Stampa

4. ACQUA PUBBLICA

Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

4 - ACQUA PUBBLICA

Nel 2006 l’ATO Idrico della Provincia di Enna ha concesso, mediante contratto trentennale, la gestione dell’acqua pubblica alla Società privata Acqua Enna s.c.p.a.; la quale, nel corso degli anni, ha aumentato enormemente il costo dell'acqua gravando sull'economia delle famiglie ennesi.

Il M5S, invece, considera l’acqua un bene pubblico che non può e non deve essere soggetto a logiche di mercato.

AZIONI

§      Tutelare le fasce deboli e le attività imprenditoriali attraverso la regolamentazione della tariffa.

§      Concedere gratuitamente ad ogni cittadino residente e domiciliato ad Enna 50 litri gratuiti, quale limite necessario per assicurare il fabbisogno giornaliero, come indicato dagli Organismi Internazionali ed Europei e dalla Commissione Mondiale dell’Acqua.

§      Collocare fontane pubbliche con acqua potabile in ogni quartiere della città.

§      Verificare gli adempimenti contrattuali con Acqua Enna S.c.p.a. quali:

-       il regolare funzionamento dei depuratori cittadini;

-       il regolare funzionamento dei pozzi comunali di C.da Furma e Bannate, che favorirebbe l’abbattimento della tariffa;

-       il regolare controllo della potabilizzazione dell’acqua;

-       il monitoraggio dello smaltimento delle acque reflue e fognarie;

-       il controllo e la manutenzione delle condotte idriche e fognarie comunali al fine di evitare gli sprechi d’acqua potabile.

Qualora vi siano i presupposti di mancato rispetto degli adempimenti contrattuali da parte di Acqua Enna S.c.p.a., adire le vie legali per ottenere una immediata rescissione del contratto al fine di ritornare ad una gestione pubblica dell’acqua.

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.

Prossimo Incontro:

Dove Trovarci:

Seguici su facebook