Stampa

12. SPORT E SALUTE

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

12 - SPORT E SALUTE

12.1 SPORT

La cultura dello sport ha un ruolo importante nella formazione dei giovani e meno giovani, contribuendo a tenerli impegnati in attività "controllate" ed allontanandoli da devianze di vario tipo.

La comunità ennese può vantare una lunga tradizione in tal senso, con attività nelle varie discipline sportive. Per anni il campo "Generale Gaeta", l'impianto di atletica leggera oggi intitolato a Tino Pregadio, il campo di calcio di Pergusa, il campetto di calcio e il non più esistente campo di bocce denominato "Macello", sono stati teatro di spettacolari ed avvincenti manifestazioni che hanno messo a confronto gli atleti ennesi con atleti di tutta Italia e sovente anche oltre. Si organizzavano manifestazioni ricreativo-sportive che vedevano cimentarsi gli ennesi in confronti tra squadre della stessa città con avvincenti "duelli" nello spirito di un sano confronto.

Oggi tutto questo è quasi del tutto sparito, le cause sono molteplici, le mutate esigenze della popolazione ed il mancato adeguamento degli impianti per una diversa fruibilità sono tra le principali.

Da sempre le associazioni sportive sono il fulcro su cui si basa l’attività sportiva ennese, sostenendo con il loro operato tutta l’attività della città.

È compito dell’amministrazione comunale sostenere ed incentivare tale opera, approntando impianti sportivi idonei sia sotto il profilo regolamentare che della sicurezza oltre che del decoro, in numero adeguato alle richieste e garantendo la possibilità della fruibilità a tutti i cittadini in maniera equa.

AZIONI

§      Ristrutturare tutte le strutture sportive e ricreative esistenti sul territorio, adeguandole ai nuovi standard di sicurezza e di fruibilità, mediante la fruizione di fondi strutturali europei;

§      Creare poli sportivi:

-       primo polo, villaggio Pergusa - in un unico polo sportivo che comprenda le strutture sportive esistenti ed attualmente pressoché in stato di abbandono e di degrado, campo di calcio, campo di tennis, campo di calcetto, piscine, campo di minigolf, area attrezzata zona piscine, campo utilizzato a suo tempo come parcheggio automezzi militari;

-       secondo polo, Enna bassa - Piscina comunale, campo di atletica leggera, palestra polivalente, campo di calcio a 5 via Toscana;

-       terzo polo, Enna Alta zona Monte - Campo gen. Gaeta, campetto calcio zona Macello;

-       quarto polo, Enna alta zona Pisciotto - campi di tennis, pallavolo e bocciodromo "Villa Farina"

In particolare, per aumentare le ore di fruibilità:

a.    ristrutturare l’impianto sportivo Gen. Gaeta, rendendo fruibili le tribune ed i locali inclusi nelle stesse, dotandolo di manto in erba sintetica ed illuminazione per aumentare la fruibilità dello stesso; prevedere negli abbondanti spazi delle curve, un campo di calcio a 5 (lato scuola Garibaldi) e una palestra nella curva della zona piazza Europa sfruttando sia lo spazio all’interno dell’impianto, sia il dislivello con la sottostante strada; dotarlo di corsia pedonale che consenta ai cittadini di Enna alta di potere svolgere attività podistica in sicurezza;

b.    campo macello, nell'attesa che si definisca la destinazione finale (da oltre venti anni), adeguarlo alle esigenze dei campionati minori giovanili di calcio, rugby ed alleggerendo l'impianto di Pergusa, prevedendo il raddoppio degli spogliatoi;

c.    oalestra S. Onofrio, (attualmente inagibile) ristrutturazione completa ed ampliamento (adatta a sport minori tipo tennis tavolo, arti marziali in genere, ecc.);

d.    rifacimento pavimentazione campo polivalente Villa Pisciotto (tennis e pallavolo);

e.    valorizzazione della struttura posizionata all’interno dell’ex mercato ortofrutticolo, attualmente utilizzata sporadicamente, adeguandola e rendendola fruibile per le attività ricreative di gruppi sportivi, folcloristici e musicali per tutto l’anno.

f.     tensostruttura ex mercato ortofrutticolo Enna Bassa, attualmente utilizzata sporadicamente, adeguandola e rendendola fruibile per le attività ricreative di gruppi sportivi, folcloristici e musicali per tutto l’anno, rifacimento pavimentazione con resine anallergiche adeguate alla fruibilità multiuso;

g.    copertura, con struttura tensostatica o prefabbricata metallica, del campo di via toscana, rendendolo fruibile anche nel periodo invernale, adeguando ed ampliando gli spogliatoi;

h.    raddoppio degli spogliatoi del campo di calcio di Pergusa, sostituzione della recinzione con altra più alta, sostituzione ed adeguamento dell'impianto di illuminazione, manto in erba sintetica;

i.      trasformazione del campo di calcio a 5 zona piscine in campo da tennis, con rifacimento del fondo e della recinzione;

j.      trasformazione dei campi polivalenti zona villa Giulia in un unico campo di calcio a 5, utilizzando tutti gli spazi limitrofi e prevedendo una tensostruttura laddove possibile, annettendolo di fatto al limitrofo campo di calcio prevedendo un solo custode;

k.    ristrutturazione delle palestre scolastiche esistenti per renderle fruibili sia alle scolaresche che alle società sportive richiedenti nelle fasce non interessate dalle attività didattiche;

§      Favorire la pratica sportiva di base ricostituendo quella forma di incentivazione economica alle società che svolgono attività giovanile o attività rivolta alle persone affette da disabilità psico-fisiche;

§      Garantire la pratica sportiva a tutti con particolare riguardo ai minori appartenenti a famiglie disagiate e a basso reddito;

§      Dotare gli impianti sportivi di defibrillatore, adeguandoli così alle attuali disposizioni di legge;

§      Incentivare le iniziative dei privati e delle società sportive nella organizzazione di eventi che coinvolgano l’intera cittadinanza;

§      Promuovere la pratica di sport considerati minori;

§      Adeguare il regolamento di fruizione degli impianti sportivi che tenga conto delle esigenze di tutte le società sportive ma anche dei cittadini.

12.2 SALUTE

Da un decennio si è puntato ad organizzare la sanità come un’azienda, impostazione questa che ha portato spesso a far prevalere gli obiettivi economici rispetto a quelli di salute e di qualità dei servizi. La salute dei cittadini è un bene primario che non può sottostare a leggi di mercato.

AZIONI

§      Utilizzare le attrezzature esistenti per la misurazione dell’inquinamento di aria, acqua e suolo, pubblicarne i risultati sul portale web del comune al fine di attuare un serio piano di prevenzione e valutazione del rischio delle malattie correlate.

§      Promuovere una politica sanitaria di tipo preventivo, orientando i cittadini verso abitudini salutari e scelte di consumo consapevoli attraverso un piano di informazione sulla prevenzione primaria (alimentazione sana, attività fisica, astensione dal fumo, rischi derivanti dall’utilizzo di droghe ed alcool) e sulle potenzialità della prevenzione secondaria (screening, diagnosi precoce e medicina predittiva).

§      Associazione del comune di Enna alla rete italiana “Città Sane” (un progetto promosso dall’OMS, teso allo sviluppo di politiche locali per la salute e prevenzione).

§      Promuovere campagne di sensibilizzazione per la prevenzione delle malattie cardio/celebro vascolari (es. contro l’abuso di alcool, il fumo ecc.,) e malattie dovute al vizio patologico da gioco d'azzardo.

Promuovere un’educazione sanitaria atta a prevenire malattie a trasmissione sessuale, rivolta a studenti delle scuole medie superiori in collaborazione con le attività dei consultori familiari.

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook