Una piacevole invasione: quello che accade nel Movimento

Scritto da Super User on . Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Di Davide Solfato, portavoce al Consiglio comunale di Enna

Un semplice venerdì sera, se non fosse che tra una settimana il sogno di una Sicilia a 5 Stelle potrebbe diventare realtà, ed è così che ricevi una chiamata da un numero che non conosci: 

“Ciao, sono Maria Edera Spadoni, portavoce alla Camera dei Deputati, Commissione Affari Esteri... Sono scesa in Sicilia a dare una mano per le elezioni regionali insieme agli altri deputati, ma io preferirei non andare nelle grandi città o nelle zone più conosciute, vorrei piuttosto dare una mano nelle vostre zone e infatti sono a già a Enna!”.  

Chi ci conosce almeno un po’ sa che non arriverà alcuna auto blu con sirene spiegate né alcun  blocco del centro storico. Abbiamo, infatti, appuntamento alla fermata del bus, dove la vedi scendere da un autobus di linea, con uno zainetto in spalla ed un enorme sorriso. 

Inizia, invece, una due giorni intensa di visite ad ogni angolo del territorio, a incontrare le persone, parlare con commercianti e imprenditori,  a osservare le bellezze delle nostre zone. Alla fine, grazie alle informazioni e ai dati raccolti su tutti i disastri osservati, è andata via con vero e proprio dossier sul nostro territorio. 

Ancora una volta, come avevo già avuto modo di constatare con altri portavoce al Parlamento nazionale e a quello Europeo, i due giorni passati con la deputata Spadoni sono stati di un umiltà e una semplicità disarmante. 

Inizialmente mi sono chiesto: che cosa può importare a una persona di Reggio Emilia dei problemi che ci sono nell’ennese? 

Ma subito dopo ho capito che per un attimo mi ero dimenticato cosa significhi far parte del Movimento 5 Stelle. 

Far parte del Movimento significa conservare la stessa spontaneità e semplicità che si aveva all’inizio di questa avventura, ai tempi del V-day, rispetto a cui non è cambiato niente. Al contrario, questi cinque anni sono stati spesi da questi ragazzi, non a pensare ai privilegi di cui avrebbero potuto godere e di cui si sono invece privati, ma a persistere nella consapevolezza che un altro modello di Sviluppo e di Politica esiste, bisogna solo crederci e impegnarsi giorno dopo giorno.

Con Maria Edera ci siamo salutati dicendoci. “In futuro, tutto ciò che stiamo facendo sarà riconosciuto come una vera e propria rivoluzione!”  

Io ci credo davvero e posso solo ringraziare il Movimento 5 Stelle per le emozioni che mi sta regalando grazie a questa esperienza, anche attraverso la semplice conoscenza di una nuova portavoce o per la gioia che si prova ad impegnarsi ogni giorno per quello che sai essere il giusto per il nostro futuro!

Il 5 Novembre #SceglieteIlFuturo

Il bilancio consuntivo mette in luce un’incapacità di gestione

Scritto da Super User on . Postato in Notizie di rilevanza Comunale

L’esame del Rendiconto Economico del 2016 non ha trovato la nostra approvazione e per tale motivo ci siamo astenuti nella votazione”, dichiarano i portavoce del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato. 

“Nel merito della nostra analisi”, precisano, “non è l’avanzo di bilancio a preoccuparci poiché reputiamo sia in parte dipeso dalle nuove regole contabili che inducono a produrre avanzi, quanto la mala gestione, più volte da noi lamentata, dei fondi messi a disposizione dell’Amministrazione, che non sono certo stati impiegati per aumentare gli investimenti o migliorare la città”. 

“Nonostante il sindaco abbia riconosciuto la responsabilità politica di tale incapacità che, a sua volta, viene come al solito scaricata al (mal)funzionamento degli uffici, è comunque evidente come non sia riuscito a risolvere questo problema che si ripercuote nella mancata assicurazione ai cittadini di servizi minimi di quotidiana amministrazione”. 

“Inoltre, riteniamo - prosegue il capogruppo Solfato - che sia stata sicuramente una fortuna per l’Amministrazione Dipietro poter disporre di maggiore flessibilità e accantonare maggiori somme, altrimenti l'avanzo sarebbe stato più alto e, questo sì, sarebbe stato un dramma perché significava un mancato utilizzo di somme veramente consistenti a fronte della mancanza di interventi. Sia chiaro, sono delle economie che sicuramente serviranno in futuro ma avremmo preferito una maggiore attenzione a tutto ciò di cui la nostra città ha bisogno mentre ancora, a metà sindacatura, abbiamo visto ben poco. 

A queste considerazioni va poi aggiunta quella relativa al ritardo con cui quest’atto è arrivato in Consiglio comunale, anch’esso da noi più volte sottolineato, ritardo che,  peraltro, ha comportato il commissariamento del Comune”.

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook