Stampa

1. DEMOCRAZIA DIRETTA, TRASPARENZA, TAGLIO AI COSTI DELLA POLITICA E AMMINISTRAZIONE

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

1 - DEMOCRAZIA DIRETTA, TRASPARENZA, TAGLIO DEI COSTI DELLA POLITICA E AMMINISTRAZIONE

La partecipazione è l’elemento fondamentale della democrazia con cui si introducono i principi di equità, giustizia e destinazione delle risorse collettive.

Il costo della politica ha raggiunto livelli insostenibili aggravati dallo stato di crisi economica. In tale contesto, si propongono modifiche mirate a minimizzare il più possibile gli sprechi con conseguente riduzione di spesa nella gestione degli organi di governo del comune di Enna.

Inoltre, l'accesso gratuito ad internet è da considerarsi indispensabile per favorire la collaborazione, la comunicazione, l’informazione nonché la formazione di una comunità consapevole e sempre aggiornata.

AZIONI

§      Imparzialità ed immediatezza nelle procedure burocratiche, per garantire l'efficienza dei servizi tramite regolamenti disciplinanti le proprie funzioni e le relative modalità di applicazione.

§      Agevolare e promuovere l’uso del “referendum abrogativo”.

§      Introdurre nello statuto comunale il “referendum propositivo” senza quorum.

§      Attuare il “bilancio preventivo partecipato” affinché i cittadini possano essere consultati sulla distribuzione delle risorse nei capitoli di spesa.

§      Rendere conto ai cittadini del proprio operato, tramite il “bilancio sociale”.

§      Consentire ai cittadini di proporre istanze di iniziativa popolare creando un registro online in cui vengono raccolte tutte le istanze presentate alla pubblica amministrazione e dove si possono consultare le risposte.

§      Garantire l’accesso agli atti della Giunta e del Consiglio Comunale.

§      Potenziare i servizi online fornendo non solo la possibilità di visualizzare e stampare ogni tipo di documento, modulistica e certificazione che riguardi l’amministrazione comunale, ma anche la possibilità di monitorare lo stato della pratica inoltrata.

§      Istituire gli incontri di quartiere allo scopo di stimolare la partecipazione della collettività e raccogliere le proposte popolari per farne argomento di discussione nel Consiglio Comunale.

§      Trasmettere in diretta streaming tutte le riunioni del Consiglio Comunale e delle commissioni consiliari. Le registrazioni di tali riunioni saranno poi visionabili in qualunque momento in un’apposita sezione all’interno del sito internet del comune di Enna.

§      Realizzare periodicamente un video notiziario visionabile sui nostri canali online, per informare i cittadini delle attività comunali svolte dalla giunta e delle possibili soluzioni alle problematiche che riguardano la cittadinanza.

§      Considerare un gettone di presenza unico nei consigli comunali e nelle commissioni consiliari qualora la riunione di tali organi dovesse protrarsi oltre la mezzanotte. Il gettone di presenza non verrà corrisposto qualora, senza un giustificato motivo, si abbandoni la seduta prima della conclusione dei lavori.

§      Ridurre del 50% il gettone di presenza per quei consiglieri che sono lavoratori dipendenti (sia pubblici che privati).

§      Ridurre del 30% le indennità spettanti al sindaco, agli assessori e al presidente del consiglio comunale.

§      Ridurre drasticamente il numero delle commissioni consiliari secondo un principio di effettiva produttività ed efficacia delle stesse.

§      Prevedere che il numero minimo dei Consiglieri necessari a formare un gruppo consiliare non sia inferiore a tre.

§      Istituire un fondo di solidarietà alimentato dai risparmi ottenuti con le riduzioni dei gettoni e delle indennità. Il fondo servirà a sostenere progetti di pubblica utilità a sostegno delle fasce disagiate.

§      Accorpare e rimodulare i settori amministrativi seguendo il principio dell’armonizzazione e ridefinendo i ruoli dirigenziali sulla base della razionalizzazione della spesa pubblica.

§      Potenziare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) garantendo il rilevamento della qualità dei servizi, le attese del pubblico e il livello di soddisfazione degli utenti.

§      Utilizzare, ove possibile, software open source ovvero software informatici gratuiti evitando quindi l’acquisto di licenze d’uso.

§      Dotare dirigenti, funzionari ed impiegati comunali di strumenti alternativi alla telefonia, che sfruttino la rete internet, per le comunicazioni con i cittadini e tra i vari uffici dell’amministrazione comunale.

§      Promuovere e garantire, ove possibile, il Wi-Fi cittadino gratuito per permettere al cittadino di navigare su internet gratuitamente.

§      Promuovere corsi comunali gratuiti di informatica ed uso di Internet.

§      Revisionare e rimodulare la gestione del personale secondo i seguenti principi:

a.    riequilibrio interno nell’apparato del Comune, con una attenta analisi dei carichi di lavoro e successiva redistribuzione del personale al fine di non creare ritardi nei vari settori dell’amministrazione comunale;

b.    erogazione di compensi per lavoro straordinario soltanto nei casi di prestazioni incomprimibili e indifferibili, mai a pioggia;

c.    garantire la continua formazione e l'aggiornamento del personale utilizzando ove possibile la formazione regionale a costo zero;

d.    costituzione del C.U.G (Comitato Unico di Garanzia) per la tutela dei dipendenti comunali come donne, disabili e quei soggetti che possano essere oggetto di “mobbing” sul lavoro.

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook