Iter delle variazioni di bilancio eticamente insostenibile

Scritto da Super User on . Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Le variazioni al bilancio di previsione approvate ieri in Consiglio comunale, hanno avuto un iter a dir poco anomalo, che avevamo già denunciato in II Commissione - spiega il portavoce del Movimento 5 Stelle Davide Solfato.

Da un punto di vista formale, la prima proposta approdata in Commissione (peraltro sempre a ridosso della scadenza dei termini utili), pur presentandosi come manovra politica, era intestata al dirigente dell’Ufficio Ragioneria anziché alla Giunta, anticipando che in Consiglio sarebbe arrivata, sotto forma di emendamento, la vera e propria manovra finanziaria dell’Amministrazione.

Solo a seguito delle mie osservazioni, l’Amministratore è stata costretta a riconoscere l’errore e ad adottare una delibera di Giunta che ha sottoposto all’esame della Commissione, com’era giusto che fosse, dato che la proposta presentata inizialmente era tutta politica e non tecnica, per stessa ammissione del Sindaco.

PRG. Intervento in Consiglio comunale della portavoce Cinzia Amato

Scritto da Super User on . Postato in Notizie di rilevanza Comunale

Come componente de IV Commissione, ho partecipato ai lavori della stessa relativi allo studio del nuovo Piano Regolatore del Comune di Enna, iniziati a febbraio e conclusisi il 28 giugno 2017, cercando di dare il mio modesto contributo con delle note che in pari data ho depositato.

A seguito del Commissariamento, incomprensibilmente l’Amministrazione ha parlato di irresponsabilità dei consiglieri. 

E’ palese che sul PRG c’è della irresponsabilità ma di certo non da parte dei consiglieri del M5S. Riteniamo, semmai, che essa sia da attribuire solo ed esclusivamente a questa Amministrazione che, dopo 30 anni di assenza di un Piano idoneo ad evitare la scellerata edificazione selvaggia e che ha completamente deturpato e danneggiato l’intero territorio di Enna Bassa,  ha avuto l’ardire di proporre l’adozione di un PRG, che rappresenta un mero esercizio accademico, ormai peraltro datato e anacronistico, che non tiene conto delle reali necessità della città di Enna e del suo territorio, delle sue peculiarità urbanistiche, architettoniche, geomorfologiche, ambientali e sociali, e dal quale non risulta un’idea chiara e delineata della città e del suo sviluppo futuro.

E quando noi, in commissione, abbiamo sollevato tutte queste lacune, siamo stati accusati di volerne rallentare l’iter.

La nostra attenzione si è focalizzata principalmente su ciò che appare estremamente difficile da realizzare, come: 

  • il Sistema Integrato di Trasporto Metropolitano (SITraM), inconcepibilmente previsto come unico sistema di trasporto pubblico alternativo alla gomma e che prevede un tunnel sotterraneo lungo 700 metri da realizzare su un'area complessa e delicata di notevole valore ambientale, caratterizzata da una forte pendenza e con un elevato livello di rischio; 
  • oppure la previsione di variante "percorso meccanizzato", che si chiede di eliminare dalla proposta di delibera poiché la sua realizzazione appare di estrema difficoltà, l'impatto ambientale elevato e la pericolosità notevole; 
  • e, ancora, l'eliminazione della strada di progetto che dividerebbe in due l’area destinata alla realizzazione del Parco Urbano di Enna Bassa. 

In più, una serie di osservazioni volte ad adeguare il Piano alle esigenze della città, tra cui:

M5S Enna sulla questione TARI

Scritto da Super User on . Postato in Notizie di rilevanza Comunale

M5S Enna sulla questione TARI

“A seguito del problema dell’errato calcolo della “quota variabile” della Tari da parte di alcuni Comuni, sollevato dal portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera Giuseppe L’Abbate, abbiamo cercato di capire se tra questi potesse rientrare anche il Comune di Enna, dichiarano i portavoce in Consiglio comunale Solfato e Amato. 

“Dopo un attenta verifica e a seguito dei chiarimenti chiesti in Commissione al dirigente dell’ufficio Ragioneria, dott. Lipari, sembrerebbe che nel nostro Comune sia stata interpretata in maniera corretta l’applicazione della parte variabile della Tari che, quindi, non viene applicata sulle pertinenze abitative, evitando la duplicazione del calcolo. Tuttavia, dal nostro esame, sono emerse anomalie di altro genere nelle bollette inviate ai cittadini ennesi. 

Anzitutto, sarebbe opportuno che le stesse contengano delle informazioni più dettagliate ai fini della trasparenza nei confronti dei cittadini, poiché quando si chiede la riscossione di un tributo, per legge, deve essere data una comunicazione chiara ai contribuenti, che devono essere consapevoli di ciò che stanno pagando, con indicazioni di calcolo previste dal Dpr 138/1998.

Inoltre, abbiamo riscontrato casistiche sulle agevolazioni per le zone non coperte dal servizio, applicate solo sulla parte fissa e non anche su quella variabile e la stessa cosa vale per altre tipologie di riduzioni. 

Infine, ci è sorto il dubbio relativamente alla legittimità della futura bollettazione della Tari per l’anno in corso 2017, per quel che riguarda il costo sulla raccolta differenziata, che è stata programmata e conteggiata, anche se solo per un periodo, ma che in realtà, come sappiamo, ad oggi non è partita così come previsto dal Piano d'intervento della nuova società approvato in consiglio. Ci sarebbe, infatti, una discordanza tra quello che è stato approvato e il servizio realmente realizzato, a meno che non ci vengano forniti dei dati ufficiali per poter accertare quanto previsto nella fase di avvio del piano d’intervento approvato”. 

“Al riguardo, rimane forte la nostra critica all’inserimento di quote inesigibili anche per gli anni 2018 e 2019, cosa  che, come più volte segnalato, rimane grave”, ribadisce Solfato che conclude: “Sperando che il servizio della nuova società possa espletarsi il prima possibile e che la bollettazione sia più chiara, puntuale e corretta, considerando gli errori che stiamo riscontrando, il Movimento 5 stelle di Enna si mette a disposizione di tutti quei cittadini che vorranno verificare se hanno pagato, stanno pagando o pagheranno più del dovuto”.

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook