ars

Alla luce della lunga attesa prevista per la calendarizzazione delle interrogazioni all’Assemblea Regionale Siciliana, e della particolare urgenza che presenta la questione, i deputati regionali del M5S hanno presentato una richiesta di audizione per avere chiarimenti sullo stato in cui versa la struttura ospedaliera dell’ex CISS di Pergusa.

“Il mancato completamento dei lavori per la ristrutturazione del fabbricato, fermi ormai da anni, sta posticipando sempre più l’apertura del Centro Interprovinciale per la Riabilitazione funzionale dei soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche e sensoriali (C.R.I.M.), che per il territorio ennese costituirebbe un’importante risorsa”. Lo afferma il parlamentare all’Ars Giorgio Ciaccio.

 

“Si tratta, infatti, – continua Ciaccio – di un’opera pubblica notevole, con una struttura di 7200 mq, distribuita su tre piani e in grado di accogliere 150 persone. Essa dovrebbe, inoltre, ospitare un centro dotato di due reparti di medicina fisica e di riabilitazione e riabilitazione cardiopolmonare, oltre a varie camere di degenza, ma sembra destinata a diventare l’ennesimo caso di opera pubblica incompiuta. In mancanza di un’adeguata custodia, tra l’altro, la struttura in passato è stata preda di atti vandalici e adibita a vera e propria discarica con il deposito di rifiuti di ogni genere”.

È stata, quindi, richiesta un’audizione al Presidente della VI commissione dell’Ars “Servizi Sociali e Sanitari”, al fine di conoscere le intenzioni del Governo regionale in ordine al completamento dei lavori per la ristrutturazione del fabbricato e per sapere che fine abbia fatto il finanziamento pari a 3 milioni e 400 mila euro previsto per la realizzazione dei lavori e l’acquisto di strumentazioni ed attrezzature da destinare al Centro e mai concesso dall’Assessorato regionale competente.

 

 

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbana

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbanaA seguito di un sopralluogo effettuato presso l'ex Fiera dell'Agricoltura (Encana) e l'autoparco comunale di C.da Pisciotto, dai nostri portavoce al Consiglio comunale e dalla ditta G.E.A. srl, specializzata nella gestione dei rifiuti e nella bonifica dall'amianto, abbiamo avuto conferma di un dubbio che ci attanaglia da diverso tempo e che abbiamo manifestato, anche ufficialmente, nelle apposite sedi.

La responsabile della G.E.A. Virginia Cipolla, ha confermato la situazione è drammatica e che c'è un grave pregiudizio alla salute pubblica per la massiccia presenza di amianto in area urbana.

Infatti, quanto all'autoparco comunale, dove la situazione è nettamente più disastrosa, le coperture dei due grandi depositi risultano danneggiate e fortemente degradate, ma nonostante ciò vi hanno regolare accesso dipendenti e tecnici comunali. Inoltre, l'area limitrofa è stata adibita ad area di sosta dei camper, con le conseguenze che ne derivano sia in termini di salute per i visitatori, che di responsabilità ed immagine per l'Ente comunale.

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbana

Quanto all'area dell'Encana, benché meno accessibile rispetto alla zona Pisciotto, presenta una situazione più complessa dal punto di vista amministrativo, poichè le competenze sulla gestione e bonifica del sito vanno distribuite tra la Regione Siciliana, che è proprietaria dell'area, e il Comune di Enna, proprietario di un edificio.

Vista la gravità della situazione presenteremo degli emendamenti al bilancio 2016 per rimediare le somme a carico del Comune di Enna. Allo stesso tempo ci muoveremo alla Regione per quanto riguarda la relativa competenza. Qualora dovessimo riscontrare l'ennesima indifferenza da parte delle istituzioni, procederemo a presentare un esposto alla Procura della Repubblica, perché le omissioni cui abbiamo assistito fino ad ora, sono inammissibili e soggette ad un elevato rischio di condanne penali.

Dopo Cozzo Vuturo un'altra bomba ecologica denunciata dal M5S: la massiccia presenza di amianto in area urbana

L'assurdità della indifferenza della classe politica è dimostrata dal fatto che fino a poco tempo fa sono stati autorizzati in questi luoghi eventi pubblici, come festival e comizi elettorali, mettendo a grave rischio la salute dei cittadini. L'ennesima problematica messa in evidenza dal M5S di Enna, che fa emergere ancora una volta l'inerzia della classe politica ennese.

 

Sospeso il collegamento autobus Enna-Regalbuto per agosto, M5S all’Ars chiede ripristino urgentemente delle corse

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Il deputato Ciaccio interroga la Regione: “Enormi i disagi per pendolari e lavoratori”

giorgio-ciaccioIl Movimento 5 Stelle all’Ars presenta interrogazione urgente in ordine alla sospensione, durante il mese di agosto, del servizio di collegamento Enna-Regalbuto in autobus, da parte della Interbus S.p.A.

 
 

“Si tratta di un servizio molto importante – afferma il primo firmatario dell’atto parlamentare, il deputato Giorgio Ciaccio – perché garantisce a numerosi passeggeri, pendolari e lavoratori, il trasferimento all’interno della provincia ennese partendo da Enna, passando da Leonforte, Nissoria e Agira, fino a Regalbuto. Enormi sono i disagi, la tratta non può essere soppressa”.

“Numeri passeggeri, inoltre, – continua il parlamentare Cinquestelle – risultano essere abbonati al servizio di trasporto fornito dalla Interbus ma, di fatto, non sono messi nelle condizioni di poterne godere durante l’intero mese di agosto”.

“Chiediamo che venga ripristinata la corsa pomeridiana delle ore 18 e che venga assicurato il servizio di trasferimento tramite pullman nel mese di agosto, anche attraverso il ricorso ad una società pubblica o altra equivalente”, specificano i consiglieri comunali Cinquestelle a Enna Davide Solfato e Marilina Frattalemi, che hanno evidenziato il problema, “per garantire il collegamento fra le varie città della provincia ennese, fortemente penalizzate da tali sospensioni del servizio”.

Interrogazione sulla promozione turistica eventi ennesi e Regolamento Baratto amministrativo al Consiglio comunale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Interrogazione sulla promozione turistica eventi ennesi e Regolamento Baratto amministrativo al Consiglio comunale

All'ultimo consiglio comunale abbiamo interrogato l'amministrazione sull'offerta turistica via web. Ci siamo, infatti, accorti che nel programma ufficiale della Settimana Santa - il più importante evento ennese - era indicato un sito in costruzione e come info point ufficiale, l'agenzia viaggi Stupur mundi, la quale da diversi mesi risulta inattiva. Le stesse problematiche si sono riscontrate anche in ordine alla Settimana Federiciana 2016, altro evento che potrebbe costituire una forte attrazione turistica. 

Il nostro portavoce Davide Solfato, ha  manifestato in Consiglio le nostre perplessità sul fatto che questo tipo di offerta e promozione pubblicitaria non sia stata prevista dagli organizzatori dell'evento, visto il finanziamento comunale di circa 50.000 euro, che il Collegio dei Rettori ha ricevuto. 

Perplessità anche sul fatto che la classe politica ennese non ha mai puntato su questo filosofia di promozione del territorio, considerato che, al giorno d'oggi è inconcepibile trovarsi impreparati su tali aspetti, che Enna dispone di un'offerta notevole che, tuttavia, non riesce a sfruttare adeguatamente, né per ottenere fondi europei né per incentivare il turismo e quindi l'economia cittadina, e considerato, inoltre, che si potrebbero coinvolgere le associazioni locali e diversi stakeholders, per la promozione degli eventi su ampia scala. 

Ha sottolineato ancche il fatto che la promozione turistica della città passa pure dalla pulizia dei luoghi caratteristici del centro storico, come le fontane o le stesse strade che, all'indomani sia di una semplice serata di movida che di un evento di grandi dimensioni come quello tenutosi ad Enna nei giorni scorsi, sono in condizioni imbarazzanti, e questo, di certo, non agevola il turismo. 

In risposta all'interrogazione, l'assessore al ramo Di Venti, in linea con la filosofia di questa amministrazione, ha precisato che le anomalie - effettivamente riscontrate - non sono da imputare al Comune, poiché questo non si è occupato esclusivamente dell'organizzazione degli eventi in questione, ma sottolinea che è indubbio che, prima di approntare un piano promo-pubblicitario di un evento patrocinato dal Comune di Enna, deve esserci da parte dell'ufficio competente la revisione e l’approvazione del materiale da diffondere e che occorre una sinergia con tutti gli attori coinvolti in organizzazioni di questo genere affinchè, ciascuno col proprio ruolo, si possa raggiungere l'obiettivo comune, che è il bene della città. 

Ricorda che, al fine di migliorare la comunicazione e con essa la promozione degli eventi ennesi, il sindaco con determina n. 85 del del 28/7/2016, ha nominato il dott. Angelo Sarda quale esperto a titolo gratuito in materia di marketing e social marketing web, per dare ai cittadini la giusta informazione attraverso l'utilizzo dei social network ufficiali, il portale web ufficiale, nel quale manca una adeguata sezione dedicata agli eventi. E ancora, la realizzazione di brochure cartacee, rese interattive attraverso l'utilizzo di un’applicazione gratuita, che consentirà un aggiornamento in tempo reale ed anche un risparmio sulla stampa delle stesse. Infine, la comunicazione a mezzo stampa nelle riviste specializzate e il cross sharing con gli esercizi commerciali, sulla base del quale si darà più visibilità agli stessi nel sito del Comune in cambio di servizi - ancora da definire - all'amministrazione. 

Non può esprimersi soddisfazione sulle risposte dell'amministrazione, anche se finalmente ha preso atto della situazione. Auspichiamo che la situazione migliori realmente a breve, perché la città merita ben altro. Non possiamo tollerare nel 2016 queste inefficienze che mortificano il nostro turismo. Vogliamo rilanciare seriamente l'economia cittadina tramite il turismo e pretendiamo che le nostre potenzialità siano apprezzate a livello internazionale! Inoltre basta spreco con i soldi dei nostri concittadini! Lavoriamo per una futura città a 5 stelle!

Sempre al Consiglio comunale del 1° agosto, è stato approvato il Regolamento per il Baratto amministrativo, proposto dal M5S ed elaborato dalla II Commissione consiliare.  Un importante strumento, che consente ai cittadini di pagare meno tasse comunali in cambio di prestazioni di servizi a favore dell'ente comunale e quindi alla comunità territoriale. Il “baratto amministrativo”, consente un contributo concreto al benessere della collettività, con l’obiettivo di radicare nella comunità forme attive di cooperazione attiva, rafforzando il rapporto di fiducia con l’istituzione locale e tra i cittadini stessi.

 

 

 

La “scala della vergogna” di Morgantina in audizione all’Ars. M5S: “Vogliamo vederci chiaro, adesso attendiamo relazione assessorato”

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Il soprintendente Gueli conferma che agli atti non risultavano i progetti esecutivi, i quali, in effetti, furono trasmessi dal dipartimento solo nel febbraio del 2016, nonostante l’ultimazione dei lavori risalga al dicembre del 2015.
aidone scala Morgantina1

È stata discussa ieri, mercoledì 20 luglio, in V Commissione all’Ars, la vicenda relativa alla “scala della vergogna” di Morgantina, a seguito dell’interpellanza presentata dai deputati regionali del Movimento 5 Stelle Valentina Zafarana e Matteo Mangiacavallo, lo scorso 5 aprile.

 
 

Sentito il parere dell’archeologo Fabrizio Trentacoste, in sostituzione dell’archeologa Serena Raffiotta che aveva sollevato sui media la questione della realizzazione di una scala metallica all’interno del Parco archeologico di Morgantina. “Ciò che ha causato la contrarietà della comunità di archeologi locale – spiega Trentacoste – è il fatto che la scala abbia un forte impatto estetico sull’ambiente circostante, alterando la percezione del paesaggio storico-archeologico di Morgantina, anche perchè ubicata in uno dei punti più suggestivi e visibili dell’intera area”.

L’archeologo ha anche evidenziato che la fruibilità e la sicurezza del percorso che dall’Agorà conduce alla sommità della collina est, punto di arrivo di questa scala, si sarebbero potuti assicurare attraverso il miglioramento e la manutenzione dei percorsi già esistenti, “attualmente pericolosi – afferma Trentacoste – proprio perché trascurati e non mantenuti da anni”.

Di diverso avviso il Dirigente generale del Dipartimento regionale dei Beni culturali, il dott. Gaetano Pennino, il quale ha continuato a sostenere la validità del progetto nella sua interezza, sia dal punto di vista della sicurezza che sotto l’aspetto estetico, non reputando la struttura in ferro un elemento deturpante, tanto da sospendere e poi revocare l’ordinanza di demolizione emessa il 29 gennaio 2016 dal Soprintendente di Enna, l’Arch. Salvatore Gueli. Quest’ultimo, infatti, aveva ritenuto la realizzazione della scala non conforme al progetto originario approvato dalla Soprintendenza, perché, come ha spiegato in audizione, pare che agli atti non risultassero i progetti esecutivi, i quali, in effetti, furono trasmessi solo nel febbraio del 2016, nonostante l’ultimazione dei lavori risalga al dicembre del 2015.aidone scala Morgantina2
“Non sono stati, tuttavia, chiariti i dubbi su tale regolarità procedurale – affermano i deputati a Palazzo dei Normanni Zafarana e Mangiacavallo – ed in particolare su eventuali variazioni del progetto iniziale, che non sarebbero state corredate dall’autorizzazione della Soprintendenza di Enna”. Adesso la deputazione Cinquestelle attende la relazione comprensiva degli atti progettuali che il dott. Pennino si è impegnato a consegnare alla commissione parlamentare. Il punto della situazione sarà, quindi, fatto a seguito dell’esame della relazione stessa. “Vogliamo vederci chiaro”, concludono i due parlamentari.

 

La portavoce al Senato del M5S, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 La portavoce al Senato del M5S, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale

La portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini organizzato dal Meetup di Enna, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale, in questo primo anno di consiliatura, ha illustrato il Disegno di Legge sull'istituzione del Reddito di cittadinanza, presentato in Senato dal Movimento 5 Stelle nel 2013, come primo punto del proprio programma.

Trasparenza amministrativa, Urbanistica e decoro urbano, Beni culturali, Tutela dell'ambiente, rifiuti e servizio idrico, Economia e sviluppo, queste le aree tematiche in cui si possono raggruppare le azioni portate avanti, in attuazione del programma elettorale ed ispirate all'idea di una città a 5 stelle, illustrate dai due portavoce eletti ad Enna, Marilina Frattalemi e Davide Solfato. https://youtu.be/J26W9pnAOd8

La portavoce al Senato del M5S, Nunzia Catalfo, ospite all'incontro con i cittadini, per fare un resoconto delle attività svolte in Consiglio comunale“La trasparenza amministrativa è uno dei temi che sta particolarmente a cuore al Movimento 5 Stelle che, a tutti i livelli di governo vuole monitorare le attività che si svolgono all'interno delle istituzioni pubbliche, al fine di consentire l'accesso ai cittadini ai luoghi in cui si prendono le decisioni sulla cosa pubblica, sulla spesa delle risorse pubbliche e per prevenire fenomeni di corruzione”, spiega Marilina Frattalemi. "Il primo passo in tal senso è stata la richiesta della diretta streaming del Consiglio comunale che, tuttavia, a distanza di un anno, ancora aspettiamo".

Approvata la mozione per l'installazione nel centro storico di ceneriere, cestini per le deiezioni canine e cestini per la raccolta differenziata

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvata la mozione per l'installazione nel centro storico di ceneriere, cestini per le deiezioni canine e cestini per la raccolta differenziata Approvata la mozione per l'installazione nel centro storico di ceneriere, cestini per le deiezioni canine e cestini per la raccolta differenziataDecoro urbano, raccolta differenziata e senso civico, i temi contenuti nella mozione, discussa al Consiglio comunale dello scorso 30 giugno, che ha trovato il consenso di tutte le altre forze politiche. Sono stati, infatti, proposti degli emendamenti volti ad estendere il servizio a tutta la città e a cercare di ridurre i comportamenti incivili dei cittadini, sull'abbandono dei rifiuti.

L’unica perplessità è stata manifestata dell'assessore al bilancio Angelo Girasole, che pur consapevole che le somme necessarie non sono cospicue, ha specificato che sarà comunque necessario utilizzare le somme stanziate in bilancio per l'arredo urbano...

Incontro con i cittadini

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Incontro con i cittadini

A un anno dall'elezione in Consiglio comunale dei nostri portavoce, Marilina Frattalemi e Davide Solfato, appuntamento al Belvedere Marconi, sabato 9 luglio, per fare il resoconto dell'attività svolta in quest'anno di consiliatura.

Ospite d'onore la portavoce al Senato, Nunzia Catalfo, che illustrerà il Disegno di Legge proposto dal Movimento 5 Stelle in Parlamento sul Reddito di Cittadinanza.

 

Approvato in Consiglio comunale il Piano Rifiuti

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Lunedì scorso il Consiglio comunale ha approvato il Piano d'Intervento dell'ARO relativo alla gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. 

Per noi tale Piano presenta numerose lacune che abbiamo evidenziato più volte e, per questo motivo, avremmo voluto votare contro, ma gli ennesi non meritano, neanche per un giorno in più, il degrado cui sono stati costretti a vivere in quest'ultimo periodo. Abbiamo desistito dal votare contro anche per rispetto degli operatori ecologici, anch'essi incolpevoli vittime di questa gestione fallimentare e delle loro problematiche lavorative. Per questi motivi abbiamo deciso di astenerci.

Pur se, a differenza dell'Amministrazione, abbiamo avuto pochissimo tempo per lavorare sul Piano, contrariamente a quanto affermato dal Sindaco, abbiamo voluto contribuire a migliorare la proposta,  reputando sin dall'inizio che il servizio di raccolta "porta a porta", da solo, non potesse risultare sufficiente, considerate anche le caratteristiche urbanistiche e topografiche della città e le sue condizioni climatiche.

Qualche mese fa, infatti, abbiamo interrogato l'Amministrazione in ordine alla riapertura dell’Ecopunto, reputando che una o più piattaforme ecologiche andassero affiancate al sistema "porta a porta", tenuto conto dell'esperienza positiva dell'attività di quel centro di raccolta. 

CdA Ente Autodromo Pergusa in discussione al Consiglio Comunale. Non si prende in considerazione emendamento proposto dal M5S

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

CdA Ente Autodromo Pergusa in discussione al Consiglio Comunale. Non si prende in considerazione emendamento proposto dal M5S

Era sembrata il giusto spunto per discutere sul futuro di Pergusa, la mozione presentata dal PD al Consiglio Comunale dello scorso lunedì 6 giugno, sulla nomina del rappresentante del Comune di Enna nel Consiglio di Amministrazione dell’Ente Autodromo di Pergusa, in vista della sua imminente scadenza, il prossimo 17 giugno. 

Ed in effetti, si è aperto un vero e proprio dibattito politico, durante il quale  sono emerse tutte le recriminazioni  sulle scelte, o meglio, sulle mancate scelte da parte della politica rappresentata dall'allora sindaco Garofalo e dal Presidente della Provincia; sulla gestione disastrosa e la totale incompetenza del Consiglio d'amministrazione in scadenza, che non è riuscito ad ottenere un solo risultato positivo ne a regolizzare la situazione di precarietà in cui versa il personale  ormai da vent'anni; sulla drastica riduzione dei finanziamenti da parte della Regione Siciliana nel corso degli ultimi anni, e per finire sulla possibile illegittimità del disegno di legge regionale presentato dal PD, che prevede la trasformazione giuridica Dell'Ente Autodromo da consorzio di Enti a Fondazione, sottoposta alla tutela e vigilanza dell'Assessorato regionale del Turismo, per la realizzazione di un'esposizione permanente delle grandi manifestazioni motoristiche svoltesi sul circuito di Pergusa.

Ma, da sottolineare che la mozione di per se, chiedeva all'amministrazione di nominare per tale carica l'Assessore pro-tempore al ramo -  affinché lo stesso svolga a titolo gratuito il ruolo di componente, per garantire la massima trasparenza ed economicità.

Dipietro, tuttavia, ha precisato che la mozione risulta palesamente illegittima ai sensi dell'art. 12 co. 3 della L. R. 7/92, secondo cui "Gli assessori ed i consiglieri comunali non possono essere nominati dal sindaco o eletti dal consiglio comunale per incarichi in altri enti, anche se in rappresentanza del proprio comune ne essere nominati od eletti come componenti di organi consultivi del comune". 

Inoltre ha rivendicato la facoltà, riconosciutagli dalla legge, di nominare il componente che ritiene più opportuno, al fine di cambiare le cose in un sistema rivelatosi fallimentare.

Alla luce di questa irregolarità,  il PD ha preferito ritirare la mozione, senza prendere in considerazione l'emendamento da noi proposto che prevedeva, invece, di nominare tramite bando pubblico, quale rappresentante dell'Ente Comune all'interno del Consiglio di Amministrazione, un esperto in materia di organizzazione eventi, in grado di valorizzare Pergusa come risorsa non solo motoristica, differenziandone l'offerta.

In tal modo, oltre a regolarizzare la mozione, si sarebbero rispettati quei principi di trasparenza ed economicità che erano alla base della stessa e, in più, la meritocrazia e la competenza, perché avrebbe garantito al Comune di Enna di essere rappresentato da un soggetto competente scelto attraverso un bando pubblico, e impegnato solo a valorizzare le innumerevoli risorse che Pergusa offre dal punto di vista turistico, che non sono legate solo all'autodromo, ma anche allo sport, all'archeologia, alla flora e alla fauna e ancora alla possibilità di organizzare, eventi, manifestazioni, fiere, ecc.

Forse per questo motivo neanche il sindaco ha preso in considerazione l'emendamento  e farà ricadere ricadere la sua scelta - facilmente prevedibile - su chi risponderà senz'altro meglio alle sue opportunità politiche.

 

 

Lettera aperta al Presidente del Consiglio Comunale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Gentile Presidente,

Ciò che negli ultimi tempi ha sottratto una parte notevole del nostro tempo e delle nostre energie, trascurando famiglia, lavoro, passioni, è la convinzione che la politica debba porsi come obiettivo il raggiungimento del bene comune attraverso una partecipazione quanto più diretta e attiva dei cittadini.

Riteniamo che tale prerogativa non sia esclusiva del nostro gruppo e per questo ci rivolgiamo a Lei in qualità di organo di garanzia di tutti i consiglieri comunali.

Le ultime vicende sui gettoni di presenza delle passate commissioni consiliari non hanno fatto di certo bene all’immagine di Enna.

Vogliamo fare un ragionamento giusto e obbiettivo, senza speculare.

L'anno scorso rendemmo pubblico il nostro pensiero sui lavori in commissione, dicendo chiaramente che qualcosa non andava. Solo un ipocrita può affermare il contrario, ci sono diversi motivi per spiegarlo, ma basta un dato semplice per dimostrarlo. Oggi, con questa consiliatura, con Lei Presidente e con un impegno notevole nei lavori in commissione, si raggiungeranno indennità annue con importi massimi intorno ai 6.000 euro lordi. Negli anni precedenti ci sono state invece indennità anche di quasi 18.000 euro, quindi ben 3 volte la cifra attuale o comunque ben più elevate. Per noi certe cifre sono inconcepibili e scavalcano quella soglia che porta poi all’immoralità.

Con tutta sincerità, ci dispiace per quei consiglieri e dipendenti comunali estranei ai fatti che oggi sono coinvolti in un atto, diciamo dovuto, per l’allargamento delle indagini che la Procura di Enna manda avanti dal settembre dello scorso anno e che di certo avranno alla base dei dati concreti.

Presentata interrogazione sui lavori in esecuzione presso la discarica di Cozzo Vuturo

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Presentata interrogazione sui lavori in esecuzione presso la discarica di Cozzo VuturoE' stata presentata ieri, lunedì 30 maggio, un'interrogazione urgente in ordine ai lavori, avviati da qualche giorno, nei pressi della discarica di Cozzo Vuturo. 

Un primo sopralluogo lo scorso 23 maggio aveva rivelato la presenza di mezzi meccanici che hanno effettuato un primo sbancamento nella zona in questione, ma anche ieri è stato possibile riscontrare che i lavori proseguono nonostante non sia presente in loco alcuna tabella di cantiere recante le dovute informazioni e le autorizzazioni degli uffici competenti.

L'unica segnalazione presente è una tabella nella quale è presente la dicitura "IMPIANTO TMB CANTIERE ITSL S.c.a.r.l.", posizionata all'ingresso della strada che porta alla discarica e ciò fa presumere l'imminente nascita di un cantiere legato al progetto: "Ampliamento della vasca B2 della discarica e realizzazione impianto TMB in contrada Cozzo Vuturo nel territorio di Enna". 

Tuttavia i lavori di realizzazione di questo impianto sono strettamente connessi all'ampliamento della Vasca B2, in ordine alla quale, per le criticità ambientali legate alla discarica di Cozzo Vuturo, è in corso un procedimento penale. 

Il rischio è, infatti, che i percolati della discarica, che si riversano nel Torrente Matrona e da qui nei fiumi Bozzetta e Dittaino, oltre ad alterare la microflora e la microfauna di queste aree umide, possano inquinare i terreni circostanti e le colture, oltre che le falde acquifere di fondovalle, alimentate proprio da questi corsi d'acqua, che riforniscono gli allevamenti della zona.

Auspichiamo che gli interessi economici per il trasporto dei rifiuti in altre discariche non vengano considerati più importanti rispetto al danno all'ambiente e alla salute, e che si cominci a considerare un piano alternativo per la realizzazione di una discarica in un sito più idoneo piuttosto che in valloni naturali come quelli occupati dalle vasche B1 e B2, dove dovrebbero confluire solo acque meteoriche e non inquinate dai percolati altamente tossici che, a medio e lungo termine, saranno dispersi nei Torrenti Bozzetta e Dittaino, affluenti del Fuime Dittaino.

 

Approvati in Consiglio gli OdG su deposito cauzionale e partite pregresse

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Approvati in Consiglio gli OdG su deposito cauzionale e partite pregresseSono stati discussi ieri in Consiglio Comunale e approvati all'unanimità, i due odg sulla legittimità delle partite pregresse e del deposito cauzionale che, alla luce delle recenti sentenze dei giudici di pace di Enna, risultano non dovute.

In generale ormai in Italia quando si parla di gestione dell’acqua, sembra che non si parli più di come rendere un servizio efficiente, considerando il bene in questione come “diritto umano” e che quindi non può essere gestito solo considerando le logiche di mercato, limitandosi a fare calcoli meramente economici.  

L’acqua, come tanti altri beni e servizi,  a causa di questa finanza malata, è diventata l’idea del business del futuro, a discapito di quella che è anche la nostra natura su questa terra.  Lo dimostra soprattutto il fatto che il governo Renzi abbia annullato la volontà e la sovranità popolare di ben 26 milioni di italiani, che si erano espressi con lo strumento di democrazia popolare per eccellenza, il referendum sull’acqua pubblica.

In Italia c’è una sorta di giustificazione diffusa tra i sostenitori della gestione privata del servizio idrico, ossia che c'è un problema di investimenti per sopperire alle perdite della rete che il settore pubblico non è in grado di affrontare. In generale in Italia si ha una dispersione del 37%, mancano gli impianti di depurazione e fognari e si fa poca manutenzione. La situazione è ancora più grave nei nostri territori. Ma come può affermarsi che la gestione privata sia l’unica in grado di poter garantire simili investimenti quando i privati hanno investito solo l’11% dei loro fondi e tutto il resto sono fondi pubblici? Ma allora la politica è corrotta? O è solo incapace? O entrambe le cose?

Ma passando al contenuto degli OdG presentati oggi, con i quali abbiamo dovuto discutere di due argomenti al limite dell’assurdo. Si chiede, infatti, ai cittadini di versare delle somme che già hanno versato a titolo di deposito cauzionale, con il rischio addirittura che essi, nel cercare di fare rispettare i propri diritti, si vedano interrompere la fornitura del servizio. 

E tutto ciò nonostante l’Unione Europea, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Commissione Mondiale sulle politiche dell’acqua, e ancora autorevoli giuristi, scienziati ecc., abbiano dichiarato che 50 litri devono essere assicurati gratuitamente a ciascun essere umano. 

La politica in tutto questo ha un enorme responsabilità e il movimento 5 stelle da sempre è parte attiva in questa battaglia, per questo cercheremo con tutti i mezzi a disposizione di evitare che certe azioni vergognose, illegittime e vessatorie contro gli utenti si possano ripetere.

Anche per questo motivo ci siamo chiesti e abbiamo chiesto a quale titolo vengono trattenute le somme già incassate sul deposito cauzionale, di sentire al riguardo il liquidatore dell'A.S.EN per capire se esse risultino effettivamente ancora accantonate nel bilancio del vecchio gestore e siano quindi trattenute indebitamente.

Quando abbiamo presentato i due odg lo abbiamo fatto forti delle recenti sentenze del giudice di pace di enna dello scorso febbraio, esattamente la 133/2016 e la 134/2016. Sentenze molto chiare che dichiarano illegittime le somme richieste da Acquaenna a titolo di deposito cauzionale e di partite pregresse. Ma lo stesso giorno che andavamo a protocollare gli OdG, è intervenuta una terza sentenza, di un altro giudice di pace di Enna, che aggiunge un ulteriore aspetto di illegittimità in ordine alle partite pregresse, perchè stabilisce che, oltre al dettato di cui alle delibere dell’Autorità per l’Energia e l’Ambiente – AEEGSI -  sulla loro determinazione si violano anche i principi di trasparenza e buona fede sottesi al contratto d’utenza. Essa definisce “illegittimo l’inserimento nelle bollette, da parte del soggetto gestore del servizio idrico (AcquaEnna), della voce “partite pregresse”, in quanto le medesime si caratterizzano per l’assenza di qualsiasi indicazione idonea all’esplicitazione della voce “partite pregresse” nelle stesse indicata solo con la laconica indicazione “Conguaglio anni 2005-2010″.

In questo quadro da sottolineare la totale inadeguatezza e incapacità da parte di tutti quegli organi che invece avrebbero dovuto avere un ruolo di garanzia e di controllo verso il pubblico, come ad esempio l’Ato idrico e coloro che hanno legiferato e governato in questa regione e che continuano a farlo in una maniera a dir poco imbarazzante.

Al contrario, con la determina n. 202 del 30.12.2013 il Commissario Straordinario e liquidatore dell'ATO 5 di Enna, decideva di computare in tariffa l'importo da conguagliare relativo alle partite pregresse. Il tutto concesso da una direttiva del 9 luglio 2013, dell’Assessorato Regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità, che di fatto legittima quella figura del commissario, che avrebbe dovuto occuparsi solo di gestione straordinaria,  a fare gestione ordinaria e quindi decidere anche sulle questione relativa alla tariffazione in bolletta.

A seguito delle sentenze del giudici di pace, dei continui dibattiti, di azioni delle associazioni di categoria, numerosi sindaci e consigli comunali si sono espressi in merito di recente come Troina, Regalbuto, Centuripe e Pietraperzia, ecc.

Con l'approvazione di questi Ordini del Giorno, dunque, sia per il deposito cauzionale che per le partite pregresse, al sindaco Maurizio Dipietro, nonchè neo presidente della costituenda ATI, si è dato mandato di attuare tutte le azioni previste dalla legge al fine di sospendere la fatturazione di queste somme e di accantonare in un apposito fondo le somme introitate dai cittadini ennesi. Oltre ad attivarsi per proporre l’annullamento in autotutela della delibera n. 2/2012 dell’Assemblea dei Sindaci con la quale si approvava la rendicontazione degli scostamenti a favore di Acquaenna prendendo atto dei minori ricavi e che ha dato vita a quell’accordo bonario che ha impedito la rescissione del contratto con la società AcquaEnna, nonché l’annullamento in autotutela della determina n. 202/2013 del commissario straordinario dell’Ato 5 Enna, con la quale si determinava di computare in tariffa l’importo relativo alle partite pregresse, da conguagliare in dieci anni a partire dal 2014, indicate in fattura quale “conguaglio anni 2005-2010”.

Il primo cittadino, che continua a definirsi il “sindaco dell’acqua pubblica” e dal quale ci aspettavamo qualcosa in più, ha dichiarato che nei limiti della carente normativa in vigore, eseguirà le richieste in maniera tempestiva.

 

Duro scontro in Consiglio Comunale alla chiusura dei lavori in aula. M5S attacca duramente il presidente del consiglio De Rose

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Duro scontro ieri in consiglio comunale alla chiusura dei lavori in aula. M5S attacca duramente il presidente del consiglio De Rose

Il M5S attacca duramente il presidente del Consiglio Ezio De rose, reo secondo i penta stellati di essere incapace di gestire i lavori d’aula e di garantire parità di trattamento a tutte le forze politiche. 

La questione è scoppiata dopo il rinvio dei due ordini del giorno sulle partite pregresse e il deposito cauzionale presentato proprio dal m5s, preceduto da un dibattito durato più di un'ora e mezza, caratterizzato da interventi lunghissimi e ripetitivi. 

Dichiara la consigliera Frattalemi: “Non è la prima volta che si verifica una situazione del genere. Ieri,  in particolare, il consiglio convocato per le 17:00 è iniziato solo alle 18:30 per motivi che potrebbero anche essere giustificati, e  abbiamo dovuto concludere anticipatamente i lavori, senza aver potuto trattare due  punti all’odg molto importanti per i cittadini, perché era in corso uno spettacolo al teatro”. “Questo”, prosegue la portavoce, “significa non saper programmare i lavori d’aula e buttare soldi pubblici”. 

Durissimo il capogruppo M5S Davide Solfato: “Se questi sono i contenuti dei consigli comunali e la gestione degli stessi reputiamo più costruttivo ed efficace parlare dei problemi e proporre soluzioni per la città al bar. In Consiglio non viene minimamente rispettato il regolamento e vige l’anarchia. Gli ordini del giorno, come quello di ieri,  sono pieni di punti, e questo probabilmente deriva dal non aver convocato nemmeno un consiglio nel mese di aprile facendo accumulare e slittare di molto tempo gli atti ispettivi presentati “. 

E ancora “ dal primo mese in cui ci siamo insediati proponiamo la diretta streaming per far vedere a tutti i cittadini quello che accade dentro le mura del palazzo,  ma c’è sempre una scusa pronta e questo sa di ostruzionismo, visto l ’investimento irrisorio che comporterebbe realizzarla, ma se l'avesse proposta il PD sarebbe passata in un mese”.

Conclude la Frattalemi “ Ieri per noi è stata l’ultima possibilità concessa, da adesso, tolleranza zero.”

 

Dibattito su Welfare in C.C.: servono più somme da destinare a famiglie meno abbienti

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Dibattito su Welfare in C.C.: servono più somme da destinare a famiglie meno abbienti

Apprezzata e votata all’unanimità la mozione presentata dal consigliere Marco al Consiglio dello scorso 5 maggio, sull’incremento delle risorse economiche da destinare al Welfare, che, tuttavia, ha esplicitato di fatto i grandi problemi di cui soffre questo importante settore per i cittadini ennesi.

L’assessore al ramo Giusy Macaluso ha ricordato che quest’amministrazione ha ereditato una situazione disastrosa dalla scorsa amministrazione, ma è tuttavia riuscita a garantire dei servizi essenziali come l’assistenza agli anziani, così come ha raddoppiato la somme a disposizione in bilancio, rispetto all’amministrazione Garofalo, per gli Avvii Lavorativi a favore dei cittadini meno abbienti, per impegnare per un massimo di 80 ore complessive oltre 77 persone che coadiuveranno il Comune nei vari settori, dal verde pubblico, alla manutenzione scolastica.

 
 

Ma proprio gli Avvii lavorativi sono stati motivo di forti discussioni, poiché ancora oggi non sono stati attuati, sembrerebbe per problemi burocratici, riscontrati dal Segretario. Duri gli interventi in aula, tra i quali è da segnalare quello del consigliere Vasapollo che da anni evidenzia l’importanza di questo settore all’amministrazione, la quale dovrebbe concentrare ogni sforzo sia da un punto di vista economico che organizzativo, inserendolo tra le priorità e provvedendo all’assunzione di un dirigente esperto.
Il consigliere Cappa si augura che i problemi in questione siano effettivamente di natura burocratica e non dipendano, invece, dall’assessorato perchè in questo caso sarebbero da considerare le dimissioni dell’assessore, essendo inammissibile anche questo ritardo dell’amministrazione riguardo a un tema così importante.

L’assessore al Bilancio Girasole, ribadendo la grave situazione ricevuta in eredità, ha affermato che l’amministrazione cercherà in tutti i modi di potenziare questo settore, ma ciò richiede l’approvazione di tutti su determinate politiche e la necessità di risorse che, quindi, dovranno essere sottratte da altre parti.

Solfato ricorda l’importanza della battaglia del M5S a livello nazionale sul reddito di cittadinanza, assente solo in Italia e Grecia, e che darebbe una dignità a tutti e ovviamente ridurrebbe di tanto il carico di lavoro dei comuni su questi settori.

Non è piaciuta, invece, all’assessore Contino la Mozione sugli orti urbani e extraurbani presentata dalla portavoce del M5S Marilina Frattalemi chiedendone il ritiro perché in città sono già presenti diversi orti urbani.
Dal dibattito, tuttavia, è emerso che gli orti urbani esistenti sono pochissimi e che gli stessi sono stati assegnati ai richiedenti sulla base del buon senso, senza alcuna regola precisa, non esistendo allo stato attuale alcun regolamento. La mozione, quindi – sebbene emendata – è stata approvata all’unanimità con l’impegno tra amministrazione e consigliere di redigere al più presto il regolamento, per gestire al meglio questo utile strumento che, oltre ad avere una valenza sociale, didattica, ambientale ed economica, richiede un limitato investimento dì risorse che vengono certamente ripagate dai vantaggi che ne deriverebbero.

Al C.C. Amministrazione chiamata a rispondere a interrogazioni, ma per Consiglieri risposte non soddisfacenti

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Al C.C. Amministrazione chiamata a rispondere a interrogazioni, ma per Consiglieri risposte non soddisfacenti

Numerose le problematiche cittadine a cui l’amministrazione è stata chiamata a rispondere al consiglio comunale dello scorso 5 maggio, ma i consiglieri proponenti non sono soddisfatti delle risposte della Giunta Dipietro.

Non dà alcuna certezza la risposta dell’assessore ai lavori pubblici Gaetana Palermo sulla questione della viabilità del Viale Caterina Savoca, chiuso a seguito del crollo avvenuto lo scorso novembre, e ancora irrisolta. Per quanto riguarda l’inizio dei lavori si sa solo che avverrà “a breve”, mentre per quanto riguarda le sorti dell’importo messo a disposizione, circa 1,3-1,4 Mln di euro, non è certo se verranno affidate direttamente alla protezione civile regionale o attraverso un bando di gara.

 
 

Si ripropone poi un’altra problematica già trattata in precedenza: quella della manutenzione ordinaria degli impianti sportivi comunali. La risposta dell’assessore Di venti – che dopo aver illustrato lo stato degli stessi, è passato alla descrizione delle misure in atto per migliorare la situazione, tra le quali emerge la richiesta di un mutuo al CONI di 1,1 MLN – non soddisfa il consigliere Rizza che evidenzia come ad oggi la manutenzione continua ad essere lasciata ai volontari che curano gli impianti.

Anche il consigliere Marco si dichiara non soddisfatta della risposta dell’assessore Palermo in ordine ai lavori per la riapertura della Via Mercato, anch’essa inagibile dallo scorso gennaio per via di un cedimento, ma i cui lavori dovrebbero iniziare la prossima settimana ed essere completati entro i primi di giugno, scongiurando così qualsiasi problema per la festa patronale del 2 Luglio.
Ritardo inammissibile per la Marco, che sottolinea inoltre l’incompetenza degli uffici comunali, stante che per la messa in sicurezza degli ambienti ipogei (sotterranei) rinvenuti, è stato necessario affidare un incarico esterno per una relazione tecnica.

Il consigliere Cuci, inoltre, non concorda con la risposta del neo assessore Giampiero Cortese in ordine agli impianti di video sorveglianza, per la cui disciplina mancherebbe un regolamento. Secondo l’assessore, infatti la città ha 53 telecamere perfettamente funzionanti e all’avanguardia, ma per Cuci non se ne fa pieno uso.

C’è, infine, l’interrogazione relativa alla valorizzazione di Borgo Cascino, che consentirebbe di accrescere l’offerta turistica del nostro territorio. L’idea dell’amministrazione, illustrata dell’assessore Contino, è volta ad organizzare degli eventi in occasione della raccolta del grano ed a valorizzare la festa patronale del borgo a fine settembre.
Ci sarebbe la possibilità – prospettata dal consigliere Tiziana Arena nella sua interrogazione – di utilizzare strumenti come l’albergo diffuso, che si presterebbe senz’altro al sito e che ha dato risultati positivi in altri borghi siciliani. Ma non è questa la direzione che sta seguendo l’assessore, che replica che l’adozione dell’albergo diffuso si può valutare, ma bisognerebbe regolarizzare l’utilizzo dei locali e degli immobili comunque abitati da cittadini.

Rinviata al prossimo consiglio del 12 maggio l’interrogazione sull’apertura di un ufficio e/o sportello Europa del M5S, volto a consentire al Comune di usufruire dei finanziamenti europei, al fine di portare avanti dei progetti di sviluppo per il territorio, evitando di gravare sul bilancio comunale.

Al Consiglio comunale, trovato accordo su Piano Anticorruzione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Consiglio comunale, trovato accordo su Piano Anticorruzione

Enna. Consiglio comunale di lunedì 2 maggio si è principalmente incentrato sui due punti all’ordine del giorno relativi al Piano Anticorruzione. In particolare, il dibattito ha riguardato la presa d’atto del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (PTPC), presentato dalla Giunta Comunale e la proposta di deliberazione presentata dal Partito Democratico, avente ad oggetto l’Approvazione delle linee guida del PTPC.

La legge n. 190/2012 dispone, infatti, che l’organo di indirizzo politico su proposta del responsabile, individuato nel Segretario generale, entro il 31 gennaio di ogni anno adotta il piano triennale di prevenzione della corruzione. Piano che comprende anche la rotazione del personale degli uffici pubblici che, come sappiamo, ha dato luogo a molteplici polemiche nei mesi scorsi.

Polemiche non del tutto infondate, considerando che la legge in questione, come ormai spesso accade in Italia, dopo aver previsto uno strumento così importante, risulta carente nella disciplina del processo di formazione del PTPC, mettendo in luce numerose criticità, tra cui una scarsa qualità del contenuto del Piano e un’insufficiente individuazione delle misure di prevenzione, che sembrano più specificamente derivare dalla procedura adottata, in particolare dal ridotto coinvolgimento degli organi di indirizzo alla strategia di prevenzione della corruzione.

Per tale motivo l’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), con determinazione del 28 ottobre 2015, ha adottato un aggiornamento relativo al PTPC da approvarsi entro il 31 gennaio 2016 per il triennio 2016/2018, cui le amministrazioni devono attenersi e che, relativamente alla procedura, raccomanda alle stesse di prevedere la più larga condivisione delle misure, sia nella fase dell’individuazione sia in quella dell’attuazione, attraverso l’approvazione da parte del Consiglio (organo di indirizzo generale) di un documento di carattere generale sul contenuto del PTPC e l’adozione finale dello stesso da parte della Giunta (organo di indirizzo esecutivo).

Il piano anticorruzione presentato dalla Giunta Dipietro, dunque, non essendo passato al vaglio (nelle sue linee guida) del Consiglio, rispecchia tutte le criticità procedurali evidenziate dall’aggiornamento dell’ANAC, a cui si aggiungono – come precisato dal consigliere Rizzo – quelle dovute ad una rotazione non programmata del personale, senza un’adeguata formazione e qualificazione; quella del mancato coinvolgimento delle parti interessate, cioè gli uffici e gli stessi dipendenti, che ha dato origine a delle conflittualità; quella dei criteri utilizzati sia per la rotazione che per la individuazione degli uffici più a rischio corruzione, che non sono stati specificati; infine quella dell’adeguata tutela nei confronti del dipendente che vuole denunciare fenomeni di corruzione di cui è venuto a conoscenza nell’esercizio della sua funzione. CC 2-5-2016

A seguito di un lungo dibattito, l’amministrazione ha reputato di rivedere e condividere i criteri per l’adozione del Patto, sulla base delle osservazioni avanzate nella proposta di deliberazione del PD, che a loro volta si basano sull’aggiornamento dell’Autorità.

“Bastava leggere la determinazione dell’ANAC” è il commento del consigliere Marco.

“Si potevano evitare tutte le commissioni capigruppo dedicate all’argomento, se si fossero ascoltate le proposte di condivisione avanzate in questi mesi, evitando di bloccare l’attività del consiglio comunale“, precisa Solfato.

Ex CISS, M5S interroga Regione: ennesima opera pubblica incompiuta

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

 

enna ex ciss

Il gruppo parlamentare M5S interroga il presidente della Regione e l’assessore alla Salute per “chiarimenti in ordine allo stato dei lavori di ristrutturazione del fabbricato ex CISS, oggi Centro riabilitazione interprovinciale multidisciplinare (C.R.I.M.)”.
“Si tratta dell’ennesimo caso – afferma il primo firmatario dell’atto ispettivo, il parlamentare Giorgio Ciaccio – di opera finanziata da fondi pubblici rimasta incompiuta. Una struttura che per il territorio ennese costituirebbe un’importante risorsa”.
Il recupero della struttura di 7200 mq, distribuita su tre piani e in grado di accogliere 150 persone, avrebbe dovuto ospitare, un centro dotato di due reparti di medicina fisica e di riabilitazione e riabilitazione cardiopolmonare, oltre a varie camere di degenza, aule per la formazione e una serie di spogliatoi e ambienti di servizio per il personale medico.

 
 

Il finanziamento iniziale non ha consentito di ultimare i lavori di ristrutturazione iniziati nel 2006, e nel 2012 l’Azienda ha dovuto elaborare un ulteriore progetto di completamento degli spazi esterni afferente ad un finanziamento, ex art.20 legge 67 del 1988, per un importo complessivo di un milione e 400 mila euro; e un ulteriore specifico finanziamento è stato richiesto per l’acquisizione di tecnologie ed attrezzature per due milioni di euro.

Pietraperzia. Giornata all’insegna della legalità a sostegno del sindaco Bevilacqua

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Pietraperzia. Giornata all’insegna della legalità a sostegno del sindaco Bevilacqua

Nella giornata di sabato 30 aprile alla Villa Comunale di Pietraperzia si è svolto l’evento organizzato dall’Associazione Volontari Pietrina e dal Movimento 5 Stelle di Pietraperzia “Io sto con la legalità”, in risposta al vile gesto intimidatorio fatto nei confronti del Sindaco Antonio Bevilacqua e della sua famiglia. Hanno voluto stringersi e dare un chiaro segno di supporto al Sindaco l’europarlamentare Ignazio Corrao; i deputati nazionali Nunzia Catalfo, Azzurra Cancelleri, Mario Giarrusso, Alessio Villarosa e i deputati regionali Claudia La Rocca, Giancarlo Cancelleri, Giampiero Trizzino.

Durante la mattinata i deputati insieme ai vari meet up del Movimento 5 Stelle, che hanno partecipato numerosi all’evento, e ai cittadini di Pietraperzia, hanno piantato dei fiori nelle aiuole della Villa Comunale come chiaro segno che la società civile non si piega all’illegalità e che alla violenza non risponde con la stessa moneta ma con la bellezza.
Il pomeriggio invece è stato dedicato interamente ai bambini con giochi, animazione e zucchero filato realizzati dal gruppo giovani della Chiesa Madre, dagli scout e dal Trio Marachelle.
La serata invece si è svolta tra la musica dal vivo di Filippo Milazzo, l’esibizione con sassofono del professore di musica Davide Di Vendra, la degustazione di dolci offerta dai vari gruppi cattolici e dagli attivisti del meet up di Pietraperzia e gli interventi del Sindaco Antonio Bevilacqua, dalla deputata regionale Claudia La Rocca, dal candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle di Barrafranca Salvatore Centonze, dall’ex candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle di Enna e consigliere comunale Davide Solfato, dal senatore Mario Giarrusso e dall’europarlamentare Ignazio Corrao.

 
 

13094220_1291991780816996_1932961886064246823_n

Il Sindaco Antonio Bevilacqua ha dichiarato: “Sono veramente commosso dalla vicinanza dimostratami dai cittadini di Pietraperzia, dai vari deputati del Movimento 5 Stelle e dai meet up siciliani; non pensavo che un atto così vile potesse scaturire in me l’effetto opposto della paura, paradossalmente mi sento ancora più forte e più determinato ad andare avanti nella direzione della legalità. In un paese come Pietraperzia abituato a far rispettare le regole in relazione alla persona che si ha di fronte, l’amministrazione sta cercando di cambiare questo modo sbagliato di pensare e far sì che la legge sia uguale per tutti, questo naturalmente non piace a chi era abituato ad essere trattato in maniera diversa e al di sopra degli altri cittadini. Un grazie speciale va a chi ha fatto sì che questa giornata potesse essere realizzata: i ragazzi degli scout, del gruppo giovani della Chiesa Madre, il Trio Marachelle, i gruppi religiosi, Filippo Milazzo, Davide Di Vendra, che hanno contribuito volontariamente; le forze dell’ordine che stanno facendo con i pochi mezzi che hanno a disposizione un grande lavoro, i deputati tutti, i meet up, i cittadini e soprattutto il fantastico gruppo dell’Associazione Volontari Pietrina che operano senza sosta a favore di tutta la comunità e che sin dal primo momento hanno dimostrato vicinanza a me, alla mia famiglia e al mio gruppo. Non smetterò mai di ringraziarli”.

Imprese e Innovazione; Anche a Enna Alessandro Cacciato ha presentato il suo libro “Il Sud Vola”

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Imprese e Innovazione; Anche a Enna Alessandro Cacciato ha presentato il suo libro “Il Sud Vola”

Ha fatto tappa anche a Enna domenica scorsa il tour itinerante dell’agrigentino Alessandro Cacciato per presentare il suo libro “Il Sud Vola”. L’evento al caffè letterario Al Kenisa è stato organizzato dal gruppo locale del Movimento Cinque Stelle. Alessandro Cacciato è una sorta di “cacciatore” di progetti innovativi di Startup di giovani siciliani che dimostrano che anche in una terra difficile quando si vuole si possono realizzare idee imprenditoriali che sono poi delle vere eccellenze in campo nazionale ed internazionale. E queste storie sono stare raccolte sul libro di Alessandro Cacciato. Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Davide Solfato ha aperto la serata e ricordando l’atto intimidatorio ai danni dell’abitazione del sindaco grillino di Pietraperzia Antonio Bevilacqua (al termine della presentazione tutti gli attivisti del M5S di Enna sono andati a Pietraperzia per partecipare alla fiaccolata). “Alessandro racconta delle storie che fanno capire che ci sono tanti giovani che in Sicilia hanno preso la coraggiosa decisione di non abbandonare questa terra – ha detto – e noi come Movimento 5 Stelle faremo di tutto affinchè si creino le condizioni per non fare andare via tanti giovani”. “Il Movimento 5 Stelle è vicino ai giovani e vuole supportarli nei loro progetti – ha continuato il responsabile regionale Web e comunicazione del M5S Luciano Zaami – la dimostrazione sta nell’avere creato con parte dello stipendio dei nostri deputati un fondo sostenere la microimpresa facendo nascere in un paio di anni 60 nuove imprese ed il Concorso di Idee Boom Polmoni Verdi e che ha visto la partecipazione di 170 progetti e che hanno visto vincitori alla fine idee di giovani rispettivamente di Caltanissetta, Catania e Mazara del Vallo”. “La Sicilia è una terra dalle belle menti – ha detto nel suo intervento Alessandro Cacciato – e questo libro cerca di mettere in risalto quanto di buono c’è nella nostra terra. Un esempio per tutti è la grande rivoluzione culturale che si è fatta a Favara con la nascita del Farm Cultural Park. Ma ci sono tante altre belle storie di giovani che hanno iniziato quasi per caso e che oggi sono invece imprenditori di successo. Dobbiamo sconfiggere il luogo comune che in Sicilia non si possa fare nulla. Perchè quando si vuole e si crede fermamente in una idea si può riuscire. E le storie raccontate in questo libro ne sono la testimonianza”.

Manifestazione IO STO CON LA LEGALITA' a sostegno del sindaco Bevilacqua

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Manifestazione IO STO CON LA LEGALITA' a sostegno del sindaco Bevilacqua

Sabato 30 aprile  saremo tutti alla Villa Comunale di Pietraperzia in Viale Marconi, per la manifestazione “IO STO CON LA LEGALITÀ”, che vuole essere un'occasione per riflettere insieme sugli episodi di violenza avvenuti di recente ai danni della famiglia del sindaco Antonio Bevilacqua e per rimarcare con forza il desiderio di legalità della comunità pietrina. 

Nella notte di sabato scorso, infatti, è stato dato alle fiamme il portone di ingresso dell'abitazione della famiglia Bevilacqua; un vero e proprio atto intimidatorio, come si evince dalle riprese delle telecamere di sicurezza, che fortunatamente non è volto al peggio e che si aggiunge a quello perpetrato lo scorso dicembre ai danni del maresciallo dei Carabinieri di Pietraperzia.

“La legalità tornerà di moda” non è un nostro slogan, ma un nostro obiettivo. Vogliamo che sia realtà e possiamo renderlo possibile solo lavorando insieme", affermano dall'amministrazione a cinque stelle pietrina. 

Per esprimere la solidarietà e la vicinanza al sindaco,  saranno presenti i portavoce al parlamento Giulia Grillo, Nunzia Catalfo, Azzurra Cancelleri, Ornella Bertorotta, Mario Giarrusso, Alessio Villarosa, i portavoce all'ARS Claudia La Rocca, Giancarlo Cancelleri, Giampiero Trizzino e l'euro deputato Ignazio Corrao. 

 

Domenica 24 aprile presentazione del libro “Il Sud Vola” di Alessandro Cacciato

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale


Domenica 24 aprile presentazione del libro “Il Sud Vola” di Alessandro Cacciato

 

 

 

 

 

 

Domenica 24 aprile alle ore 18:30 presso il Caffè Letterario “Al Kenisa”, si terrà la la presentazione de “Il Sud Vola”, il libro di Alessandro Cacciato che ci apre le porte al fermento culturale ed imprenditoriale che sta investendo il nostro meridione ed in particolar modo la Sicilia.

ll Sud Vola è una raccolta di interviste ed esperienze vissute in prima persona da Alessandro, vicentino di nascita ma residente in Sicilia da oltre vent’anni. La narrazione spazia nei settori della tecnologia, artigianato, agricoltura, politica e sociale garantendo al lettore uno spaccato di un Sud Italia il quale, grazie all’innovazione, scopre dinamiche totalmente inedite per questo territorio.

Oltre all’autore del libro, interverrà Gianina Ciancio – Portavoce Movimento 5 Stelle all’ARS.

La volontà dell’autore è quella di “fotografare” le azioni delle comunità degli innovatori che stanno determinando la genesi della quarta rivoluzione industriale, in un territorio che ha visto fallire infiniti tentativi di rilancio economico. Il racconto comincia dal 2013 quando Alessandro, grazie a incontri fortuiti con libri e persone, tra cui Andrea Bartoli (fondatore di Farm Cultural Park di Favara) e Riccardo Luna (giornalista di Repubblica), scopre un Sud dinamico, intraprendente, spingendolo a viaggiare con una piccola telecamera per raccontare l’operatività generata dall’innovazione. Si tratta di grandi, piccole e micro esperienze imprenditoriali le quali però, rimangono sconosciute al grande pubblico poiché non ancora determinanti per modificare le statistiche ed attirare l’attenzione dei mass media.

Grazie ai 15 milioni di cittadini che credono nella DEMOCRAZIA. Non molliamo!

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Grazie ai 15 milioni di cittadini che credono nella DEMOCRAZIA. Non molliamo!

Sebbene sia una magra consolazione, non possiamo che ringraziare tutti coloro che andando a votare ieri hanno consentito di raggiungere il 32,14% di votanti ad Enna, secondo risultato tra i capoluoghi di provincia in Sicilia, dopo Trapani, primo nell'ambito del territorio ennese e di poco superiore rispetto alla media nazionale.  

Un risultato importante se si considera che la nostra è l'unica provincia a non essere toccata dal mare e, quindi, non direttamente interessata dal problema delle trivellazioni. Inoltre, bisogna considerare che, negli anni passati, l'affluenza alle urne in occasione dei Referendum è andata sempre più abbassandosi fino a raggiungere il 20%, fatta eccezione per il Referendum del 2011 sull'acqua pubblica. E non bisogna dimenticare, infine, tutti gli ostacoli che sono stati frapposti a questo Referendum (scarsa informazione, scelta di una data troppo vicina nel tempo e non coincidente con quella delle elezioni amministrative, inviti all'estensione). 

Siamo contenti di aver contribuito, nel nostro piccolo e nell'ambito del Comitato NO TRIV di Enna, ad informare il più possibile la cittadinanza su questo tema. Fino alla fine abbiamo sperato di inculcare un maggiore senso di unione per una delle tante battaglie che dovrebbero contraddistinguere quelle comunità che guardano al futuro e hanno compreso che il primo obiettivo da raggiungere e per cui si deve lavorare è la qualità della vita.

http://www.beppegrillo.it/2016/04/grazie_agli_olt.html

 

 

 

In IV commissione proposto l'utilizzo degli eco compattatori per migliorare il servizio

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Su richiesta della nostra portavoce in consiglio del Marilina Frattalemi, si è svolta ieri pomeriggio un'interessante seduta in IV commisione sul possibile utilizzo degli eco compattatori al fine migliorare la raccolta differenziata, che non può ancora considerarsi una realtà consolidata nella nostra città. 

Gli eco compattatori, infatti, sono dei raccoglitori automatici dei rifiuti che differenziano e comprimono  i volumi del materiale riciclabile in forma secca (plastica, vetro, cartone, alluminio, ecc.) da 5 a 20 volte e che, in cambio del rifiuto conferito, possono erogare buoni sconto, buoni spesa, buoni carburante, eco-bonus ecc. da spendere presso attività commerciali locali convenzionate.

Invitata in commissione la ditta Morgan’s srl,  che ha esposto il suo progetto  eco box : un come "sistema" complementare di raccolta differenziata, che se affiancato a quello attualmente in atto, apporterebbe una serie di vantaggi per tutti i soggetti coinvolti e cioè Comune, supermercati e cittadini. 

Innumerevoli i vantaggi per l’ente comunale che potrebbe ridurre i costi di gestione e riciclaggio dei rifiuti, i costi di trasporti effettuati per il conferimento dei rifiuti nelle discariche, oltre a riuscire a raggiungere più facilmente la percentuale di raccolta differenziata che ogni Comune è tenuto a rispettare. 

Ma principalmente va sottolineato il “costo zero” dell’operazione poiché sulla base dell'accordo quadro ANCI-CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi), che è lo strumento, previsto già dal Decreto Ronchi del 1997 e poi dal D.Lgs 152/06, attraverso il quale il sistema consortile garantisce ai Comuni italiani la copertura dei maggiori oneri sostenuti per fare le raccolte differenziate dei rifiuti di imballaggi. Il Consorzio di Filiera si impegna, infatti, a garantire il riconoscimento di corrispettivi, variabili in funzione della quantità e della qualità del materiale conferiti, che costituiscono i maggiori oneri della raccolta differenziata. 

Presentata interrogazione sulle condizioni di degrado della fontana di Piazza Europa

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Presentata interrogazione sulle condizioni di degrado della fontana di Piazza Europa

A seguito di diverse segnalazioni da parte di alcuni cittadini, sull'indegno stato di degrado della fontana sita in Piazza Europa, abbiamo appena inviato all'amministrazione, un'interrogazione a risposta scritta.

La fontana attualmente risulta in totale stato di abbandono e al suo interno sono presenti anche dei rifiuti.

L'attuale situazione in prossimità della cosiddetta “Fiera di Maggio” e della Madonna della visitazione, ovvero, una delle feste più rappresentative per la città che accoglie anche numerosi turisti, non migliorerà di certo la già compromessa immagine delle Città di Enna.

Ci auguriamo che la fontana venga pulita il prima possibile anche visti i prossimi eventi che si terranno nella Piazza. Vi faremo sapere non appena ci risponderanno.

Deposito cauzionale e partite pregresse, M5S presenta due OdG per sollecitare interventi dell’amministrazione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Deposito cauzionale e partite pregresse, M5S presenta due OdG per sollecitare interventi dell’amministrazione

“La gestione del Servizio Idrico Integrato da parte della società Acquaenna si è rilevato da più parti inefficiente, inefficace e anti-economico, esattamente il contrario di quanto dispone la normativa in materia (decreto legislativo n. 152/2006) e a farne le spese sono sempre i cittadini” affermano i portavoce in consiglio comunale del M5S Davide Solfato e Marilina Frattalemi.

 
 

“I cittadini dell’ennese, infatti, oltre a dover sostenere una spesa sproporzionata cui non corrisponde certamente un servizio adeguato, a partire dall’anno 2014, hanno dovuto sostenere due ulteriori voci di spesa – il deposito cauzionale e le partite pregresse – somme che due recenti sentenze del giudice di pace di Enna hanno dichiarato illegittime, ricordano i consiglieri.

Essendo chiaro sin dal principio che i cittadini venivano chiamati a colmare i disavanzi accumulati dalla cattiva gestione e dall’inefficienza da parte della società, il M5S già nel dicembre del 2014 aveva presentato un’interrogazione in Senato e all’Ars per chiedere al governo nazionale e regionale di verificare la legittimità delle tariffe applicate dal gestore Acquaenna, con particolare riferimento alla voce “partite pregresse”, sotto il profilo della legittimità, fondatezza e corretta quantificazione dei cosiddetti “scostamenti”, i quali ammontano a circa 21 milioni di euro accumulati dalla società dall’inizio della gestione.

Le recenti sentenze hanno quindi confermato quanto temuto anche da parte delle associazioni dei consumatori, le cui iniziative hanno portato alla loro pronuncia e che stabiliscono appunto che le somme richieste agli utenti a titolo di deposito cauzionale non sono dovute, dovendosi Acquaenna rivolgere al vecchio gestore per ottenere le somme già versate a titolo di cauzione, non potendo gli utenti pagare due volte per lo stesso titolo. Mentre le partite pregresse – che dovrebbero costituire somme che non sono state riscosse dalle precedenti gestioni o comunque frutto di adeguamenti tariffari legati ai consumi effettivi e non forme di recupero di mancato guadagno – non sono state calcolate da Acquaenna come previsto dalla normativa e quindi non sono dimostrate; in ogni caso se fossero dimostrate sarebbero in parte prescritte per legge, almeno per gli anni dal 2005 al 2009.

A questo quadro di mancanza di legalità nella gestione del servizio idrico si aggiunge, tra l’altro, l’illegittimità dell’Accordo bonario di transazione siglato in data 25 giungo 2015 tra il commissario straordinario dell’Ato 5 in liquidazione e l’amministrazione della società Acquaenna che, contravvenendo alla convenzione di gestione e alla normativa vigente, stralciava il debito vantato dal S.I.I. per mancato pagamento del canone da parte di Acquaenna per le annualità 2012, 2013 e 2014, con conseguente danno per le casse erariali di quasi due milioni di euro.
Anche in tal senso il M5S si è attivato attraverso la presentazione di un’interpellanza, lo scorso 9 febbraio, all’assessorato regionale per l’energia e i servizi di pubblica utilità, laddove i sindaci dei comuni appartenenti all’Ato 5 continuano a riunirsi senza riuscire a prendere alcuna decisione che riporti la situazione nei binari della legalità e della tutela del cittadino.

Morgantina, M5S: “Rimuovere immediatamente la scala della vergogna” presentata interpellanza a governo regionale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Morgantina, M5S: “Rimuovere immediatamente la scala della vergogna” presentata interpellanza a governo regionale

Palermo, 1 aprile 2016 – “Una lunga scala di ferro, a dir poco oscena, segno evidente di una mala burocrazia, e causa di imbarazzo di fronte agli occhi dei turisti, deturpa l’immagine del meraviglioso Parco archeologico di Morgantina”.

I deputati del Movimento 5 Stelle all’Ars Valentina Zafarana e Matteo Mangiacavallo interpellano la Regione e chiedono provvedimenti immediati affinchè si proceda con la rimozione in tempi celeri della struttura; “vengano anche accertate - affermano i due parlamentari - eventuali responsabilità in termini di danno erariale e all'immagine, causati dalle arbitrarie decisioni prese al momento dell’istallazione”. “Già, perché la scala della vergogna - commentano i Cinquestelle – non era nemmeno prevista nel progetto redatto, autorizzato e presentato all’assessorato dei Beni culturali prima del 2012 dall’allora direttore del Parco archeologico di Morgantina, l’arch. Enrico Caruso. In data 2 marzo, addirittura, il soprintendente di Enna, l’arch. Salvatore Gueli, lo stesso che oggi risulta indagato per i fatti del Castello di Lombardia di Enna, conferma la notizia che da giorni circolava ufficiosamente, ovvero che alla fine del mese di gennaio, solo dopo avere esaminato tutta la documentazione del progetto e constatato che la scala non era stata prevista nel progetto redatto a suo tempo dalla direzione del Parco ed approvato dalla Soprintendenza, ha emesso un’ordinanza per la rimozione della scala. E invece, alla data odierna, la scala metallica si trova ancora sul posto, interdetta al pubblico e transennata, triste testimonianza di anomale vicende burocratiche”.

Anche diversi archeologi hanno criticato la scelta di una simile installazione ch si trova in uno dei punti più suggestivi e visibili dell’intera area archeologica, evidenziandone inoltre l’inutilità. Infatti, per raggiungere la sommità della collina Est, cioè il punto di arrivo di questa scala, esistono altri due agevolissimi percorsi panoramici, trascurati da decenni e che invece andrebbero sistemati con urgenza. “La struttura crea un danno immenso di carattere paesaggistico al sito di Morgantina, considerato anche che, proprio in questo periodo dell’anno, si ha il maggiore flusso turistico. Resta una sola cosa da fare – concludono Zafarana e Mangiacavallo che denunciano l’evidente scarsa sensibilità di chi ha consentito la messa in opera – rimuovere immediatamente la scala della vergogna”.

Camere Commercio: Mangiacavallo (M5S) incontra delegazione dipendenti in agitazione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Camere Commercio: Mangiacavallo (M5S) incontra delegazione dipendenti in agitazione

Quali sono le intenzioni del governo sulla sorte delle Camere di Commercio? Per fare luce su tale dilemma, una delegazione di dipendenti della Camera di Commercio di Enna, in stato di agitazione, lo scorso 18 marzo ha incontrato il portavoce all’Ars del M5S Matteo Mangiacavallo.

Il Deputato, nell’ambito dei lavori della commissione Attività Produttive di cui faceva parte, si è occupato di un Disegno di Legge che avrebbe dovuto riorganizzare gli enti camerali e risolvere il problema tutto siciliano del sistema pensionistico dei dipendenti degli stessi enti.

Il personale delle Camere di Commercio siciliane, infatti, pur essendo equiparato al personale regionale e pur autofinanziandosi con il diritto annuo e con i diritti di segreteria – in Sicilia non rientra nel sistema pensionistico regionale: a far fronte alle pensioni cioè non è il Fondo regionale esistente per i dipendenti regionali siciliani, ma il Fondo di quiescenza del personale camerale, che trova le sue fonti di finanziamento negli stessi introiti di cui si è detto.

Il disegno di legge accennato, avrebbe risolto il problema grazie ad un emendamento che proponeva di costituire una sezione del fondo regionale nella quale far confluire tutti i beni appartenenti alle Camere di Commercio siciliane (tra cui emergono le partecipate aeroportuali), allo scopo di assicurare il pagamento delle pensioni e di evitare che lo stato aggredisse il patrimonio camerale. Questo emendamento, tuttavia, nonostante il parere favorevole dalla Commissione all’ARS, non è passato in aula e pertanto i Cinque stelle hanno ritirato la firma da quel disegno che, di conseguenza, è decaduto.

Referendum del 17 aprile. Anche ad Enna Costituito Comitato NO TRIV

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Referendum del 17 aprile. Anche ad Enna Costituito Comitato NO TRIV

Anche a Enna si è costituito il Comitato referendario a favore del SÌ contro le trivellazioni in mare, che riunisce tutte le associazioni locali che sostengono il Referendum abrogativo ed il Movimento 5 Stelle.

Il Comitato inizierà nei prossimi giorni e fino alla data del Referendum, il 17 aprile, una campagna informativa nelle principali piazze della città.
I media nazionali, purtroppo, stanno dedicando poco spazio a questo importante tema, non consentendo ai cittadini una completa conoscenza dello stesso: si mette così a rischio la partecipazione al Referendum ed il raggiungimento del quorum necessario per la sua validità.

 
 

Al riguardo, è bene chiarire che non si tratta di un generico “no” alle trivellazioni, ma solo a quegli impianti già in funzione che si trovano in mare, entro le 12 miglia (22 chilometri) dalla costa: si chiede di cancellare la norma che consente alle società petrolifere di estrarre gas e petrolio entro quella distanza e senza limiti di tempo, quindi anche dopo la scadenza delle concessioni attualmente in vigore. Nonostante le società petrolifere non possano più richiedere per il futuro nuove concessioni per estrarre in mare entro quel limite dalla costa (perché le nuove concessioni sono vietate dalle norme introdotte nella legge di stabilità 2016), le attività petrolifere già in corso non avrebbero più scadenza certa.

La partecipazione al Referendum è importante perché il voto degli italiani avrà una grande valenza simbolica, come nel caso del Referendum contro il nucleare del 2011.

Indagini Castello di Lombardia, M5S chiede l’immediata sospensione di tutte le figure coinvolte sia per i Beni culturali che per il Genio Civile

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Indagini Castello di Lombardia, M5S chiede l’immediata sospensione di tutte le figure coinvolte sia per i Beni culturali che per il Genio Civile

"Contrariamente a quanto lamentato dalle locali associazioni ambientaliste, l’impresa esecutrice dei lavori, pur avendo dato inizio ai lavori senza aver ottenuto formale autorizzazione, commettendo una irregolarità di carattere amministrativo, non ha tuttavia arrecato alcun danno al costone roccioso, non attuando alcuna erosione della base rocciosa, né ha indebolito la staticità e le condizioni geologiche del sito".

Questo è quanto si legge nella risposta alla Interrogazione a risposta scritta n. 2572 presentata dalla deputata M5S all’Ars Valentina Zafarana il 25 novembre 2014 - Notizie inerenti i lavori di somma urgenza aventi per oggetto un intervento sulla cinta muraria di nord-ovest del Castello di Lombardia di Enna. Risposta pervenuta quasi un anno dopo, il 9 settembre 2015, quasi a sottolineare il carattere di urgenza che sta alla base di questa vicenda.

Di diverso tenore appaiono invece le conclusioni delle indagini preliminari cui è giunta la Procura della Repubblica che reputano non sussista il carattere "di somma urgenza" ex art. 176 del D.P.R. 207/2010, dichiarato nel verbale dell'11 novembre 2013 dai funzionari del Genio Civile ing. Egidio Marchese, Enzo Di Gregorio Gulizia e Gaetano Di Maria, per questo raggiunti ieri da avviso di garanzia.

Ma questa non è l'unica imprecisione che si legge nella risposta dell'allora assessore ai Beni Culturali Antonio Purpura, la quale a sua volta si basa su dichiarazioni pervenute dalla Soprintendenza di Enna: “Per quanto attiene all’intervento diretto sul Castello di Lombardia è opportuno fare alcune precisazioni comunicate dalla competente Soprintendenza", per cui può  dirsi che le imprecisioni siano da attribuire a quest'ultima e in particolare a quegli stessi funzionari, Salvatore Gueli nella qualità di Soprintendente ai Beni Culturali e Guido Mameli in qualità di Direttore U.O.6 sezione beni architettonici, anch'essi raggiunti da avviso di garanzia, in quanto reputati soggetti investiti ex art. 18 del D.Lgs. 22/01/2004, n. 42 della vigilanza sui beni culturali nonché sulle aree interessate da prescrizioni di tutela indiretta.

In tale qualità essi avevano infatti l’obbligo giuridico di impedire l'evento dannoso dello scavo con mezzi meccanici della base rocciosa e della realizzazione di una trincea di fondazione di un muro lunga circa 30 metri in zona sottoposta a vincolo paesaggistico “Vallone Scaldaferro”, a vincolo monumentale ed a vincolo archeologico indiretto. E l'obbligo giuridico di denunciare  all’Autorità Giudiziaria i reati di opere illecite ed in difetto di autorizzazione effettuati al Castello di Lombardia.

Il Consiglio comunale dichiara "finalmente" Enna territorio denuclearizzato.

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il Consiglio comunale dichiara "finalmente" Enna territorio denuclearizzato.

Grazie alla mozione presentata dal gruppo consiliare del M5S  finalmente anche il Comune di Enna si dichiara “Territorio comunale denuclearizzato”, al fine di manifestare la contrarietà all'eventuale creazione del “Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi e Parco Tecnologico” e di qualsiasi altro sito di smaltimento e stoccaggio di rifiuti radioattivi, derivanti dalla produzione di energia da centrali nucleari, incluse quelle dismesse dopo il Referendum del 1987.

Dall’inizio di agosto 2015, infatti, alcune indiscrezioni di stampa paventavano l'ipotesi che la Carta delle aree potenzialmente idonee (CNAPI) predisposta dalla SOGIN S.p.A. (Società gestione Impianti Nucleari), avesse individuato nella provincia di Enna uno dei siti idonei ad ospitare il Deposito Nazionale, che dovrà ospitare circa 90.000 metri cubi di rifiuti radioattivi, di cui il 60% deriverà dalle operazioni di smantellamento degli impianti nucleari, mentre il restante 40% dalle attività di medicina nucleare, industriali e di ricerca che continueranno a generare rifiuti di questo genere anche in futuro.

"Si vuole rinnovare e rafforzare, alla luce delle nuove esigenze di salvaguardia del nostro territorio", chiarisce Marilina Frattalemi, "la delibera approvata il 23 Marzo 1987 dal Consiglio comunale di Enna e dal Consiglio provinciale, che all'unanimità avevano dichiarato, rispettivamente il territorio del capoluogo e della provincia zone denuclearizzate, quando aleggiava la preoccupazione che la miniera di Pasquasia potesse essere scelta come deposito di scorie radioattive, e che oggi ha bisogno di essere ribadita con forza".

I "criteri di esclusione" previsti dalla Guida Tecnica dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), determinati tenendo conto delle caratteristiche fisiche, chimiche, naturalistiche e antropiche del territorio e presenti nel nostro, dovrebbero da sole scongiurare l'ipotesi che esso possa considerarsi compatibile con la realizzazione di un deposito di stoccaggio di rifiuti radioattivi a bassa e media intensità. 

"Con questa dichiarazione" ricorda sempre la Frattalemi,  "si vuole ribadire che la permanenza di scorie nucleari all’interno del nostro territorio sarebbe disastrosa, in quanto potrebbe mettere in pericolo sia la salute dei cittadini, comportando un aumento del tasso di mortalità tumorale, attraverso la contaminazione delle falde acquifere e non solo, sia il settore agricolo e alimentare, importantissimi per la nostra economia.

Il trasporto di materiali radioattivi viene, invece, rimesso all'Accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose su strada (ADR), la cui finalità è quella di armonizzare le norme di sicurezza riguardanti i trasporti internazionali e di garantire per questi un livello accettabile di sicurezza.











Enna. Indagine Alfano, M5S "deve dimettersi"

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Indagine Alfano, M5S "deve dimettersi"

“La notizia dell'indagine sul Ministro Alfano non ci sorprende” affermano i portavoce al consiglio comunale di Enna Davide Solfato e Marilina Frattalemi, “ perché sin dall'inizio di questa vicenda non ci abbiamo visto chiaro. I nostri portavoce alla Camera e al Senato, infatti,  avevano già presentato un interrogazione al ministro Alfano”.

“La vicenda non può che concludersi con le dimissioni del ministro Alfano e del suo vice”,  e sebbene sarà l'esito dell'inchiesta a fare chiarezza, gli esponenti locali coinvolti dovrebbero dare delle spiegazioni  ai cittadini ennesi, stanchi di subire questi danni al nostro territorio a discapito della legalità”.

"Il M5S a Enna c'è e continuerà a vigilare al fine di assicurare la legalità nel nostro territorio”, concludono. 

 

 

 

PARTECIPA AL FIRMA DAY NO TAX AREA IL 29 FEBBRAIO

Written by Super User on . Posted in Tutte le notizie

PARTECIPA AL FIRMA DAY NO TAX AREA IL 29 FEBBRAIO

IL NUMERO DEI LAUREATI IN ITALIA E' TRA I PIU' BASSI D'EUROPA, MENTRE LE TASSE D' ISCRIZIONE AUMENTANO SENZA SOSTA.

LA CONSEGUENZA? GLI STUDENTI ABBANDONANO L'UNIVERSITA' RITROVANDOSI SENZA LAVORO E COSTRETTI AD EMIGRARE 

IL MOVIMENTO 5 STELLE PROPONE ALCUNE SOLUZIONI PER INVERTIRE DA SUBITO QUESTA TENDENZA!

Ti aspettiamo il 29 febbraio. Puoi scaricare il materiale informativo sulla proposta M5S sul sito universita5stelle.it, dove nei prossimi giorni saranno pubblicati anche tutti gli indirizzi per la raccolta firme nelle università italiane.

http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2016/02/i-ricercatori-universitari-fiore-allocchiello.html

 

SI VOTA IL 17 APRILE PER DIRE NO TRIVELLE. AL REFERENDUM VOTA SI

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Nazionale

NO TRIVELLE. AL REFERENDUM VOTA SI

SI VOTA IL 17 APRILE

Il referendum sulle TRIVELLAZIONI si farà il 17 APRILE, cioè tra appena due mesi. Una mossa (quella di scegliere una data così ravvicinata) per impedirci di informare i cittadini e pilotare il voto. 

L’avere anticipato la data di oltre un mese rivela, infatti, l’obiettivo del #PD, cioè quello di non raggiungere il quorum e vanificare il referendum. Non ci sono altre giustificazioni, d'altronde è lo stesso PD ad avere voluto la norma impugnata ed è sempre lo stesso partito che ha aperto le porte alle trivellazioni.
Il #M5S non ha mai accettato questa becera politica energetica che sa di medioevo, che contraddice i principi della tutela ambientale e che va contro le decisioni prese a Parigi durante il Summit mondiale sul clima. 

Per questo motivo da oggi e fino al giorno del voto, faremo il possibile per convincere gli italiani a votare SI contro le trivellazioni.

Iniziano 2 mesi di fuoco!

Aiutateci ad essere in tanti, diffondete l'evento!
‪#‎votoSI‬ ‪#‎marenostrum‬ ‪#‎NOalletrivelle‬ ‪#‎STOPinquinamento‬

COMUNICATO UFFICIALE

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

COMUNICATO UFFICIALE

Il sig. Giuseppe Incudine, che negli ultimi tempi ha manifestato un allontanamento in termini di partecipazione alle attività del meetup di Enna, con le sue affermazioni a mezzo stampa ha dimostrato di non rispecchiarsi più nei principi e nelle regole del Movimento.

Affermazioni che lo stesso ha reiterato ieri sera, in seno all'assemblea degli attivisti, pur non riscontrandosi alcun elemento che possa confermare le sue dichiarazioni.

La candidatura di Davide Solfato, infatti, così come le altre, era conforme al Regolamento nazionale, come dimostra la certificazione della lista ottenuta dallo staff del M5S, il quale di recente - il 26 gennaio 2016 - si è espresso in tal modo: "Da oggi, a tutela del Movimento 5 Stelle non verranno certificate liste con persone che hanno corso contro il MoVimento 5 Stelle in precedenti elezioni per tutti i capoluoghi di regione e di provincia". 
Davide Solfato non concorreva nelle scorse elezioni contro il Movimento, non avendo il M5S stesso presentata alcuna lista alla passata tornata elettorale. La sua candidatura quindi appare legittima anche alla luce di queste nuove disposizioni.

Non di meno la precedente candidatura di Davide Solfato ad una lista civica era una notizia di dominio pubblico, come si evince da un'articolo pubblicato da Vivienna in data 26 maggio 2015. http://www.vivienna.it/…/cataldo-salerno-la-storia-la-geog…/.

Tutto il Meetup di Enna è concorde nel sostenere che si tratta solo di strumentalizzazioni e di accuse di natura personale, che casualmente emergono a distanza di circa un anno dalla presentazione delle candidature, e che pertanto denotano una violazione dei principi del Movimento 5 Stelle tale da comportare l'espulsione del Sig. Incudine dal Meetup di Enna.

Contrariamente a quello che trapela spesso e volentieri dalla stampa, che trova ghiotta una notizia del genere dandogli un evidenza spropositata rispetto alla sua reale valenza, i contrasti interni - per quanto spiacevoli - sono tuttavia utili al fine di individuare coloro che pensano di poter utilizzare il Movimento per la realizzazione di aspirazioni personali e che finiscono per ostacolare il lavoro di chi invece ha fatto propri i principi e l'etica del M5S, come era già accaduto nei confronti del Sig. Filippo Cammarata.

Consiglio Comunale. L'amministrazione risponde alle numerose interrogazioni all'ordine del giorno e annuncia un vero e proprio rivoluzionamento del personale comunale.

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Consiglio Comunale. L'amministrazione risponde alle numerose interrogazioni all'ordine del giorno e annuncia un vero e proprio rivoluzionamento del personale  comunale. Lo annuncia il sindaco Dipietro che ha voluto chiarire personalmente  i quesiti posti con l’interrogazione presentata dal M5S sull'Ecopunto che richiama il delicato  tema della raccolta differenziata il quale, come rileva la portavoce Marilina Frattalemi, “non va considerato solo in termini di costi e di sanzioni,  a cui i comuni sono soggetti in caso di mancato raggiungimento delle percentuali previste dalla legge. Esso, infatti, sottintende temi più importanti quali il rispetto dell'ambiente e la sostenibilità ambientale che, a loro volta, richiederebbero la necessità di eliminare discariche che, come dimostra Cozzo Vuturo, possono causare un grave inquinamento ambientale e di impedire l'apertura di termovalorizzatori, fonte di polveri sottili incontrollabili e di ceneri pericolose difficili da gestire nel loro ciclo di smaltimento”.

Lascia perplessi  la posizione del sindaco il quale sostiene che, in ordine alla gestione e allo smaltimento dei rifiuti, il Comune non ha alcuna competenza, essendo questa per contratto riconosciuta alla società Ennaeuno S.p.A. ed essa è, quindi, l'unico interlocutore possibile della cooperativa Liberambiente per la riapertura dell’Ecopunto. L'unica cosa che l'amministrazione poteva fare al riguardo è stata fatta: cioè sensibilizzare  Ennaeuno a fare la raccolta differenziata, consentendo in tal modo di raggiungere il 35%, forse addirittura il 40% della stessa e consentire che le bollette dei rifiuti per i cittadini non fossero aggravate anche dal costo delle sanzioni cui altrimenti il Comune di Enna sarebbe incorso.

Rimandate alla chiusura delle indagini, invece, le risposte in ordine al danneggiamento della chiesetta di Kamut, per capire se sussistano effettivamente responsabilità da parte dell'amministrazione così come sottinteso nell'interrogazione del M5S, poiché - ha spiegato Davide Solfato - “il danneggiamento sembrerebbe riconducibile al mezzo meccanico utilizzato per effettuare i lavori di messa in sicurezza della S.P. 2”.

In merito all’interrogazione dei pentastellati sulla misure di protezione per il Monastero delle Benedettine, massima disponibilità dell'assessore Giovanni Contino che, all'indomani della presentazione della stessa, aveva già predisposto un tavolo tecnico che coinvolge tutti gli enti interessati (Soprintendenza, Genio Civile, Comune ed ex Provincia) oltre alla collaborazione dell’Universitá Kore.

La mozione sul Piano Energetico Comunale presentata  lo scorso agosto ha,  invece, portato alla nomina dell’Energy Manager, figura indispensabile per la predisposizione di un PEC. L'assessore Gaetana Palermo ha, infatti, annunciato ieri che tale figura da parte della Giunta è stata individuata nella persona dell’ingegnier Guido Sciuto, il quale sarebbe già al lavoro affinché il comune possa al più presto usufruire dei vantaggi che esso comporta sia a livello economico che a livello di impatto ambientale. 

 






M5S: Trasferimento Prefetto Guida, presentata interrogazione anche alla Camera dei Deputati. Giulia Grillo “La città non può più aspettare, il Ministro dell’Interno nomini nuovo Prefetto”

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S: Trasferimento Prefetto Guida, presentata interrogazione anche alla Camera dei Deputati. Giulia Grillo “La città non può più aspettare, il Ministro dell’Interno nomini nuovo Prefetto” Con queste parole la portavoce alla Camera del M5S annuncia l'interrogazione a sua prima firma, presentata oggi 26 gennaio 2016, in ordine al trasferimento del prefetto di Enna Fernando Guida, ritenendo che tale trasferimento possa pregiudicare i provvedimenti intrapresi, dallo stesso prefetto, per la fondazione che gestisce l’università Kore e per tutte le azioni di legalità a favore del territorio, ivi compreso il ruolo fondamentale come rappresentante del Governo, sullo svolgimento di corsi universitari di medicina in lingua rumena. 

La deputata, inoltre, chiede al  Ministro Alfano se non ritenga assumere iniziative consequenziali rispetto a quanto dichiarato dal Sottosegretario per l’istruzione, l’università e la ricerca, Gabriele Toccafondi, in risposta all’interrogazione discussa il 5 novembre 2015 n. 5/06378, riguardante l’università Kore e i corsi universitari di medicina in lingua rumena. http://www.giuliagrillo.it/il-ministro-dellinterno-nomini-subito-il-prefetto-a-enna/

Si attende, quindi, di sapere dal Ministro dell’Interno quali iniziative di competenza intende predisporre affinché venga prontamente assegnata la carica di nuovo prefetto per la sede di Enna e quali ulteriori iniziative di competenza intenda assumere riguardo alla vicenda in questione. Perché parafrasando la Grillo “la città non può più aspettare “. 

 

Presentata in Senato interrogazione sul trasferimento del Prefetto Guida

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Presentata in Senato interrogazione sul trasferimento del Prefetto GuidaI portavoci del M5S al Consiglio Comunale di Enna Marilina Frattalemi e Davide Solfato, coordinati dal gruppo parlamentare nazionale in Senato, hanno presentato oggi 21 gennaio 2016, un'interrogazione al Ministro Alfano affinchè venga data risposta ai cittadini del territorio provinciale ennese, in ordine al trasferimento immediato del Prefetto  Fernando Guida, il quale ha sempre assunto un ruolo fondamentale nel processo di legalità nel territorio in questione.

Innumerevoli, infatti, gli interventi del prefetto per risolvere alcuni annosi problemi del territorio provinciale e del capoluogo, tra cui va anzitutto ricordato l'importante azione sulle mafie rurali con la nomina di una Commissione d’indagine riguardante la revoca dei contratti d’affitto relativi a molti ettari di terreni demaniali, ricadenti all'interno del Parco dei Nebrodi, concessi con canoni irrisori ad agricoltori vicini a Cosa Nostra che li usavano per percepire contributi europei destinati all'agricoltura.

E ancora per risolvere problemi di viabilità provinciale e per la salvaguardia del patrimonio artistico-culturale.

Guida ha rivestito, inoltre, un ruolo fondamentale nelle inchieste relative alla Fondazione Kore ed alla vicenda tra la facoltà di Medicina rumena Dunarea De Jos di Galati ed il Fondo Proserpina, atteso che il MIUR chiedeva l’intervento del Prefetto di Enna e della Procura della Repubblica di Enna per fare cessare i connessi comportamenti non conformi alle norme vigenti in materia.

Vengono quindi indagati tutti i componenti del Fondo Kore tra i quali l’ex Sen. Crisafulli. Infine, il Prefetto di Enna aveva iniziato il procedimento finalizzato al commissariamento della stessa per gravi irregolarità.

Ma poichè il Viminale non ha ancora nominato un nuovo prefetto, il commissariamento rischia di finire archiviato e con esso tutta la vicenda che, invece, viste le ipotesi di reato che sono state rivolte nei confronti degli attori coinvolti e dell'interesse che inevitabilmente investe la città, meritava un immediato chiarimento.

"Alla luce di tutto ciò, appare davvero difficile comprendere il perché del trasferimento immediato del Prefetto Fernando Guida e della mancata nomina di un sostituto nei tempi dovuti", dichiara la senatrice Nunzia Catalfo, prima firmataria dell'interrogazione insieme ai senatori Giarrusso, Bertorotta, Santangelo, Paglini e Puglia. "Ed è proprio questo che chiede di sapere il M5S, a nome dei cittadini della provincia ennese, i quali hanno assistito inermi e stupefatti all'ennesima "ritirata" dello Stato dal loro territorio".

Gli stessi dubbi erano già stati avanzati dall’ex procuratore di Enna, Calogero Ferrotti nella cerimonia di pensionamento, secondo cui  "sono stati posti in essere aperti tentativi di bloccare un’indagine della magistratura e di delegittimare, con una denunzia per fatti inesistenti, contro chi stava conducendo quelle indagini, nel pieno rispetto delle regole e senza alcun clamore mediatico". Oltre che dal Procuratore Generale di Caltanissetta Sergio Lari che ha parlato di “Attacchi eversivi sulle indagini in corso” ribadendo che “Il procuratore di Enna è stato oggetto di un attacco che non esito a definire ignobile".

 

Consiglio Comunale. M5s Enna : "Gli avvisi di accertamento Tarsu 2009 e 2010 devono essere annullati".

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Consiglio Comunale. M5s Enna : "Gli avvisi di accertamento Tarsu 2009 e 2010 devono essere annullati".

Queste la richiesta effettuata dai  consiglieri 5 stelle Davide solfato e Marilina Frattalemi, in occasione della discussione tenutasi in Consiglio Comunale giovedì 14 gennaio, scaturita a seguito della mozione del PD sulla tariffa Tarsu 2009/2010, che ha fatto registrare una notevole affluenza di pubblico.

In particolare, tale mozione chiedeva di fare chiarezza sulla situazione di confusione che si è venuta a creare a seguito dell'invio di un accertamento a tappeto relativo alla tassa in questione, sia per gli anni 2009/2010 (che non risultavano pagati da circa il 50% dei contribuenti a seguito dei dubbi di legittimità sulla stessa e che a breve sarebbero andati in prescrizione per la scadenza dei 5 anni) e per il 2015, con ammontari di particolare rilievo.

Ammissione di errore da parte del sindaco Di Pietro che, come anticipato a mezzo stampa, ha chiarito che non dovranno essere pagati gli accertamenti pervenuti a coloro che hanno già pagato e a coloro che hanno vinto il ricorso presentato alla commissione tributaria. Errore attribuito al sistema operativo che non ha escluso, come avrebbe dovuto, queste due categorie ma per ovviare al quale lo  stesso sindaco si è assunto l'impegno di  provvedere all'accertamento e al ritiro tramite gli stessi uffici che hanno sbagliato, esonerando i cittadini dall'onere di chiedere il ritiro in autotutela.

Rimane il problema degli accertamenti pervenuti a coloro che non avevano, invece, pagato la Tarsu 2009/2010, sui quali permane l'ombra della illegittimità della tariffa applicata (illegittima perchè stabilita da una delibera di Giunta e non di Consiglio Comunale) e per i quali da più parti viene invocata l'equità sociale.

Questo aspetto è stato ben precisato dal portavoce del M5S Davide Solfato che, sulla scorta delle svariate violazioni imputabili alla Giunta in tale tematica, chiede che gli accertamenti vengano ritirati in toto in autotutela dall'amministrazione e che si proceda all'invio di avvisi di pagamento legittimamente e correttamente calcolati, riscuotendo così le quote dovute. "Non si comprende come mai  l'Amministrazione non abbia ricalcolato le tariffe in questione sulla base dell'ultima aliquota legittima, ossia quella risalente al 2003, e abbia invece preferito rinviare ai cittadini avvisi di pagamento dello stesso tenore di quelli impugnati e dichiarati con sentenza illegittimi, per di più maggiorati di sanzioni e interessi legali ed errando anche nella quantificazione dei metri quadri ubicativi", spiega lo stesso Solfato.

Il Sindaco, il Vicesindaco e il dirigente Lipari spiegano che, a questo riguardo, si è deciso di chiedere una consulenza esterna ad un tributarista palermitano di chiara fama, al fine di valutare la validità degli avvisi sia in senso formale che materiale e stabilire, quindi la procedura più opportuna da adottare sia per l'Ente che per i cittadini. Proprio per questo motivo tali accertamenti sono stati sospesi in attesa dell'esito del consulto.

Occorre ricordare, infatti, che l'Amministrazione ha valutato più opportuna la scelta dell'accertamento a tappeto piuttosto che quella di ridefinire l'aliquota nella sua legittima sede e cioè in Consiglio, proprio in vista dello scadere della prescrizione quinquennale e il conseguente danno erariale per il Comune.  

Ora, però sorge la necessità di valutare se conviene mantenere lo status quo, poichè se, come detto, l'aliquota è illegittima tutti faranno ricorso e, in vista di una nuova disposizione di legge, il Comune in caso di sentenza sfavorevole è chiamato anche al pagamento delle spese legali.

Finalmente l'Amministrazione si adopera per il recupero del Monastero delle Benedettine

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Finalmente l'Amministrazione si adopera per il recupero del Monastero delle Benedettine

Programmare un monitoraggio delle condizioni del Monastero delle Benedettine ai fini della messa in sicurezza dell'edificio. Questo l'esito del tavolo tecnico convocato ieri, 11 gennaio, dall'assessore Contino tra i tecnici della Soprintendenza, del Genio Civile, del Comune, dell'ex Provincia e docenti di Ingegneria e Architettura dell'Università Kore, in risposta alle numerose grida di allarme provenienti da più parti.

Anche il M5S di Enna, lo scorso dicembre, aveva presentato un'interrogazione all'Amministrazione Comunale con la quale si chiedeva di procedere ad un rilievo architettonico, strutturale e fotografico dell’intero edificio, al fine di documentare lo stato di fatto, e di considerare la possibilità di un intervento immediato che scongiurasse ulteriori e peggiori danni, rispetto a quelli causati dalle piogge degli ultimi inverni, che hanno compromesso la stabilità dell'edificio.

“Rinviare un intervento di modesta entità oggi, potrebbe comportare un notevole aumento dei costi in futuro, tanto da rendere più complicato ed oneroso un qualsiasi progetto di recupero”, spiega la portavoce al Consiglio Marilina Frattalemi.

Ed è proprio questo che il monitoraggio dei tecnici cercherà capire: quali siano gli interventi tecnici e strutturali necessari, soprattutto in ordine alla copertura, ai fini della messa in sicurezza dell'edificio nelle more che venga completato il progetto di recupero definitivo. Finalmente l'Amministrazione si adopera per il recupero del Monastero delle Benedettine

“Finalmente un primo passo viene compiuto dall'Amministrazione per salvaguardare quello che è il più grande ed antico complesso monastico presente in città, il quale da oltre vent'anni è stato progressivamente abbandonato e lasciato all’incuria senza che nessuna amministrazione abbia mai predisposto un’ordinaria opera di manutenzione e salvaguardia dello stesso” aggiunge Davide Solfato.

 




M5S pressa per la riapertura di Ecopunto e presenta interrogazione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

M5S pressa per la riapertura di  Ecopunto e presenta interrogazione

Come quello dell'acqua, anche la gestione dei rifiuti era tra i punti  principali del programma elettorale del Sindaco Di Pietro, ma anche in questo caso l'Amministrazione Comunale non sembra volersi avvalere delle risorse messe a disposizione dalla normativa esistente, volte a “favorire l’incremento delle percentuali della raccolta differenziata, il riutilizzo, il riciclaggio e lo smaltimento dei rifiuti”.

In particolare gli Enti locali possono avvalersi  di soggetti pubblici e privati, come ad esempio i centri “Ecopunto”  cui sperimentazione e pratica si è sviluppata in una realtà Siciliana (Niscemi) e si sta imponendo all’attenzione a livello nazionale visto che contribuiscono a raggiungere una maggiore percentuale e migliore qualità della raccolta differenziata oltre ad incrementare l'iniziativa imprenditoriale e associativa a livello locale.

Il gruppo consiliare del M5S, con l'interrogazione su Ecopunto presentata lo scorso dicembre, ha voluto ricordare all'Amministrazione i diversi vantaggi che questo centro di raccolta ha apportato al Comune  di Enna, quali ad esempio l’aver condiviso la propria percentuale di raccolta differenziata con l’Ente (consentendo alla città di Enna di raggiungere il 9,3%), l’aver garantito un notevole risparmio sul costo del conferimento in discarica (in due anni di attività, infatti, l’Ecopunto ha raccolto 798,5 tonnellate di materiale differenziato, che ha permesso al Comune di risparmiare circa € 100.000,00) e l’aver svolto una costante attività di formazione ed informazione del cittadino sul tema della raccolta differenziata. 

Sottolineando, altresì,  che i costi di gestione, gli oneri fiscali ed il lavoro svolto nell’ambito del servizio svolto dall’Ecopunto erano tutti a carico della Cooperativa LiberAmbiente Enna, e che, quindi, il Comune non andava incontro a nessun tipo di spesa aggiuntiva. 

“Siamo convinti che favorire la riapertura del Centro di raccolta dei rifiuti “Ecopunto”, contribuirebbe alla soluzione della gran parte dei problemi  che la raccolta differenziata da poco iniziata ha già manifestato” spiega la portavoce del M5S Marilina Frattalemi, che aggiunge: “sarebbe ancora più opportuno bandire una manifestazione d’interesse pubblica per incrementare il numero dei centri di raccolta dei rifiuti sul modello “Ecopunto”, replicando la fortunata esperienza del Centro Ecopunto dotando così altre zone della città di strutture simili”. 

Ma con l'interrogazione in esame si chiede alla Giunta di fare chiarezza più in generale sulla gestione dei rifiuti e più precisamente per capire cosa abbia spinto il Comune di Enna ad affidare il servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, in esclusiva, alla società d’ambito EnnaEuno, che, oltre ad essere in liquidazione, ha prodotto, in passato, diversi disservizi per la mancata raccolta dei rifiuti;

per sapere chi debba vigilare per conto del Comune di Enna sui servizi svolti dalla società d’ambito EnnaEuno, considerato che alcune attività previste dal capitolato d’appalto, quali il diserbo, il lavaggio dei cassonetti e lo spazzamento delle strade, vengono disattese, anche se poi vengono regolarmente addebitate in bolletta agli utenti;

per sapere se il Sindaco di Enna, in qualità di rappresentante del Comune socio di maggioranza relativa della società d’ambito, conosca il bilancio e la pianta organica della stessa e cosa intenda proporre per risolvere il problema dell’esubero di personale tecnico-amministrativo dell’ATO;

per conoscere a che punto sia la costituzione della Società di Regolamentazione dei Rifiuti (SRR) e dell’Ambito di Raccolta Ottimale (ARO).

M5S Enna: presentata interrogazione sul parcheggio di Via Candrilli: Amministrazione risponde in poco più di 10 giorni. Presentata interrogazione sui lavori del Castello di Lombardia: dopo oltre tre mesi Amministrazione ancora non risponde

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Solerte risposta dell'Amministrazione Comunale alla interrogazione a risposta scritta che il gruppo consiliare del M5S ha presentato lo scorso 23 dicembre sul parcheggio di Via Candrilli.

A seguito di diverse segnalazioni da parte dei residenti della zona, infatti,  si è constatato che il parcheggio resta chiuso, anche al di fuori dei giorni e delle fasce orarie esposte da un cartello all’ingresso dell’area, e cioè Lunedì-Mercoledì 08:00-18:00 e Martedì-Giovedì-Venerdì 08:00-14:00 (nelle quali fasce il parcheggio non è accessibile al pubblico perchè  riservato alle autovetture degli Amministratori e dei Consiglieri Comunali), generando di fatto confusione nei cittadini.

"Poichè la necessità di avere a disposizione dei parcheggi nel centro storico è da tempo diventata una questione rilevante per la viabilità e la qualità di vita dei cittadini residenti e non e l’utilizzo pubblico del parcheggio di via Candrilli migliorerebbe le condizioni di residenti e commercianti della zona, oltre al fatto che essere Amministratori o Consiglieri Comunali non dovrebbe portare maggiori privilegi rispetto agli altri cittadini", spiega il portavoce al Consilgio Davide Solfato, "si interrogava il Sindaco su quale fosse la volontà dell’Amministrazione sull’utilizzo dell’area in oggetto".

L'abbattimento della chiesa Kamuth e il potere della rete - M5S presenta interrogazione

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

L'abbattimento della chiesa Kamuth e il potere della rete - M5S presenta interrogazione«Nessuno ha demolito nulla», «Un lavoro assolutamente da fare», ha dichiarato l'ing. Puleo, capo dell'Ufficio Tecnico di Enna, a chi accusa l'amministrazione di avere demolito un edificio storico.

Tuttavia, grazie alla diffusione della notizia in rete e il conseguente tam tam che si è scatenato, la situazione sembrerebbe diversa e comunque, a seguito dell'esposto di Legambiente, sarà l'indagine aperta dalla magistratura a confermare le eventuali responsabilità dell'Ufficio Tecnico Comunale. 

Il gruppo consiliare del M5S di Enna il 23 dicembre ha, invece, presentato un'interrogazione all'amministrazione comunale, come spiegano i due consiglieri Marilina Frattalemi e Davide Solfato, per conoscere quale sia la posizione dell’Amministrazione comunale in merito ai fatti in questione, per capire se la locale Soprintendenza ai Beni culturali sia stata preventivamente informata in merito a tale intervento, della sua natura e del tipo di mezzo che sarebbe stato utilizzato per effettuarlo; per sapere chi tra i funzionari dell’Ufficio tecnico sia stato incaricato di seguire i lavori sul campo e quali indicazioni abbia fornito all’operatore del mezzo meccanico.

Si chiede, infine, di sapere quali azioni intenda intraprendere l’Amministrazione comunale per rimediare al danno compiuto e se non ritenga utile, in accordo con la Soprintendenza ai Beni culturali di Enna, procedere alla redazione di un progetto di recupero architettonico e strutturale dell’edificio danneggiato, importante testimonianza della nostra storia. 

La potenza della rete!

Consiglio Comunale. "Enna Città culturale congressuale e universitaria" ma sempre a spese dei cittadini

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Consiglio Comunale. "Enna Città culturale congressuale e universitaria" ma sempre a spese dei cittadini

Saranno i cittadini a doversi sobbarcare le spese che trasformeranno una già collassata cittadina del centro sicilia in una Capitale Europea della Cultura?
Sembra questo quello che è emerge da un'attenta riflessione sul Consiglio Comunale che si è tenuto lunedì 21 dicembre.

Un ordine del giorno costellato da una serie di debiti fuori bilancio da approvare e che vanno ad intaccare le già carenti risorse comunali, che si contraddice con l'immagine di Enna quale “Città universitaria, culturale e congressuale” come richiede il PD nella sua mozione, ma la cui principale fonte di ricchezza deriva dall'Università Kore la cui governance, a causa delle vicende giudiziarie in cui è coinvolta, rischia di metterla a pregiudizio.
È quanto sostiene lo stesso sindaco Di Pietro il quale, pur essendo pronto a sottoscrivere tutte le iniziative alle quali i consiglieri proponenti impegnano l'amministrazione, anche perché del tutto corrispondenti ai propositi del proprio programma, sottolinea come le sorti delle indagini potrebbero sottrarre questa importantissima risorsa al suo stesso territorio impedendo quella "collaborazione tra l'università, il territorio (le amministrazioni) e le imprese" di cui si parla nella mozione. Propone, quindi, di aprire al più presto un dibattito sul da farsi, prima che accada qualcosa che possa far perdere alla città questa sua grande risorsa con tutte le chiare e gravi ripercussioni che ne deriverebbero.

Auguri a 5 Stelle

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Auguri a 5 Stelle

Sono ormai passati sei mesi da quando una parte di cittadini ennesi ha ripagato con fiducia il nostro impegno per la città, fiducia che siamo stati onorati di ricevere. Grazie al vostro sostegno siamo entrati nelle istituzioni come garanzia di legalità e partecipazione con gli ennesi.
Con l'avvicinarsi della fine del 2015 e l'approssimarci al NATALE, tutti gli attivisti del Meetup di Enna abbiamo il piacere di salutarvi e rivolgervi gli auguri di buone feste presso la nostra sede, in via S. Agata n°81, giorno 22 Dicembre alle ore 19.00. 
Per tutti coloro che siano impossibilitati a partecipare, porgiamo i NOSTRI MIGLIORI AUGURI DI BUON NATALE E DI UN SERENO INIZIO ANNO. AUGURI!!!!!!

Consiglio comunale di Enna: “chiacchierata” sulla Sanità

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

C.C. 10-12

Il Consiglio Comunale di ieri sera aveva per oggetto le “Problematiche riguardanti l’Ospedale Umberto I di Enna”. Encomiabile ordine del giorno! Peccato che non fosse presente la stessa direzione sanitaria dell’Asp di Enna, accorsa in Aula solo a dibattito concluso, forse perché non reputava di dover perdere tempo a discutere con i politici ennesi dei problemi della struttura, quasi si trattasse di una qualsiasi riunione condominiale, come affermato dal consigliere Ferrari.

Si è pertanto discusso, per chi ancora ne fosse ignaro, del depotenziamento che negli anni ha subito l’Ospedale Umberto I di Enna fino ad arrivare alla attuale disastrosa situazione: esso vanta, infatti, il record per il più alto numero di anni di commissariamento, per avere ben 9 reparti senza primario e per aver perduto reparti d’eccellenza come quello di chirurgia toracica.

Ecopunto. Gli appelli e le risposte dell'amministrazione attraverso i social: modernità o escamotage?

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale


Che se ne dica i social sono ormai uno strumento diffuso non solo per esprimere opinioni, informare o  pubblicizzare eventi, ma anche per manifestare lamentele o disservizi. 

È il caso dell'Ecopunto di Enna che proprio attraverso Facebook ha più volte lamentato il disinteresse dell'amministrazione comunale nei confronti della differenziata in generale e dell'Ecopunto in particolare. Lo scorso venerdì 4 dicembre ha inoltre comunicato, sempre attraverso il social network, di un incontro organizzato dal Vicesindaco Angelo Girasole, per parlare delle sorti di questo centro di raccolta e gestione rifiuti, che quando funzionava assicurava ad Enna il 10% di raccolta differenziata. 

L'ecopunto ha, infatti, subìto le decisioni dell'Ato rifiuti che - sappiamo bene - non naviga in buone acque e ha ritenuto sacrificabile questo centro, il cui servizio sicuramente rappresentava una nota positiva per la città, decretandone la chiusura. 

IL DEPUTATO ALL’ARS MANGIACAVALLO (M5S): AI CITTADINI BISOGNA DIRE LA VERITA’, TRA MALAFEDE E PAURE INGIUSTIFICATE, E’ UN AUTOGOL POLITICO.

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

IL DEPUTATO ALL’ARS MANGIACAVALLO (M5S): AI CITTADINI BISOGNA DIRE LA VERITA’, TRA MALAFEDE E PAURE INGIUSTIFICATE, E’ UN AUTOGOL POLITICO.

La mancata approvazione della delibera del consiglio comunale di Enna sul ritorno alla gestione pubblica dell’acqua (in base all’art.5 comma 6 della LR 19/2015), ha suscitato un dibattito al quale si sente chiamato in causa anche il deputato regionale Matteo Mangiacavallo, presente di recente a diversi incontri nei Comuni ennesi per chiarire il significato di tale atto, prettamente politico.
“Ho letto le interviste rilasciate alla stampa dal sindaco Maurizio DiPietro e da alcuni consiglieri di maggioranza – dichiara Mangiacavallo – e affinché non si inganni la gente è giusto che anche io intervenga. Al consigliere Gargaglione che parla di “sconfinata ignoranza dei cinquestelle” rispondo che provengo da una provincia in cui tutti i Comuni che si trovano sotto la gestione di Girgenti Acque, ben 27, hanno deliberato “la volontà di tornare alla gestione pubblica dell’acqua”. Stessa cosa hanno fatto anche diversi Comuni ennesi. Sono anch’essi ignoranti o qualcuno, piuttosto, è in mala fede? Non si dica che esiste una nota assessoriale che invitava a non votare la delibera perché non solo è falso ma sarebbe gravissimo. Anche se la Contraffatto ha osteggiato la legge regionale recentemente approvata o lo sta facendo in maniera palese anche davanti a Renzi, non si è spinta ancora fino a tanto”.

Da quale pulpito viene la predica! M5S e Amministrazione parlano la stessa lingua?

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Da quale pulpito viene la predica!  M5S e Amministrazione parlano la stessa lingua?Le accuse rivolte in conferenza stampa al M5S risultano alquanto incomprensibili, atteso che la diatriba nasce in ordine a una proposta di delibera portata in Consiglio dall'amministrazione stessa.

Sorprende che il Sindaco abbia indetto una conferenza stampa per tacciare i consiglieri 5 stelle di ignoranza piuttosto che per spiegare alla cittadinanza il perché della scelta di abbandonare l'aula, insieme all'opposizione, pur di non pervenire all'approvazione della stessa.

Sembra più che altro un tentativo di spostare l'attenzione dal reale nodo della questione, allo stesso modo della reiterata affermazione del danno erariale che sarebbe conseguito da un mero atto di indirizzo volto solo ad avviare una procedura.

SICILIA ACQUE paghi i danni

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Sicilia Acque paghi i danni

SICILIA ACQUE paghi i danni

Abbiamo protocollato la richiesta al Sindaco di Enna affinchè chieda il giusto risarcimento ai cittadini dei danni dovuti alla sospensione del servizio idrico e alla mancata potabilità dell'acqua.
Nessun Piano di Emergenza è stato attuato e a subirne le conseguenze sono sempre i cittadini.

M5S: Consiglio comunale, solo Enna dice NO alla gestione pubblica dell’acqua

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S: Consiglio comunale, solo Enna dic“La polemica di cui si parla, che sarebbe stata innescata dal M5S in ordine al C.C. dello scorso 20 novembre, per noi va considerata decisamente in senso opposto”, afferma la portavoce al consiglio del M5S Marilina Frattalemi.

Dopo l’entrata in vigore della legge regionale n. 19/2019 sull’acqua pubblica, lo scorso 23 agosto, l’intero Movimento 5 Stelle Sicilia si é prodigato in tutti i modi per spiegare alle amministrazioni comunali interessate opportunità e conseguenze della stessa che, anche se recentemente impugnata dal governo nazionale, per dubbi di legittimità, rimane del tutto efficace fino ad un eventuale pronunciamento negativo da parte della Corte Costituzionale.

Allo stesso modo, il Movimento 5 Stelle di Enna ha ripetutamente sollecitato il Sindaco e le altre forze politiche presenti in Consiglio, affinché prendessero atto della opportunità offerta dalla legge, pur riconoscendo la mera natura di indirizzo della delibera consiliare.

Troina. Il deputato regionale Giancarlo Cancelleri (M5S) in visita all' IRCCS Oasi Maria SS

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Il deputato regionale Giancarlo Cancelleri (M5S) in visita all' IRCCS Oasi Maria SS di Troina

A seguito della visita di ieri, venerdì 20 novembre, al centro di eccellenza sanitario nel campo delle disabilità intellettive e dell’involuzione cerebrale senile, l'Oasi Maria SS. di Troina, il deputato regionale del M5S Giancarlo Cancelleri, componente della III commissione parlamentare “Attività Produttive”, si è fatto carico delle criticità e delle conseguenze derivanti dai continui ritardi della Regione Siciliana per il rinnovo della  convenzione scaduta da tre anni. 

L’Istituto fondato da padre Luigi Ferlauto, riconosciuto come Ospedale classificato specializzato, e che ha una lunga esperienza nel campo della disabilità intellettiva, a causa di tali ritardi della Regione nel rinnovo della convenzione rischia, infatti, il forte depotenziamento dei servizi e il licenziamento di oltre 100 operatori.

Consiglio Comunale. Enna non delibera l'intento di tornare alla gestione diretta del servizio idrico

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

Consiglio Comunale. Enna non delibera l'intento di tornare alla gestione diretta del servizio idrico.

Colpo di scena venerdì 20 novembre in Consiglio comunale, convocato in seduta urgente per deliberare sulla RICHIESTA DI AVVIO PROCEDURA PER LA GESTIONE DIRETTA DEL SERVIZIO IDRICO EX L.R. 19/2015. 

Poco prima dell'inizio dei lavori è giunta notizia di una recente circolare dell'assessore regionale all'Energia, Vania Contrafatto, che ha fatto temere sulle conseguenze che potrebbero derivare al Comune sul piano tariffario, visto che la legge regionale non ha previsto un regime tariffario transitorio applicabile nelle more dell'attuazione del nuovo assetto organizzativo del servizio idrico integrato.

Circolare che di fatto evidenzia un ulteriore vuoto normativo della L. 19/2015, ma che non incide sulla delibera oggetto del Consiglio, che sarebbe stata un mero atto di indirizzo, senza comportare alcuna responsabilità, come più volte ribadito dal gruppo consiliare del M5S e dallo stesso Sindaco. 

Pietraperzia. Disservizio idrico, il sindaco di Pietraperzia chiede risarcimento danni per l’interruzione del servizio idrico nell’Ennese

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Antonio Calogero Bevilacqua

Nel corso della riunione dei Meet Up della ex Provincia di Enna, tenutasi nella sede del Movimento 5 Stelle di Enna nel pomeriggio di sabato 14 novembre 2015, è stato affrontato il tema riguardante l’interruzione del servizio idrico in tutto il territorio d’ambito protrattasi anche per più di una settimana e dovuto ad un guasto all’impianto di potabilizzazione della diga Ancipa gestita da Siciliacque s.p.a.  

Bilancio partecipativo. Ieri la votazione per destinare le somme

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Bilancio partecipativo. Ieri la votazione per destinare le somme

Come era stato già annunciato in Consiglio, questa prima "edizione" del bilancio partecipativo è stata sperimentale, a causa degli strettissimi tempi in cui si è dovuto operare. 

"Un punto di inizio per coinvolgere il più possibile la cittadinanza e porre le prime pietre per la realizzazione di una democrazia partecipativa, nei limiti delle somme stanziate - 23mila euro circa", spiega Davide Solfato portavoce al consiglio del M5S, "che ci consentirà di trarre i punti positivi e negativi da questo esperimento per il futuro".

Nicosia. "Acqua pubblica si può?". Incontro con Matteo Mangiacavallo

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale


Nicosia. "Acqua pubblica si può?". Incontro con Matteo Mangiacavallo“Acqua pubblica: Si può?”, questo il titolo dell'incontro organizzato dal MeetUp Nicosia 5 Stelle in cui è stato affrontato il tema della gestione idrica, che si è tenuto oggi presso l’aula consiliare del palazzo comunale di Nicosia alla presenza del deputato regionale del Movimento 5 Stelle Matteo Mangiacavallo. 

All'organizzazione dell'incontro  ha collaborato fattivamente anche l’amministrazione comunale di Nicosia, con in testa il sindaco Luigi Bonelli, al fine di affrontare tutte le problematiche relative alla legge regionale e di capire quale strada è possibile intraprendere per far tornare la gestione dell’acqua ai comuni, abbassando i costi e rendendo questo fondamentale bene primario davvero accessibile a tutta la popolazione, senza speculazioni e  sprechi.

L'ennesima manifestazione della volontà da parte dei Comuni della provincia di Enna di tornare ad una gestione pubblica dell'acqua, già espressione della volontà popolare manifestata con il referendum del giugno del 2011. Già il Consiglio Comunale di Enna, infatti, lo scorso 31 luglio, ha approvato all'unanimità la mozione che impegna il Sindaco alla risoluzione del contratto con AcquaEnna per la gestione del servizio idrico, mentre,  proprio qualche giorno fa, il Comune di Piazza Armerina ha deliberato l'uscita dalla gestione privata di AcquaEnna al fine di ritorno alla gestione pubblica dell'acqua.  

"La legge regionale sull'acqua pubblica a questo riguarda parla chiaro" afferma Matteo Mangiacavallo, che per tre anni, insieme ai suoi colleghi all’ARS Giampiero Trizzino e Valentina Palmeri, ha lavorato per la stesura della stessa. "I comuni di Enna ed Agrigento sono gli unici  ai quali è possibile applicare il disposto dell'art. 5, il quale prevede che i Comuni che hanno una gestione privata possono manifestare l'intenzione  di adottare una gestione in forma diretta e pubblica del servizio idrico, con deliberazione motivata da assumere entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore". 

L'eurodeputato Corrao (M5S) al Convegno sull'immigrazione e tutela donne e bambini accompagnati

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 

"Una politica di immigrazione unitaria, più europea e meno statale si può realizzare"

"Un approccio olistico (totale, unitario): è questa la tendenza che il Parlamento Europeo sta seguendo negli ultimi tempi per affrontare la dolorosa situazione dell'immigrazione" spiega l'eurodeputato al Convegno organizzato dal Comitato Pari Opprtunità del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Enna, che si è tenuto ieri nell'aula Facone e Borsellino del Tribunale di Enna.

Non ci troviamo più di fronte ad una situazione di emergenza ma strutturata perché ormai si verifica da alcuni decenni e, come ha precisato il Prof. Morselli, si prevede si debba affrontare per almeno altri vent'anni. Ma fino ad ora, su questo tema, l'nteresse protezionista dei singoli stati ha prevalso su quello unitario, al punto da portare alcuni governi a chiudere i confini, a volte con vere e proprie barricate, come nel caso dell'Ungheria e della Slovacchia. Mentre l'Italia spinge senz'altro nell'altra direzione.

I problemi principali nelle Istituzioni europee, continua a spiegare Corrao, sono il fatto di essere sempre in ritardo coi tempi, perchè non si fa in tempo ad approvare una distribuzione di rifugiati che già sorge un'altra esigenza. E ancora il fatto che chi arriva in Europa è costretto a richiedere asilo e rimanere nel paese di approdo, non potendo scegliere una diversa destinazione che magari permetterebbe un ricongiungimento con  familiari che si trovano altrove ma, soprattutto consentirebbe  di  sottrarli ai "mercanti di uomini" che hanno fatto della sofferenza e dello sfruttamento da cui gli immigrati fuggono, un vero e proprio business (basti ricordare il caso di Mineo). 

Il sostituto Procuratore ha ben racchiuso in una semplice locuzione la molteplicità di reazioni che questo tema provoca: "la paura del diverso", che però ci porta a dimenticare il passato, la nostra stessa storia, e a recepire facili slogan e addirittura leggi repressive, contrarie ai  diritti che dovrebbero essere invece garantiti a tutti gli esseri umani.

Il tema è stato affrontato a 360 gradi, toccando anche l’aspetto psicologico che spinge i singoli rifugiati a scappare dalla violenza ed abbandonare le loro terre in cerca di un futuro che sentono di non avere convegno immigrazionerimanendo a casa, dalla dott.ssa Postorino psicologa infantile, nonché dal punto di vista pratico di quali siano le tutele giuridiche che nel nostro paese vengono loro riconosciute, dall’avv. La Rocca, impegnata quotidianamente nella difesa degli interessi degli immigrati giunti nei centri di accoglienza.

Da un punto di vista psicologico, la dott.ssaPostorino, psicologa ha sottolineato come la situazione di migrante sia una situazione di vulnerabilità e questo richiede uno sforzo in più nell'approccio: lo sforzo di calarsi nella loro cultura e nella loro situazione di mancanza di riferimenti.

S.E. il Prefetto Guida ha voluto soffermarsi sul tema dell'immigrazione in provincia di Enna e ha preannunciato due eventi molto importanti ed unici nel nostro territorio: l'inaugurazione di una casa di accoglienza per donne che hanno subito violenza in un edificio sequestrato alla criminalità a Barrafranca, e l'istituzione di una commissione per l'esame delle domande di asilo per gli immigrati che consentirà di ridurre i tempi di attesa per il rilascio delle domande d'asilo che negli ultimi anni sono aumentate notevolmente, visto che il fenomeno migratorio in provincia di enna ha portato a quintuplicare la presenza di immigrati.

 

Certo la soluzione ideale sarebbe quella prospettata dal prof. Morselli: riuscire a portare la pace nei paesi da cui provengono gli immigrati, che almeno  per metà non sono nè profughi nè rifugiati ma "migranti economici". Assicurare, attraverso tentativi diplomatici internazionali,  la stabilità di un governo locale: questa la condizione indispensabile per garantire ricchezza, cioè investimenti stanieri, quindi occupazione, quindi verrebbe meno l'esigenza di emigrare. 

 

Ma non dimentichiamo che "siamo tutti migranti in questa terra".

Prefettura Enna. Consiglio Comunale. Come volevasi dimostrare… parole, parole, soltanto parole

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Se qualcuno avesse avuto dubbi (noi non ne avevamo) sul fatto che questo consiglio sia servito solo a consentire una passerella politica agli onorevoli Alloro, Greco, Lantieri e Venturino, adesso dovrà ricredersi perché non c'è più alcun dubbio che serviva solo a quello!

Parole, parole, soltanto parole, per citare una nota canzone, e non poteva essere altrimenti giacché non sarà certo un Consiglio Comunale a risolvere l'annoso problema della soppressione della Prefettura.

Saremo pure di parte, ma l'unico a fare presente una tale ovvietà è stato il sindaco di Pietraperzia, Antonio Bevilacqua, che ha precisato che "si devono semmai intraprendere iniziative forti, alle quali l'amministrazione pietrina è sicuramente  aperta". “Bisogna alzare i toni per farci sentire dallo Stato che”, prosegue il sindaco a cinque stelle "è evidente che sta arretrando sempre di più, abbandonando un territorio a forte infiltrazione mafiosa, lasciando sole le amministrazioni locali a far fronte ai problemi di sicurezza e legalità."

L'eurodeputato Ignazio Corrao a Convegno su immigrazione e tutela donne e bambini

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Corrao convegno immigrazione” Un approccio olistico (totale, unitario): è questa la tendenza che il Parlamento Europeo sta seguendo negli ultimi tempi per affrontare la dolorosa situazione dell’immigrazione” spiega l’eurodeputato, prevalentemente ad una platea di  studenti dell’Istituto Tecnico di Gela, al Convegno di altissimo livello, organizzato dal Comitato Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Enna, presieduto dal presidente avv. Sabina Giunta, sul tema “Immigrazione. Donne e minori non accompagnati”.

 
 

Non ci troviamo più di fronte ad una situazione di emergenza ma strutturata, atteso che ormai si verifica da alcuni decenni e che, come ha precisato il Prof. Morselli (studioso del diritto dell’immigrazione ed autore di diversi volumi sul tema), si prevede si debba affrontare per almeno altri vent’anni. Ma fino ad ora in Europa, su questo problema, l’interesse protezionista dei singoli stati ha prevalso su quello unitario, al punto da portare alcuni governi a chiudere i confini, a volte con vere e proprie barricate, come nel caso dell’Ungheria e della Slovacchia. Mentre l’Italia spinge senz’altro nell’altra direzione.

I problemi principali nelle Istituzioni europee, continua a spiegare Corrao, sono il fatto di essere sempre in ritardo coi tempi, perché non si fa in tempo ad approvare una distribuzione di rifugiati che già sorge un’altra esigenza. E ancora il fatto che chi arriva in Europa è costretto a richiedere asilo e rimanere nel paese di approdo, dovendo attendere tempi lunghissimi prima di potersi ricongiungere con familiari che si trovano in altri paesi. Superare la convenzione di Dublino sarebbe quindi il primo passo per snellire tali procedure.

Il sostituto Procuratore ha ben racchiuso in una semplice locuzione la molteplicità di reazioni che questo tema provoca: “la paura del diverso”, che però ci porta a dimenticare il passato, la nostra stessa storia e a recepire facili slogan e addirittura leggi repressive, contrarie ai diritti che dovrebbero invece essere garantiti a tutti gli esseri umani.

Il tema è stato affrontato a 360 gradi, toccando anche l’aspetto psicologico che spinge i singoli rifugiati a scappare dalla violenza ed abbandonare le loro terre in cerca di un futuro che sentono di non avereconvegno immigrazionerimanendo a casa, dalla dott.ssa Postorino psicologa infantile, nonché dal punto di vista pratico di quali siano le tutele giuridiche che nel nostro paese vengono loro riconosciute, dall’avv. La Rocca, impegnata quotidianamente nella difesa degli interessi degli immigrati giunti nei centri di accoglienza.

S.E. il Prefetto Guida ha voluto soffermarsi sul tema dell’immigrazione in provincia di Enna e ha preannunciato due eventi molto importanti ed unici nel nostro territorio: l’inaugurazione di una casa di accoglienza per donne che hanno subito violenza in un edificio sequestrato alla criminalità a Barrafranca, e l’istituzione di una commissione per l’esame delle domande di asilo per gli immigrati che consentirà di ridurre i tempi di attesa per il rilascio delle domande d’asilo, che negli ultimi anni sono aumentate notevolmente, visto che il fenomeno migratorio in provincia di Enna ha portato a quintuplicare la presenza di immigrati.

Certo la soluzione ideale sarebbe quella prospettata dal prof. Morselli: riuscire a portare la pace nei paesi da cui provengono gli immigrati, che almeno per metà non sono nè profughi nè rifugiati ma “migranti economici”. Assicurare, attraverso tentativi diplomatici internazionali, la stabilità di un governo locale: questa la condizione indispensabile per garantire ricchezza, cioè investimenti stranieri, quindi occupazione; solo così verrebbe meno l’esigenza di emigrare.

Non dimentichiamo mai però che  “siamo tutti migranti in questa terra”.

Consiglio Comunale del 29/09. Presentato emendamento su tariffe TARI

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna – Consiglio Comunale. M5S: mantenere promessa riduzione imposte comunali

Riduzione di tasse, tariffe e imposte comunali il tema principale del CC tenutosi oggi, tra cui le tariffe per l’applicazione della tassa sui rifiuti (TARI) – Anno 2015 e Addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Per quest’ultima, in particolare, era stata proposta da parte dell’amministrazione la modifica al regolamento per l’anno 2015 approvato con delibera di C.C. n. 100 del 27.09.2014, prevedendo una soglia di esenzione per il pagamento della stessa fino a 15.000 euro e un’aliquota unica nella misura dello 0,8% (il massimo dell’imposta) da applicare a tutte le altre fasce di reddito.

Interrogazione lavori Castello di Lombardia

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Lo scorso 30 settembre abbiamo protocollato in Comune un'interrogazione in merito ai lavori al Castello di Lombardia.

Tenuto conto che nel mese di marzo 2014, sul versante di Nord-Ovest del Castello di Lombardia iniziarono dei lavori di scavo effettuati mediante l’utilizzo di mezzi meccanici, che causarono il danneggiamento del costone roccioso su cui sorge il castello, per una lunghezza di circa 50 metri. 
E che le pareti rocciose sottostanti il castello sono ricche di incisioni rupestri e tagli, alcuni dei quali, probabilmente, più antichi del castello stesso, che testimoniano la presenza, in quel sito, di antichi insediamenti e culti, pertanto, secondo la definizione giuridica degli artt. 2, 10 e 11 del Decreto Legislativo n. 42/2004, anche la base rocciosa del castello deve ritenersi “bene culturale” in sé e come tale sottoposto ai vincoli di tutela previsti dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.

Si chiede al Sindaco all'assessore competente quale sia la posizione dell’Amministrazione comunale in merito a tali fatti; come intenda agire per tutelare il nostro patrimonio culturale ed ambientale e per salvaguardare l’integrità di un luogo così fortemente identitario per la città, tenendo conto delle evidenti difficoltà d’indirizzo manifestate dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Enna che, in contraddizione con il parere da essa stessa rilasciato nella prima fase degli eventi, ha adottato un successivo provvedimento

Enna. Mozione dei Gruppi di Patto per Enna, Enna Rinasce, Amare Enna, M5S e L’Altra Città per risoluzione contratto AcquaEnna

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Mozione dei Gruppi di Patto per Enna, Enna Rinasce, Amare Enna, M5S e L’Altra Città per risoluzione contratto AcquaEnnaEnna. Presentata una mozione riguardante la problematica “Acqua Pubblica” a nome dei consiglieri dei Gruppi Consiliari di Patto per Enna, Enna Rinasce, Amare Enna, L’Altra Città e Movimento Cinque Stelle. I firmatari nel fare presente che il costo del servizio idrico nel capoluogo ha esasperatamente vessato i cittadini al punto da risultare tra i più alti d’Italia; che per i motivi riguardanti la cattiva gestione del Servizio Idrico Integrato, il Consiglio comunale di Enna, con Delibera n° 10 del 6 marzo 2013, istituì la Commissione Speciale; che a seguito della suddetta Commissione Speciale, il Consiglio Comunale decise di formulare dei quesiti sulle problematiche del Servizio Idrico Integrato; e preso atto che le risposte ai suddetti quesiti posti al Presidente dell’ATO Idrico Enna 5 e all’ente gestore “AcquaEnna” furono parziali e mai esaustive delle richieste formulate riguardanti gli investimenti pubblici e privati e della relativa quota riportata nella fatturazione delle bollette; che il canone di concessione contrattualmente stabilito, che l’Ente Gestore del Servizio Idrico avrebbe dovuto corrispondere ai Comuni, non è stato corrisposto per gli anni 2011/2014, rendendo così indubbia la sua “morosità” nei confronti del Comune; che nel contratto di concessione tra l’ATO idrico e l’Ente gestore del servizio, è riportata la clausola che anche il mancato pagamento di una sola annualità di tale canone comporta la rescissione del contratto. A tal proposito nella che il Commissario Straordinario pro tempore del Libero Consorzio di ENNA,..

Discarica Cozzo Vuturo, Consiglieri M5S e deputata Foti incontrano sindaco di Enna

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

La parlamentare Cinquestelle a Sindaco Di Pietro: “Bisogna trovare una soluzione alla grave situazione

ambientale causata dalle condizioni della discarica”.

Discarica Cozzo Vuturo, Consiglieri M5S e deputata Foti incontrano sindaco di Enna

Si è tenuto giovedì 9 luglio un incontro tra il Sindaco di Enna Avv. Maurizio Di Pietro e una delegazione del m5s, al fine di trovare una soluzione alla grave situazione ambientale causata dalle condizioni della discarica di Cozzo Vuturo.
I consiglieri comunali Marilina Frattalemi e Davide Solfato e alcuni componenti incaricati del Gruppo Ambiente del m5s di Enna, insieme alla portavoce all’ Assemblea Regionale Angela Foti, membro della IV Commissione Ambiente, hanno infatti messo a conoscenza il primo cittadino delle azioni che il Movimento ha adottato al riguardo, dalla predisposizione di relazioni, perizie, interrogazioni e atti ispettivi parlamentari a capo dei responsabili, ad un’apposita audizione in Commissione Ambiente.
Questa situazione, di cui i cinquestelle sono venuti a conoscenza grazie alle segnalazioni ricevute nel corso degli anni 2012/2013 dai parte dei residenti della zona, è stata determinata dalla mancata messa in sicurezza e bonifica delle vasche ormai sature A1 e B1, che ha causato la fuoriuscita di percolato, inquinando l’area circostante la diga Nicoletti che si trova a circa 800 mt. dalla discarica e, molto probabilmente, le falde acquifere a valle della zona.
Il Sindaco e l’assessore Contino hanno manifestato stupore e amarezza nell’apprendere tali dati così come dettagliatamente descritti dal geologo Patrinicola, di notevole rilevanza, sia per l’ambiente che per la salute dei cittadini.

Precari Enti locali, un emendamento M5S prevede la prosecuzione dei contratti dei dipendenti delle ex Province

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Precari Enti locali, un emendamento M5S prevede la prosecuzione dei contratti dei dipendenti delle ex ProvinceIl parlamentare Salvatore Siragusa, capogruppo del M5S all’Ars e componente della commissione Affari Istituzionali, ha firmato un emendamento al disegno di legge sui liberi consorzi comunali che, se approvato, prevede la prosecuzione dei contratti di lavoro subordinato dei dipendenti delle ex Province. Ciò avverrà attraverso un integrale contributo della Regione fino al 31 dicembre prossimo, data entro cui, si spera, dovrebbe intervenire la legge in questione a disciplinare tali rapporti di lavoro.
Questo il frutto dell’impegno che il 25 maggio scorso il portavoce regionale Siragusa aveva preso con i lavoratori precari della ex Provincia di Enna, riunitisi in assemblea permanente da giorno 19 dello stesso mese perché a rischio di sospensione dal lavoro alla fine di giugno, a causa della riorganizzazione degli enti intermedi dopo la soppressione delle province.
L’allora candidato sindaco del M5S di Enna Davide Solfato, oggi all’opposizione in consiglio comunale, per cercare di risolvere questa drammatica situazione, che in tutta la Sicilia coinvolge 901 dipendenti, aveva infatti organizzato tale incontro con i lavoratori in protesta, nonchè un ulteriore incontro con la portavoce del...

Ballottagio Enna. M5S non sostiene sistema politico ormai radicatosi

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Ballottagio Enna. M5S non sostiene sistema politico ormai radicatosi

Continua la campagna elettorale in Sicilia nei comuni interessati al ballottaggio il prossimo 14 giugno e, a guardare bene, emerge un dato comune tra le due città (Enna e Gela) sulle quali si accentra il maggiore interesse e la maggior attesa: la mancanza di vip a sostenere i candidati del Pd in questo rush finale.
A dire il vero, ad Enna questa assenza si era già avvertita in campagna elettorale pre-ballottaggio, ma appare alquanto strano che la stessa cosa si verifichi nella città del Governatore Crocetta e in vista di un obiettivo così importante. Come interpretare questo silenzio da parte dei vertici nazionali? E’ forse troppo umiliante fare anche solo una dichiarazione al riguardo?

Il M5S di Enna, pur non partecipando a questo ultimo duello, vuole chiarire alcune posizioni o regole che caratterizzano questo nuovo cambiamento culturale e politico che “non ci stancheremo mai di ripetere” chiarisce Davide Solfato “appare più credibile nei confronti dei cittadini italiani solo perché rimane coerente con la propria linea politica”.

Ospite del M5S di Enna la portavoce alla Camera Maria Marzana

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Ospite del M5S di Enna la portavoce alla Camera Maria MarzanaOspite del M5S di Enna la portavoce alla Camera Maria Marzana, in Commissione Cultura, Scienza e Istruzione, nel terzo appuntamento dei 5 giorni a 5 stelle, che ha dato la possibilità di fare un punto sulla situazione della Scuola, un tema che interessa tutti direttamente e indirettamente, visto che rappresenta la seconda istituzione formativa dopo la famiglia.
Veemente la denuncia della deputata contro questa Riforma della Buona Scuola, anzitutto nei confronti dei tagli alla Scuola, attuati già dallo scorso governo...

Enna – 5 giorni a 5 Stelle: secondo appuntamento su turismo e lavoro

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna – 5 giorni a 5 Stelle: secondo appuntamento su turismo e lavoroEnna. Ieri sera in Piazza Municipio si è tenuto il secondo appuntamento dei “5 giorni a 5 Stelle”, per parlare di turismo e lavoro insieme con la deputata Roberta Lombardi, componente della XI Commissione lavoro Pubblico e Privato.

“Le amministrazioni precedenti – denuncia l’attivista Desirèe Di Serio – non hanno mai puntato sul binomio turismo-lavoro, ne è prova il basso flusso turistico della Città di Enna. Uno dei punti fondamentali del nostro Programma è proprio quello di rivitalizzare il turismo, attraverso un’attenta rivalutazione delle risorse e delle strutture già esistenti” Anche Davide Solfato, candidato a Sindaco, ha sottolineato l’importanza di incrementare il turismo per creare lavoro “indiretto” perché “le assunzioni di personale in evidente esubero, al fine di incrementare il clientelismo,..

M5S Enna: mortificante storia e campagna elettorale dell’ “autorevole, affidabile e campanilista” candidato sindaco

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

rai3 confronto sindaci solfato dipietro girasoleEnna. Dai pentastellati ennesi non poteva mancare l’immediata replica alle affermazioni all’ex Presidente della Provincia regionale di Enna ed oggi Presidente della Kore, prof.Cataldo Salerno, a seguito del redazionale pubblicato a sua firma su questo portale, dal titolo Cataldo Salerno: la storia, la geografia e il sindaco di Enna Mentre il candidato a Sindaco della lista di Patto per Enna, avv. Maurizio Dipietro, sulla vicenda della Facoltà di Medicina in un suo passaggio dichiara “Sorprende che nessuno all’Università Kore abbia notato che quel nome campeggia nel locali dell’ASP associato alla Facoltà di Medina convenzionata con i rumeni, o forse il Presidente della Kore, Cataldo Salerno, è troppo impegnato in improbabili lezioni di storia e geografia politica” e con immediata replica del prof.Salerno che si limita a citare una frase tratta da Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa,...

Enna. Agricoltura e permacultura nei 5 giorni a 5 stelle

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. Agricoltura e permacultura nei 5 giorni a 5 stelleAgricoltura e permacultura con un occhio ai fondi europei, i temi trattati ieri 23 maggio nel primo dei cinque incontri con i cittadini ennesi nei 5 giorni a 5 stelle. Gisella Esposito, preposto Assessore all’ Ambiente e Territorio, membro di Permacultura Sicilia da anni, che ha aperto l’incontro, ha spiegato i principi che sono alla base di questo movimento di pensiero – secondo cui una cultura umana non può sopravvivere a lungo senza la base di una agricoltura sostenibile e una gestione etica della terra – e ha poi illustrato come tali principi siano stati applicati anche nei punti del programma del M5S che riguardano l’agricoltura. Basti pensare alla costituzione di GAS (Gruppi di Acquisto Solidale), alla creazione di uno sportello che dia informazioni sui fondi europei attivi e sull’iter burocratico per ottenereli, alla proposta di concedere in comodato d’uso gratuito per 5 anni i terreni comunali a vocazione agricola, e attualmente inutilizzati, per incentivare lo sviluppo di imprenditoria agricola locale, ancora la proposta di agevolare e regolare l’espansione delle aziende agrituristiche ed enogastronomiche, e così via. Davide Solfato, candidato sindaco ad Enna, al riguardo...

Enna. M5S: 5 giorni a 5 Stelle

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S: 5 giorni a 5 Stelle

I Pentastellati ennesi si preparano all’ultima settimana prima delle elezioni con una fittissima agenda di incontri per la cittadinanza, alla presenza di diversi portavoce del M5S.

Si partirà sabato 23, alle 17,00 in Piazza Umberto I, con il deputato regionale Giancarlo Cancelleri e l’Eurodeputato Ignazio Corrao, per approfondire il tema dei Fondi Europei, già trattato in occasione del PMI Tour lo scorso 9 maggio.

Lunedi 25 maggio, ore 20,00, presso Piazza a Enna Alta, sarà la volta dell’On. Roberta Lombardi, componente della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, per trattare il tema del rilancio turistico e delle risorse storiche, culturali e archeologiche al fine di concretizzare rilancio e sviluppo lavorativo.

Mercoledì 27, sempre a Enna Alta alle ore 17.30, il Sindaco 5 Stelle, Federico Piccitto illustrerà i risultati raggiunti da quando è Primo Cittadino di Ragusa.

Un appuntamento ad Enna Bassa è previsto per il 28 maggio alle ore 17,00 nella piazzetta adiacente alla chiesetta di Enna Bassa, quando l’On. Giulia Grillo, componente della XII Commissione Affari Sociali, affronterà il tema delle politiche sociali.

Il 29 maggio chiuderanno la campagna elettorale due incontri: alle 13.00 si terrà un’Agorà in Piazza Vittorio Emanuele con Alessandro Di Battista (Vicepresidente della III Commissione Affari Esteri) il quale, durante il suo estenuante tour in Sicilia, ha fatto di tutto per poter essere presente anche nel capoluogo ennese, mentre la sera chiuderanno la campagna elettorale il Senatore Mario Giarrusso (II Commissione Giustizia) e l’On. Maria Marzana (VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione), affrontando due temi molto attuali e di grande rilevanza quali la lotta alla corruzione e la tanto contestata riforma della Scuola.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/05/23/enna-m5s-5-giorni-a-5-stelle/

ENNA – M5S: ULTIMA SETTIMANA PRIMA DELLE ELEZIONI CON UNA FITTA AGENDA DI INCONTRI

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Il 29 maggio chiuderanno la campagna elettorale Alessandro Di Battista Vicepresidente della III Commissione Affari Esteri, il senatore Mario Giarrusso e l'On.Marzana

NNA – M5S: ULTIMA SETTIMANA PRIMA DELLE ELEZIONI CON UNA FITTA AGENDA DI INCONTRII Pentastellati ennesi si preparano all’ultima settimana prima delle elezioni con una fittissima agenda di incontri per la cittadinanza, alla presenza di diversi portavoce del M5S. Si partirà sabato 23, alle 17,00 in Piazza Umberto I, con il deputato regionale Giancarlo Cancelleri e l’Eurodeputato Ignazio Corrao, per approfondire il tema dei Fondi Europei, già trattato in occasione del PMI Tour lo scorso 9 maggio. Lunedi 25 maggio, ore 20,00, presso Piazza a Enna Alta, sarà la volta dell’On. Roberta Lombardi, componente della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, per trattare il tema del rilancio turistico e delle risorse storiche, culturali e archeologiche al fine di concretizzare rilancio e sviluppo lavorativo.
Mercoledì 27, sempre a Enna Alta alle ore 17.30, il Sindaco 5 Stelle, Federico Piccitto illustrerà i risultati raggiunti da quando è Primo Cittadino di Ragusa. Un appuntamento ad Enna Bassa è previsto per il 28 maggio alle ore 17,00 nella piazzetta adiacente alla chiesetta di Enna Bassa, quando l’On. Giulia Grillo, componente della  XII Commissione Affari Sociali, affronterà il tema delle politiche sociali. Il 29 maggio chiuderanno la campagna elettorale due incontri: alle 13.00 si terrà un’Agorà in Piazza Vittorio Emanuele con Alessandro Di Battista (Vicepresidente della III Commissione Affari Esteri) il quale, durante il suo estenuante tour in Sicilia, ha fatto di tutto per poter essere presente anche nel capoluogo ennese, mentre la sera chiuderanno la campagna elettorale il Senatore Mario Giarrusso (II Commissione Giustizia) e l’On. Maria Marzana (VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione), affrontando due temi molto attuali e di grande rilevanza quali la lotta alla corruzione e la tanto contestata riforma della Scuola.

Enna. M5S: “I cittadini devono tornare liberi”

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S: “I cittadini devono tornare liberi”Rivedi l'evento: Clicca qui

Enna. M5S: “I cittadini devono tornare liberi”, questo il leit motiv dell’incontro di ieri sera in Piazza San Francesco “1 ora in piazza per la legalità” organizzato... dal Movimento ennese. “Enna ha bisogno di voltare pagina – afferma il candidato Sindaco Davide Solfato con il suo discorso di apertura – “Io sono un giovane che ha avuto il coraggio di mettersi contro un sistema che va avanti da troppo tempo e – aggiunge – sono fiducioso che alle prossime competizioni elettorali tanti altri giovani, come me, trovino lo stesso coraggio di lottare per quello in cui credono”. Legalità e giustizia, dunque, i temi alla base dell’incontro, due parole chiave per far si che i cittadini possano tornare padroni della propria vita, della propria dignità, mettendoli in condizione di uscire fuori dal ricatto del voto di scambio per poter lavorare. Il Reddito di Cittadinanza, come è noto, si inserisce in questo contesto perché, come ha precisato la senatrice Nunzia Catalfo “La proposta del M5S non deve essere vista come un sussidio alla disoccupazione...

Davide Solfato: Adesso l'alternativa c'è!

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Davide Solfato: Adesso l'alternativa c'è!Vi hanno fatto credere che questo sistema a Enna ha portato solo benifici e che grazie a qualcuno viviamo bene. Nessuno vi ricorda che siamo tra gli ultimi in Italia proprio a causa di questo sistema. Davide Solfato: Adesso l'alternativa c'è!
Finalmente a Enna c'è un alternativa che tanti aspettavano. Noi stiamo parlando di come cambiare la città ma iniziamo anche a dire le cose come stanno e lo facciamo in pubblica piazza. Memorabile il Sen. Mario Michele Giarrusso, apprezzato in tutta Italia per la sua lotta contro la mafia, e se vuole stare accanto a Enna e a tutti noi un motivo c'è!

M5S Enna sui cantieri che si aprono durante le campagne elettorali

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S Enna sui cantieri che si aprono durante le campagne elettoraliEnna. “Da anni è sempre la stessa storia. Quando si avvicinano le elezioni comunali la città pullula di cantieri di ogni tipo: rifacimento dei fondi stradali, ristrutturazione di edifici pubblici, scavi per rete idrica e non solo…” lo affermano i pentastellati ennesi, che si chiedono: “Sarà una coincidenza? “Dovremmo avere elezioni ogni sei mesi per vedere la nostra città piena di cantieri e quindi lavoro – rimarca ironicamente il candidato sindaco del M5S Davide Solfato -innanzi al ripetersi di questa coincidenza”.
Sofayo chiarisce che la coincidenza ancora più stupefacente si è verificata in questi giorni con l’assunzione, anche se per pochi mesi, da parte di Acqua Enna, di centinaia di lavoratori per eseguire lavori che dovevano essere realizzati tra il 2005 e il 2014. Anche questa è una coincidenza? Non avrà niente a che fare con la ricerca di voti?”.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/05/13/m5s-enna-sui-cantieri-che-si-aprono-durante-le-campagne-elettorali/

ENNA - IL CANDIDATO A SINDACO DEL M5S DAVIDE SOLFATO INCONTRA LE IMPRESE

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

 	  ENNA - IL CANDIDATO A SINDACO DEL M5S DAVIDE SOLFATO INCONTRA LE IMPRESEDavide Solfato sarà il primo ad aprire gli incontri, venerdì 15 maggio, organizzati dalla Confcommercio di Enna tra i candidati a sindaco e il mondo delle imprese, per la presentazione del programma, con particolare attenzione al settore commerciale e turistico.
È apparso un po' ambiguo l'iter organizzativo di questi incontri che, inizialmente erano stati fissati giorno 15 maggio per i candidati a sindaco Maurizio Di Pietro, Angelo Girasole e Davide Solfato mentre per giorno 20 maggio era previsto l'incontro con Vladimiro Crisafulli.
Ambiguo e antidemocratico, a dirla tutta, tanto da creare giustificati risentimenti da parte degli altri candidati.
Ciò nonostante Davide Solfato aveva comunque deciso di accettare l'invito, reputando di gran lunga più importante la possibilità di esporre quei punti del programma...

I senatori Giarrusso e Catalfo ad Enna a sostegno lista M5S

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

I senatori Michele Giarrusso e Nunzia Catafo ad Enna a sostegno lista M5SEnna. Saranno presenti i senatori l’on. Michele Giarrusso e l’on. Nunzia Catafo, portavoci al Senato del M5S, alla Agorá che si terrà sabato 16 maggio alle ore 19,00 in Piazza Umberto I.
L’on. Giarrusso, è membro della II commissione permanente (Giustizia) ed è da sempre impegnato sui temi della corruzione e della lotta alla mafia. “Temi che a Enna – sostiene il candidato sindaco del M5S Davide Solfato – sono molto appropriati vista la politica clientelare a cui abbiamo assistito negli ultimi anni e alla quale assistiamo ancora oggi in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale”.
L’on. Nunzia Catalfo è membro della undicesima Commissione Permanente (Lavoro, Previdenza Sociale), nonché prima firmataria della proposta di legge sul reddito di cittadinanza.
Un altro tema di sicuro interesse per la cittadinanza ennese, e che merita di essere approfondito, cdata la pesante crisi sociale che attanaglia molti e che consentirebbe di ridare dignità a chi, al momento, non è messo nelle condizioni di avere un proprio reddito”.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/05/14/i-senatori-michele-giarrusso-e-nunzia-catafo-ad-enna-a-sostegno-lista-m5s/

Fondi europei. Enna maglia nera, ma una grossa fetta va all’Università Kore

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Fondi europei. Enna maglia nera, ma una grossa fetta va all’Università Kore

L’eurodeputato M5S Ignazio Corrao palesa i dati: “Ad Enna progetti per soli 90 milioni di euro di cui 34 in ricerca ed innovazione e 26 milioni per istruzione e formazione. Pochi spiccioli al Comune. Una strana sproporzione”

“Spetta ad Enna la maglia nera in Sicilia dell’utilizzo dei fondi europei, appena 90 milioni hanno interessato il territorio del Comune di Enna nel settennio 2007-2013, dei quali però oltre 34 milioni previsti per progetti di ricerca ed innovazione, un settore a quasi esclusivo dominio dell’Università Enna Kore. È una coincidenza o un segnale che dimostra come attorno al mondo universitario ennese si muovano grossissimi interessi politici e privati?” A dichiararlo è l’eurodeputato M5S Ignazio Corrao che, nel corso dell’unica tappa siciliana del PMI Tour tenutosi ad Enna, ha reso noti i dati relativi alla spesa dei fondi comunitari in Sicilia e ha sollevato “il caso Enna”.

PMI Tour - 8 maggio 2015

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Grande entusiasmo e partecipazione ieri all'incontro organizzato dal M5S con gli imprenditori ennesi per l'unica tappa Siciliana del PMI Tour.
Ha aperto i lavori Filippo Contino, attivista del movimento e commerciante che si è detto "arrabbiato " contro il regime fiscale attuale, definendolo un vero e proprio "strozzinaggio legalizzato " e che costringe, in questo periodo di crisi internazionale, la maggior parte delle piccole aziende - su cui invece poggia l' economia nazionale - a chiudere.
Filippo ha, quindi, elencato tutta una serie
PMI Tour - 8 maggio 2015 di iniziative che il M5S di Enna é pronto a realizzare per rilanciare l'economia ennese, tra cui il bilancio partecipato illustrato direttamente dal nostro candidato sindaco Davide Solfato, che con le sue due lauree in economia si destreggia bene tra bilanci e statistiche. "Il bilancio partecipato " ha precisato Solfato "già attuato in molti paesi europei, è un primo grande passo per una vera e propria rivoluzione culturale nel modo di fare politica e che consentirà al cittadino di partecipare attivamente alla gestione della cosa pubblica" . Solfato ha anche illustrato tutte le battaglie vinte e portate avanti dal M5S a tutti i livelli, sottolineando come queste coincidano con le priorità che il Garante per le micro, piccole e medie...

M5S Enna. I pentastellati ennesi contro le affissioni abusive

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

M5S Enna. I pentastellati ennesi contro le affissioni abusive“Il Buon Giorno si vede dal Mattino” – “Cosi recita un famoso proverbio. Cosi ché, quando durante una campagna elettorale come quella che sta interessando la cittadinanza Ennese, un politico che promette di prendersi cura della propria città, di valorizzarne le risorse e ridurne i costi, permette che le affissioni dei manifesti del partito cui appartiene avvengano su edifici pubblici, fondi stradali, pensiline dei bus, argini, spregiando e deturpando l’intera città, costringendo l’Amministrazione Comunale, cui è tenuta per legge, a provvedere alla defissione di tali manifesti.” è il grido di allarme lanciato dai pentastellati ennesi per questa campagna elettorale che è agli inizi. I rappresentanti ennesi del M5S altrsì chiosano ancora “allora pensi: il Buongiorno si vede dal Mattino. Si, perché la questione delle affissioni abusive va ben oltre il riprovevole gesto di sfigurare la città.
Si tratta di un evidente malcostume che mette alla ribalta le cause del cancro della politica : la totale inclinazione ed attitudine a contravvenire alle norme legislative e la concezione di trattare la cosa pubblica come estranea e non come bene comune...

PMI Tour: ad Enna del Movimento 5 Stelle

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

PMI Tour: ad Enna del Movimento 5 StelleEnna. Previsto per venerdì 8 maggio, presso la Sala Cerere in Piazza Vittorio Emanuele, alle ore 19 l’unica tappa siciliana del PMI Tour.
Ma cos’è il PMI Tour? E’ l’unico modo per entrare in contatto diretto con chi fa impresa e illustrare le iniziative che i parlamentari regionali, nazionali ed europei pentastellati stanno portando avanti per agevolare le piccole e medie imprese, che, rischiando e scommettendo ogni giorno, rappresentano il cuore pulsante dell’economia del nostro paese. I relatori dell’incontro saranno Ignazio Corrao, europarlamentare del M5S, Diego Gandolfo esperto fondi UE, Angela Foti, Componente IV Commissione Parlamentare Ambiente e Territorio all’ARS, Davide Solfato, candidato Sindaco di Enna, il quale parlerà dell’efficacia del bilancio sociale nei sistemi economici locali e Antonio Bevilacqua, candidato Sindaco a Pietraperzia, che illustrerà le problematiche riguardo l’introduzione dell’IMU agricola su tutta l’economia Siciliana.
In questi due anni al Parlamento nazionale i deputati 5 stelle hanno lottato per ottenere notevoli traguardi a favore delle PMI come, ad esempio, la compensazione delle cartelle Equitalia con i crediti verso la Pubblica Amministrazione. Un notevole aiuto agli imprenditori lo si sta portando avanti grazie all’ istituzione del Fondo del Microcredito, alimentato...

Passeggiata a Cozzo Matrice

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

L'appuntamento è per saPasseggiata a Cozzo Matricebato 9 Maggio, alle ore 16:00, davanti al rifornimento Q8 di Pergusa.
Raccomandiamo l'uso di scarpe da trekking e di portare con sé dell'acqua fresca.
La partecipazione è libera, lo spostamento nei luoghi oggetto della visita avverrà con mezzi propri.

Pergusa rappresenta un ambiente di notevole interesse naturalistico ed ambientale che ha stimolato, fin dalle epoche più remote, la fantasia di poeti e scrittori. "Il Ratto di Proserpina" è sicuramente un episodio mitologico tra i più affascinanti ed è conosciuto in tutto il mondo.
Il sito archeologico di Cozzo Matrice (857 metri s.l.m., secc. VIII-VI a.C.) è posto sull'omonima collina, a Nord del Lago di Pergusa. Esso è un importante insediamento indigeno-ellenizzato, strettamente connesso al culto di Demetra e Kore. Dalla cima della collina è inoltre possibile godere di un panorama mozzafiato: la Piana di Catania e l'Etna da un lato, la conca pergusina dall'altro.
Questo sito archeologico non ha fin'ora ricevuto la giusta attenzione: su di esso, infatti, a più di trent'anni dagli scavi, non esiste alcuna pubblicazione divulgativa. La valorizzazione ed un'adeguata fruizione di siti come Cozzo Matrice costituirebbero,...

Riunione di quartiere S.Bartolomeo

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Riunione di quartiere S.BartolomeoUn’interessante Agorà ha avuto luogo il 28 aprile in Piazza San Sebastiano (zona Spirito Santo). Nella seconda tappa del Tour per i quartieri ennesi, il Movimento 5 Stelle locale ha raccontato la sua idea di città sottolineando l’importanza di ridare vita agli antichi quartieri del capoluogo, grazie all’utilizzo dell’idea di Albergo Diffuso, una proposta del Movimento Regionale, portata avanti dal deputato Claudia La Rocca, diventata ora legge (n.11 del 2013), che si pone il primario obiettivo di fermare l’ormai inarrestabile spopolamento dei piccoli comuni e dei piccoli quartieri storici all’interno delle città. L’Albergo Diffuso propone una forma di ricettività innovativa che trasformerà le abitazioni del centro storico in alloggi turistici, in maniera tale che questi vengano nuovamente rivitalizzati e che permettano, allo stesso tempo, di far vivere al turista la vera essenza del luogo che stanno visitando. Vivere la città a 360° e ridare vitalità a piccoli gioielli d’arte altrimenti lasciati ad una inesorabile agonia... Ma l’Albergo diffuso non è stato l’unico tema trattato; l’attenzione è stata posta anche sull’importanza di attuare politiche di solidarietà sociale con servizi che vadano incontro,...

Enna. M5S: continua “Tour per i Quartieri Ennesi”, seconda tappa: Piazza San Bartolomeo

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S: continua “Tour per i Quartieri Ennesi”, seconda tappa: Piazza San BartolomeoGiovedì 30 aprile, alle ore 19.00, secondo appuntamento con il “Tour per i Quartieri Ennesi” portato avanti dal M5S di Enna. Dopo il soddisfacente incontro con i pergusini, il luogo di incontro di questa settimana è Piazza San Bartolomeo (zona Spirito Santo).
Una iniziativa che nasce per parlare e ampliare il programma insieme con le proposte che arriveranno direttamente dai cittadini, infatti, saranno proprio i cittadini ad essere chiamati alla partecipazione – parola d’ordine del Movimento – invitandoli a rispondere ad una semplice domanda: cosa ritieni non vada nel tuo quartiere?...

Enna. M5S: al via il “Tour per i quartieri ennesi”, prima tappa Pergusa

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S: al via il “Tour per i quartieri ennesi”, prima tappa Pergusa“La nostra è la politica di chi ascolta i bisogni dei cittadini”. Così recita il messaggio che il Movimento 5 Stelle a Enna lancia con l’inizio del “Tour per i Quartieri Ennesi”, così da conoscere i bisogni degli abitanti del capoluogo nell’entroterra siciliano; e, contemporaneamente, consentendo agli stessi cittadini di conoscere il programma dei Cinquestelle e quindi la nuova idea di città che sarà ampliata con tutti i contributi che emergeranno.

Enna - Primarie centrosinistra: Crisafulli stravince, domani la parola a Raciti

Written by Super User on . Posted in Mov5stelle: Abolizione finanziamento pubblico editoria e ordine dei giornalisti

Enna - Primarie centrosinistra: Crisafulli stravince, domani la parola a RacitiConfermando le previsioni della vigilia Mirello Crisafulli ha stravinto le elezioni primarie del centrosinistra e sarà il candidato alla carica di sindaco in occasione delle prossime elezioni amministrative. I quattro seggi allestiti dagli attivisti del PD, NCD, UDC Sicilia e Sicilia Democratica hanno visto la partecipazione al voto di 2872 votanti. Crisafulli ha ottenuto 2117 preferenze, pari al 73,7% mentre lo sfidante, Dario Cardaci, ha ottenuto il 26,3%, pari a 755 voti.
Intanto dalla segreteria del PD è stata annunciata una conferenza stampa per domani, lunedi 20 aprile, alle ore 13,30 alla presenza del Segretario Regionale dei democratici siciliani, Fausto Raciti.


{fshare}

M5S. I pentastellati ennesi presentano la squadra

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

SOLFATO DAVIDE 3Enna. Un venerdì 17 che, a discapito delle credenze popolari, ha portato molta fortuna al M5S ennese che, insieme con il candidato Sindaco Davide Solfato, coadiuvato dalla presenza dei deputati all’Ars Matteo Mangiacavallo e Francesco Cappello, ha presentato l’intera lista dei consiglieri comunali per le imminenti elezioni amministrative, i nomi di 5 Assessori e il programma che intende realizzare.M5S enna 170415 (3)
Il programma, suddiviso in diversi capitoli,...

Enna - Davide Solfato (M5S) presenta la sua squadra

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Davide Solfato presenta la sua squadraOggi pomeriggio, presso il Centro Polifunzionale in Via dello Stadio, Davide Solfato, candidato sindaco del M5S, ha presentato la lista dei consiglieri. Ad affiancarlo due deputati dell’Ars, Francesco Cappello e Matteo Mangiacavallo.
L’occasione è stata utile per presentare i punti chiave del Programma che una eventuale amministrazione a 5 stelle andrebbe a realizzare; oltre che della gestione dei rifiuti e dell’acqua pubblica, si è parlato di nuove proposte per quanto riguarda le politiche sociali, come, ad esempio, l’istituzione degli asili di famiglia e di una Porta del Diritto all’interno del Comune e anche idee per il decoro urbano, come un piano colore per la città, ed il progetto di diversificare l’offerta turistica attraverso tour tematici ed il riuso dell’autodromo...

Enna. La Guardia di Finanza “monta le tende” negli uffici dell’Ato Rifiuti

Written by Super User on . Posted in Mov5stelle: Abolizione finanziamento pubblico editoria e ordine dei giornalisti

Enna. La Guardia di Finanza “monta le tende” negli uffici dell’Ato RifiutiEnna. Da alcuni giorni i finanzieri del Nucleo della Tributaria del comando provinciale della Guardia di Finanza si trovano presso gli uffici dell’Ato Rifiuti di corso Sicilia per un controllo della situazione economica della società d’ambito, proprio nel momento in cui i due commissari liquidatori, Di Mauro e Ginevra, stanno per ultimare la compilazione dei bilanci dal 2008 al 2014, che non sono stati mai esaminati dall’assemblea dei sindaci. Bilanci che saranno presentati all’assemblea dei sindaci che dovrebbe riunirsi la settimana prossima per prendere in esame diversi adempimenti a cominciare dalla questione del personale. E’ chiaro che questa ispezione delle fiamme gialle non si esaurirà in pochi giorni perché c’è tanto da esaminare nella vicenda complicata della gestione della società d’ambito da anni messa in liquidazione, da anni in discussione per i tanti debiti accumulati e che pare si aggirano intorno ai 200 milioni di euro, inoltre, tra poco dovrebbe verificarsi il trasferimento del personale alla nuova società di rifiuti, il cui presidente è Sebo Leanza, sindaco di Valguarnera, e si tratta di un passaggio ricco di complicazione e di contrasti in quanto si dovrebbe verificare il taglio di un centinaio di lavoratori, compresi molti amministrativi. L’esame da parte degli esperti della contabilità dell’Ato Rifiuti è molto complessa e potrebbero venirne fuori delle novità, ci potrebbe anche essere la possibilità che i bilanci annuali possano chiudersi in maniera definitiva in modo da poter sapere quale è la reale situazione economica dell’Ato Rifiuti, quali sono i suoi tanti debiti sia nei confronti del personale che nei confronti dei fornitori, quali sono i suoi crediti visto che sono parecchi i comuni che hanno degli arretrati da rimettere alla società. Da un ultimo esame si parla di 8 milioni di crediti complessivi che in comuni devono all’Ato. Ovviamente sull’ispezione della Guardia di Finanza del comando provinciale c’è, ovviamente, il massimo silenzio in attesa che la stessa venga completata. Qualche sindaco, informato, ha commentato che” forse questa volta si potrà sapere veramente l’entità del buco finanziario”.

Fonte:http://www.vivienna.it/2015/04/11/enna-la-guardia-di-finanza-monta-le-tende-negli-uffici-dellato-rifiuti/

ENNA - CONVEGNO SUL MICROCREDITO: IL M5S FA IL PIENO

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna - Convegno sul microcredito: Il M5S fa il pieno Sala Cerere gremita in occasione della discussione dei tre progetti del Movimento cinque stelle Sicilia, ovvero il Microcredito siciliano, l'Albergo diffuso e l'ultima idea lanciata pochi giorni fa ,“Boom polmoni urbani”. Presenti, Paola Taverna, senatrice, il candidato a sindaco Davide Solfato, Claudia La Rocca, Giancarlo Cancelleri e Giorgio Ciaccio, deputati regionali. Intanto il Movimento cinque stelle ha già designato i propri candidati al Consiglio Comunale, i quali andranno a competere con le altre liste.
Va ricordato che i concorrenti con Davide Solfato, alla carica di primo cittadino sono tre: il vincitore delle primarie di coalizione del 19 aprile fra Dario Cardaci e Vladimiro Crisafulli, Maurizio Di Pietro ed Angelo Girasole. Ma, mentre è più o meno  prevedibile il bacino di voti che riuscirà a catalizzare...

Enna – M5S: “scegliamo gli scrutatori elettorali tra i disoccupati”

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna – M5S: “scegliamo gli scrutatori elettorali tra i disoccupati”Il Movimento 5 Stelle di Enna presenta, anche in occasione delle prossime amministrative, un’istanza al sindaco Garofalo per chiedere venga adottata la condizione di disoccupazione come requisito per la nomina degli scrutatori.Gli attivisti propongono un sorteggio in base ad una graduatoria stilata tra le persone inoccupate o disoccupate presenti in città, che siano regolarmente iscritte all'albo degli scrutatori. “La legge concede discrezionalità alla commissione elettorale nella scelta dei criteri per la formazione delle graduatorie - dichiara l'attivista Luca Cino, - ma, vista l'attuale situazione occupazionale di Enna, questo, sarebbe un segnale da parte della politica,...

Enna. M5S presenterà la lista al Centro Polifunzionale

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Comunale

Enna. M5S presenterà la lista al Centro PolifunzionaleSi terrà venerdì 17 aprile, alle ore 18, presso il Centro Polifunzionale in Via dello Stadio, l’appuntamento con il Movimento 5 Stelle di Enna per la presentazione ufficiale del candidato sindaco, Davide Solfato, della lista dei candidati al Consiglio Comunale e del Programma Elettorale.
Saranno presenti i deputati dell’Ars Francesco Cappello e Matteo Mangiacavallo i quali, insieme con il Movimento ennese, spiegheranno i punti principali su cui verte il programma per la città di Enna. “Innanzi tutto – afferma Davide Solfato – è fondamentale strutturare una politica che permetta alla città di Enna di camminare sulle proprie gambe. Questo significa – continua il candidato sindaco – puntare sulle energie rinnovabili, ad esempio, abbandonando i combustibili fossili...

”Polmoni urbani”. M5S: entusiasmo per il convegno a sala Cerere

Written by Super User on . Posted in Notizie di rilevanza Regionale

Si è svolto ad Enna, sabato mattina, presso la sala Cerere del Palazzo Chiaramonte, il convegno del movimento 5 stelle, che aveva come argomenti centrali, tre progetti del M5S Sicilia, come il microcredito siciliano, l’albergo diffuso e l’ultima idea lanciata pochi giorni fa chiamata ”boom polmoni urbani” Una bella cornice di pubblico ha accolto i deputati dell’ Ars, Ciaccio, Cancelleri e La Rocca, la senatrice romana Paola Taverna, oltre a Davide Solfato, prossimo candidato sindaco alle amministrative di Enna. Uno alla volta, i vari deputati hanno sviluppato i tre temi in questione, mentre Giancarlo Cancelleri, prendendo la parola, ha rivolto al pubblico un discorso prettamente politico, interrotto più volte da lunghi applausi. Un discorso dai toni forti, ma mai volgare, a testimonianza che ormai al giovane deputato nisseno, non manca più la competenza e l’esperienza...

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook